23andMe, informazioni genetiche a domicilio

Bastano un campione di saliva e un migliaio di talleri. In cambio, anche gli europei potranno ottenere il proprio ritratto genetico. Foraggia Google

Roma – Analisi genetica take-away: svela i più reconditi segreti annidati nel DNA, rivela attitudini incise nei geni, porta alla luce possibili problemi di salute. Il servizio 23andMe , premiato al World Economic Forum di Davos e già operativo negli Stati Uniti, promette ora di rivelare ai netizen europei e canadesi la loro identità genetica. Per il corrispettivo di 999 dollari, spese di spedizione escluse.

Cromosoma Basta un campione di saliva, da prelevare con l’apposito kit fornito da 23andMe e da rispedire all’azienda; bastano quattro settimane per ottenere il referto, online. Le 23 coppie di cromosomi che compongono il genoma umano vengono analizzate per estrarre il mezzo milione di dati utile a tracciare un quadro genetico dell’utente.

Le rivelazioni che 23andMe fornisce ai richiedenti? Spiega loro le caratteristiche del cerume secreto dalle ghiandole del canale uditivo e suggerisce gli alimenti più adatti al metabolismo di ciascuno, illustra le predisposizioni dei soggetti a certi tipi di sport, dispensa assaggi di futuro e accompagna gli utenti in tuffi nel passato ripercorrendo la storia dei loro antenati.

Analogamente a quanto proposto da deCODE genetics , 23andMe non si concentra sull’analisi del singolo gene portatore di una malattia: si concentra piuttosto sul polimorfismo dei singoli nucleotidi , gli errori e le variazioni che si verificano nel trasmettere un’informazione genetica nel momento in cui si origina una nuova cellula. Se è vero che da ciò è possibile dedurre quali siano le predisposizioni nel soggetto, è altresì vero che solo di predisposizioni si tratta.

23andMe non comunica all’utente il prossimo insorgere di malattie, né può rassicurarlo in merito: i fattori ambientali, lo stile di vita pesano molto più delle predisposizioni. Per questo motivo, assicurano Linda Avey e Anne Wojcicki, moglie del fondatore di Google Sergey Brin e insieme ad Avey a capo del progetto, 23andMe non scatena allarmismi riguardo alla salute del soggetto o del patrimonio genetico che potrà tramettere ai propri figli: si limita a offrire consigli e raccomandazioni .

Ma non è tutto: analogamente a quanto offerto dal canadese DNA Ancestry Project , 23andMe si propone ai consumatori anche in una veste social. È possibile confrontare il proprio patrimonio genetico con quello di amici e parenti che si sono sottoposti all’analisi, così da riscontrare caratteri ereditari, affinità e divergenze.

Il tutto si svolgerà nella piena tutela della riservatezza degli utenti: impossibile consegnare dati così sensibili nelle mani di stato e mercato. Le rassicurazioni offerte dall’azienda sembrano tuttavia non placare le polemiche che stanno infiammando la rete : a foraggiare il progetto ci ha pensato Google, con un investimento di 3,9 milioni di dollari. Proprio mentre Google Health sta per vedere la luce .

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Debris scrive:
    Dichiarazioni della Destra
    Un invito ai redattori di Punto Informatico: non auspicate la caduta del Governo Prodi,insieme a questo disegno di legge potrebbe cadere pure la Gentiloni e ben altro,inoltre e soprattutto,le dichiarazioni della cosiddetta destra su questo disegno di legge quali sono ??? Le conoscete ?? Guardatevi quella della brava Milly...la nota della Stampa è ben interessante.http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/giochi/grubrica.asp?ID_blog=35&ID_articolo=308&ID_sezione=50&sezione=Over%20Game per il resto sono i genitori e le persone che vogliono bene ai bambini che dovrebbero stargli vicini...
  • videogiocat ore NON MALVAGIO, ci credete? scrive:
    ridicoli
    ho firmato la petizione al volo.la scorsa estate manhunt 2, e nello stesso periodo il film hostel 2 vietato ai minori di 18 anni... ma dove vogliamo andare a finire?i film horror hanno milioni di appassionati e sono realizzati da artisti, perchè il rapporto tra le due parti deve essere spezzato senza che qualcosa in esso sia realmente cambiato?i videogiochi sono la nuova frontiera dell'immedesimazione, sono un'esperienza, e talvolta vere e proprie opere d'arte scartate solo perchè giudicate troppo innovative. non è nell'intrattenimento cinematografico o ludico che sta il problema... io gioco volentieri al pc, vado al cinema tutte le settimane o quasi, e in entrambe le attività prediligo i prodotti horror... i più bollati per contenuti violenti.eppure non maltratto animali, ho degli amici che conosco da una vita, voglio bene alla mia splendida famiglia e vado bene a scuola. nè sono dipendente dai videogame o dai film, faccio tante altre cose... vado in piscina regolarmente, mantengo un costante esercizio musicale e leggo diversi libri al mese.la passione per l'horror non ha alterato in alcun modo la mia vita sociale, semmai ha arricchito il mio immaginario e stimolato la mia fantasia.con tutti i programmi semplicemente ridicoli trasmessi in tv oggi... vanno ad infierire su cinema e videogiochi.come dire, sulla finzione piuttosto che sulla realtà. è proprio vero che i censori sono come gli psicotici, non distinguono le due cose. parola di un maestro - david cronenberg.
  • Giangi scrive:
    Ogni legge fanno un danno
    Ogni volta che fanno una legge fanno un danno. E non solo questo governo, ma anche il precedente. E' il paese dei burocrati.E poi si, in Italia non abbiamo problemi, le città sono pulite e sicure, la gente vive nell'abbondanza, ma si, facciamo una legge sui videogiochi e internet.Ma andate tutti a...casa. :@
  • Adz scrive:
    Pegi? ma quando mai!
    Non mi venire a dire che i genitori che comprano un videogioco per i figli sanno anche lontanamente cosa sia il PEGI.Poi anche a sapere di che si tratta cederebbero alle proteste dei figli stessi.Non vi meravigliate però di questa ennesima legge senza senso. Il nostro paese è governato da gente anziana che certe cose non le capisce o non le vuole capire.Quanto alla censura dei videogiochi non so d'accordo, fatta eccezione per GTA.Piace tanto ai ragazzi ma è una rovina per tanti motivi.
    • SirParsifal scrive:
      Re: Pegi? ma quando mai!

      Quanto alla censura dei videogiochi non so
      d'accordo, fatta eccezione per
      GTA.
      Piace tanto ai ragazzi ma è una rovina per tanti
      motivi.Forse è per quello he sulla confezione c'è scritto VM18?
    • Gesù scrive:
      Re: Pegi? ma quando mai!
      devi sapere che i minori i giochi se li comprano da soli, ammesso e non concesso che se li comprano, visto che oggi già dalle elementari si scaricano i giochi da internet, ed ovviamente anche tanto bel porno
  • Nome e cognome scrive:
    Riviste
    Nessuno si è accorto che ci sono riviste di giochi che pubblicizzano "incontri"?Non sarebbero da censurare anche quelle?
  • MeMedesimo scrive:
    ma chi diavolo....
    ha aperto questo 3d?http://board.ogame.it/thread.php?threadid=360142di la' so sospeso (so niubbi i modz)che poi la gente sta a scrive pure che e' giusto?
  • VE LO DICO IO scrive:
    Quando si occueranno di TV?
    Quando se la prenderanno con:- L'isola dei falliti,- Il grande bordello,- Amici di maria (anche con la pianta)- studio aperto (aperto a tette e culi)- maurizio balbetta show- buona domenica- L'arena di gillete- Murdok, che per vedere qualcosa di interessante oltre a pagare il Canone dei pagare i contenuti?Quando se la prenderanno con questa TV??Per risolvere il problema educativo dei bambini:- o ci abbassano le 40 ore settimanali lavorative per poter stare con i nostri figli- o ci danno la possibilità di assumere una colf straniera con un contratto a progetto-o migliorano la scuola-o migliorano i genitori- o migliorano i programmi televisivi rendendoli più educativi erchè non è possibile vedere per mesi e mesi tette e culi di melita&Co. all'interno di un Tg o sentire parolaccie alle 16 del pomeriggio in un cartone animato.Io voglio giocare a game di guerra allo stesso diritto di come sono costretto a vedere sta spazzatura di TV o film di orrore.Se censurano questi tipi di game dovrebbero censurare tutta la tv, horror compresi.
    • Antipatico scrive:
      Re: Quando si occueranno di TV?

