50 megabit al secondo per certe residenziali UK

Un provider si dice pronto a lanciare sul mercato un servizio di connettività con numeri che attirano l'occhio degli utenti e del mercato
Un provider si dice pronto a lanciare sul mercato un servizio di connettività con numeri che attirano l'occhio degli utenti e del mercato

Virgin Media vuole portare la super-banda larga nelle case degli inglesi, spingendo all’insù il limite del broadband sino a 50 Mbit/sec . Con una banda di simile portata, stimano gli uomini marketing dell’operatore, un album musicale può essere scaricato in 11 secondi, uno show televisivo in meno di un minuto e un film in meno di 5 minuti.

I servizi “extra” sin qui offerti nel Regno Unito non vanno oltre il 24 Megabit/sec di Be Broadband , e, oltre a rappresentare una hit per l’intero settore della banda larga del regno, la futura connessione da 50 Megabit eccede di ben 30 Mb l’attuale linea “top” di Virgin.

In via di attivazione a partire dal 2009, la nuova broadband di lusso comincerà il proprio cammino dall’area cittadina di Warrington in ragione dell’alta concentrazione di utenti VM nell’area. Scarsi sono i dettagli annunciati riguardo al prezzo e alla copertura preventivata del servizio nel paese, ma considerando i valori in gioco è facile prevedere che non sarà un lusso accessibile a tutti .

E mentre i provider allargano (gonfiano?) a dismisura le offerte e gli strilloni pubblicitari, l’Autorità locale sulle TLC, Ofcom , pensa di ridurre tali offerte alla realtà concreta, rilasciando un codice di comportamento sottoscritto dagli ISP che sancisce l’obbligo di fornire maggiori informazioni agli utenti circa la velocità effettiva delle linee broadband per cui si paga il canone.

Troppa è infatti la confusione su quello che è vero e quello che rappresenta una boutade da advertising della peggior specie, troppi (almeno un quarto del totale) sono gli inglesi che pagano per qualcosa che in realtà non avranno mai e dovranno infine accontentarsi di una velocità parecchio ridotta rispetto alle promesse scintillanti dei banner colorati e agghindati a festa. Ofcom rilascerà il suo rapporto completo sull’argomento nel corso del prossimo anno. Una misura simile, come si ricorderà, è stata pensata anche in Italia .

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 12 2008
Link copiato negli appunti