ACRN, ipervisore FOSS per l'IoT

La Fondazione Linux presenta un nuovo progetto di ipervisore specificatamente pensato per la Internet delle Cose, una tecnologia leggera ed efficiente che deve molto al lavoro degli sviluppatori di Intel
La Fondazione Linux presenta un nuovo progetto di ipervisore specificatamente pensato per la Internet delle Cose, una tecnologia leggera ed efficiente che deve molto al lavoro degli sviluppatori di Intel

Project ACRN è un nuovo ipervisore per la Internet delle Cose, un sistema progettato per la gestione dei dispositivi, le macchine e gli elettrodomestici iperconnessi in grado di adattarsi a diversi scenari di utilizzo grazie al focus sulla “leggerezza” del codice e non solo.

Ad annunciare ufficialmente ACRN (pronunciato “acorn” in inglese) è Linux Foundation, organizzazione che al momento può contare sul supporto di nomi più o meno noti dell’industria tecnologica come Intel, LG e altri.

IoT

Il nuove ipervisore è composto da 25.000 linee di codice, con una drastica riduzione rispetto al codice necessario allo sviluppo di un ipervisore di classe data center (250.000): ACRN è insomma leggero e può essere più facilmente integrato nei canali embedded , dove la potenza di calcolo disponibile non è certo quella di un server e le necessità computazionali riguardano soprattutto l’affidabilità e la gestione di componenti critici.

I due componenti principali del progetto ACRN sono l’ipervisore propriamente detto e un nuovo modello di gestione dei dispositivi con tanto di canali di “mediazione” I/O. È inoltre presente anche un OS “di servizio” basato su Linux, mentre è garantita la capacità di far girare altri tipi di sistemi operativi inclusi nuove istanze “guest” di Linux, Android, RTOS e altri ancora.

Per quanto riguarda l’hardware, invece, al momento il supporto è garantito solo sulle piattaforme x86 di Intel appartenenti alla linea di NUC Apollo Lake . Non è un caso che Intel abbia contribuito massicciamente al codice dell’ipervisore, anche se Linux Foundation invita la community a estendere il supporto anche ad altre piattaforme di computing.

Quali sono le applicazioni più indicate per ACRN? Gli sviluppatori parlano di IoT ma anche di scenari mission-critical, ed è ipotizzabile che il nuovo progetto abbia nel mirino la gestione delle nuove piattaforma di automotive a base di ipervisore.

Alfonso Maruccia
fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 03 2018
Link copiato negli appunti