      Se censurano questi tipi di game dovrebbero censurare tutta la tv, horror compresi.Non dargli delle idee.
      • Libertà o anarchia? scrive:
        Re: Quando si occueranno di TV?
        - Scritto da: Antipatico

        Se censurano questi tipi di game dovrebbero
        censurare tutta la tv, horror
        compresi.
        Non dargli delle idee.Sarebbe ora! Possibile che trasmettano alle 9 di sera film horror dove insegnano solo violenza, omicidi e via dicendo? E poi dicono che ci sono killer che prendono spunto da questi film!!La libertà non è l'anarchia, se quella spazzatura anti-culturale e senza morale è "cul-tura" allora il mondo occidentale è prioprio alla frutta!Valori e morale ora sono da retrogradi... ma l'uomo si crede diventato dio che in nome della libertà può e vuole fare tutto? L'umanità ne riparlerà fra 100 anni.. se ancora non si è auto-distrutta!!
        • Giocatore110 scrive:
          Re: Quando si occueranno di TV?
          Ma perchè non ti lamenti di Bruce Lee? Girava soprattutto ad Hong Kong. Oppure dei moderni film d'azione Asiatici (non solo Cinesi).
        • The_GEZ scrive:
          Re: Quando si occueranno di TV?
          Ciao Libertà o anarchia? !
          Sarebbe ora! Possibile che trasmettano alle 9 di
          sera film horror dove insegnano solo violenza,INSEGNANO ?!I film sono INTRATTENIMENTO e non EDUCAZIONE !A quest' ultima dovrebbero pensarci la scuola e la famiglia ma la seconda non ha voglia/tempo/capacità di farlo e quindi delega alla televisione l' insegnamento dei figli.
          omicidi e via dicendo? E poi dicono che ci sono
          killer che prendono spunto da questi
          film!!Dicono chi ?Studio aperto e porta a porta ?E mi raccomando tu credigli !
          Valori e morale ora sono da retrogradi... ma
          l'uomo si crede diventato dio che in nome della
          libertà può e vuole fare tutto? L'umanità ne
          riparlerà fra 100 anni.. se ancora non si è
          auto-distrutta!!Ma che cavolo stai scrivendo ??????Se tu non riesci a distinguere la differenza tra un film e la realtà non tirare in ballo Dio ... questo è e resta un problema solo tuo !
  • lol scrive:
    e l'allungamento del pene?
    Invece di pensare di perdere tempo e soldi per classificare giochi che hanno già una classificazione severa, è meglio che si faccia qualcosa per bloccare tutte quelle e-mail sull'allungamento del pene che arrivano a tutti, compresi ai bambini.
  • Categorico scrive:
    E' il poltronificio statalista
    Con la miriade di partitini da accontentare per tenere in piedi la maggioranza, le poltrone esistenti non bastavano più, occorreva crearne di nuove, anche inutili, perché doppioni non richiesti di strutture già esistenti nella UE.D'altra parta di che stupirsi? Prodi, già prima della catastrofe tragicomica mastelliana, si stava dando un gran da fare, e lo sta facendo tuttora, per nominare uomini fidati nei posti chiave di PA e parastato e occupare l'occupabile, casomai non bastassero le abbondantissime e costosissime consulenze esterne elargite a destra e a manca, come in Campania, che annega nei rifiuti e lascia sfumare occasioni di sviluppo, ma non manca di sperperare miliardi in "studi di fattibilità" o addirittura di "prefattibilità" che poi finiscono in fondo ai cassetti e non portano a nulla se non a riempire le tasche delle società "amiche" (un vizietto anche dei sindaci genovesi, eh, non stiamo a dare addosso al Sud facendo finta che il Nord sia diverso).
  • SirParsifal scrive:
    Leggere la legge prima di pubblicare...
    ... le notizie, pare brutto?Lungi da me l'idea di difendere il solito, inutile comitato interministeriale, ma in un paese civile, una stampa libera ed oggettiva dovrebbe quantomeno verificare la fondatezza delle notizie che pubblica, altrimenti molto meglio lasciar perdere...D'altra parte il buon Antonello, già in Penna a sfera, si interrogava sulla "libertà" di stampa...Allora leggo nell'articolo:"Come scrive Multiplayer.it nella petizione, si tratta dunque della costituzione dell'ennesimo organismo che non solo si troverebbe ad esaminare un titolo già classificato ma potrebbe anche creare dei conflitti con il PEGI, e una riduzione delle libertà degli utenti italiani, nonché finire per pesare sulle tasche dei contribuenti".Incuriosito vado a leggere il DDL ed all'articolo 8 comma 1 leggo: 1. Presso la Presidenza del Consigliodei ministri e` istituita, senza oneri aggiuntivia carico del bilancio dello Stato , laCommissione interministeriale per la tuteladei minori sulla rete internet, diseguito denominata « Commissione interministeriale», con il fine di sviluppareunazione interistituzionale volta a unacorretta e piena attuazione delle normativevigenti in materia e allarmonizzazionedelle normative nazionali con quelleeuropee. In particolare, la Commissioneinterministeriale provvede: ed al comma 4: 4. Per la partecipazione alle sedutedella Commissione interministeriale nonsono corrisposti gettoni di presenza ne´rimborsi spese . quindi i partecipanti non solo non verranno pagati, ma pagheranno di tasca loro eventuali spese (viaggio, albergo, vitto)...Per quanto riguarda i ritardi: il gioco viene depositato entro 30 gg dalla distribuzione ufficiale (in pratica quando mandano la copia alle riviste del settore) ed entro 10gg dal deposito la commissione può valutare la sua conformità al bollino che viene cmq messo dal produttore.Ribadisco non servirà ad un apascio, ma non mi si venga a prendere per il cubo con informazioni farlocche e prive di fondamento.Sapete cosa temono veramente i distributori? Questo: articolo 7, commi 6 e ss:6. I distributori e i rivenditori commercialidevono adottare le necessarie misureaffinche´ i minori non acquistino o nolegginoil supporto, in violazione delle prescrizionidi cui alla presente legge.7. I videogiochi privi di classificazionenon possono essere pubblicamente diffusi,distribuiti o pubblicizzati attraverso alcunmezzo.8. E`esclusa ogni contribuzione daparte dello Stato per lattivita` di classificazionedi cui al comma 1.9. Salva lapplicazione delle sanzionipenali previste per le diffusioni abusive, laviolazione delle disposizioni dei commi 1 e3 da parte dei produttori e degli importatorie` punita con una sanzione amministrativapecuniaria da 15.000 euro a100.000 euro.10. Salva lapplicazione delle sanzionipenali, i distributori e i rivenditori commercialiche non osservino le disposizionidi cui ai commi 6 e 7 sono puniti con unasanzione amministrativa pecuniaria da1.000 euro a 5.000 euro.in pratica devono fare quello che molte catene di distribuziopne già fanno: per vendere VG o Film vietati ai minori devono chiedere un documento... ed allora dov'è il problema?
    • Stacy think positive scrive:
      Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
      Siamo in Italia, prima si crea un organo di controllo, poi questo organo di controllo subirà delle modifiche, che probabilmente passeranno in sordina e il risultato sarà uno stanziamento giustificato da "un ca$$o di motivo inventato".E' per questo che dobbiamo fare in modo che non venga creato suddetto organo.L'unica correzione che farei all'articolo è cambiare la frase "nonché finire per pesare sulle tasche dei contribuenti" in "che in futuro andrebbe, probabilmente, a pesare sulle tasche dei contribuenti"Già e poi ci sarebbe un organo di controllo predisposto alla tutela dei minori! I genitori!Ciao ciao!
      • SirParsifal scrive:
        Re: Leggere la legge prima di pubblicare...

        Siamo in Italia, prima si crea un organo di
        controllo, poi questo organo di controllo subirà
        delle modifiche, che probabilmente passeranno in
        sordina e il risultato sarà uno stanziamento
        giustificato da "un ca$$o di motivo
        inventato".
        E' per questo che dobbiamo fare in modo che non
        venga creato suddetto
        organo.Ah capisco, dato che i cittadini non sono abbastanza intelligenti per capire l'inutilità della commissione e la possibilità che in un remoto futuro possa incidere sul bilancio dello stato, inventiamo di sana pianta e scroiviamo he questo comitato già incide sul bilancio dello stato, tanto poi i fessi mica controllano...Mi pare giusto, solo una domanda: chi decide cosa inventare per il bene del popolo?
        Già e poi ci sarebbe un organo di controllo
        predisposto alla tutela dei minori! I
        genitori!Verissimo e questa sarebbe l'unioca cosa da dire, ma non mi si venga a prendere per il cubo con altre motivazioni.
    • duemila scrive:
      Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
      Il problema e' che lo stato faccia lo stato , e che i genitori FACCIANO i genitori !!!!!!
      • SirParsifal scrive:
        Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
        - Scritto da: duemila
        Il problema e' che lo stato faccia lo stato , e
        che i genitori FACCIANO i genitori
        !!!!!!Giusto. Allora ci inventiamo le notizie perché così anche il popolo bue possa annuire contento?Vogliamo far svegliare la gente o soltanto ingannarla a nostra volta?
    • stefano scrive:
      Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
      - Scritto da: SirParsifal
      Lungi da me l'idea di difendere il solito,
      inutile comitato interministeriale, ma in un
      paese civile, una stampa libera ed oggettiva
      dovrebbe quantomeno verificare la fondatezza
      delle notizie che pubblica, altrimenti molto
      meglio lasciar
      perdere......

      Per quanto riguarda i ritardi: il gioco viene
      depositato entro 30 gg dalla distribuzione
      ufficiale (in pratica quando mandano la copia
      alle riviste del settore) ed entro 10gg dal
      deposito la commissione può valutare la sua
      conformità al bollino che viene cmq messo dal
      produttore.
      Grazie per le precisazioni, sono pienamente d'accordo con te. Ti chiedo solo un chiarimento sulla questione dei ritardi. C'e' un limite di tempo per valutare la conformita' del bollino (p.e. va fatta entro 10 giorni dal deposito, altrimenti scatta il silenzio assenso), od e' possibile che il meccanismo introduca dei ritardi nella commercializzazione?
      • SirParsifal scrive:
        Re: Leggere la legge prima di pubblicare...

