YouTube Live, monetizzazione dal vivo

Succulente novità per gli utenti della piattaforma di streaming in tempo reale. Si potranno caricare filmati amatoriali, ma soprattutto guadagnare con la pubblicità. Mentre in Italia sbarca il servizio con gli spettacoli televisivi

Roma – È il primo compleanno di YouTube Live, la piattaforma lanciata dal portalone di video sharing per la visione in streaming dei principali eventi dal vivo. Al posto della classica festa, gli ingegneri del Tubo hanno annunciato un gruppo di nuove feature per arricchire l’esperienza multimediale di milioni di utenti.

Innanzitutto, uno strumento software chiamato Wirecast per la realizzazione da desktop di filmati live da mandare in streaming sulla piattaforma controllata da Google. Gli utenti avranno a disposizione una serie di canali audio e video – ma anche immagini ed effetti dal vivo – per caricare il proprio evento in tempo reale.

YouTube Live metterà inoltre a disposizione un tool per visualizzare l’anteprima di un determinato filmato, insieme ad un pacchetto di informazioni analitiche con il numero complessivo delle visualizzazioni, il totale dei playback e la provenienza geografica degli spettatori sulla piattaforma.

Più succulenta , la terza feature per monetizzare gli eventi dal vivo con YouTube Live. In sostanza, si potrà decidere se inserire opzioni di pagamento oppure annunci pubblicitari . I video manager interessati saranno in grado di stabilire le fasce di prezzo in base ai singoli tariffari nazionali.

Novità in arrivo anche per gli utenti italiani, con il lancio del servizio YouTube Show per una sezione tematica con gli spettacoli televisivi caricati dai partner del portalone. Al momento si contano 120 spettacoli – la serie integrale Il Mondo di Patty , ma anche Le Invasioni Barbariche e L’Infedele – per quasi 3mila ore di girato.

“Si può passare da un programma ad un altro in modo semplice e veloce oppure godersi una qualunque puntata e attendere che il sistema passi a quella successiva attraverso una playlist generata automaticamente – ha spiegato un responsabile del Tubo – Inoltre all’interno della pagina Shows è possibile accedere anche ad una serie di informazioni aggiuntive, tra cui il cast, l’orario di messa in onda e una descrizione dettagliata del programma”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' stato riaperto
    Sito di nuovo ONLINE,http://www.dplmodena.it/13-04-12MLComunStampa.htmlChiaramente per essere politicamente "corretti" c'è scritto che non sono state praticate forme di censura...si come no...
  • prova123 scrive:
    Probabilmente è un rigurgito ....
    da figlia della lupa. Ma dovrebbe sapere come poi la storia è andata a finire.
  • niksistemi scrive:
    sito non dalla home si naviga ancora
    comunque, il sito non dalla home si naviga ancora, basta prendere un link da google col solito site:dplmodena.it ed entrare come al solito...
  • Giorgio Frabetti scrive:
    IL WEB PROTESTA CONTRO CHIUSURA SITO DPL
    Lavoro in uno Studio di Consulenza del lavoro. Venerdì, appena accortomi con le colleghe della chiusura del sito, ho avviato una petizione sul web sul sito Firmiamo.it e abbiamo raccolto in 04 ore 100 adesioni! Potenza del web! E' chiaro che un sistema di interazione così aperto da fastidio. Casi come DPL non possono meravigliare, ma non devono toglierci la forza di lottare per un'Amministrazione più aperta e trasparente nel segno della digitalizzazione quale era DPL Modena. Cordiali saluti Giorgio Frabetti :)
    • panda rossa scrive:
      Re: IL WEB PROTESTA CONTRO CHIUSURA SITO DPL
      - Scritto da: Giorgio Frabetti
      Lavoro in uno Studio di Consulenza del lavoro.
      Venerdì, appena accortomi con le colleghe della
      chiusura del sito, ho avviato una petizione sul
      web sul sito Firmiamo.it e abbiamo raccolto in 04
      ore 100 adesioni! Potenza del web! E' chiaro che
      un sistema di interazione così aperto da
      fastidio. Da' fastidio a chi?Vorrei capire, ma ancora non ho capito.Mi sapete dire che calli sono stati pestati per arrivare ad un oscuramento manco fossimo in cina?
      • Giorgio Frabetti scrive:
        Re: IL WEB PROTESTA CONTRO CHIUSURA SITO DPL
        Tu conoscerai quanto è complicato districarsi nelle pratiche relative ai contratti di lavoro, collocamento, orario di lavoro, versamento contributi etc. visto che lo Stato sadicamente si diverte a infliggere complicazioni burocratiche a iosa al povero e onesto lavoratore (e Azienda). Chi pratica gli Uffici in queste complesse pratiche deve scontrarsi tutti i giorni con Funzionari cui non cavi istruzioni nemmeno a morire, per pavidità o peggio. Il sito DPL Modena dava informazioni tempestive e efficaci, su come districarsi in questa giungla burocratica, come dovrebbe dare (anzi non fa) una buona amministrazione. Ma si sa in Italia, quando una realtà funziona, è la buona volta che la sopprimono! Saluti
        • panda rossa scrive:
          Re: IL WEB PROTESTA CONTRO CHIUSURA SITO DPL
          - Scritto da: Giorgio Frabetti
          Tu conoscerai quanto è complicato districarsi
          nelle pratiche relative ai contratti di lavoro,
          collocamento, orario di lavoro, versamento
          contributi etc. visto che lo Stato sadicamente si
          diverte a infliggere complicazioni burocratiche a
          iosa al povero e onesto lavoratore (e Azienda).
          Chi pratica gli Uffici in queste complesse
          pratiche deve scontrarsi tutti i giorni con
          Funzionari cui non cavi istruzioni nemmeno a
          morire, per pavidità o peggio. Il sito DPL Modena
          dava informazioni tempestive e efficaci, su come
          districarsi in questa giungla burocratica, come
          dovrebbe dare (anzi non fa) una buona
          amministrazione. Ma si sa in Italia, quando una
          realtà funziona, è la buona volta che la
          sopprimono!
          SalutiAncora non capisco il motivo della censura.Gli adempimenti burocratici in italia rasentano la follia, e su questo non ci piove.Che nessuno si prenda la briga di spiegare niente e' altrettanto vero.Che questo sito abbia cercato di spiegare le cose e offrire un servizio di pubblica utilita' mi e' chiaro.Ancora non capisco quali calli sono stati pestati!Dovrebbero essere contenti quei funzionari che non vogliono dare informazioni: c'e' il sito e nessuno piu' va a rompere loro le scatole.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: IL WEB PROTESTA CONTRO CHIUSURA SITO DPL
            - Scritto da: panda rossa
            Ancora non capisco quali calli sono stati pestati!
            Dovrebbero essere contenti quei funzionari che
            non vogliono dare informazioni: c'e' il sito e
            nessuno piu' va a rompere loro le
            scatole.e che ne so. Magari queste informazioni non devono essere facilmente accessibili. Magari fra tre ore riparte il sito.
          • panda rossa scrive:
            Re: IL WEB PROTESTA CONTRO CHIUSURA SITO DPL
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            - Scritto da: panda rossa


