2015 RR245, il nuovo pianeta nano

Il nuovo inquilino del nostro sistema di pianeti orbita al di là di Nettuno, nella parte più esterna della fascia di Kuiper

Nel corso del Survey Ossos , un programma internazionale di quattro anni (avviato nel febbraio del 2013) per l’esplorazione della parte esterna del Sistema solare, rovistando tra le immagini catturate a settembre 2015 dal telescopio dell’ osservatorio franco-canadese-hawaiiano di Mauna kea, nelle isole Hawaii, Michele Bannister, ricercatrice della University of Victoria, nella British Columbia, ha avvistato per prima un nuovo “abitante” nel nostro sistema di pianeti, nella fascia di Kuiper . Il pianeta nano, battezzato 2015 RR245 , ha un diametro di 700 chilometri e orbita fra i piccoli mondi ghiacciati, al di là del pianeta Nettuno. La scoperta arriva a pochi mesi da quella del misterioso Planet Nine , avvenuta a Gennaio, un oggetto di grandi dimensioni che si muove su di una traiettoria ellittica molto eccentrica, allontanandosi moltissimo dal Sole per la maggior parte del tempo, il cui periodo orbitale è compreso tra 10 e 20mila anni. Secondo gli scienziati, 2015 RR245 raggiungerà il perielio nel 2096, quando si troverà ad una distanza minima di 5 miliardi di chilometri dalla nostra stella, “sfiorando” quasi l’orbita di Nettuno, compresa tra 4,460 e 4,537miliardi di chilometri.


Rispetto ai precedenti Survey (sondaggi), l’Ossos permette di analizzare più in profondità i dati provenienti dalle rilevazioni, grazie anche a un miglioramento del telescopio CFHT che permette una maggiore efficienza

A febbraio, spulciando le immagini del telescopio di Mauna kea, la ricercatrice scorge un inatteso puntino luminoso dall’andamento talmente lento che l’oggetto doveva trovarsi a una distanza dal Sole almeno doppia rispetto a quella di Nettuno . “E all’improvviso era lì, sullo schermo” dichiara la scienziata, che non riesce a trattenere l’emozione. L’oggetto, denominato temporaneamente 2015 RR245, è un pianeta nano di tutto rispetto. Le stime parlano infatti di un nuovo corpo del Sistema solare il cui diametro si attesta intorno ai 700 chilometri. Per dare un’idea della sua grandezza, Plutone, il più grande tra i pianeti nani finora scoperti, ha un diametro di circa 2.470 chilometri, mentre Cerere ha un diametro medi di circa 950 chilometri, ovvero di poco superiore al nuovo inquilino del Sistema solare.


L’osservatorio franco-canadese-hawaiiano ospita un telescopio (CFHT) a raggi infrarossi/ottico del diametro di 3,6 metri. Si trova a 4.200 metri di altitudine, sulla vetta del Mauna Kea, vulcano spento situato nell’isola di Hawaii

La fascia di Kuiper o fascia di Edgeworth-Kuiper, dal nome dei due astronomi Kenneth Edgeworth e Gerard Kuiper, è una regione del Sistema solare, precisamente un anello, che si estende dall’orbita di Nettuno, a circa 4,5 miliardi di chilometri dal Sole (30 UA, 30 volte la distanza tra Terra e la nostra stella), fino a 7,5 miliardi di chilometri (50 UA dal Sole). Simile alla fascia degli asteroidi, ma molto più massiccia (da 20 a 200 volte), è costituita da corpi minori del sistema solare che orbitano nella parte esterna rispetto ai pianeti maggiori. Mentre la “fascia principale” è costituita in gran parte da asteroidi di natura rocciosa, la fascia di Kuiper si compone essenzialmente di oggetti costituiti da sostanze volatili allo stato solido (ghiaccio), come ammoniaca, metano e acqua . 2015 RR245 va quindi ad aggiungersi alla già folta schiera di Kuiper Belt Objects (KBO).

I dati ottenuti con la spettroscopia ci dicono che la maggior parte degli oggetti della fascia (KBO) ha dunque la stessa composizione chimica delle comete. Numerosi astronomi hanno ipotizzato che possa trattarsi di comete con periodo orbitale inferiore ai 200 anni, le quali, non avvicinandosi mai al Sole, non emettono la loro coda. Gli studi più recenti, a partire dalla metà degli anni 1990, hanno tuttavia dimostrato che la fascia di Kuiper è dinamicamente stabile, mentre il luogo di origine delle comete va piuttosto cercato nel disco diffuso, zona dinamicamente attiva che origina dallo spostamento verso l’esterno di Nettuno, avvenuto 4,5 miliardi anni fa. Il disco diffuso è la parte più esterna del Sistema Solare, che termina con l’inizio dello spazio interstellare, cioè laddove il Sole non riesce più ad esercitare la propria gravità su alcun oggetto.


Gli scienziati stimano che nella fascia di Kuiper ci siano circa 100mila oggetti con un diametro superiore ai 100 chilometri

Fino ad ora, nella fascia sono stati scoperti oltre 1.000 KBO. Si pensa ne possano esistere oltre 100mila con diametro superiore ai 100 km. Il più grande di questi è Plutone, mentre l’oggetto più massiccio è il pianeta nano Eris, scoperto nel 2005, anche se numerosi scienziati lo considerano appartenente alla cosiddetta zona del “disco diffuso”, nella parte più esterna del Sistema Solare. Dagli anni 2000 sono stati trovati numerosi oggetti di dimensioni ragguardevoli, come 50.000 Quaoar, con un diametro della metà, rispetto a quello di Plutone, e più grande del maggiore degli asteroidi tradizionali, ovvero Cerere. Molteplici di tali oggetti non sono stati classificati, poiché molto diversi dagli asteroidi più interni. Qualche pianeta nano della fascia di Kuiper è probabilmente diventato satellite di alcuni dei pianeti del sistema, come nel caso di Febe, la luna di Saturno, o Tritone, la più grande delle lune di Nettuno.

Secondo quanto afferma la Bannister, i piccoli corpi ghiacciati transnettuniani “ci aiutano a ricostruire il processo di formazione dei pianeti giganti e la storia del Sistema solare”. Nella maggior parte dei casi, però, “sono quasi tutti molto piccoli e con luminosità debole. Pertanto è molto eccitante imbattersi in uno sufficientemente grande e luminoso da poter essere studiato in dettaglio”. La ricercatrice evidenzia tuttavia come non ci sia ancora certezza sulle dimensioni, dato che, al momento, non sono disponibili informazioni sufficienti circa la forma, la riflettanza e altre proprietà “che possano influenzarne la luminosità apparente”. L’unica certezza della Bannister è che si tratti di un mondo piccolo e brillante o di uno grande e opaco .


Il puntino indica il pianeta 2015 RR245, individuato dalla ricercatrice Michele Bannister della University of Victoria, nella British Columbia

2015 RR245, come fanno notare gli scienziati dell’Ossos, è stato osservato per meno di un anno su gli oltre 700 che il pianeta nano impiega per orbitare attorno al Sole. Dopo aver trascorso centinaia di anni, a oltre 12 miliardi di km, il nuovo abitante del Sistema Solare sta avvicinandosi alla sua stella. Continuerà a farlo fino al 2096, anno in cui raggiungerà la sua distanza minima dal Sole, a circa 5 miliardi di km. Il calcolo dell’orbita è corretto, gli astronomi non hanno dubbi al riguardo. Si tratta pertanto di un lungo periodo favorevole per studiarlo con più precisione, dato che le condizioni sono destinate a migliorare.


Nell’immagine è riportata l’orbita di 2015 RR245 (in arancione). La grafica mostra anche gli oggetti più luminosi rispetto al pianeta nano appena scoperto

Thomas Zaffino

fonte immagini: 1 , 2 , 3 , 4

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pianeta video scrive:
    sono un troll di XXXXX
    scusate, abbiate pazienza, sono un troll di XXXXX.
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    Qui si fanno questioni di lana caprina! Fermare la pirateria è un DOVERE, quindi linkare materiale protetto dai diritti è SBAGLIATO! Il resto è fuffa! @^
    • panda rossa scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video
      Qui si fanno questioni di lana caprina! Fermare
      la pirateria è un DOVERE, quindi linkare
      materiale protetto dai diritti è SBAGLIATO! Il
      resto è fuffa!
      @^Ma tu se ormai sei fallito e vivi sotto un ponte, che cosa te ne frega?
  • Sky scrive:
    Copy
    ProXXXXX alle intenzioni ?
  • socialobserv scrive:
    Il diritto d'autore è una palla al piede
    Il diritto d'autore è una palla al piede per il mondo digitale nonchè una nuova forma di censura.Sono per punire solo le violazioni a fine di lucro.La questione dei link è solo pretestuosa.Se non vuoi che dalla strada ti vedano tira le tende: non mettere materialesensibile in una posizione accessibile dall' esterno oppure metti una verifica dell' account
    • iotin scrive:
      Re: Il diritto d'autore è una palla al piede
      - Scritto da: socialobserv
      Il diritto d'autore è una palla al piede per il
      mondo digitale nonchè una nuova forma di
      censura.