        Grazie per le precisazioni, sono pienamente
        d'accordo con te. Ti chiedo solo un chiarimento
        sulla questione dei ritardi. C'e' un limite di
        tempo per valutare la conformita' del bollino
        (p.e. va fatta entro 10 giorni dal deposito,
        altrimenti scatta il silenzio assenso), od e'
        possibile che il meccanismo introduca dei ritardi
        nella commercializzazione?In teoria, ammesso e non concesso che questo DDL vea mai la luce (cosa di cui dubito parecchio)la questione sarebbe regolata in questo modo:Articolo 7:4. Nel termine perentorio di trentagiorni, antecedente la data di diffusionedel videogioco, i soggetti di cui al comma3 comunicano al Comitato di applicazionedel Codice di autoregolamentazione mediae minori, istituito presso il Ministero dellecomunicazioni, la classificazione del videogiocoe provvedono contestualmente aldeposito di una copia dellopera.5. Il Comitato di applicazione del Codicedi autoregolamentazione media e minori,dufficio o su segnalazione, procede,entro dieci giorni dal deposito, a effettuareaccertamenti sulla corrispondenza dellaclassificazione al sistema di cui al comma1 e, ove riscontri difformita` rispetto a talesistema, previa eventuale audizione deisoggetti di cui al comma 3, propone allAutorita`per le garanzie nelle comunicazionidi richiedere allorganismo europeo acio` preposto la riclassificazione del prodotto.LAutorita` , ove ne sussistano lecondizioni, provvede entro dieci giornidalla ricezione della proposta del Comitato,comunicando le proprie determinazionianche ai soggetti di cui al comma 3.Il Comitato di applicazione del Codice diautoregolamentazione media e minori comunicatempestivamente ai soggetti di cuial comma 3 lesito del procedimento diriclassificazione. Nelle more della conclusionedella fase nazionale del procedimento,i videogiochi oggetto del procedimentodi riclassificazione non possonoessere pubblicamente diffusi, distribuiti opubblicizzati attraverso alcun mezzo.Quindi teoricamente la procedura dovrebbe concòludersi entro 20 giorni dal deposito e quindi almeno 10 giorni prima della data prevista per il rilascio.
    • xWolverinex scrive:
      Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
      Il problema e' che il PEGI esiste.Ma in italia abbiamo il fantastico MOIGE !Giochi che il PEGI catalogherebbe 3+ il MOIGE li catalogherebbe vietati ai minori. IL MOIGE REPUTA BAMBI UN FILM VIOLENTO !E sicuramente questo comitato basera' i suoi pareri sul moige, gli stessi "pareri" che condizionano le tv.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
        hmm vero, per loro gli omosessuali sono malati è poi critica pesantemente un telefilm solo se c'è un minimo accendo alla omosessualità, basta vedere Buffy the Vampire slayer e Downson's greek!Ma il moige, qualche anno fa chiedeva l'indroduzione di bollino colorati per chi non se lo ricorda....
      • SirParsifal scrive:
        Re: Leggere la legge prima di pubblicare...

        Il problema e' che il PEGI esiste.
        Ma in italia abbiamo il fantastico MOIGE !
        Giochi che il PEGI catalogherebbe 3+ il MOIGE li
        catalogherebbe vietati ai minori.
        IL MOIGE REPUTA BAMBI UN FILM VIOLENTO !
        E sicuramente questo comitato basera' i suoi
        pareri sul moige, gli stessi "pareri" che
        condizionano le
        tv.Guarda il mio problema non è che il bollino esiste già o che in Italia abbiamo il MOIGE. E' che, tanto per cambiare, non si critica quello che si dovrebbe criticaresul DDL, ma si cerca di far leva sull'ignoranza del popolo utilizzando slogan falsi, ma efficaci. Per il resto il DDL possono tranquillamente buttarlo nel cesso in quanto di fatto inutile.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
      Il problema è che per europa c'è già un organo competente che CATALOGA i giochi che è il PEGI, un organo nazionale è inutile in questo caso al meno che l'italia non voglia uscire dall'unione europea.
      • SirParsifal scrive:
        Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
        - Scritto da: Sgabbio
        Il problema è che per europa c'è già un organo
        competente che CATALOGA i giochi che è il PEGI,
        un organo nazionale è inutile in questo caso al
        meno che l'italia non voglia uscire dall'unione
        europea.Diceva Guareschi: sono un evasore alla legge sull'ammasso dei cervelli.Vogliamo discutere sul fatto che già esista il PEGI, va bene, è vero esiste ed infatti se leggi il mio post non ho affatto detto che l'iniziativa del governo è utile o meritoria.Mi sembra che io ho contestato alcune evidenti falsità fornite nella comunicazione allegata alla petizione.Senza quelle falsità l'avrei sottoscritta ad occhi chiusi, ma non mi va di farmi prendere per i fondelli... è più chiaro ora?
    • ciccio pasticcio scrive:
      Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
      Solo perche' non e' a carico del bilancio dello stato questo non vuol dire che tale commissione non possa essere a carico di una qualche azienda la quale rigira poi il costo allo stato.in tal caso l'azienda rigirerebbe i costi allo stato ma formalmente la commissione non sarebbe a carico di quest'ultimo.Ribadisco quanto affermato da altri: per i videogiochi esiste un ente europeo, atteniamoci a quello ed evitiamo ulteriori burocratizzazioni
      • SirParsifal scrive:
        Re: Leggere la legge prima di pubblicare...

        Solo perche' non e' a carico del bilancio dello
        stato questo non vuol dire che tale commissione
        non possa essere a carico di una qualche azienda
        la quale rigira poi il costo allo
        stato.Mi sa che tu non hai la più pallida idea di come funzionino queste cose.In ogni caso se così fosse la petizione dovrebbe indiare le modalità in cui avviene questo passamano e non parlare di costi per lo stato.Oppure vi piace tanto essere presi per fessacchiotti dal primo che passa?
        Ribadisco quanto affermato da altri: per i
        videogiochi esiste un ente europeo, atteniamoci a
        quello ed evitiamo ulteriori
        burocratizzazioniGisto, sottoscrivo. Allora facciamo una petizione con queste argomentazioni e non con altre artefatte...
    • Categorico scrive:
      Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
      Ma come sei ingenuo e fiducioso!Allora quando DX e SX hanno tutti assieme appassionatamente approvato la Urbani promettendo di migliorarla, tu ci hai creduto! :p :p :p Il problema c'è eccome, l'attività nella commissione sottrae comunque ai suoi componenti tempo che potrebbero impiegare più proficuamente che a svolgere un'attività doppione del PEGI.Inoltre qualsiasi adempimento burocratico aumenta i costi del prodotto finito, se tale adempimento è per giunta inutile ed è un doppione rispetto all'adempimento burocratico europeo che già grava sul prodotto, la versione per il mercato italiano si troverà ad essere meno competitiva e più cara di quelle per il resto della UE e acquistare all'estero diventerà ancora più conveniente, creando un ulteriore danno al mercato italiano.
      • SirParsifal scrive:
        Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
        - Scritto da: Categorico
        Ma come sei ingenuo e fiducioso!
        Allora quando DX e SX hanno tutti assieme
        appassionatamente approvato la Urbani promettendo
        di migliorarla, tu ci hai creduto! :p :p :pNeanche per un attimo, ma ho contestato il testo della legge (anche con articoli e partecipando a convegni) e non quello che altri mi avevano detto la legge conteva. tu l'hai letta la Urbani, vero?Comein questo caso. Si parla perché qualcuno ha iniziato a gridare al fuoco ed ecco che tutti corrono con secchi d'acqua dove c'è un'inondazione.Poi domani qualcuno dirà: guardate abbiamo preso atto delle vostre istanze, abbiamo modificato la legge perché sia a costo 0 per lo stato e tutti felici e contenti... qui bisogna imparare che domocrazia non è chi strilla più forte, ma chi è capace di leggere, docu,mentarsi d argomentare puntualmente. altrimenti saremo sempre burattini pronti a muoverci appena qualcuno muove i fili.
        Il problema c'è eccome, l'attività nella
        commissione sottrae comunque ai suoi componenti
        tempo che potrebbero impiegare più proficuamente
        che a svolgere un'attività doppione del
        PEGI.Lo fanno gratis, son cavoli loro.
        Inoltre qualsiasi adempimento burocratico aumenta
        i costi del prodotto finito, se tale adempimento
        è per giunta inutile ed è un doppione rispetto
        all'adempimento burocratico europeo che già grava
        sul prodotto, la versione per il mercato italiano
        si troverà ad essere meno competitiva e più cara
        di quelle per il resto della UE e acquistare
        all'estero diventerà ancora più conveniente,
        creando un ulteriore danno al mercato
        italiano.Notizia flash: il PEGI è su base volontaria. NOn è un organo della UE e on è soggetto ad alcun controllo statale.http://www.pegi.info/it/index/id/116/
        • Categorico scrive:
          Re: Leggere la legge prima di pubblicare...
          - Scritto da: SirParsifal
          - Scritto da: Categorico

          Ma come sei ingenuo e fiducioso!

          Allora quando DX e SX hanno tutti assieme

          appassionatamente approvato la Urbani
          promettendo

          di migliorarla, tu ci hai creduto! :p :p :p

          Neanche per un attimo, ma ho contestato il testo
          della legge (anche con articoli e partecipando a
          convegni) e non quello che altri mi avevano detto
          la legge conteva. tu l'hai letta la Urbani,
          vero?
          Comein questo caso. Si parla perché qualcuno ha
          iniziato a gridare al fuoco ed ecco che tutti
          corrono con secchi d'acqua dove c'è
          un'inondazione.

          Poi domani qualcuno dirà: guardate abbiamo preso
          atto delle vostre istanze, abbiamo modificato la
          legge perché sia a costo 0 per lo stato e tutti
          felici e contenti... qui bisogna imparare che
          domocrazia non è chi strilla più forte, ma chi è
          capace di leggere, docu,mentarsi d argomentare
          puntualmente. altrimenti saremo sempre burattini
          pronti a muoverci appena qualcuno muove i
          fili.
          Su questo sono d'accordo, semplicemente sono pessimista sulle conseguenze della legge, anche se dice di essere a costo zero sappiamo benissimo quanto la burocrazia italiana riesca a creare costi aggiuntivi anche quando non li preveda esplicitamente e, molto peggio, quanto la burocrazia italiana ami esibire il suo potere legando i cittadini anche per i motivi più inutili.

