Yahoo! cede: sponsor sui link

L'azienda sceglie di consentire alle imprese di pagare per risultare in testa ai risultati delle ricerche effettuate dagli utenti della directory. Un segno dei tempi e della necessità di aumentare il flusso di cash
L'azienda sceglie di consentire alle imprese di pagare per risultare in testa ai risultati delle ricerche effettuate dagli utenti della directory. Un segno dei tempi e della necessità di aumentare il flusso di cash


Web – “Sponsored Sites è un servizio a pagamento che consente ai siti commerciali già elencati nella directory di Yahoo! di ottenere un piazzamento migliore in certe categorie commerciali nella directory”: così Yahoo! accoglie sul proprio sito le imprese che avessero voglia di pagare per farsi trovare più facilmente dagli utenti.

L’operazione messa in piedi dal principale portale Internet nel mondo sembra segnalare che i tempi cambiano persino per Yahoo!, il cui sviluppo da anni non conosce significative soste: è arrivato il tempo di raccogliere “denaro fresco” sfruttando commercialmente ogni aspetto della propria attività.

In effetti, con il nuovo programma Yahoo! si allinea a scelte effettuate da altri importanti portali e directory e infila nei propri sistemi un “riquadro di evidenza” all’interno del quale porre i link ai siti sponsorizzati. Link resi, in questo modo, più visibili di quelli “normali”. L’iniziativa “Sponsored Sites” si applica solo alle categorie commerciali.

Da segnalare che la novità è stata introdotta senza annunci ufficiali, segno probabilmente del desiderio di Yahoo! di non dare evidenza ad una iniziativa che viene così proposta come “marginale” nel complesso delle attività del portalone.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 02 2001
Link copiato negli appunti