Ziff-Davis, mega-risarcimento per privacy

Il colosso editoriale si era fatto sfuggire dati personali di propri utenti


Roma – L’editore Ziff-Davis Media (ZD) ha accettato di pagare 125mila dollari per chiudere una inchiesta su un buco nei sistemi di una propria ezine che lo scorso novembre ha esposto i dati personali, compresi quelli delle carte di credito, di una 50ina di utenti.

ZD rimborserà a ciascuno dei 50 500 dollari e verserà altri 100mila dollari alle autorità dei tre stati federali che hanno indagato sull’accaduto. ZD, ha affermato uno dei procuratori federali, ha accettato di utilizzare sistemi di cifratura e autenticazione sia quando i dati sono trasmessi dall’utente sia quando risiedono sui propri server.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il FLOSS raccomanda l'uso del Software Libero
    Ciò che questa notizia Flash non dice, è proprio il responso finale dello studio. Il FLOSS raccomanda l'uso dell'Open Sourcein particolare ai Governi e alleamministrazioni pubbliche in genere.in particolare, secondo lo studio
    • Anonimo scrive:
      Re: Il FLOSS raccomanda l'uso del Software Libero
      - Scritto da: zap
      Ciò che questa notizia Flash non dice, è
      proprio il responso finale dello studio.
      Il FLOSS raccomanda l'uso dell'Open Source
      in particolare ai Governi e alle
      amministrazioni pubbliche in genere.

      in particolare, secondo lo studio

      potranno mettere in pratica un mercato
      aperto per i servizi pubblici, evitando le
      situazioni di vincolo messe in pratica dalle
      aziende proprietarie per migliorare la
      posizione competitiva dei propri prodotti

      c'è da aggiungere che molte altre testate giornalistiche online fin dal titolo hanno chiaramente riportato la conclusione di questo studio:in USA:Study: Governments need open source, ZDnetIn GB:Governments should switch to open source - study, ZDNet UKIn Germania:Studie: Opensource gibt Unternehmen Sicherheit, TecChannel.deIn Olanda :Universiteit Maastricht: overheden naar open-source, tweakers.netOpen-source voor overheden gunstig, Planet MultimediaOpen source software favoured for the public sector, EuropeMedia.netQuindi il risultato di questo studio è inequivocabile e sarebbe un ottimo oggetto di ulteriore indagine da parte degli operatori italiani dell'informazione online, qualora non siano interessati a mettere sotto silenzio una conclusione così clamorosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il FLOSS raccomanda l'uso del Software Libero
      Ciò che questa notizia Flash non dice, è proprio il responso finale dello studio. Il FLOSS raccomanda l'uso dell'Open Source in particolare ai Governi e alle amministrazioni pubbliche in genere. in particolare, secondo lo studio
Chiudi i commenti