Yahoo!, pulizie di primavera

L'azienda di Sunnyvale taglia numerosi servizi per focalizzarsi meglio sulle piattaforme più popolari come Flickr o Mail. Ne fanno le spese Avatars, Clues, App Search e l'applicazione per dispositivi BlackBerry

Roma – Alla ricerca di strategie definite per una maggiore personalizzazione di servizi e contenuti digitali, i vertici di Yahoo! hanno deciso di ottimizzare gli sforzi aziendali nell’inseguimento dei reali interessi degli utenti. Da un lato, focalizzandosi meglio sulle piattaforme più popolari (Flickr e Mail); dall’altro, interrompendo lo sviluppo di servizi abbandonati o scarsamente apprezzati dai netizen in viola .

A partire dal prossimo 1 aprile, l’azienda di Sunnyvale dismetterà la sua feature Avatars , che permette agli utenti la creazione di un’identità digitale da esportare e condividere sui principali social network. Il gigante californiano ha inoltre annunciato la dipartita del servizio Clues – mai fuoriuscito dalla prima versione beta – per l’analisi delle query più popolari sul suo motore di ricerca.

L’opera di smantellamento stabilita dal nuovo CEO Marissa Mayer ha poi coinvolto l’applicazione della stessa Yahoo! per i dispositivi BlackBerry , già tagliati fuori dalla lista dei gadget a disposizione di tutti i dipendenti come benefit aziendale.

L’azienda di Sunnyvale manderà in soffitta anche le feature App Search e Sports IQ , per concentrarsi meglio sui prodotti di punta nella grande guerra del mercato dei servizi online.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mr. Sarcasmo scrive:
    Che bello!
    Che bello! Centralizziamo tutto in mano agli americani che di loro ci si può fidare! E poi vuoi mettere? mettendo tutte le uova nello stesso paniere niente potrà mai andare storto! Un single point of failure è una feature che va sfruttata! non c'è niente da temere, anzi che bello che è usare un servizio di cui si potrebbe fare a meno, ma visto che c'è ed è graaatis allora è indispensabile e anche very cool.
  • Star scrive:
    Potenza del BGP...
    ...unita alle specifiche Flow e (presumibilmente) ad un qualche baco in JunOS (il S.O. dei router Juniper impattati da quel DOS) :D
Chiudi i commenti