      Sono per punire solo le violazioni a fine di
      lucro.

      La questione dei link è solo pretestuosa.
      Se non vuoi che dalla strada ti vedano tira le
      tende:O metti la casa da un'altra parte. Dove non ci sono strade.
    • giec scrive:
      Re: Il diritto d'autore è una palla al piede
      - Scritto da: socialobserv
      Il diritto d'autore è una palla al piede per il
      mondo digitale nonchè una nuova forma di
      censura.

      Sono per punire solo le violazioni a fine di
      lucro.

      La questione dei link è solo pretestuosa.
      Se non vuoi che dalla strada ti vedano tira le
      tende: non mettere
      materiale
      sensibile in una posizione accessibile dall'
      esterno oppure metti una verifica dell'
      accountIl diritto d'autore non è una palla al piede, esisteva già prima di internet ed è una questione che deve essere normata perchè chi campa di diritti d'autore non ha benefici se la sua opera viene diffusa, senza il suo permesso, tramite internet da sconosciuti; ancor di più l'autore viene danneggiato se questi ne hanno un guadagno e lui no.Per esempio esistono delle norme che puniscono chi ruba la panda o l'harley davidson di chicchessia senza curarsi del fatto che i soggetti danneggiati credano o meno nell' "esproprio proletario" anzi, la legge li protegge anche se questi ci credono solo e solamente quando fa comodo loro, per esempio se c'è da "mangiare a sbavo" senza che i proprietari del ristorante lo sappiano e, anche se sanno che non è corretto, lo fanno lo stesso.
      • panda rossa scrive:
        Re: Il diritto d'autore è una palla al piede
        - Scritto da: giec

        Il diritto d'autore non è una palla al piede,
        esisteva già prima di internet ed è una questione
        che deve essere normata perchè chi campa di
        diritti d'autore non ha benefici se la sua opera
        viene diffusa, senza il suo permesso, tramite
        internet da sconosciuti; Cerchiamo di capirci.Oggi, tranne rarissime e trascurabili eccezioni, chi campa di diritti d'autore sono solo grassi intermediari parassiti che nulla fanno per arricchire l'umanita' di nuove opere.Perche' mai dovremmo mantenere costoro per 70 anni dalla morte dell'autore?
        ancor di più l'autore
        viene danneggiato se questi ne hanno un guadagno
        e lui no.Ti ho appena spiegato che l'autore non c'entra, e spesso e' pure morto.
        Per esempio esistono delle norme che puniscono
        chi ruba la panda o l'harley davidson di
        chicchessia senza curarsi del fatto che i
        soggetti danneggiati credano o meno nell'
        "esproprio proletario" anzi, la legge li protegge
        anche se questi ci credono solo e solamente
        quando fa comodo loro, per esempio se c'è da
        "mangiare a sbavo" senza che i proprietari del
        ristorante lo sappiano e, anche se sanno che non
        è corretto, lo fanno lo
        stesso.Soliti esempi fuori luogo.Una copia non sottrae proprio niente, a differenza di un'auto rubata o un pranzo mangiato.
        • giec scrive:
          Re: Il diritto d'autore è una palla al piede
          La materia del diritto d'autore è complessa, trattarla partendo da un punto di vista ideologico pretendendo di avere la soluzione in mano, semplificando e banalizzando, non risolve la questione.Tra l'altro in questo tipo di interventi non solo si deduce una profonda ignoranza della materia ma anche una mancanza di buon senso: infatti non si capisce come qualcuno possa dire che il diritto d'autore non riguarda gli autori e che l'autore è spesso morto (???).
          Oggi, tranne rarissime e trascurabili eccezioni,
          chi campa di diritti d'autore sono solo grassi
          intermediari parassiti che nulla fanno per
          arricchire l'umanita' di nuove
          opere.Non so da dove arrivano queste informazioni; se con quello che hai scritto ti riferisci al compenso di un autore questo dipende dal tipo di contratto che effettua con l'editore.Per tua informazione l'editore è uno che fa un mestiere come l'autore fa il suo; grasso o magro che sia con quel mestiere ci campa quindi ha diritto ad un compenso.A volte il compenso può essere basso, altre volte alto il che non lo rende una persona migliore o peggiore.Così come autori di sucXXXXX non sono migliori di autori sconosciuti.Il tuo è un pregiudizo ideologico.
          Perche' mai dovremmo mantenere costoro per 70
          anni dalla morte
          dell'autore?E' la legge che ha stabilito questo. Se non ne vedi il senso non significa che non sia giusta, vuol dire che sei tu che non ne capisci il senso.In questo caso ti consiglio di informarti.
          Soliti esempi fuori luogo.
          Una copia non sottrae proprio niente, a
          differenza di un'auto rubata o un pranzo
          mangiato.Ecco un'altra semplificazione.... questo significa che è lecito entrare nelle librerie, negozi di video e dischi a sottrarre copie perchè tanto non si danneggia nessuno giusto ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Il diritto d'autore è una palla al piede
            - Scritto da: giec
            La materia del diritto d'autore è complessa,
            trattarla partendo da un punto di vista
            ideologico pretendendo di avere la soluzione in
            mano, semplificando e banalizzando, non risolve
            la
            questione.Mica dobbiamo risolvere la questione, in questa sede poi!Stiamo solo confrondando la realta' dei fatti con le farneticazioni che il legislatore ha riportato quando ha scritto la legge sotto dettatura dei detentori dei diritti.
            Tra l'altro in questo tipo di interventi non solo
            si deduce una profonda ignoranza della materia ma
            anche una mancanza di buon senso: infatti non si
            capisce come qualcuno possa dire che il diritto
            d'autore non riguarda gli autori e che l'autore è
            spesso morto
            (???).Se prendi una qualunque opera, e' piu' probabile che l'autore sia morto che vivo.Si stampano libri dal 1500, e le registrazioni musicali cominciano dal 1900 ma molta della musica registrata risale ai secoli precedenti.Inoltre qualunque autore oggi vivo, prima o poi muore, quindi e' molto piu' importante definire l'aspetto delle opere il cui autore e' morto, rispetto a quelle in cui l'autore e' ancora vivente.


            Oggi, tranne rarissime e trascurabili eccezioni,

            chi campa di diritti d'autore sono solo grassi

            intermediari parassiti che nulla fanno per

            arricchire l'umanita' di nuove

            opere.
            Non so da dove arrivano queste informazioni; se
            con quello che hai scritto ti riferisci al
            compenso di un autore questo dipende dal tipo di
            contratto che effettua con
            l'editore.Ah, perche' adesso l'autore e' pure nelle condizioni di poter trattare un contratto con l'editore?Guarda che non stiamo parlando di autori di best seller che si contano sulla punta delle dita a livello mondiale.Stiamo parlando di chiunque vada a bussare ad un editore per far pubblicare un libro.Le condizioni sono queste:L'autore deve pubblicare a proprie spese la prima edizione e si deve legare mani e piedi all'editore al quale spetta ogni decisione, compresa quella di riscrivere il finale del libro.
            Per tua informazione l'editore è uno che fa un
            mestiere come l'autore fa il suo; grasso o magro
            che sia con quel mestiere ci campa quindi ha
            diritto ad un
            compenso.L'editore deve essere al servizio dell'autore, non viceversa.Quindi ogni rapporto commerciale tra autore ed editore non deve riguardare nessun altro.
            A volte il compenso può essere basso, altre volte
            alto il che non lo rende una persona migliore o
            peggiore.
            Così come autori di sucXXXXX non sono migliori di
            autori sconosciuti.
            Il tuo è un pregiudizo ideologico.Io non ho alcun pregiudizio nei confronti degli autori.

            Perche' mai dovremmo mantenere costoro per 70

            anni dalla morte

            dell'autore?
            E' la legge che ha stabilito questo.Legge dettata dalla lobby degli editori che sta spingendo per dilatare quel tempo all'infinito.
            Se non ne
            vedi il senso non significa che non sia giusta,Non e' giusta. E' una cosa finalizzata a garantire una immeritata rendita ad una casta parassita.Il compenso di un'opera deve servire a compensare l'autore e stimolarlo a produrre altre opere, non a far ingrassare un intermediario.
            vuol dire che sei tu che non ne capisci il
            senso.
            In questo caso ti consiglio di informarti.Sono assai informato in questo argomento.


