Yahoo! contro Facebook, dalle minacce alla denuncia

Dieci brevetti imbracciati contro il sito in blu: uno, in particolare, coprirebbe la natura stessa del social network

Roma – Dopo il peculiare tentativo di entrare in trattativa per sottoscrivere un accordo per alcuni brevetti ritenuti violati da Facebook attraverso la pressione mediatica, Yahoo! ha deciso di adire le vie legali e denunciare il sito in blu per violazione di proprietà intellettuale .

Come era stato anticipato dalle pagine del New York Times , al centro dell’offensiva vi sono dieci brevetti ( i numero 6,907,566 , 7,100,111 , 7,668,861 , 7,599,935 , 7,269,590 , 7,454,509 , 5,983,227 , 7,747,468 e 7,406,501 ) legati a diverse tecnologie : advertising, personalizzazione dei siti, social networking e scambio di messaggi .

L’accusa è stata ora formalizzata davanti alla corte federale di San Jose, California: Yahoo! riferisce che già altre aziende Web hanno sottoscritto licenze per tali tecnologie e per questo chiede adesso il blocco di Facebook e i conseguenti danni .

Yahoo! punta il dito , in particolare, contro quella che è decisamente una funzione basilare di Facebook: “L’intero modello di social network, che permette agli utenti di creare profili e connettersi con gli altri – dice – si basa sulla tecnologia di social networking brevettata da Yahoo!”.

Il sito in blu si è detto “deluso da Yahoo!, un partner commerciale di lunga data che ha tratto finora beneficio dalla collaborazione con Facebook”.

Secondo alcuni osservatori , d’altronde, da parte di Yahoo! si tratta di una mossa che presterebbe il fianco alle critiche sia perché tira in ballo titoli brevettuali che appaiono per certi aspetti generici, sia perché sembra sottolineare le difficoltà in cui Yahoo! stessa si trova, schiacciata tra le predominanza di Google nel settore dei motori di ricerca e quella di Facebook per quanto riguarda i social network.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • MacGeek scrive:
    Sfoggio tecnologico per l'immondizia...
    Certo era più divertente quando Lockheed Martin faceva gli Skunk Works. http://it.wikipedia.org/wiki/Skunk_WorksAltro che tracciare spazzatura...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 marzo 2012 18.26-----------------------------------------------------------
  • iome scrive:
    carino, ma...
    ok, una chiave inglese da mezzo chilo in orbita intorno alla terra ad un volocita', diciamo, di 1200km/h e' tracciata e si prevede che impatti la Stazione Orbitale Internazionale tra 2 ore... che si fa? tutti con le tute spaziali (se ce ne sono abbanstanza) ma l'impatto non si evita.
    • fagotto scrive:
      Re: carino, ma...
      A patto di avere un discreto preavviso, la ISS è dotata di motori (quelli sul modulo Zvezda) che le permetterebbero di variare leggermente l'orbita quel tanto che basta per evitare l'oggetto.
      • Grauso scrive:
        Re: carino, ma...
        - Scritto da: fagotto
        A patto di avere un discreto preavviso, la ISS è
        dotata di motori (quelli sul modulo Zvezda) che
        le permetterebbero di variare leggermente
        l'orbita quel tanto che basta per evitare
        l'oggetto.Teoricamente basterebbe un impulso laser preciso da terra per far deviare l'oggetto verso lo spazio infinito... credo ci stiano lavorando
Chiudi i commenti