          Il problema c'è eccome, l'attività nella

          commissione sottrae comunque ai suoi componenti

          tempo che potrebbero impiegare più proficuamente

          che a svolgere un'attività doppione del

          PEGI.
          Lo fanno gratis, son cavoli loro.
          Non mi sta bene affatto, a meno che il tempo impiegato non venga sottratto alla giornata lavorativa, e comunque, nel caso sia straordinario non pagato, mi sembra difficile che poi l'efficienza nel lavoro per cui sono pagati non ne risenta.


          Inoltre qualsiasi adempimento burocratico
          aumenta

          i costi del prodotto finito, se tale adempimento

          è per giunta inutile ed è un doppione rispetto

          all'adempimento burocratico europeo che già
          grava

          sul prodotto, la versione per il mercato
          italiano

          si troverà ad essere meno competitiva e più cara

          di quelle per il resto della UE e acquistare

          all'estero diventerà ancora più conveniente,

          creando un ulteriore danno al mercato

          italiano.
          Notizia flash: il PEGI è su base volontaria. NOn
          è un organo della UE e on è soggetto ad alcun
          controllo
          statale.
          http://www.pegi.info/it/index/id/116/Però funziona e le sue valutazioni sono riconosciute in un sacco di paesi, se proprio vogliono fare una commissione, che non faccia il doppione di un lavoro già fatto, ma si occupi solo di due casi: giochi che NON siano stati sottoposti alla valutazione PEGI e giochi la cui valutazione PEGI sia stata contestata in maniera circostanziata. Ma niente doppioni, per favore.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Leggere la legge prima di pubblicare...

            Su questo sono d'accordo, semplicemente sono
            pessimista sulle conseguenze della legge, anche
            se dice di essere a costo zero sappiamo benissimo
            quanto la burocrazia italiana riesca a creare
            costi aggiuntivi anche quando non li preveda
            esplicitamente e, molto peggio, quanto la
            burocrazia italiana ami esibire il suo potere
            legando i cittadini anche per i motivi più
            inutili.Bene, allora constestiamo questi aspetti, forniamo le informazioni al cittadino, rendiamolo LIBERO e capace di AUTODERMINARSI.Ma non mi si venga a parlare di rischio censure da chi da notizie palesemente false. Lo scopo può essere buono quanto vuoi, ma viene perseguito con mezzi assolutamente sbagliati e dannosi perché ancora una volta non si punta sulla informazione, ma sul clamore e sulle notizie alterate ad arte. In una parola sulla disinformazione...
            Non mi sta bene affatto, a meno che il tempo
            impiegato non venga sottratto alla giornata
            lavorativa, e comunque, nel caso sia
            straordinario non pagato, mi sembra difficile che
            poi l'efficienza nel lavoro per cui sono pagati
            non ne risenta.Non sono dipendenti pubblici, cosa ti interessa di come passano il loro tempo?
            Però funziona e le sue valutazioni sono
            riconosciute in un sacco di paesi, se proprio
            vogliono fare una commissione, che non faccia il
            doppione di un lavoro già fatto, ma si occupi
            solo di due casi: giochi che NON siano stati
            sottoposti alla valutazione PEGI e giochi la cui
            valutazione PEGI sia stata contestata in maniera
            circostanziata. Ma niente doppioni, per
            favore.Emh scusa, ma proprio questo dovrebbe essere il ompito della commissione e solo questi i due ambiti di intervento.Gioco non valutato o valutazione sbagliata.
  • pippo scrive:
    E chi ci difende da pastella?
    Gli amici raccomandati suoi? :D
    • mavaffa scrive:
      Re: E chi ci difende da pastella?
      quelli che applaudivano e sostenevano la moglie indagata quando entreva nel tribunale di Santa Maria Capua VEtere, o l'intero paese che ha raccomandato alla faccia di chi fa i concorsi senza raccomandazione (si veda la puntata delle iene a proposito)
    • Paolino scrive:
      Re: E chi ci difende da pastella?
      - Scritto da: pippo
      Gli amici raccomandati suoi? :DBoh, magari Silvio che giusto stamattina gli ha aperto le porte della CDL :-D
  • Antipatico scrive:
    Di tutte le cose che sono state dette
    a parte quelli che se ne sono andati dall'Italia, dimostrandosi forse più italiani di quelli che sono rimasti (c'è un problema? lo evito. ok, non è più un problema mio, anzi adesso sbeffeggio chi ce l'ha ancora) quelli che sono rimasti (me compreso) alle volte ci provano a fare qualcosa. Ma forse è come dice Paolini: "Per gli Italiani l'indignazione dura meno dell'orgasmo, e dopo viene sonno."
  • claudio scrive:
    Li dovranno provare
    ma sicuramente non avranno delle macchine sufficenti per far girare i videogiochi, mi immagino un Crysys su una GeForce 6600 integrata nella scheda madre, e si chiederanno: "Ma questo gioco non funziona"
  • z f k scrive:
    Redini e Poltrone
    Altro passetto avanti verso la Societa' del Controllo.Emergenza e Sicurezza, incrementate la prima e diminuite la seconda e vi verranno a chiedere a gran voce di mettergli redini, museruola e paraocchi.Il bello e' che non e' necessario che ci siano, 'sti aumenti e diminuzioni: basta che glielo facciate credere, basta ripeterglielo abbastanza volte e nella loro testa il virtuale diventera' reale e concreto quanto l'oroscopo che alcuni di loro leggono ogni mattina.E perche' non approfittarne per creare qualche poltroncina in piu'?Si sa, il lavoro manca, c'e' crisi, bisogna pur dare una mano a parenti, amici, conoscenti, amici di amici, bussatori vari, no?E insomma, se per farlo bisognera' togliere la carta dalle fotocopiatrici o la benzina dalle auto, pazienza, l'importante e' che la' dove e' indispensabile le cose marcino speditamente, non manchera' di certo la carta per fotocopiare il prossimo aumento di stipendio dei parlamentari.
  • Lemonm scrive:
    Devono sistemare qualcuno
    Altri posti di lavoro pagati con i nostri soldi. Quando è che li mandiamo tutti a casa? TUTTI!
  • rocco tanica scrive:
    prima indulto e poi censura videogiochi
    i ragazzi non devono vedere come si commette un omicidio in tv o in un videogame tanto con l'indulto l'omicida vi arriva direttamente a casa e ve lo fa vedere in direttaPS ieri a ballaro' si e' raggiunta l'apoteosi del dibattito politico tra casini e pecoraro scanio casini "mastella e' un ministro del tuo governo!!"pecoraro "anche del tuo!!" applausi del pubblico (?!)
    • mavaffa scrive:
      Re: prima indulto e poi censura videogiochi
      e non ce li mettiamo gli applusi di tutti i politi a Mastella quando ha detto di essere indagato, o gli applausi e le grida di sostegno della gente alla moglie di mastella mentre entrava nel tribunale di Santa MAria CApua VEtere
  • black arrow scrive:
    disegni che comprenderete da adulti
    ci sono disegni che non si comprendono da ragazzi, ma che sono ben comprensibili da adulti, vi invito a leggervi questo http://www.movisol.org/07news225.htm e poi rivedrete (forse) il vostro modo di pensare.Alla cattiveria umana non c'è mai fine, ma chi usa la ragione può tirarsene fuori o il vostro fine, viste le stronzate che sempre più riempiono i giornali di componenti della vostra età, è proprio quello? non dimenticatevi che il futuro non è solo quello che vi viene lasciato, ma anche quello che andate voi a costruire.
    • henryg scrive:
      Re: disegni che comprenderete da adulti
      Ecco allora tagliamo fuori tutti i TG, perchè con le loro cazzo di notizie gridate solo per fare ascolti, fanno molti più danni che di uno stupido giochino..
    • z f k scrive:
      Re: disegni che comprenderete da adulti
      - Scritto da: black arrow
      ci sono disegni che non si comprendono da
      ragazzi, ma che sono ben comprensibili da adulti,
      Alla cattiveria umana non c'è mai fine, ma chi
      usa la ragione può tirarsene fuori o il vostroTi do' pienamente ragione.Basta con questi grattacieli, basta con i pali della luce, basta con i campanili, basta con gli spadoni, tutti evidentissimi simboli fallici.Basta con le boscose valli e le digradanti colline che or s'ergono impetuose slanciandosi contro il cielo.Basta con i coni gelato, gli ombrelli, i tunnel ferroviari, le pompe, i martelli pneumatici, i trapani, i palloncini colorati, i panettoncini posteggiabici, basta!Basta con questo bombardamento subliminale, basta... basta.:D
    • guiver scrive:
      Re: disegni che comprenderete da adulti
      se anzichè venire qui a scrivere stronzate imparassi a leggere non avresti difficoltà a leggere quei due numerini posti sulla confezione in maniera + più che evvidente che indicato l'età minima consigliata per usufruire del gioco... se poi tu hai un figlio minorenne e gli compri un gioco "18+" xchè non capisci i disegni dietro allora il pirla sei te non chi ha fatto disegni strani...
    • Giulia scrive:
      Re: disegni che comprenderete da adulti
      Non sono d'accordo, mi dispiace.L'articolo che citi parla di legami tra il Ministero della Difesa americano e l'industria dei videogiochi. E' vero che ci sono giochi richiesti e utilizzati dalle forze armate a scopo di addestramento (vedi VBS1 - VBS2), giochi di estremo realismo, assai poco appetibili per un ragazzino, ma che c'entra questo con la necessità di una doppia censura in Italia? C'è già una classificazione, perchè rifarla? Forse non ci fidiamo del PEGI? Perchè?Sono nata un pochino prima dei videogiochi, da piccola non ne avevo e giocavo alla guerra con gli amici. Una guerra di spade, bastoni e fucili con gli elastici, che facevano un male cane. Costruivamo fortini di legno, pietre e canne di bambù, da assaltare lanciando manciate di bacche bluastre che macchiavano in maniera indelebile i vestiti, per la gioia delle mamme. Che bambini violenti che eravamo...
      • quake scrive:
        Re: disegni che comprenderete da adulti