            Soliti esempi fuori luogo.

            Una copia non sottrae proprio niente, a

            differenza di un'auto rubata o un pranzo

            mangiato.

            Ecco un'altra semplificazione.... questo
            significa che è lecito entrare nelle librerie,
            negozi di video e dischi a sottrarre copie perchè
            tanto non si danneggia nessuno giusto ?Se quando esci dalla libreria, non c'e' nessun ammanco sugli scaffali, non si e' danneggiato proprio nessuno.
          • giec scrive:
            Re: Il diritto d'autore è una palla al piede

            Mica dobbiamo risolvere la questione, in questa
            sede
            poi!
            Stiamo solo confrondando la realta' dei fatti con
            le farneticazioni che il legislatore ha riportato
            quando ha scritto la legge sotto dettatura dei
            detentori dei
            diritti.
            Di quali fatti parli ? Per te sono fatti anche le cose che uno si immagina come reali ?
            Se prendi una qualunque opera, e' piu' probabile
            che l'autore sia morto che
            vivo.
            Si stampano libri dal 1500, e le registrazioni
            musicali cominciano dal 1900 ma molta della
            musica registrata risale ai secoli
            precedenti.
            Inoltre qualunque autore oggi vivo, prima o poi
            muore, quindi e' molto piu' importante definire
            l'aspetto delle opere il cui autore e' morto,
            rispetto a quelle in cui l'autore e' ancora
            vivente.
            Si ecco, ha molto più senso in effetti fare delle leggi per tutelare i morti.
            Ah, perche' adesso l'autore e' pure nelle
            condizioni di poter trattare un contratto con
            l'editore?
            Guarda che non stiamo parlando di autori di best
            seller che si contano sulla punta delle dita a
            livello
            mondiale.
            Stiamo parlando di chiunque vada a bussare ad un
            editore per far pubblicare un
            libro.

            Le condizioni sono queste:
            L'autore deve pubblicare a proprie spese la prima
            edizione e si deve legare mani e piedi
            all'editore al quale spetta ogni decisione,
            compresa quella di riscrivere il finale del
            libro.Non so quale sia la tua esperienza in merito e neanche se sia reale, la mia è diversa.
            L'editore deve essere al servizio dell'autore,
            non
            viceversa.
            Quindi ogni rapporto commerciale tra autore ed
            editore non deve riguardare nessun
            altro.Su questo siamo d'accordo ma questo dipende dall'editore e dall'autore, esistono brave e cattive persone dappertutto.

            Io non ho alcun pregiudizio nei confronti degli
            autori.
            Infatti parlavo degli editori.
            Legge dettata dalla lobby degli editori che sta
            spingendo per dilatare quel tempo
            all'infinito.Leggendo l'articolo non mi sembra che nè autori nè editori abbiano un vantaggio visto che la questione viene complicata.
            Non e' giusta.
            E' una cosa finalizzata a garantire una
            immeritata rendita ad una casta
            parassita.Quindi la tua proposta quale sarebbe ?
            Il compenso di un'opera deve servire a compensare
            l'autore e stimolarlo a produrre altre opere, non
            a far ingrassare un
            intermediario.L'intermediario offre un servizio all'autore, non sta a te giudicare l'operato dell'intemediario visto che non conosci come funziona quel mestiere. Inoltre la tua è una generalizzazione che lascia il tempo che trova.
            Sono assai informato in questo argomento.Sembrerebbe il contrario
            Se quando esci dalla libreria, non c'e' nessun
            ammanco sugli scaffali, non si e' danneggiato
            proprio
            nessuno.Quindi se la libreria è virtuale la copia rimane lì e tu non hai danneggiato nessuno.Ecco la soluzione al problema dell' autore che si propone di campare coi diritti d'autore e che tu vorresti tanto proteggere.
    • pippuz scrive:
      Re: Il diritto d'autore è una palla al piede

      Se non vuoi che dalla strada ti vedano tira le
      tende: non mettere materiale sensibile in una posizione accessibile dall'
      esterno oppure metti una verifica dell'account"sul quale erano ripetutamente comparsi, prima della pubblicazione ufficiale, link a siti e servizi di file hosting che ospitavano delle immagini che sarebbero poi figurate in un servizio fotografico"Si prega di leggere l'articolo prima di postare, in particolare le parti evidenziate in grassetto.
  • VideoVivo scrive:
    Ma cosa scrivete?
    Ma cosa scrivete? Ma dove vivete? Ah adesso scaricare è giusto?Se passate davanti a casa mia vi aizzo contro il mio pitbull. Sfigati. :@
    • rockroll scrive:
      Re: Ma cosa scrivete?
      - Scritto da: VideoVivo
      Ma cosa scrivete? Ma dove vivete? Ah adesso
      scaricare è
      giusto?

      Se passate davanti a casa mia vi aizzo contro il
      mio pitbull.


      Sfigati. :@Cosa caspita c'entra "scaricare"? Fare Download di quel che offre la rete non è azione colposa, mentre lo è fare Upload (cioè esattamente l'opposto) di opere protette non autorizzato dagli aventi diritto. Adesso quanto la pubblicazione di un Link ad opere protette che gli aventi diritto non vorrebbero fossero liberamente accedute assomigli ad un Upload giudicatelo voi. I Soloni del diritto hanno stabilito che il Link in questione è illegale se ci sono i presupposti di consapevolezza di violare la volontà dei detentori, aggravata dalla presenza di scopo di lucro (ripeto, cosa c'entra lo "scaricare"?), e che ovviamente tale colpevolezza ricade su chi pubblica il Link, non su chi "scarica". Ma tali SOloni hanno anche detto che la situazione va giustamente valutata attentamente caso per caso... Tutto perfetto, sono (in buona compagnia) pienamente daccordo; ma voi ce li vedete gli ISP a valutare caso per caso necessariamente con sterminati stuoli di persone dedicate... come piacerebbe tanto alle Major che pretendono la responsabilità degli stessi non avenda altra capacità per tarpare le ali di Internet?
    • panda rossa scrive:
      Re: Ma cosa scrivete?
      - Scritto da: VideoVivo
      Ma cosa scrivete? Ma dove vivete? Ah adesso
      scaricare è
      giusto?

      Se passate davanti a casa mia vi aizzo contro il
      mio pitbull.Hai ancora una casa?Non ti eri trasferito sotto il cavalcavia come il tuo compare fallito Pianeta Video?Questo tuo commento puzza di trollata: non ci sono piu' videotecari che hanno ancora una casa.
      • ..... scrive:
        Re: Ma cosa scrivete?
        - Scritto da: panda rossa

        Hai ancora una casa?
        Non ti eri trasferito sotto il cavalcavia come il
        tuo compare fallito Pianeta
        Video?Quello era Pianeta Video 2000, un vero videotecaro non il solito trolletto Pianeta Video, SIAE, NSA... ecc...
        • Una porca di sette lettere scrive:
          Re: Ma cosa scrivete?
          - Scritto da: .....
          Quello era Pianeta Video 2000, un vero
          videotecaro non il solito trolletto Pianeta
          Video, SIAE, NSA...
          ecc...chi, il cocco della redazione che non viene permanentemente bannato nonostante sia un palese troll che infesta da un decennio questo forum di XXXXX (diventato di XXXXX grazie a lui e alle scelte di moderazione delle redazione)?Lui dici?
  • puntina scrive:
    duppalle
    ma i commenti e gli insulti su questo articolo godono del diritto d'autore (sic!) o li posso linkare?
    • treppalle scrive:
      Re: duppalle
      - Scritto da: puntina
      ma i commenti e gli insulti su questo articolo
      godono del diritto d'autore (sic!) o li posso
      linkare?Tecnicamente anche i commenti godono del diritto d'autore, quindi no, non puoi linkarli. E se non ne gradisci qualcuno, clicchi su "segnala abusi" per segnalarli ai moderatori. Tralasciando il fatto che una persona intelligente, se non gradisce un sito o un forum, molto semplicemente si astiene dal visitarlo, invece di intervenire per fare la maestrina non richiesta.
      • rockroll scrive:
        Re: duppalle
        - Scritto da: treppalle
        - Scritto da: puntina

        ma i commenti e gli insulti su questo articolo

        godono del diritto d'autore (sic!) o li posso

        linkare?