            Ancora non capisco quali calli sono stati
            pestati!

            Dovrebbero essere contenti quei funzionari
            che

            non vogliono dare informazioni: c'e' il sito
            e

            nessuno piu' va a rompere loro le

            scatole.

            e che ne so. Magari queste informazioni non
            devono essere facilmente accessibili. Magari fra
            tre ore riparte il
            sito.Magari tutto.Per arrivare a censurare un sito semigovernativo, vuol dire che sono stati pestati dei calli e qualche interesse sotto banco.Non mi e' ancora chiaro che cosa!
          • krane scrive:
            Re: IL WEB PROTESTA CONTRO CHIUSURA SITO DPL
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            - Scritto da: panda rossa




            Ancora non capisco quali calli sono
            stati

            pestati!


            Dovrebbero essere contenti quei
            funzionari

            che


            non vogliono dare informazioni: c'e' il
            sito

            e


            nessuno piu' va a rompere loro le


            scatole.



            e che ne so. Magari queste informazioni non

            devono essere facilmente accessibili. Magari
            fra

            tre ore riparte il

            sito.

            Magari tutto.
            Per arrivare a censurare un sito semigovernativo,
            vuol dire che sono stati pestati dei calli e
            qualche interesse sotto
            banco.
            Non mi e' ancora chiaro che cosa!Ci vorrebbero dei giornalisti seri che alzino il telefono, il primo che ne trova metta il link.
  • Struppolo scrive:
    Chiuso per finta.....
    L'unica pagina variata è l'home page....perchè tutto il resto del sit è accessibile....basta googlare dplmodena e tutto il resto del sito compare...come.... http://www.dplmodena.it/cerca.htm
  • Ernesto Ferrario scrive:
    Vergogna
    mi associo ai ringraziamenti alla Dpl di Modena. E' davvero una vergogna che l'abbiano chiusa e si sente forte odore di censura. I lavoratori non devono conoscere i loro diritti e le norme che li interessano direttamente.
    • panda rossa scrive:
      Re: Vergogna
      - Scritto da: Ernesto Ferrario
      mi associo ai ringraziamenti alla Dpl di Modena.
      E' davvero una vergogna che l'abbiano chiusa e si
      sente forte odore di censura. I lavoratori non
      devono conoscere i loro diritti e le norme che li
      interessano
      direttamente.Visto che tu sai che cosa faceva questo sito, ti spiacerebbe raccontarlo anche a noi non addetti ai lavori?Perche' mi riesce difficile capire per quale motivo si sia dovuto censurare un sito governativo o quasi, da parte del governo medesimo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vergogna
        http://ricerca.gelocal.it/gazzettadimodena?query=dplmodena&view=web_locali.la+Gazzetta%20di%20Modena
        • panda rossa scrive:
          Re: Vergogna
          - Scritto da: Anonimo
          http://ricerca.gelocal.it/gazzettadimodena?query=dContinuo a non capire.Uno dei post di quella pagina dice questo: <i
          Un sito che in queste settimane di discussione politiche tra articolo 18 e riforma del lavoro può risultare scomodo perché pubblica anche ciò che viene pubblicato dai media e contributi di esperti, interpretazioni e pareri. </i
          E io non capisco ancora dove sia la "scomodita'".Che calli hanno pestato?
          • Struttolo scrive:
            Re: Vergogna