        Forse non ci fidiamo del PEGI? Perchè?Perchè visti i contenuti e il tasso di violenza dei videogiochi che ci sono in giro, e viste le conseguenze che questi contribuiscono ad avere sui ragazzi (oltre a tv e tutto il resto, per carità...): bullismo, propensione alla violenza, abusi sessuali ecc.. direi proprio che è il minimo e che sarebbe l'ora di un giro di vite, e non solo sui videogiochi. Si spazia da quelli alla "Quake" dove spappoli e ammazzi qualsiasi persona e/o cosa hai davanti a quelli dove puoi ammazzare i passanti e violentare prostitute... se non è incitazione alla violenza questa! un esempio e un'educazione fantastica non solo per un minorenne che comunque i giochi vietati ai minori riesce a procurarseli comunque, ma anche per chi è "18+". E ve lo dice un trentenne che prima ci giocava... da un bel pò per fortuna preferisco lo sport e la musica, imparate a suonare uno strumento e mettete su una bella rock band oppure andate a fare sport invece di alienarvi con quelle porcate. O perlomeno giocate ai videogames non violenti.ciao- Scritto da: Giulia
        Non sono d'accordo, mi dispiace.
        L'articolo che citi parla di legami tra il
        Ministero della Difesa americano e l'industria
        dei videogiochi. E' vero che ci sono giochi
        richiesti e utilizzati dalle forze armate a scopo
        di addestramento (vedi VBS1 - VBS2), giochi di
        estremo realismo, assai poco appetibili per un
        ragazzino, ma che c'entra questo con la necessità
        di una doppia censura in Italia?

        C'è già una classificazione, perchè rifarla?
        Forse non ci fidiamo del PEGI? Perchè?

        Sono nata un pochino prima dei videogiochi, da
        piccola non ne avevo e giocavo alla guerra con
        gli amici. Una guerra di spade, bastoni e fucili
        con gli elastici, che facevano un male cane.
        Costruivamo fortini di legno, pietre e canne di
        bambù, da assaltare lanciando manciate di bacche
        bluastre che macchiavano in maniera indelebile i
        vestiti, per la gioia delle mamme.

        Che bambini violenti che eravamo...
        • Riki scrive:
          Re: disegni che comprenderete da adulti
          Sono io che decido se giocare no un gioco, non un organo che decida al mio posto. Ti sei pentito di aver giocato a quei giochi da giovane? Sono affari tuoi, era una tua libera scelta.Inoltre se da minorenne ci giocavi lo stesso, hai avuto anche pessimi genitori che si disinteressavano delle regole e ti viziavano.Ora torna a fare sport, che e' meglio, e visto che ci sei sparisci anche da internet, e' un luogo malefico pieno di porno e immagini violente... ti possono nuocere alla salute. :)- Scritto da: quake

          Forse non ci fidiamo del PEGI? Perchè?

          Perchè visti i contenuti e il tasso di violenza
          dei videogiochi che ci sono in giro, e viste le
          conseguenze che questi contribuiscono ad avere
          sui ragazzi (oltre a tv e tutto il resto, per
          carità...): bullismo, propensione alla violenza,
          abusi sessuali ecc.. direi proprio che è il
          minimo e che sarebbe l'ora di un giro di vite, e
          non solo sui videogiochi. Si spazia da quelli
          alla "Quake" dove spappoli e ammazzi qualsiasi
          persona e/o cosa hai davanti a quelli dove puoi
          ammazzare i passanti e violentare prostitute...
          se non è incitazione alla violenza questa! un
          esempio e un'educazione fantastica non solo per
          un minorenne che comunque i giochi vietati ai
          minori riesce a procurarseli comunque, ma anche
          per chi è "18+". E ve lo dice un trentenne che
          prima ci giocava... da un bel pò per fortuna
          preferisco lo sport e la musica, imparate a
          suonare uno strumento e mettete su una bella rock
          band oppure andate a fare sport invece di
          alienarvi con quelle porcate. O perlomeno giocate
          ai videogames non
          violenti.

          ciao

          - Scritto da: Giulia

          Non sono d'accordo, mi dispiace.

          L'articolo che citi parla di legami tra il

          Ministero della Difesa americano e l'industria

          dei videogiochi. E' vero che ci sono giochi

          richiesti e utilizzati dalle forze armate a
          scopo

          di addestramento (vedi VBS1 - VBS2), giochi di

          estremo realismo, assai poco appetibili per un

          ragazzino, ma che c'entra questo con la
          necessità

          di una doppia censura in Italia?



          C'è già una classificazione, perchè rifarla?

          Forse non ci fidiamo del PEGI? Perchè?



          Sono nata un pochino prima dei videogiochi, da

          piccola non ne avevo e giocavo alla guerra con

          gli amici. Una guerra di spade, bastoni e fucili

          con gli elastici, che facevano un male cane.

          Costruivamo fortini di legno, pietre e canne di

          bambù, da assaltare lanciando manciate di bacche

          bluastre che macchiavano in maniera indelebile i

          vestiti, per la gioia delle mamme.



          Che bambini violenti che eravamo...
        • Disgraziato scrive:
          Re: disegni che comprenderete da adulti

          Perchè visti i contenuti e il tasso di violenza
          dei videogiochi che ci sono in giro, e viste le
          conseguenze che questi contribuiscono ad avere
          sui ragazzi (oltre a tv e tutto il resto, per
          carità...): bullismo, propensione alla violenza,
          abusi sessuali ecc.. direi proprio che è il
          minimo e che sarebbe l'ora di un giro di vite, e
          non solo sui videogiochi. Si spazia da quelli
          alla "Quake" dove spappoli e ammazzi qualsiasi
          persona e/o cosa hai davanti a quelli dove puoi
          ammazzare i passanti e violentare prostitute...
          se non è incitazione alla violenza questa! un
          esempio e un'educazione fantastica non solo per
          un minorenne che comunque i giochi vietati ai
          minori riesce a procurarseli comunque, ma anche
          per chi è "18+". E ve lo dice un trentenne che
          prima ci giocava... da un bel pò per fortuna
          preferisco lo sport e la musica, imparate a
          suonare uno strumento e mettete su una bella rock
          band oppure andate a fare sport invece di
          alienarvi con quelle porcate. O perlomeno giocate
          ai videogames non
          violenti.Ho passato giornate intere a giocare a GTA ammazzando gente a destra a manca ridendomela di gusto e divertendomi da morire, risultato? Non ho mai fatto una rissa in vita mia e conosco molta altra gente che può dirti lo stesso. Evita le cazzate
        • Giovanni Lisitano scrive:
          Re: disegni che comprenderete da adulti
          - Scritto da: quake

          Forse non ci fidiamo del PEGI? Perchè?

          Perchè visti i contenuti e il tasso di violenza
          dei videogiochi che ci sono in giro, e viste le
          conseguenze che questi contribuiscono ad avere
          sui ragazzi (oltre a tv e tutto il resto, per
          carità...): bullismo, propensione alla violenza,
          abusi sessuali ecc.. direi proprio che è il
          minimo e che sarebbe l'ora di un giro di vite, e
          non solo sui videogiochi. Ma sei davvero convinto che quanto dici sia direttamente collegabile ai videogiochi? Ma credi che il bullismo, la propensione alla violenza, gli abusi sessuali e l'eccetera di cui parli siano venuti fuori maggiormente in questi anni, oppure si tratta semplicemente di un bombardamento mediatico ad-hoc? Oppure, non volendo per forza vederci del marcio, ad una maggiore consapevolezza e libertà e quindi forza nel denunciare gli abusi subiti? Secondo te i "cani killer" si sono estinti tutti? Guarda caso proprio dopo il varo delle leggi imposte per "salvarci tutti" non si sente più parlare di questi mostri... magari domani saltano fuori nuovamente perchè bisogna spingere sul fatto che siano stati creati con modificazioni genetiche...
          Si spazia da quelli
          alla "Quake" dove spappoli e ammazzi qualsiasi
          persona e/o cosa hai davanti a quelli dove puoi
          ammazzare i passanti e violentare prostitute...
          se non è incitazione alla violenza questa! Ma LOL... l'educazione adesso devono darla i giochi e la tv. Magari domani si pretende che anche lo stereo, la lavatrice, il fornetto, siano in grado di infondere la giusta morale alla vita di ogni utilizzatore. Se sei una persona con la testa a posto segui i tuoi figli come dio comanda, altrimenti la colpa è sempre dei genitori. Fatti salvi i casi di "anormalità" di un individuo: se si tratta di una persona malata questa lo è a prescindere se "usa" videogiochi o meno.
          un
          esempio e un'educazione fantastica non solo per
          un minorenne che comunque i giochi vietati ai
          minori riesce a procurarseli comunque, ma anche
          per chi è "18+". E ve lo dice un trentenne che
          prima ci giocava... da un bel pò per fortuna
          preferisco lo sport e la musica, imparate a
          suonare uno strumento e mettete su una bella rock
          band oppure andate a fare sport invece di
          alienarvi con quelle porcate. O perlomeno giocate
          ai videogames non
          violenti.

          ciao
          Ma scusa eh, se io preferisco giocare ai videogiochi? Ti da fastidio? Se così fosse è un problema tuo, non vedo perchè io debba essere privato della libertà di godere del mio passatempo preferito, proprio come fai tu suonando o praticando sport.A parte il fatto che è un discorso che con l'articolo e la questione in esame non c'entra niente!Ciao a teGiovanni
          • Riki scrive:
            Re: disegni che comprenderete da adulti
            Ma e' un troll, lascialo perdere, se gli vai troppo contro poi dice " vedi, vedi, che sie un violento perche' giochi ai vg?"
          • Giovanni Lisitano scrive:
            Re: disegni che comprenderete da adulti
            LOL :D
        • pigia scrive:
          Re: disegni che comprenderete da adulti
          - Scritto da: quake

          Forse non ci fidiamo del PEGI? Perchè?