        Tecnicamente anche i commenti godono del diritto
        d'autore, quindi no, non puoi linkarli. E se non
        ne gradisci qualcuno, clicchi su "segnala abusi"
        per segnalarli ai moderatori. Tralasciando il
        fatto che una persona intelligente, se non
        gradisce un sito o un forum, molto semplicemente
        si astiene dal visitarlo, invece di intervenire
        per fare la maestrina non
        richiesta. Non puoi linkarli se questi non sono ancora di dominio pubblico, o non autorizzati dall'autore, ma non è questo il caso.
        • treppalle scrive:
          Re: duppalle
          - Scritto da: rockroll
          Non puoi linkarli se questi non sono ancora di
          dominio pubblico, <b
          o non autorizzati dall'autore, </b

          ma non è questo il
          caso.E invece sì, è proprio questo il caso: gli autori dei commenti autorizzano (implicitamente) la pubblicazione solo al sito a cui li inviano, non a tutti, mica li rilasciano con la licenza "gnu-GPL". Chiunque altro volesse linkarli o pubblicarli, ha bisogno dell'autorizzazione esplicita dei singoli autori. Questa è la legislazione (ovviamente folle) sul diritto d'autore. Questo è anche il motivo per cui spesso questa legislazione viene violata.
          • iotin scrive:
            Re: duppalle
            - Scritto da: treppalle
            - Scritto da: rockroll


            Non puoi linkarli se questi non sono ancora
            di

            dominio pubblico, <b
            o non
            autorizzati dall'autore, </b



            ma non è questo il

            caso.


            E invece sì, è proprio questo il caso: gli autori
            dei commenti autorizzano (implicitamente) la
            pubblicazione solo al sito a cui li inviano, non
            a tutti, mica li rilasciano con la licenza
            "gnu-GPL". Chiunque altro volesse linkarli o
            pubblicarli, ha bisogno dell'autorizzazione
            esplicita dei singoli autori. Questa è la
            legislazione (ovviamente folle) sul diritto
            d'autore. Questo è anche il motivo per cui spesso
            questa legislazione viene
            violata.Assolutamente no, mica si prendono le immagini protette e le si portano da un'altra parte. Restano dove sono. Il link porta solo alla pagina interessata.Se vogliono che si paghi solo per l'acXXXXX perchè ci sono immagini protette, attivino l'acXXXXX per iscrizione a pagamento.
        • rocktroll scrive:
          Re: duppalle
          - Scritto da: rockroll
          Non puoi linkarli se questi non sono ancora di
          dominio pubblico, o non autorizzati dall'autore,Già e cosa linki se non sono già pubblicati?tua nonna in carriola?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Stare alzati alla notte per trollare su PI fa male.
  • Piratone scrive:
    Sentenza UE, tangente incorporata
    Un collegamento ipertestuale, in quanto tale, non è opera protetta dal diritto d'autore, è solo una banale sequenza di caratteri alfanumerici, a prescindere dal fatto che il titolare ci guadagni o meno. E' il sito che ospita l'opera stessa che eventualmente commente un reato (volendo per un attimo far finta che le leggi sul diritto d'autore siano giuste). Ma a questi delinquenti non importa, trattasi di dipendenti della UE, gente sXXXXX fino al midollo, la sera intascano la tangente, la mattina dopo scrivono provvedimenti favorevoli, come la riautorizzazione del glifosato (diserbante cancerogeno) di qualche settimana fa.
    • La redazione con i controlli a campione scrive:
      Re: Sentenza UE, tangente incorporata
      - Scritto da: Piratone
      trattasi di
      dipendenti della UE, gente sXXXXX fino al
      midollo, la sera intascano la tangente, la
      mattina dopo scrivono provvedimenti favorevoli,
      come la riautorizzazione del glifosato
      (diserbante cancerogeno)La Monsanto deve avere più dipendenti a bruxelles e washington che non nei campi agricoli.
    • ftytdb scrive:
      Re: Sentenza UE, tangente incorporata
      - Scritto da: Piratone
      Un collegamento ipertestuale, in quanto tale, non
      è opera protetta dal diritto d'autore, è solo una
      banale sequenza di caratteri alfanumerici, a
      prescindere dal fatto che il titolare ci guadagni
      o meno. E' il sito che ospita l'opera stessa che
      eventualmente commente un reato (volendo per un
      attimo far finta che le leggi sul diritto
      d'autore siano giuste).


      Ma a questi delinquenti non importa, trattasi di
      dipendenti della UE, gente sXXXXX fino al
      midollo, la sera intascano la tangente, la
      mattina dopo scrivono provvedimenti favorevoli,
      come la riautorizzazione del glifosato
      (diserbante cancerogeno) di qualche settimana
      fa.Mi chiedo sempre se questa tendenza a semplificare e banalizzare è un sintomo di idiozia o è semplicemente una scusa per sparare XXXXXXXte.
      • Asimov68 scrive:
        Re: Sentenza UE, tangente incorporata
        Un caso di scuola. Se io hosto su un mio spazio web, materiale protetto e non lo pubblico. Lo carico e non lo rendo accessibile da alcuna parte del mio sito. Lo metto su una sottodirectory non sfogliabile.Non sono responsabile di pubblicazione di materiale protetto. E' come se facessi ritagli della rivista cartacea e li tenessi in casa.Un terzo viene a conoscere l'indirizzo esatto del materiale e lo linka.Lui ha solo linkato, non è responsabile della pubblicazione.Se lui e io fossimo d'accordo (dimostralo!!) avremmo pubblicato materiale protetto senza essere imputabili. A mio parere che linka deliberatamente materiale protetto per fini di lucro, dovrebbe essere perseguibile.E dovrebbe spettare a chi è titolare del diritto dimostrare che chi ha linkato lo ha fatto sapendo di violare un diritto di terzi per poterci guadagnare.
        • panda rossa scrive:
          Re: Sentenza UE, tangente incorporata
          - Scritto da: Asimov68
          Un caso di scuola.

          Se io hosto su un mio spazio web, materiale
          protetto e non lo pubblico.

          Lo carico e non lo rendo accessibile da alcuna
          parte del mio sito.

          Lo metto su una sottodirectory non sfogliabile.
          Non sono responsabile di pubblicazione di
          materiale protetto.

          E' come se facessi ritagli della rivista cartacea
          e li tenessi in
          casa.

          Un terzo viene a conoscere l'indirizzo esatto del
          materiale e lo
          linka.No, no aspetta un attimo.Se non lo rendi accessibile, come fa il tizio a linkarlo?Il link restituirebbe un errore 403 forbidden.
          Lui ha solo linkato, non è responsabile della
          pubblicazione.

          Se lui e io fossimo d'accordo (dimostralo!!)
          avremmo pubblicato materiale protetto senza
          essere imputabili.No. Se il tuo documento e' accessibile, il responsabile sei tu.Se il tuo documento e' forbidden, non e' linkabile.
          A mio parere che linka deliberatamente materiale
          protetto per fini di lucro, dovrebbe essere
          perseguibile.No, perche'?A parte il fine di lucro, che reato sarebbe quello di scrivere un cartello indicatore?
          E dovrebbe spettare a chi è titolare del diritto
          dimostrare che chi ha linkato lo ha fatto sapendo
          di violare un diritto di terzi per poterci
          guadagnare.Il titolare del diritto puo' stroncare sul nascere questo fenomeno con una offerta commerciale migliore, visto che detiene il diritto.
          • Asimov68 scrive:
            Re: Sentenza UE, tangente incorporata
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Asimov68

            Un caso di scuola.



            Se io hosto su un mio spazio web, materiale

            protetto e non lo pubblico.



            Lo carico e non lo rendo accessibile da
            alcuna

            parte del mio sito.



            Lo metto su una sottodirectory non
            sfogliabile.

            Non sono responsabile di pubblicazione di

            materiale protetto.



            E' come se facessi ritagli della rivista
            cartacea

            e li tenessi in

            casa.



            Un terzo viene a conoscere l'indirizzo
            esatto
            del

            materiale e lo

            linka.

            No, no aspetta un attimo.
            Se non lo rendi accessibile, come fa il tizio a
            linkarlo?
            Il link restituirebbe un errore 403 forbidden.Non è inaccessibile. E' non accessibile dalla home page e sottopagine perchè non indicizzato.Prima di google drive facevo così per la mia versione casalinga del cloud.


            Lui ha solo linkato, non è responsabile della

            pubblicazione.



            Se lui e io fossimo d'accordo (dimostralo!!)

            avremmo pubblicato materiale protetto senza

            essere imputabili.

            No.
            Se il tuo documento e' accessibile, il
            responsabile sei
            tu.
            Se il tuo documento e' forbidden, non e'
            linkabile.
            Non è forbidden. E' solo "depositato" sullo spazio web senza link che consentano di trovarlo.E' come il mio diario dentro il cassetto della mia scrivania senza chiave.

            A mio parere che linka deliberatamente
            materiale

            protetto per fini di lucro, dovrebbe essere

            perseguibile.