            Hai presente la mentalità da "manager" privato (quella del so tutto io, bisogna standardizzare, uniformare, proceduralizzare, appesantire tutto)?Hai presente la mentalità da governo accentratore (quella da ventennio italiano o da settantennio sovietico: lei non sa chi sono io e stia al suo posto)?Hai presente la mentalità da multinazionale del software (quella del se non l'abbiamo fatto noi è un'idea pessima e va riscritta da capo, anche se funziona)?Hai presente la mentalità del burocrate (impermeabile al buon senso e alla logica e cieco ubbidiente che precorre le volontà dei superiori)?Unisci queste mentalità e hai un esempio tipico di questo caso.Il sito della DPL di Modena offriva un servizio insostituibile a migliaia e migliaia di persone, ed era una voce fuori dal coro rispetto all'assonnato modello informativo pubblico (dove non si capisce mai cosa c'è da fare), ha "osato" presentare in anteprima una provvisoria bozza della riforma del lavoro, ma soprattutto (visto che la decisione di far chiudere viene da una direttiva del ministro Sacconi) ha "osato" essere un sito non centralizzato, non uniformato, non burocratizzato, non pletorico, non malmesso come invece lo sono tutti i siti governativi di c.d. informazione al pubblico.P.S. tu in un sito ministeriale hai _mai_ trovato davvero tutte le informazioni che ti servivano per una pratica amministrativa? La domanda è retorica, ovviamente ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Vergogna
            - Scritto da: Struttolo
            Hai presente la mentalità da "manager" privato
            (quella del so tutto io, bisogna standardizzare,
            uniformare, proceduralizzare, appesantire
            tutto)?
            Hai presente la mentalità da governo accentratore
            (quella da ventennio italiano o da settantennio
            sovietico: lei non sa chi sono io e stia al suo
            posto)?
            Hai presente la mentalità da multinazionale del
            software (quella del se non l'abbiamo fatto noi è
            un'idea pessima e va riscritta da capo, anche se
            funziona)?
            Hai presente la mentalità del burocrate
            (impermeabile al buon senso e alla logica e cieco
            ubbidiente che precorre le volontà dei
            superiori)?

            Unisci queste mentalità e hai un esempio tipico
            di questo
            caso.

            Il sito della DPL di Modena offriva un servizio
            insostituibile a migliaia e migliaia di persone,
            ed era una voce fuori dal coro rispetto
            all'assonnato modello informativo pubblico (dove
            non si capisce mai cosa c'è da fare), ha "osato"
            presentare in anteprima una provvisoria bozza
            della riforma del lavoro, ma soprattutto (visto
            che la decisione di far chiudere viene da una
            direttiva del ministro Sacconi) ha "osato" essere
            un sito non centralizzato, non uniformato, non
            burocratizzato, non pletorico, non malmesso come
            invece lo sono tutti i siti governativi di c.d.
            informazione al
            pubblico.

            P.S. tu in un sito ministeriale hai _mai_ trovato
            davvero tutte le informazioni che ti servivano
            per una pratica amministrativa? La domanda è
            retorica, ovviamente
            ;)Ah, ecco! Adesso mi e' chiaro.C'e' il sito del ministero che sara' costato come Italia.it e funzionera' altrettanto bene, e c'era questo sito di Modena che con 2 lire offriva un Servizio Informativo con le maiuscole.E qualcuno non sapendo come rispondere alla domanda "Ma come fanno quelli a fare con 2 lire quello che noi non riusciamo a fare con 20 milioni?" ha fatto censurare il sito modenese.Adesso tutto quadra.
  • vincenzo miele scrive:
    un grazie al dpl.... speriamo riapra
    in italia quando qualcosa funziona.... e il dpl di Modena lavorava davvero bene per gli utenti....la chiudono.mi auspico una riapertura del sito..... altrimenti cosa serve parlare di costituzione civile ....libertà di espressione e quant'altro.si dimostri una volta per tutte la vera libertà di espressione..... un grazie da parte mia a tutto lo staff del DPL di MODENA per l'ottimo lavoro svolto.....ENZO..
  • Mesta Astanteria scrive:
    In Topolonia ..
    .. non è strano che il ministro non sappia ciò che fa il segretario generale del suo ministero sulla base di direttive del suo predeXXXXXre .. in un Paese normale invece lo sarebbe ... E come sempre nel paese di pulcinella sono gli utenti a prenderlo nel c...
Chiudi i commenti