          Perchè visti i contenuti e il tasso di violenza
          dei videogiochi che ci sono in giro, e viste le
          conseguenze che questi contribuiscono ad avere
          sui ragazzi (oltre a tv e tutto il resto, per
          carità...): bullismo, propensione alla violenza,
          abusi sessuali ecc.. direi proprio che è il
          minimo e che sarebbe l'ora di un giro di vite, e
          non solo sui videogiochi. Si spazia da quelli
          alla "Quake" dove spappoli e ammazzi qualsiasi
          persona e/o cosa hai davanti a quelli dove puoi
          ammazzare i passanti e violentare prostitute...
          se non è incitazione alla violenza questa! un
          esempio e un'educazione fantastica non solo per
          un minorenne che comunque i giochi vietati ai
          minori riesce a procurarseli comunque, ma anche
          per chi è "18+". E ve lo dice un trentenne che
          prima ci giocava... da un bel pò per fortuna
          preferisco lo sport e la musica, imparate a
          suonare uno strumento e mettete su una bella rock
          band oppure andate a fare sport invece di
          alienarvi con quelle porcate. O perlomeno giocate
          ai videogames non
          violenti.

          ciaoE quindi se il PEGI non è sufficiente cosa dovrebbero aggiugnere questi qui nella nuova classificazione?dovremmo avere un bollino PEGI con scritto +18 ed uno Italiano con scritto +21?e secondo te il padre di famiglia che il bollino PEGI manco lo guarda quello apposto dalla commisione italiana di turno si metterà a guardarlo????ma daaaaaaaisi tratta semplicemente di una commissione succhia soldi che non farà niente di costruttivo se non fare un po' di pubblicità ai propri membri quando uscirà il prossimo manhunt / rule of rose, film già visto trito e ritrito.cmq credo che i VG violenti siano semplicemente divertenti (e forse antistress) per chi ha una carattere già formato (ovvero ha + di 12-14 anni) mentre sono MOLTO DELETERI per i ragazzini + piccoli, questo semplicemente perché non hanno ancora quei “meccanismi psicologici” che si sviluppano intorno a quella età che ci permettono di separare la fantasia dalla realtàIo parlo da videogamer incallito e padre di un bambino di 7 anni e zio di svariati nipoti dai 6-7 ai 18.Ai bambini si compra la Wii se vogliono dei VG e li si fa divertire con Mario se sono da soli o con tutti i party games che ci sono per wii se sono tanti.Ai ragazzini dai 12-14 in su si compra la PS se proprio vogliono ma si dà un occhio ai giochi che usano (io GTA non lo do in mano ad un ragazzino under 14)ad un ragazzo delle superiori invece si dà un PC così ha anche un vero accesso ad internet per fare le ricerche e studiare (oltre a scaricarsi un po’ di sano porno e magari conoscere qualche ragazzina con MSN et similia), quest’ultimo che usi pure tutti i VG che vuole, la sua fantasia ormai è formata e sa quel che fa (+ o -) o perlomeno ha tutti gli strumenti per dividere gioco e realtà, non si può dire lo stesso di un under 14 Tutto questo cmq dipende dai genitori e nn dai bollini.Come dire che da domani io non voglio + porno in edicola perché vado a comprarmi famiglia cristiana con il pupo a braccetto e questo se vede due tette in copertina mi diventa uno psicolabile
        • 1337 j0k3r scrive:
          Re: disegni che comprenderete da adulti
          6 f0r53 tu J0hn W4yn3? :D :D :D
    • cazzo spari scrive:
      Re: disegni che comprenderete da adulti
      Molti dei killer citati nel tuo articolo erano anche dediti a un bicchiere di vino a pranzo...Io nel dubbio vieterei anche quello, viste le possibili conseguenze
    • The_GEZ scrive:
      Re: disegni che comprenderete da adulti
      Ciao black arrow !
      ci sono disegni che non si comprendono da
      ragazzi, ma che sono ben comprensibili da adulti,
      vi invito a leggervi questo
      http://www.movisol.org/07news225.htm e poi
      rivedrete (forse) il vostro modo di
      pensare.Hmmm ... certo tutta colpa dei videogiochi assolutamente !Il fatto che in USA sia più semplice comperare un M16 che una birra è una questione che invece saltiamo a priori e che SICURAMENTE non ha alcuna attinenza con i vari massacri che, guarda caso, avvengono praticamente solo in USA.Vine citata la Columbine ma lo avete visto il documentario di Moore ?Un disegno che mi sembra moooooolto chiaro nell' articolo che hai linkato è quello di volere addossare ai videogiochi una colpa che non hanno solo e soltanto per sviare l' attenzione da problemi ben più gravi come ad esempio la diffusione delle armi da fuoco.E finiamola con la storia dei messaggi subliminali dato è dimostrato che sono totalmente ignorati dal cervello !http://it.wikipedia.org/wiki/Messaggio_subliminale
    • Tsukishiro Yukito scrive:
      Re: disegni che comprenderete da adulti
      - Scritto da: black arrow
      ci sono disegni che non si comprendono da
      ragazzi, ma che sono ben comprensibili da adulti,
      vi invito a leggervi questo
      http://www.movisol.org/07news225.htm e poi
      rivedrete (forse) il vostro modo di
      pensare.

      Alla cattiveria umana non c'è mai fine, ma chi
      usa la ragione può tirarsene fuori o il vostro
      fine, viste le stronzate che sempre più riempiono
      i giornali di componenti della vostra età, è
      proprio quello? non dimenticatevi che il futuro
      non è solo quello che vi viene lasciato, ma anche
      quello che andate voi a
      costruire.Complottismo da 4 soldi.
  • Michele scrive:
    Governo a casa!!!!
    Speriamo che cada il governo così sta buffonata verrà cestinata subito. Volete tutelare i minori? A sto punto tanto vale non farli accedere ad internet, guardare la tv e neppure uscire di casa oltre ovviamente a non andar a scuola. Quello che trovano su internet lo trovano anche in tv, quello che c'è nei videogiochi lo vedono costantemente in tv a CSI, quindi perchè toccare solo i videogiochi e i loro estimatori maggiorenni? Ma per favore...
    • Paolino scrive:
      Re: Governo a casa!!!!
      - Scritto da: Michele
      Speriamo che cada il governo così sta buffonata
      verrà cestinata subito. Volete tutelare i minori?Verra' cestinata per qualche periodo, poi arrivera il nuovo governo e riproporra' la stessa salsa :-([cut]
      • Carlo De Visu scrive:
        Re: Governo a casa!!!!
        - Scritto da: Paolino
        - Scritto da: Michele

        Speriamo che cada il governo così sta buffonata

        verrà cestinata subito. Volete tutelare i
        minori?

        Verra' cestinata per qualche periodo, poi
        arrivera il nuovo governo e riproporra' la stessa
        salsa
        :-(