            No, perche'?
            A parte il fine di lucro, che reato sarebbe
            quello di scrivere un cartello
            indicatore?
            Se ho un sito che "vende" cartelli indicatori, è lucro. Se ho un sito che vende pubblicità e attira utenti interessati ai cartelli indicatori, è lucro.

            E dovrebbe spettare a chi è titolare del
            diritto

            dimostrare che chi ha linkato lo ha fatto
            sapendo

            di violare un diritto di terzi per poterci

            guadagnare.

            Il titolare del diritto puo' stroncare sul
            nascere questo fenomeno con una offerta
            commerciale migliore, visto che detiene il
            diritto.Quindi il fruttivendolo dovrebbe abbassare il prezzo delle mele, se c'è chi gliele ruba? O un giornale online dovrebbe abbassare il prezzo della versione internet, se c'è chi legge a sbafo'Se chi linka a sbafo non paga nulla, come potrei sviluppare una offerta commerciale migliore? Migliore di gratis?
          • panda rossa scrive:
            Re: Sentenza UE, tangente incorporata
            - Scritto da: Asimov68

            No, no aspetta un attimo.

            Se non lo rendi accessibile, come fa il tizio a

            linkarlo?

            Il link restituirebbe un errore 403 forbidden.

            Non è inaccessibile. Allora e' pubblicato.
            E' non accessibile dalla home page e sottopagine
            perchè non
            indicizzato.Chissenefrega se non e' indicizzato.E' raggiungibile, quindi e' pubblicato.
            Prima di google drive facevo così per la mia
            versione casalinga del
            cloud.Pure io facevo qualcosa di simile, ma con autenticazione, proprio per evitare l'acXXXXX indiscriminato a cani&porci.


            Lui ha solo linkato, non è responsabile
            della


            pubblicazione.





            Se lui e io fossimo d'accordo
            (dimostralo!!)


            avremmo pubblicato materiale protetto senza


            essere imputabili.



            No.

            Se il tuo documento e' accessibile, il

            responsabile sei

            tu.

            Se il tuo documento e' forbidden, non e'

            linkabile.



            Non è forbidden. E' solo "depositato"
            sullo spazio web senza link che consentano di
            trovarlo.
            E' come il mio diario dentro il cassetto della
            mia scrivania senza
            chiave.Mica tanto calzante il paragone.Non e' mica necessario che ci sia un link per definire una pagina web "pubblicata".E' sufficiente che sia accessibile.


            A mio parere che linka deliberatamente

            materiale


            protetto per fini di lucro, dovrebbe essere


            perseguibile.



            No, perche'?

            A parte il fine di lucro, che reato sarebbe

            quello di scrivere un cartello

            indicatore?



            Se ho un sito che "vende" cartelli indicatori, è
            lucro.Se tu riesci a vendere cartelli e' solo perche' c'e' qualcuno che li compra. Ed e' una cosa idiota comprare cartelli quando ce ne sono di gratuiti.
            Se ho un sito che vende pubblicità e attira
            utenti interessati ai cartelli indicatori, è
            lucro.Certo. Ma perche' c'e' un mondo di fessi la' fuori.
            Quindi il fruttivendolo dovrebbe abbassare il
            prezzo delle mele, se c'è chi gliele ruba?Paragone non calzante.Il paragone giusto e': "Il fruttivendolo dovrebbe abbassare il prezzo delle mele se non vuole che ognuno si coltivi un albero di mele in giardino".
            O un
            giornale online dovrebbe abbassare il prezzo
            della versione internet, se c'è chi legge a
            sbafo'Perche' devi definire in modo cosi' spregevole il servizio che offre una biblioteca?E vogliamo parlare dei bar/alberghi che mettono il giornale a disposizione della clientela?
            Se chi linka a sbafo non paga nulla, come potrei
            sviluppare una offerta commerciale migliore?
            Migliore di gratis?Come fanno i produttori di acqua a vendere acqua?E i bar che vendono caffe'?I ristoranti che vendono pranzi e cene?Persino i taxi riescono a fare business con tutta la gente che gira a piedi.Il mondo e' pieno di gente che offre servizi di cui molta gente non usufruisce perche' fa da se'.
      • pippuz scrive:
        Re: Sentenza UE, tangente incorporata

        Mi chiedo sempre se questa tendenza a
        semplificare e banalizzare è un sintomo di
        idiozia o è semplicemente una scusa per sparare
        XXXXXXXte.Idiozia. E sono serio.
    • rockroll scrive:
      Re: Sentenza UE, tangente incorporata
      - Scritto da: Piratone
      Un collegamento ipertestuale, in quanto tale, non
      è opera protetta dal diritto d'autore, è solo una
      banale sequenza di caratteri alfanumerici, a
      prescindere dal fatto che il titolare ci guadagni
      o meno. E' il sito che ospita l'opera stessa che
      eventualmente commente un reato (volendo per un
      attimo far finta che le leggi sul diritto
      d'autore siano giuste).


      Ma a questi delinquenti non importa, trattasi di
      dipendenti della UE, gente sXXXXX fino al
      midollo, la sera intascano la tangente, la
      mattina dopo scrivono provvedimenti favorevoli,
      come la riautorizzazione del glifosato
      (diserbante cancerogeno) di qualche settimana
      fa. Daccordissimo. La colpevolezza di chi pubblica il contenuto incriminato contro la volontà dell'autore o protettore dei diritti è indiscutibile, molto discutibile ed eventualmente molto meno grave è la colpevolezza di chi pubblica il link, ammeso che sia consapevole dell'illecito e/o che lo faccia a fine di lucro.
      • Shiba scrive:
        Re: Sentenza UE, tangente incorporata
        - Scritto da: rockroll
        - Scritto da: Piratone

        Un collegamento ipertestuale, in quanto tale,
        non

        è opera protetta dal diritto d'autore, è solo
        una

        banale sequenza di caratteri alfanumerici, a

        prescindere dal fatto che il titolare ci
        guadagni

        o meno. E' il sito che ospita l'opera stessa che

        eventualmente commente un reato (volendo per un

        attimo far finta che le leggi sul diritto

        d'autore siano giuste).





        Ma a questi delinquenti non importa, trattasi di

        dipendenti della UE, gente sXXXXX fino al

        midollo, la sera intascano la tangente, la

        mattina dopo scrivono provvedimenti favorevoli,

        come la riautorizzazione del glifosato

        (diserbante cancerogeno) di qualche settimana

        fa.

        Daccordissimo. La colpevolezza di chi pubblica il
        contenuto incriminato contro la volontà
        dell'autore o <i
        protettore </i
        dei diritti è
        indiscutibileSe l'autore non vuole che si sappia della sua cosa, se la può tenere per sé. È indiscutibile che non possa negargliene la paternità (se è in grado di dimostrarla), ma tutt'ora che decide spontaneamente di condividerla non gli riconosco alcuna pretesa. La legge non mi tutela in questo senso e mi devo arrangiare per conto mio.
        • pippuz scrive:
          Re: Sentenza UE, tangente incorporata

          Se l'autore non vuole che si sappia della sua
          cosa, se la può tenere per sé. È
          indiscutibile che non possa negargliene la
          paternità (se è in grado di dimostrarla), ma
          tutt'ora che decide spontaneamente di
          condividerla non gli riconosco alcuna pretesaMa li leggete gli articoli? Si dice chiaramente che "sul quale erano ripetutamente comparsi, prima della pubblicazione ufficiale, link a siti e servizi di file hosting che ospitavano delle immagini che sarebbero poi figurate in un servizio fotografico".L'autore non aveva condiviso un bel niente. Questi qua prima hanno pubblicato delle immagini prima della pubblicazione ufficiale, poi, quando diffidati, hanno messo i link allo stesso materiale ospitato su altri siti.
          • panda rossa scrive:
            Re: Sentenza UE, tangente incorporata
            - Scritto da: pippuz

            Se l'autore non vuole che si sappia della sua

            cosa, se la può tenere per sé. È

            indiscutibile che non possa negargliene la

            paternità (se è in grado di dimostrarla), ma

            tutt'ora che decide spontaneamente di

            condividerla non gli riconosco alcuna pretesa

            Ma li leggete gli articoli? Si dice chiaramente
            che "sul quale erano ripetutamente comparsi,
            prima della pubblicazione ufficiale, link a siti
            e servizi di file hosting che ospitavano delle
            immagini che sarebbero poi figurate in un
            servizio
            fotografico".

