2007, l'ascesa dei robot

Puliranno i pavimenti, taglieranno l'erba, sorveglieranno le abitazioni, assisteranno gli anziani e i disabili, eseguiranno interventi chirurgici, ispezioneranno i luoghi pericolosi, saranno pompieri ed artificieri


Ginevra – Destano sensazione i risultati di uno studio condotto dalla Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite e dalla International Federation of Robotics , uno studio secondo cui la vita del mondo ricco sarà rivoluzionata dalla presenza di enormi quantità di robot specializzati nelle vicende domestiche .

Nel World Robotics 2004 Report si sostiene che da qui al 2007 il numero di robot impiegati nelle case nel mondo aumenterà di almeno sette volte , un vero e proprio boom che coinciderà con un aumento altrettanto vigoroso dei robot industriali.

In giorni dominati dal lancio del film I, Robot , l’agenzia ONU ha spiegato che nella prima metà del 2004 gli ordinativi per robot di ogni genere sono cresciuti del 18 per cento rispetto ai primi sei mesi del 2003, anno in cui già si era registrata una crescita sostenuta. Se oggi sono adottati nelle case circa 600mila robot domestici, entro il 2007 saranno milioni, almeno 4,1 milioni secondo le previsioni. Stime che si basano su un’analisi del settore che parte dal 1990.

Stando al rapporto, dal quale si evince che l’Italia è il quarto paese al mondo per impiego dei robot , la maggioranza dei robot domestici sono robot tagliaerba ma aumenta la diffusione dei robot aspirapolvere, venduti da un certo numero di ditte pressoché in tutto il mondo. Alla fine del 2003 i primi erano 570mila e i secondi circa 37mila.

Ma ciò che accadrà nei prossimi anni sarà soprattutto la diversificazione dei robot : il progresso tecnologico del settore e la riduzione progressiva dei costi di produzione, infatti, spingono gli esperti a parlare del futuro grande successo di robot lavavetri o pulisci-piscine .

Questi robot, definite macchine intelligenti , saranno poi sempre più associati, dalle famiglie che potranno permetterselo, con altri robot, quelli di intrattenimento , come il celeberrimo AIBO di Sony. Le stime oggi sostengono che nel mondo ci sono almeno 692mila robot di questo tipo.

“Alla fine di questo decennio – preconizzano gli autori del rapporto – i robot non solo puliranno i nostri pavimenti, taglieranno l’erba e sorveglieranno le nostre case, ma assisteranno anche gli anziani e i disabili grazie a tecnologie sofisticate ed interattive, eseguiranno interventi chirurgici, ispezioneranno le condutture e tutti quei luoghi che sono pericolosi per gli umani, combatteranno il fuoco e gli ordigni esplosivi”.

Secondo l’agenzia ONU che ha realizzato lo studio, se a tutto questo si associano anche i robot per la sicurezza e gli altri dispositivi robot che via via verranno realizzati, si può ritenere che presto il numero dei robot domestici e l’importanza del loro mercato supereranno quelli dei robot industriali . Va detto, comunque, che in una tendenza ormai consolidata anche questi ultimi conosceranno ulteriori diversificazioni: la previsione è di un impiego orizzontale dei robot nella quasi totalità dei comparti produttivi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma non capisco perchè...
    ..siano così difficili da bloccare.L'affermazione è provocatoria, ho una LT fresca fresca in ing. informatica, però non è possibile fare misure analoghe a quelli dei forum?Intendo una specie di "ban" temporaneo (5-10 minuti) a livello di router o firewall per chi invia troppe richeste in tempi brevi, in modo che il server neanche risponde a questi zombie..Alla fine le richieste ci sarebbero, ma il numero sarebbe notevolmente limitato e la banda pure
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non capisco perchè...
      - Scritto da: Anonimo
      ..siano così difficili da bloccare.
      L'affermazione è provocatoria, ho una
      LT fresca fresca in ing. informatica,
      però non è possibile fare
      misure analoghe a quelli dei forum?
      Intendo una specie di "ban" temporaneo (5-10
      minuti) a livello di router o firewall per
      chi invia troppe richeste in tempi brevi, in
      modo che il server neanche risponde a questi
      zombie..
      Alla fine le richieste ci sarebbero, ma il
      numero sarebbe notevolmente limitato e la
      banda pureInfatti esistono appositi firewall hardware che fanno questohttp://www.cisco.com/en/US/products/ps5888/products_data_sheet0900aecd800fa55e.html
  • Anonimo scrive:
    the register
    "preziosa fonte di informazione in rete"mai sentito parlare di questo sito.. come di altri vittime di attacchi DDoS...
  • Anonimo scrive:
    Forse anche a PI
    Forse un giorno anche a PI gliene faranno qualcuno. Specie grazie (o per colpa) di tutti quelli che chiamano Windows Winzozz o che danno (giustamente) addosso alla Microsozz!Gia' i forum sono pieni di astroturfer pagati da M$ er venire a parlare bene dei loro sistemi...
  • Larry scrive:
    anche tutta la mia solidarieta'
    a "the Register"dei grandi.sempre(e le migliori T-shirt in circolazione)
  • antonellaS scrive:
    tutta la mia solidarietà
    a chi subisce attacchi vigliacchi di questo tiposalutiantonellawww.censurati.it
    • Anonimo scrive:
      Re: tutta la mia solidarietà
      Parruccona, vergognati.Cantarelli PrimoViale Mentana 33Parma- Scritto da: antonellaS
      a chi subisce attacchi vigliacchi di questo
      tipo
      saluti
      antonella
      www.censurati.it
      • Anonimo scrive:
        Re: tutta la mia solidarietà
        Lasciala stare, tanto ormai la conosciamo la sua storia.Tanto prima o poi ritoccheranno anche la sua home page tba ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: tutta la mia solidarietà
      ogni occasione è buona
Chiudi i commenti