        [cut]Te sei troppo ottimista. Ormai l'hanno capito pure i sassi: verrà il nuovo governo e la riproporrà, PEGGIORATA, più restrittiva, più liberticida, e possibilmente più vaga in modo da poter essere usata come una clava un po' su quello che si vuole.Ogni riferimento a TUTTA la legislazione italiana è puramente... voluto!
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Governo a casa!!!!
          - Scritto da: Carlo De Visu
          Te sei troppo ottimista. Ormai l'hanno capito
          pure i sassi: verrà il nuovo governo e la
          riproporrà, PEGGIORATA, più restrittiva, più
          liberticida, e possibilmente più vaga in modo da
          poter essere usata come una clava un po' su
          quello che si vuole.Esatto. Va specificata una cosa: questa cosa del peggioramento succederà comunque a prescindere da chi dovesse vincere le elezioni, e sarebbe successo comunque anche se il governo attuale fosse stato di cdx.Le leggi riguardanti:- internet e tecnologie- immigazione- pedofilia- terrorismo- controllo dell'informazione- diritto d'autorevengono SOLO peggiorate, MAI migliorate, questo a prescindere da chi è al governo in quel momento.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2008 00.04-----------------------------------------------------------
  • LOL scrive:
    Ancora Manhunt?
    Notato come a nessuno importa di quel gioco mediocre, tranne che i censori e i perbenisti?
    • SirParsifal scrive:
      Re: Ancora Manhunt?
      - Scritto da: LOL
      Notato come a nessuno importa di quel gioco
      mediocre, tranne che i censori e i
      perbenisti?Bravo hai colto nel segno! Se non se può far parlare bene allora facciamone parlare male, così qualche fesso lo comprerà!
  • Blackstorm scrive:
    Dieci giorni... rotfl
    "il Comitato procede "entro dieci giorni dal deposito a effettuare accertamenti sulla corrispondenza della classificazione" e, se del caso, propone all'Autorità TLC di "richiedere all'organismo europeo a ciò preposto (PCB), la riclassificazione del prodotto, nell'interesse superiore del minore, secondo le categorie già previste dal sistema di autoregolamentazione europeo (..)"Entro dieci giorni? seeee... Ma chi ci crede? Ma questi deficienti hanno idea di qnt videogiochi escono in dieci giorni? E poi Facciamo il conto:Lancio al giorno X-30 al lancio: deposito.-20 al lancio: decisione del ocmitato (e sono buono perchè entro 10 giorni vuol dire almeno 10 - e siccome devono fare gli sboroni il 90% dei titoli sarà rivalutato.)-10 al lancio: finalmente il pegi dà una risposta sull'accettazuibe o meno della modifica (cosa inutile, per quale motivo dovrei rivedere una decisione che ho già preso quando ho migliaia di altre cose da fare fra cui centinaia di videogiochi da esaminare e bollare?)Lancio: posticipato per lungaggini posticipate.Ah, non scordiamo che nel frattmepo al viedogioco non si può fare nemmeno pubblicità...Ma brutti pezzi di deficenti lobotomizzati. Ma pensate a recuperare i soldi da italia.it e dall'ISTAT che non ha fatto pagare le multe per anni, brutti idioti, invece di buttare soldi per una cagata del genere.
  • Andrea scrive:
    Petizione fatta male...
    c'e' qualcuno con il mio stesso nome e cognome e non mi fa firmare....sigh..
    • Blackstorm scrive:
      Re: Petizione fatta male...
      - Scritto da: Andrea
      c'e' qualcuno con il mio stesso nome e cognome e
      non mi fa
      firmare....sigh..Prova a mettere anche il tuo secondo nome, se ce l'hai. O a non metterlo :)
  • MeMedesimo scrive:
    Scopo del Gioco
    A) dover scaricare la versione no-censored PER FORZA dal mulo o andarlo a comparare oltre confineB) fargli fare la fine dei cartoni animani per non-decebrolesi, che vengono pluri censurati o azzoppati nei dialoghi o degli hentai che non vengono nemmeno trasmessiqual'e' lo scopo di questo disegno di legge? qual'e' il loro disegno?VOTATE!
  • Carlo De Visu scrive:
    Io mi sono rotto!
    Questo Paese è vecchio. Sta morendo. È una lenta agonia che dura da decenni, non è certo iniziata ieri, ma adesso è inesorabile e non c'è più modo di tornare indietro.Nei prossimi anni sempre più giovani abbandoneranno l'Italia.Io comincio il mese prossimo.Anni fa si abbandonava il sud povero, per il nord ricco.Adesso anche il nord non è poi così tanto ricco (o meglio non distribuisce più la ricchezza che genera), e chi ha capacità si è scocciato di tirare avanti la carretta per chi non ha mai mosso un chiodo in vita sua.Questa notizia fa il paio con tante altre che confermano di volta in volta l'inadeguatezza dell'attuale classe politica, di quella precedente, di quella di dieci anni fa e di quella che governava quando mio padre andava alle elementari, anche perché è sempre la stessa. Conferma oltre l'inadeguatezza lo stato di cancrena in cui la politica e la classe dirigente italiana versa, troppo intenta ai propri tornaconto personali oltre ogni limite di decenza.In altri Paesi più civili dei nostri, da anni sarebbero cadute tante teste. Non necessariamente in senso letterale, ma sta di fatto che a chi ha governato male un Paese non gli sarebbe nemmeno più data la possibilità di tenere la cartella della tombola a natale.Noi invece ce li teniamo è ci scanniamo per decidere quale è il migliore.Siamo destinati a sparire. Magari ci vorranno altri 15-20 anni, ma la strada è quella. O facciamo la fine dell'Argentina appena ci buttano fuori dall'Unione Europea, o l'Italia diventerà terra di stranieri. Già adesso avviene con sempre più investimenti stranieri a comprare ciò che siamo costretti a svendere perché gestito male, e già adesso i flussi di immigrazione premono più in Italia che nel resto d'Europa. Aspettate solo che chi si è rotto faccia le valigie e tolga il disturbo e il quadro sarà completo.
    • gia scrive:
      Re: Io mi sono rotto!
      - Scritto da: Carlo De Visu
      Questo Paese è vecchio. Sta morendo. È una lenta
      agonia che dura da decenni, non è certo iniziata
      ieri, ma adesso è inesorabile e non c'è più modo
      di tornare
      indietro.

      Nei prossimi anni sempre più giovani
      abbandoneranno
      l'Italia.
      Io comincio il mese prossimo.

      Anni fa si abbandonava il sud povero, per il nord
      ricco.
      Adesso anche il nord non è poi così tanto ricco
      (o meglio non distribuisce più la ricchezza che
      genera), e chi ha capacità si è scocciato di
      tirare avanti la carretta per chi non ha mai
      mosso un chiodo in vita
      sua.

      Questa notizia fa il paio con tante altre che
      confermano di volta in volta l'inadeguatezza
      dell'attuale classe politica, di quella
      precedente, di quella di dieci anni fa e di
      quella che governava quando mio padre andava alle
      elementari, anche perché è sempre la stessa.
      Conferma oltre l'inadeguatezza lo stato di
      cancrena in cui la politica e la classe dirigente
      italiana versa, troppo intenta ai propri
      tornaconto personali oltre ogni limite di
      decenza.

      In altri Paesi più civili dei nostri, da anni
      sarebbero cadute tante teste. Non necessariamente
      in senso letterale, ma sta di fatto che a chi ha
      governato male un Paese non gli sarebbe nemmeno
      più data la possibilità di tenere la cartella
      della tombola a
      natale.

      Noi invece ce li teniamo è ci scanniamo per
      decidere quale è il
      migliore.

      Siamo destinati a sparire. Magari ci vorranno
      altri 15-20 anni, ma la strada è quella. O
      facciamo la fine dell'Argentina appena ci buttano
      fuori dall'Unione Europea, o l'Italia diventerà
      terra di stranieri. Già adesso avviene con sempre
      più investimenti stranieri a comprare ciò che
      siamo costretti a svendere perché gestito male, e
      già adesso i flussi di immigrazione premono più
      in Italia che nel resto d'Europa. Aspettate solo
      che chi si è rotto faccia le valigie e tolga il
      disturbo e il quadro sarà
      completo.quoto,che tristezza -_-
      • Joliet Jake scrive:
        Re: Io mi sono rotto!
        Quoto anch'io. Ormai sono 2 anni che me ne sono andato. E non avete idea di come sto bene ora. Specialmente le risate leggendo i giornali italiani in questi giorni.E che soddisfazione pagare le tasse a chi se lo merita!:-)
  • Micchan scrive:
    E' solo rimandato...
    ...al prossimo governo (se questo cade), che fara' molto di peggio, come sempre, e quello dopo dara' la colpa al precedente ma non fara' nulla lo stesso (come la urbani)...
    • Mc Laden scrive:
      Re: E' solo rimandato...
      vero, però bisogna mettersi in testa che lo stato italiano è sotto quello americano, dunque c'è poco da stare allegri.
      • loll scrive:
        Re: E' solo rimandato...
        ma si, tempo 5 anni e ci sarà una bella guerra che metterà fine a questo bel mondo di merda e speriamo che stermini tutta la razza umana, me compreso, anzi, per primo...così posso ritenermi fortunato.Tutti che fanno i saputelli, a bravi, i buoni, gli onesti. Tutti incorruttibili a parole, ma pochi pochi pochi a fatti.E adesso tutti a rispondermi che loro sono bravi, loro sono onesti e nessuno che fe un cazzo per migliorare le cose.Sapete chi aveva ragione? Gesù!Si, l'amore e la carità sono le uniche virtù sopportabili, il resto è merda del cazzo con cui ci si riempie la bocca.Amore e carità! Ma che minchia me ne faccio di un cazzo di videogame di merda quando tutto sto mondo del cazzo va a putttane?!?!Ma che ce la mettessero pure la censura, tanto è tutta gente triste, col pisello piccolo e che non scopa mai! E quando tireranno le cuoia avranno vissuto una bella vita di merda e io potrò fare lo sgargiante nell'urlare che non me ne frega un bel cazzo di niente.L'Italia è una merda, mi pagano poco, vuoi mettere la Francia, la Germania, etc...Ma vai fuori dalle balle allora, vai nella tua bella Francia di merda e rimanici, aria in più per me che amo l'Italia e odio tutti gli essere umani.Cazzo! Leggo sto forum da anni e ormai sono diventato come tutte le teste di cazzo che fanno commenti inutili su tutto, per rendersi importanti, per sentirsi importanti.Io domani sono a casa ancora con l'influenza, ma chissà a quanti di "voi" l'influenza non passerà mai...Non riflettete su nulla, non pensate con la vostra testa e beatevi della vostra ignoranza, non sapendo che chi conosce poco, poco dice..."poiché parzialmente profetiamo e parzialmente conosciamo"1 Corinzi 13,9
        • asd! scrive:
          Re: E' solo rimandato...
          Benvenuto nella vita reale :D
        • Disgraziato scrive:
          Re: E' solo rimandato...
          - Scritto da: loll
          ma si, tempo 5 anni e ci sarà una bella guerra
          che metterà fine a questo bel mondo di merda e
          speriamo che stermini tutta la razza umana, me
          compreso, anzi, per primo...così posso ritenermi
          fortunato.