            L'autore non aveva condiviso un bel niente.
            Questi qua prima hanno pubblicato delle immagini
            prima della pubblicazione ufficiale, poi, quando
            diffidati, hanno messo i link allo stesso
            materiale ospitato su altri
            siti.Quindi "questi qua" sono stati identificati.E allora lasciamo che la giustizia faccia il suo corso e se verranno ritenuti colpevoli pagheranno.Fino ad allora presunzione di innocenza e le leggi che gia' ci sono bastano e avanzano.
          • Shiba scrive:
            Re: Sentenza UE, tangente incorporata
            - Scritto da: pippuz

            Se l'autore non vuole che si sappia della sua

            cosa, se la può tenere per sé. È

            indiscutibile che non possa negargliene la

            paternità (se è in grado di dimostrarla), ma

            tutt'ora che decide spontaneamente di

            condividerla non gli riconosco alcuna pretesa

            Ma li leggete gli articoli? Si dice chiaramente
            che "sul quale erano ripetutamente comparsi,
            prima della pubblicazione ufficiale, link a siti
            e servizi di file hosting che ospitavano delle
            immagini che sarebbero poi figurate in un
            servizio fotografico".

            L'autore non aveva condiviso un bel niente.
            Questi qua prima hanno pubblicato delle immagini
            prima della pubblicazione ufficiale, poi, quando
            diffidati, hanno messo i link allo stesso
            materiale ospitato su altri siti.Certo, certo... infatti come dici tu il procedimento è per acXXXXX abusivo a un sistema informatico. Aspetta, non è così? Oops! Se non c'è stato acXXXXX non autorizzato e l'autore non ha condiviso con nessuno il suo lavoro, è un bel mistero! Hanno i super poteri questi qua di GS Media!
  • iotin scrive:
    Ad ognuno il suo !!!
    "la discriminante tra liceità e illiceità si incardina sulle intenzioni di chi linka, sulla sua consapevolezza riguardo alla natura dell'opera pirata, sulle sue opportunità di trarre profitto dalla pubblicazione del link".Le autorità sono a prendere il sole?Dovrei fare il loro lavoro?(è più comodo beccare l'ultimo link?)
    • Abest scrive:
      Re: Ad ognuno il suo !!!
      Quella frase indica praticamente un proXXXXX alle intenzioni... in uno stato al minimo sindacale di intelligenza verrebbe immediatamente cassata ed i proponenti licenziati con interdizione perpetua.Non hanno ancora capito che il business lo si fa in modo diverso, forse più impegnativo, e che la gente si è stufata di subire signoraggi da alto medioevo e da réntier a vita.
  • ... scrive:
    Re: Uno scorfano inchiavabile propone...
    La mogherini è certamente un travestito. Una donna non può fare così schifo, è biologicamente impossibile. Le sue "idee" sono coerenti con l'aspetto.
  • dctggts scrive:
    Complimenti per l'articolo
    Una volta tanto devo fare i complimenti al giornalista. Ha fatto un grande sforzo per far capire quanto sia complesso il problema con tutti gli aspetti e le sfumature che ci sono in gioco.Una bella risposta al becero qualunquismo italiota che preferisce semplificare al massimo tutti i problemi per poi scatenarsi con una sequenza di idiozie.
  • ... scrive:
    Andiamo a depositare letame...
    ... sulla tomba di quel grandissimo XXXXXXXX di altiero spinelli. Lui, le sue idee idiote e pericolose, e quest'associazione mafiosa chiamata UE.
    • dfhyvxd scrive:
      Re: Andiamo a depositare letame...
      - Scritto da: ...
      ... sulla tomba di quel grandissimo XXXXXXXX di
      altiero spinelli. Lui, le sue idee idiote e
      pericolose, e quest'associazione mafiosa chiamata
      UE.Dove vivi? Nei pressi di parentopoli o tangentopoli? O in camorraland? Andranghetaland? Mafialand?
      • ... scrive:
        Re: Andiamo a depositare letame...
        - Scritto da: dfhyvxd
        Dove vivi? Nei pressi di parentopoli o
        tangentopoli? O in camorraland? Andranghetaland?
        Mafialand?Intendi nelle zone amministrate dal tuo PD? No.Piuttosto, DOVE VIVI TU? Possibile che si debbano aspettare anni per sapere il tuo indirizzo? Tranquillo che le manganellate te le rifiliamo con delle spranghe avvolte nella bandiera UE, saranno ossa rotta europeiste. :)
        • tcxhvxhr scrive:
          Re: Andiamo a depositare letame...
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: dfhyvxd


          Dove vivi? Nei pressi di parentopoli o

          tangentopoli? O in camorraland? Andranghetaland?

          Mafialand?

          Intendi nelle zone amministrate dal tuo PD? No.

          Piuttosto, DOVE VIVI TU? Possibile che si debbano
          aspettare anni per sapere il tuo indirizzo?
          Tranquillo che le manganellate te le rifiliamo
          con delle spranghe avvolte nella bandiera UE,
          saranno ossa rotta europeiste.
          :)Va bene, non ho indovinato. Che cos'era la terra dei fuochi?
          • ... scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            Guarda, puoi elencare una zona qualunque in tutta Italia, voi piddini pro-UE siete in minoranza OVUNQUE ormai, pure la sinistra radicale ormai è euroscettica. Allora, il tuo indirizzo?
          • sxrgrzg scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            - Scritto da: ...
            Guarda, puoi elencare una zona qualunque in tutta
            Italia, voi piddini pro-UE siete in minoranza
            OVUNQUE ormai, pure la sinistra radicale ormai è
            euroscettica. Allora, il tuo
            indirizzo?Il quartierino dei furbetti?
          • ... scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            L'indirizzo.
          • cfvhhyx scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            - Scritto da: ...
            L'indirizzo.Non l'indirizzo. Ti hanno solo chiesto da quale zona scrivi. Forse la terra della Sacra corona unita?
          • ... scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            L'indirizzo è quello che io chiedo a te da mesi. E piantala con questi nick casuali del XXXXX, è inutile che usi il plurale, qui la XXXXXXXXXXXXXX piddina sei solo tu.
          • ftytdb scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            - Scritto da: ...
            L'indirizzo è quello che io chiedo a te da mesi.
            E piantala con questi nick casuali del XXXXX, è
            inutile che usi il plurale, qui la XXXXXXXXXXXXXX
            piddina sei solo tu.Da come parli sembra che vieni dal feudo di caltagirone. Quello che è stato capace di costruire un nuovo quartiere come il parco leonardo in una zona vincolata perchè sotto il livello del mare ed esposta ad alluvioni.Oppure sei rientrato nel feudo degli amici dell'americano? Quelli che ti costruiscono un inutile stadio ed un quartiere commerciale in una zona verde.
          • ... scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            Lo scrivi il tuo indirizzo o no?
          • indirizzo scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            Facile: a casa di tu a madre.
          • sgamatore di zecche radicali scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            - Scritto da: indirizzo
            Facile: a casa di tu a madre.Toh, ecco la zecca pannelliana notturna! Quindi oltre ai massoni, ai XXXXX, e ai topi che arrivano coi barconi, ti piacciono pure le donne settantenni? XXXXXXX che vita di XXXXX, salta giù una buona volta da un XXXXX di balcone! (rotfl) (rotfl)
          • sgamatore di idioti scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            Ma ancora?Senti scemo vai a nanna che è tardi e è inutile che ti affanni ormai ti conoscono tutti.
          • La redazione con i controlli a campione scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            - Scritto da: sgamatore di idioti
            Ma ancora?
            Senti scemo vai a nanna che è tardi e è inutile
            che ti affanni ormai ti conoscono
            tutti.Guarda, qui semmai conoscono "tutti" te. E' facile indentificarti, sei pressochè l'unico che posta tutte le notti, ossessionato dai leghisti, e ovviamente l'unico a cui piacciono negri e XXXXX. E soprattutto se l'unico che fa lavorare i moderatori tutte le mattine, senza di te sarebbero disoccupati.
          • Pene scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            Che spasso, un dialogo fra due XXXXXXXX! :D Fra voi due però tu sei quello messo peggio, poveretto, proprio da orchiectomia 8)
          • sgamatore di zecche pannellian e scrive:
            Re: Andiamo a depositare letame...
            - Scritto da: Pene
            Che spasso, un dialogo fra due XXXXXXXX! :D Fra
            voi due però tu sei quello messo peggio,
            poveretto, proprio da orchiectomiaE'inutile che fingi di non essere sempre tu, zecca, dovresti aver capito che ho qualche "privilegio" su questo sito. Vai a raccogliere i topi morti amici tuoi sulle spiagge di lampedusa. o-:
  • Darth Vader scrive:
    Ma che la smettano
    Sulla rete non si riescono a fermare i terroristi islamici che fanno proselitismo e propaganda con dei contenuti deliranti mentre si bloccano gli account di chi è critico verso l'islam, e l'UE perde tempo a cercare di impedirci di scambiarci i link ai quali SE VOGLIAMO possiamo scaricarci un film.Non si rendono conto della sproporzione? Ogni volta che leggo una notizia sull'UE mi rendo conto che non voglio più farne parte. Banda di cialtroni inutili.
    • Urbani scrive:
      Re: Ma che la smettano
      - Scritto da: Darth Vader
      Sulla rete non si riescono a fermare i terroristi
      islamici che fanno proselitismo e propaganda con
      dei contenuti deliranti mentre si bloccano gli
      account di chi è critico verso l'islam, e l'UE
      perde tempo a cercare di impedirci di scambiarci
      i link ai quali SE VOGLIAMO possiamo scaricarci
      un film.

