YouTube si rifà il look

Significativi cambiamenti alla veste grafica e alla struttura del portalone di video sharing. Che ora dovrebbe essere più semplice, perché tornato alle origini. Ma non tutta la community sembra apprezzare

Roma – L’hanno definita come una delle più vaste operazioni di redesign nell’intera storia di YouTube. In un recente post sul blog ufficiale del portalone di video sharing di Google, l’ingegnere software Igor Kofman e il product manager Shiva Rajaraman hanno così fatto luce su quello a cui molti utenti hanno già fatto caso: una modifica sostanziale del look grafico e delle principali funzionalità delle pagine video del Tubo.

Un vero e proprio ritorno alle origini , per riportare l’attenzione degli spettatori online sul contenuto primario ed essenziale di YouTube, il video. La piattaforma di BigG aveva già accennato ad un imminente restyling , a seguito di un periodo di otto mesi passato ad analizzare dati e feedback degli utenti. Periodo terminato alla fine di marzo, quando le nuove vesti digitali sono state svelate a tutta la comunità.

Secondo i due responsabili di YouTube, l’intera pagina è ora più pulita e semplice da navigare , con tutte le informazioni relative ad un filmato raggruppate insieme in uno spazio unico al di sotto dello stesso. Spostati anche i dettagli relativi all’ uploader , che adesso appaiono all’utente al di sopra del video.

Al di sotto del filmato si trova poi un più semplice sistema di ranking, basato su pollici puntati verso l’alto o il basso piuttosto che sulle vecchie cinque stelline. Spostando l’occhio verso la parte destra dello schermo, si nota poi un ulteriore cambiamento nella lista dei video correlati, che YouTube stilerà in maniera più coerente. Cioè basandosi sulle parole ricercate dall’utente al momento della visualizzazione principale.

Vicino al nome utente è stato poi aggiunto il numero preciso di video da questo caricato, visibile prima di cliccare sul pulsante relativo alla sottoscrizione al preciso canale. YouTube ha inoltre sottolineato come sarà adesso più semplice salvare le proprie playlist, tenendo a mente che la destinazione impostata di default sarà quella dei preferiti .

“Sappiamo che si tratta di un grande cambiamento – hanno scritto i due autori del post – ma speriamo che troviate nella nuova veste grafica un miglioramento alla vostra navigazione su YouTube. E soprattutto speriamo di essere riusciti a mettere in pratica tutto quello che ci avete suggerito attraverso l’esperienza di utilizzo del sito”. Pare però che questi consigli non abbiano rispecchiato le vere preferenze degli utenti del Tubo. Almeno di quelli che sono accorsi a commentare lo stesso post dei due responsabili, che non hanno risparmiato parole di scarso apprezzamento.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zuzzurro scrive:
    Wolf dove sei?
    Ammetto che non l'ho scritto bene come l'articolista qui sopra, ma ora dimmi dov'è l'errore di concetto in quello che già avevo scritto qualche tempo fa sul funzionamento di P.N.E questo non per fare il professorone, ma perchè sinceramente io (e tanti altri a quanto pare) dei metodi trolleggianti di parecchi di coloro che scrivono qui sopra (e che devono SEMPRE aver ragione o, meglio, dire che gli altri non capiscono nulla) ne ho 7 abbiamo piene le scatole.
Chiudi i commenti