          Tutti che fanno i saputelli, a bravi, i buoni,
          gli onesti. Tutti incorruttibili a parole, ma
          pochi pochi pochi a
          fatti.
          E adesso tutti a rispondermi che loro sono bravi,
          loro sono onesti e nessuno che fe un cazzo per
          migliorare le
          cose.
          Sapete chi aveva ragione? Gesù!
          Si, l'amore e la carità sono le uniche virtù
          sopportabili, il resto è merda del cazzo con cui
          ci si riempie la
          bocca.
          Amore e carità! Ma che minchia me ne faccio di un
          cazzo di videogame di merda quando tutto sto
          mondo del cazzo va a
          putttane?!?!
          Ma che ce la mettessero pure la censura, tanto è
          tutta gente triste, col pisello piccolo e che non
          scopa mai! E quando tireranno le cuoia avranno
          vissuto una bella vita di merda e io potrò fare
          lo sgargiante nell'urlare che non me ne frega un
          bel cazzo di
          niente.

          L'Italia è una merda, mi pagano poco, vuoi
          mettere la Francia, la Germania, etc...Ma vai
          fuori dalle balle allora, vai nella tua bella
          Francia di merda e rimanici, aria in più per me
          che amo l'Italia e odio tutti gli essere
          umani.
          Cazzo! Leggo sto forum da anni e ormai sono
          diventato come tutte le teste di cazzo che fanno
          commenti inutili su tutto, per rendersi
          importanti, per sentirsi
          importanti.
          Io domani sono a casa ancora con l'influenza, ma
          chissà a quanti di "voi" l'influenza non passerà
          mai...
          Non riflettete su nulla, non pensate con la
          vostra testa e beatevi della vostra ignoranza,
          non sapendo che chi conosce poco, poco
          dice...


          "poiché parzialmente profetiamo e parzialmente
          conosciamo"
          1 Corinzi 13,9La citazione dai vangeli finale è veramente preoccupante, pensavo fossi solo esaurito ma mi sa che sei andato oltre ormai. Auguri
  • mavaffa scrive:
    con tutti i problemi che ci sono...
    Con tutti i problemi che ci sono perché darsi da fare su queste cose totalmente inutili? (sui giochi c'è già indicata l'età consigliata per giocare, ed è anche molto severa).Perché non dedicarsi a cose come la disoccupazione dei giovani, ai titoli di studio che sono diventati inutili, alla lotta contro le mafie, tanto per citare problemi a caso?
  • sabbiolina scrive:
    soldi buttati
    il pegi gia' e' ottimo.il problema che nessuno sa cos'e'....
    • Garixi scrive:
      Re: soldi buttati
      Infatti il problema non è indurre nuove leggi, ma far rispettare il PEGI e stop.E poi x quanto riguarda le censure, nessun governo/politico può permettersi di devidere x me e di sostituirsi alla mia coscienza.
      • nanoBastardo scrive:
        Re: soldi buttati
        - Scritto da: Garixi
        Infatti il problema non è indurre nuove leggi, ma
        far rispettare il PEGI e
        stop.
        Ogni sistema di autoregolamentazione e' facilmente aggirabile, in fondo un minore di anni diciotto ma che abbia gia' compiuto dodici anni puo' recarsi in qualsiasi supermercato ed acquistare cio' che vuole.Cito dal disegno di legge (parte articolo Art. 7, commi dal 6 all'11):"6. I distributori e i rivenditori commerciali devono adottare le necessarie misure affinché i minori non acquistino o noleggino il supporto, in violazione delle prescrizioni di cui alla presente legge. 7. I videogiochi privi di classificazione non possono essere pubblicamente diffusi, distribuiti o pubblicizzati attraverso alcun mezzo. 8. È esclusa ogni contribuzione da parte dello Stato per l'attività di classificazione di cui al comma 1. 9. Salva l'applicazione delle sanzioni penali previste per le diffusioni abusive, la violazione delle disposizioni dei commi 1 e 3 da parte dei produttori e degli importatori è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria da 15.000 euro a 100.000 euro. 10. Salva l'applicazione delle sanzioni penali, i distributori e i rivenditori commerciali che non osservino le disposizioni di cui ai commi 6 e 7 sono puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 5.000 euro. 11. All'accertamento delle violazioni e all'irrogazione delle sanzioni previste dai commi 9 e 10 provvede l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.":| :| :| :|Mi sto sinceramente chiedendo se qualche promotore di questa legge si e' posto il problema dell'applicabilita', ve li immaginate i commercianti, ma soprattutto le cassiere dei supermercati, a chiedere i documenti, controllarli ed a impedire la vendita o il noleggio del videogioco non adatto alla fascia d'eta' del giovanissimo acquirente, soprattutto quando ci sono code chilometriche alle casse?????
        E poi x quanto riguarda le censure, nessun
        governo/politico può permettersi di devidere x me
        e di sostituirsi alla mia
        coscienza.Di censure ce ne sono gia' troppe e troppi modi per censurare e non accennano a diminuire. La liberta' d'espressione e' puro idealismo, purtroppo... :'( :'( :'(
    • mavaffa scrive:
      Re: soldi buttati
      devi capire che ogni occasione è buona per fare cose inutili e spillare soldi ai cittadini, infatti questa operazione inutile comunque sottrarrà bei soldi alle casse dello stato
  • Bertothethird scrive:
    Depeche Mode
    Quanti coglieranno la citazione della vignetta? ;)
    • gino scrive:
      Re: Depeche Mode
      non mi toccate i depeche mode!!!
      • Luca Schiavoni scrive:
        Re: Depeche Mode
        - Scritto da: gino
        non mi toccate i depeche mode!!!;)avevo 15 anni e suonavo in un gruppo new wave. Comprai speak and spell con la paghetta, e grandi emozioni (e futuri debiti per comprare nuovi synth) . li ascolto ancora spesso mentre preparo la cover di PI ;)LucaS
    • Carlo De Visu scrive:
      Re: Depeche Mode
      - Scritto da: Bertothethird
      Quanti coglieranno la citazione della vignetta?
      ;)Chi ha detto "Enjoy the silence"?
    • MeMedesimo scrive:
      Re: Depeche Mode
      http://www.youtube.com/watch?v=ncvx8OVWaqg
    • Dr. House scrive:
      Re: Depeche Mode
      - Scritto da: Bertothethird
      Quanti coglieranno la citazione della vignetta?
      ;)eheh Violator, e la canzone enjoy the silence è una delle mie preferite
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Depeche Mode
      Cosa c'entrano i DM con la censura dei giochi?Non è fuori tema?
      • gioppino scrive:
        Re: Depeche Mode
        E siamo forunati che nessuno ha ancora tirato fuori Linux.Ehi, se vogliono censurare i videogiochi usate Linux.Con Linux queste cose non succedono.
      • Luca Schiavoni scrive:
        Re: Depeche Mode
        - Scritto da: Nome e cognome
        Cosa c'entrano i DM con la censura dei giochi?
        Non è fuori tema?beh il gioco di parole era tra il consiglio DM "enjoy the silence" (che ritengo un ottimo consiglio) ed Enjoy the Violence, che sembra diventato un passatempo comune.la vedo persino un po retorica e paternalistica, meaculpa, ma cosi' mi e' venuta (e come gia' detto nel thread i DM cell ho in testa e nelle orecchie spesso!) LucaS
        • gioppino scrive:
          Re: Depeche Mode
          - Scritto da: Luca Schiavoni
          - Scritto da: Nome e cognome

          Cosa c'entrano i DM con la censura dei giochi?

          Non è fuori tema?

          beh il gioco di parole era tra il consiglio DM
          "enjoy the silence" (che ritengo un ottimo
          consiglio) ed Enjoy the Violence, che sembra
          diventato un passatempo
          comune.

          la vedo persino un po retorica e paternalistica,
          meaculpa, ma cosi' mi e' venuta (e come gia'
          detto nel thread i DM cell ho in testa e nelle
          orecchie spesso!)


          LucaSTi perdoniamo solo perchè i Depeche sono uno dei gruppi migliori di tutti i tempi ;-)
  • banana joe scrive:
    La repubblica delle banane
    Siamo proprio una repubblica delle banane: non riusciamo ad avere un governo stabile, e dobbiamo mettere bollini dapertutto.
    • Mc Laden scrive:
      Re: La repubblica delle banane
      se fossero solo bollini non sarebbe un problema, mentre è evidente che si arrogano il diritto di farci vedere solo quello che loro vogliono, non so se mi spiego.
    • sabbiolina scrive:
      Re: La repubblica delle banane
      straquoto
    • mavaffa scrive:
      Re: La repubblica delle banane
      non offendere le repubbliche delle banane, magari fossimo a quei livelli! noi siamo la repubblica dei mongoli, vedi i recenti casi emergenza spazzatura in campani, il caso mastella, il caso italia.it, ecc.
      • Silvione scrive:
        Re: La repubblica delle banane
        - Scritto da: mavaffa
        non offendere le repubbliche delle banane, magari
        fossimo a quei livelli! noi siamo la repubblica
        dei mongoli, vedi i recenti casi emergenza
        spazzatura in campani, il caso mastella, il caso
        italia.it,
        ecc.Ehm, intervengo solo per precisare che se usi mongolo come connotazione geografica, il termine e' tutt'altro che denigratorio: praticamente stai paragonando l'Italia al piu' grande impero mai esistito nella storia. L'impero mongolo era enormemente piu' grande anche di quello romano (e me possino ceca' se nun me costa ammetterlo, porca zozza!:-)
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: La repubblica delle banane
          - Scritto da: Silvione
          Ehm, intervengo solo per precisare che se usi
          mongolo come connotazione geografica, il termine
          e' tutt'altro che denigratorio: praticamente stai
          paragonando l'Italia al piu' grande impero mai
          esistito nella storia. L'impero mongolo era
          enormemente piu' grande anche di quello romano (e
          me possino ceca' se nun me costa ammetterlo,
          porca
          zozza!:-)Però il cui territorio era in larghissima parte arido e poco popolato.
Chiudi i commenti