      Non si rendono conto della sproporzione? Ogni
      volta che leggo una notizia sull'UE mi rendo
      conto che non voglio più farne parte. Banda di
      cialtroni
      inutili.Hai perfettamente ragione. Lasciate fare a noi.
    • aphex_twin scrive:
      Re: Ma che la smettano
      Anch'io passando col rosso ho preso una multa e mi son chiesto la stessa cosa. :-o :-o :-o
      • sgamatore di ricchioni scrive:
        Re: Ma che la smettano
        - Scritto da: aphex_twin
        Anch'io passando col rosso ho preso una multa e
        mi son chiesto la stessa cosa. :-o :-o
        :-oEvidentemente il vigile che t'ha multato non aveva simpatia per i ricchioni.(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
        • sgamatore di immigrati scrive:
          Re: Ma che la smettano
          ... o per quegli immigrati dimXXXXX che arrivano sulle spiagge e poi prendono il sole:[img]http://www.lavocedellisola.it/wp-content/uploads/2015/08/migranti-morti-spiaggia.jpg[/img]
      • Izio01 scrive:
        Re: Ma che la smettano
        - Scritto da: aphex_twin
        Anch'io passando col rosso ho preso una multa e
        mi son chiesto la stessa cosa. :-o :-o :-oIo invece concordo col tipo. Finanza, AGCOM, polizia postale... sembra che l'attività principale di queste entità sia ormai servire gli interessi delle major, nonostante siano pagati dalle tasse di tutti i cittadini.Ok, se passo col rosso mi spetta la multa. Idem se scarico una canzone? Ok, diciamo di sì. Sono tutelato se uno degli inquilini non paga le spese condominiali da anni, per un totale di migliaia di euro? NO: come spiega l'amministratore, bisogna fare causa, con costi che mangiano buona parte del risarcimento, un esito tutt'altro che certo e tempistiche che rischiano di sfociare nell'archiviazione. Sono tutelato se ci sono difetti nella casa? NO: sempre a detta dell'amministratore, una srl edilizia è facilissima da tirare su; i costruttori lo sanno e le fanno durare relativamente pochi anni, in modo tale che possano sempre chiuderle prima di dover sistemare i difetti di costruzione. Posso segnalare alla gdf chi viola la legge che mi tutela, ad esempio non rispettando i termini del diritto di garanzia di conformità (il venditore NON PUO' dire al cliente di rivolgersi a un centro autorizzato, la garanzia di conformità è a carico del venditore)? Oppure decidendo che non rispetta la legge sul diritto di reXXXXX per le vendite a distanza? E' pieno di negozianti che non rispettano la legge, e segnalarli non porta assolutamente a niente, l'unica è evitare di comprare da loro. E quanti processi vanno in prescrizione, con spese enormi che non portano a nulla?Se non fai lo struzzo, sai benissimo che in Italia la certezza del diritto, quanto meno per una persona comune, è cosa lontanissima. E allora permetti che io mi inquizzi giusto un pochino, se invece SIAE, major e potentati vari non hanno solo la corsia preferenziale, ma proprio l'autostrada preferenziale e l'elicottero personale, pagati da noi?
        • aphex_twin scrive:
          Re: Ma che la smettano
          - Scritto da: Izio01
          Io invece concordo col tipo. Finanza, AGCOM,
          polizia postale... sembra che l'attività
          principale di queste entità sia ormai servire gli
          interessi delle major, nonostante siano pagati
          dalle tasse di tutti i
          cittadini.Ma cosa ne vuoi sapere tu di come investono il loro tempo ?!
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che la smettano
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: Izio01

            Io invece concordo col tipo. Finanza, AGCOM,

            polizia postale... sembra che l'attività

            principale di queste entità sia ormai
            servire
            gli

            interessi delle major, nonostante siano
            pagati

            dalle tasse di tutti i

            cittadini.

            Ma cosa ne vuoi sapere tu di come investono il
            loro tempo
            ?!Tu hai informazioni diverse?
          • aphex_twin scrive:
            Re: Ma che la smettano
            Si , ma non posso dartele.Anche se te le dessi non ci crederesti.
          • Shiba scrive:
            Re: Ma che la smettano
            - Scritto da: aphex_twin
            Si , ma non posso dartele.

            Anche se te le dessi non ci crederesti.Io ho le stesse informazioni. Ma se anche ti dicessi come le ho ottenute non ci crederesti.
          • Izio01 scrive:
            Re: Ma che la smettano
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: Izio01

            Io invece concordo col tipo. Finanza, AGCOM,

            polizia postale... sembra che l'attività

            principale di queste entità sia ormai
            servire
            gli

            interessi delle major, nonostante siano
            pagati

            dalle tasse di tutti i

            cittadini.

            Ma cosa ne vuoi sapere tu di come investono il
            loro tempo?!Vedo un sacco di notizie come questa (leggi in favore di quella gente) e un sacco di notizie riguardo a server bloccati, pirati cattivissimi arrestati, reti di pirateria sgominate, eccetera. E intanto continuo a pagare le spese condominiali per chi non lo fa, perché non ho alternative.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che la smettano
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: aphex_twin

            - Scritto da: Izio01


            Io invece concordo col tipo. Finanza,
            AGCOM,


            polizia postale... sembra che l'attività


            principale di queste entità sia ormai

            servire

            gli


            interessi delle major, nonostante siano

            pagati


            dalle tasse di tutti i


            cittadini.



            Ma cosa ne vuoi sapere tu di come investono
            il

            loro tempo?!

            Vedo un sacco di notizie come questa (leggi in
            favore di quella gente) e un sacco di notizie
            riguardo a server bloccati, pirati cattivissimi
            arrestati, reti di pirateria sgominate, eccetera.
            E intanto continuo a pagare le spese condominiali
            per chi non lo fa, perché non ho
            alternative.Hai presente Orwell e quella cosa che scrisse sugli animali?Ricordi il tizio che tiro' una cosa in faccia a Berlusconi? Sta ancora in galera a marcire.E quell'altro che invece uccise dei passanti a colpi di machete? Quello e' libero di girare ancora per strada col machete al cinturone.E tu ti lamenti se qualcuno non paga le spese condominiali? Ma chi ti credi di essere? Il Marchese del Grillo?
          • Izio01 scrive:
            Re: Ma che la smettano
            - Scritto da: panda rossa

            Hai presente Orwell e quella cosa che scrisse
            sugli animali?
            E come no? Lo ritengo uno degli aforismi più geniali della storia :)"Tutti gli animali sono uguali, ma qualcuno è più uguale degli altri".
  • panda rossa scrive:
    La soluzione e' fin troppo ovvia
    La soluzione al problema e' fin troppo ovvia.Il link non e' mai una violazione!Se un'opera si trova in rete in violazione a qualche diritto, e' la sua presenza la violazione, non certo il cartello che la indica.Anzi, il link aiuta il titolare dei diritti dell'opera ad individuare una copia non autorizzata ed intervenire di conseguenza.Quindi chi linka un'opera non autorizzata dovrebbe ricevere un compenso alla stregua di coloro che individuano i bug nel software.Dopodiche' la magistratura adottera' i suoi strumenti per andare a rimuovere la copia non autorizzata e identificare i responsabili.Ma il cartello indicatore non c'entra.
    • Thepassenge r scrive:
      Re: La soluzione e' fin troppo ovvia
      Concordo, qualcuno ragione ancora in questa europa schiava del capitalismo post-moderno.- Scritto da: panda rossa
      La soluzione al problema e' fin troppo ovvia.

      Il link non e' mai una violazione!

      Se un'opera si trova in rete in violazione a
      qualche diritto, e' la sua presenza la
      violazione, non certo il cartello che la
      indica.

      Anzi, il link aiuta il titolare dei diritti
      dell'opera ad individuare una copia non
      autorizzata ed intervenire di
      conseguenza.

      Quindi chi linka un'opera non autorizzata
      dovrebbe ricevere un compenso alla stregua di
      coloro che individuano i bug nel
      software.

      Dopodiche' la magistratura adottera' i suoi
      strumenti per andare a rimuovere la copia non
      autorizzata e identificare i
      responsabili.

      Ma il cartello indicatore non c'entra.
    • aphex_twin scrive:
      Re: La soluzione e' fin troppo ovvia
      - Scritto da: panda rossa
      Quindi chi linka un'opera non autorizzata
      dovrebbe ricevere un compenso alla stregua di
      coloro che individuano i bug nel
      software.Se lo linki a chi ne ha i diritti potresti essere ricompensato.Se lo linki su italia-stream-gratis-hd.it il compenso ti arriva in carta bollata.
      • panda rossa scrive:
        Re: La soluzione e' fin troppo ovvia
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: panda rossa

        Quindi chi linka un'opera non autorizzata

        dovrebbe ricevere un compenso alla stregua di

        coloro che individuano i bug nel

        software.

        Se lo linki a chi ne ha i diritti potresti essere
        ricompensato.E io che cosa ne so chi ha i diritti?Io trovo un tuo post sul forum di PI e lo linko in un altro post in risposta ad un altro ancora.
        Se lo linki su italia-stream-gratis-hd.it il
        compenso ti arriva in carta
        bollata.Io linko nel contesto che sto trattando.Inoltre tutte le volte che ho chiamato apple a cupertino e ho chiesto di Cook per comunicare un bug non me lo hanno mai passato. Si vede che non gli interessa dei bug, e allora ne parlo nel mio blog.
        • aphex_twin scrive:
          Re: La soluzione e' fin troppo ovvia
          - Scritto da: panda rossa
          E io che cosa ne so chi ha i diritti?
          Io trovo un tuo post sul forum di PI e lo linko
          in un altro post in risposta ad un altro
          ancora.
          Dovresti sapere quello che linki e non linkare "acXXXXX" facendo lo gnorri.

          Se lo linki su italia-stream-gratis-hd.it il

          compenso ti arriva in carta

          bollata.

          Io linko nel contesto che sto trattando.
          Inoltre tutte le volte che ho chiamato apple a
          cupertino e ho chiesto di Cook per comunicare un
          bug non me lo hanno mai passato. Si vede che non
          gli interessa dei bug, e allora ne parlo nel mio
          blog.Adesso fai anche "scopritore di bug" ? (rotfl)Dopo gli script , i bot per barare e gli exe-sfonda-muri-di-fuoco ci mancava solo questa. 8)
        • iotin scrive:
          Re: La soluzione e' fin troppo ovvia
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: aphex_twin

          - Scritto da: panda rossa


          Quindi chi linka un'opera non
          autorizzata


          dovrebbe ricevere un compenso alla
          stregua
          di


          coloro che individuano i bug nel


          software.



          Se lo linki a chi ne ha i diritti potresti
          essere

          ricompensato.

          E io che cosa ne so chi ha i diritti?
          Io trovo un tuo post sul forum di PI e lo linko
          in un altro post in risposta ad un altro
          ancora.


          Se lo linki su italia-stream-gratis-hd.it il

          compenso ti arriva in carta

          bollata.

          Io linko nel contesto che sto trattando.
          Inoltre tutte le volte che ho chiamato apple a
          cupertino e ho chiesto di Cook per comunicare un
          bug non me lo hanno mai passato. Si vede che non
          gli interessa dei bug, e allora ne parlo nel mio
          blog.Io invece quando cercavo delle info o dei tutorial su software e hardware per Linux, i link erano a pagine inesistenti.
          • panda rossa scrive:
            Re: La soluzione e' fin troppo ovvia
            - Scritto da: iotin
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: aphex_twin


            - Scritto da: panda rossa



            Quindi chi linka un'opera non

            autorizzata



            dovrebbe ricevere un compenso alla

            stregua

            di



            coloro che individuano i bug nel



            software.





            Se lo linki a chi ne ha i diritti
            potresti

            essere


            ricompensato.



            E io che cosa ne so chi ha i diritti?

            Io trovo un tuo post sul forum di PI e lo
            linko

            in un altro post in risposta ad un altro

            ancora.




            Se lo linki su
            italia-stream-gratis-hd.it
            il


            compenso ti arriva in carta


            bollata.



            Io linko nel contesto che sto trattando.

            Inoltre tutte le volte che ho chiamato apple
            a

            cupertino e ho chiesto di Cook per
            comunicare
            un

            bug non me lo hanno mai passato. Si vede che
            non

            gli interessa dei bug, e allora ne parlo nel
            mio

            blog.

            Io invece quando cercavo delle info o dei
            tutorial su software e hardware per Linux, i link
            erano a pagine
            inesistenti.Quindi non avrai alcuna difficolta' a riportare una pagina con uno di questi link a pagine inesistenti.Oppure avrai diligentemente segnalato la cosa in modo da risolvere il problema.Oppure sei un cialtrone.
          • iotin scrive:
            Re: La soluzione e' fin troppo ovvia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: iotin

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: aphex_twin



            - Scritto da: panda rossa




            Quindi chi linka un'opera non


            autorizzata




            dovrebbe ricevere un compenso
            alla


            stregua


            di




            coloro che individuano i bug
            nel




            software.







            Se lo linki a chi ne ha i diritti

            potresti


            essere



            ricompensato.





            E io che cosa ne so chi ha i diritti?


            Io trovo un tuo post sul forum di PI e
            lo

            linko


            in un altro post in risposta ad un altro


            ancora.






            Se lo linki su

            italia-stream-gratis-hd.it

            il



            compenso ti arriva in carta



            bollata.





            Io linko nel contesto che sto trattando.


            Inoltre tutte le volte che ho chiamato
            apple

            a


            cupertino e ho chiesto di Cook per

            comunicare

            un


            bug non me lo hanno mai passato. Si
            vede
            che

            non


            gli interessa dei bug, e allora ne
            parlo
            nel

            mio


            blog.



            Io invece quando cercavo delle info o dei

            tutorial su software e hardware per Linux, i
            link

            erano a pagine

            inesistenti.

            Quindi non avrai alcuna difficolta' a riportare
            una pagina con uno di questi link a pagine
            inesistenti.

            Oppure avrai diligentemente segnalato la cosa in
            modo da risolvere il
            problema.

            Oppure sei un cialtrone.Sicuramente avrai le registrazioni delle telefonate a Cook.
          • panda rossa scrive:
            Re: La soluzione e' fin troppo ovvia
            - Scritto da: iotin
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: iotin


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: aphex_twin




            - Scritto da: panda rossa





            Quindi chi linka
            un'opera
            non



            autorizzata





            dovrebbe ricevere un
            compenso

            alla



            stregua



            di





            coloro che individuano i
            bug

            nel





            software.









            Se lo linki a chi ne ha i
            diritti


            potresti



            essere




            ricompensato.







            E io che cosa ne so chi ha i
            diritti?



            Io trovo un tuo post sul forum di
            PI
            e

            lo


            linko



            in un altro post in risposta ad un
            altro



            ancora.








            Se lo linki su


            italia-stream-gratis-hd.it


            il




            compenso ti arriva in carta




            bollata.







            Io linko nel contesto che sto
            trattando.



            Inoltre tutte le volte che ho
            chiamato

            apple


            a



            cupertino e ho chiesto di Cook per


            comunicare


            un



            bug non me lo hanno mai passato. Si

            vede

            che


            non



            gli interessa dei bug, e allora ne

            parlo

            nel


            mio



            blog.





            Io invece quando cercavo delle info o
            dei


            tutorial su software e hardware per
            Linux,
            i

            link


            erano a pagine


            inesistenti.



            Quindi non avrai alcuna difficolta' a
            riportare

            una pagina con uno di questi link a pagine

            inesistenti.



            Oppure avrai diligentemente segnalato la
            cosa
            in

            modo da risolvere il

            problema.



            Oppure sei un cialtrone.

            Sicuramente avrai le registrazioni delle
            telefonate a
            Cook.Non registro le telefonate.Ma puo' darsi che lo abbia fatto apple.
          • iotin scrive:
            Re: La soluzione e' fin troppo ovvia
            - Scritto da: panda rossa
            Non registro le telefonate.Hai dimenticato di aggiungere "mai fatte"
  • Osvy scrive:
    REFUSO - PER LA REDAZIONE
    testo:sulla sua consapevolezza riguardo alla natura dell'opera pirata,immagino dovesse essere "linkata", non "pirata". ciaops - perché non mettete un link apposito per segnalare i refusi?è anche nel vostro interesse, e c'è gente come me che ha piacere a darvi una mano, d'altra parte tutti si sbaglia nella fretta
Chiudi i commenti