Acrobat 6 abbraccia XML

Adobe sta per rilasciare la nuova versione della suite per l'autohoring di documenti PDF. Fra le più grosse novità della versione 6 c'è il supporto a XML


San Jose (USA) – Adobe ha annunciato Acrobat 6, la nuova versione della famosa suite di applicativi per la creazione e la gestione di documenti in formato PDF (Portable Document Format). Atteso sul mercato per la metà di maggio, il nuovo Acrobat arriverà in tre diverse edizioni – Standard, Pro e Elements – e sposerà il formato PDF con lo standard XML.

La mamma di Photoshop ha spiegato che le nuove versioni dei prodotti appartenenti alla famiglia di Acrobat, sia client che server, poggiano su di un’architettura basata su XML che consente la creazione di documenti, template e form in XML/PDF. Adobe ha assicurato che i suoi tool XML sono pienamente conformi agli standard emanati dal W3C.

L’edizione più completa (e costosa) della nuova suite è rappresentata dalla Professional, una versione dedicata ai professionisti dei settori aziendale, della grafica e tecnico che lavorano con documenti graficamente complessi e che, secondo Adobe, hanno la necessità di controllare in modo avanzato lo scambio e l’output dei documenti, proteggerli attraverso la firma digitale e la criptazione e semplificare il ciclo di revisione. Questa versione include anche alcune estensioni per la creazione di documenti PDF in seno ad altre applicazioni, quali ad esempio Visio e Autocad.

L’edizione Standard manca di alcune delle funzionalità avanzate della Professional, quali la creazione di moduli elettronici, il supporto per i livelli nei disegni tecnici, alcuni strumenti per la stampa, la visualizzazione e la consultazione di documenti di grande formato. Questa versione è stata pensata, secondo Adobe, per quelle aziende che necessitano di convertire qualsiasi documento cartaceo o elettronico in formato PDF e per lo scambio e la revisione di documenti con colleghi e clienti.

Il “cucciolo” della famiglia Acrobat è ora rappresentato da Elements, una versione ai minimi termini che include soltanto le funzionalità base per la creazione di semplici file PDF, anche all’interno di MS Office. Acrobat Elements potrà essere acquistato tramite il programma di multilicenza per un minimo di 1.000 postazioni.

Verso la fine di maggio Adobe rilascerà anche il nuovo Acrobat Reader, il diffuso programma gratuito attraverso cui è possibile visualizzare e stampare documenti PDF. Per l’occasione l’azienda rinominerà il software in Adobe Reader così da evitare che gli utenti confondano il visualizzatore con la suite di authoring vera e propria.

I prezzi delle tre versioni saranno di 499$ per la Professional, 299$ per la Standard e 29$ (a postazione) per Elements.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    MS...ragazzi non c'e' scampo
    linuxari uscite dai centri socialibasta a farvi le cannee' ora che inizate a lavorare.
  • Anonimo scrive:
    hihiih
    eheheheh
  • Anonimo scrive:
    MS sempre più potente e gli altri
    aspettano i kernel nuovi inutili
    • Anonimo scrive:
      Re: MS sempre più potente e gli altri
      - Scritto da: Anonimo
      aspettano i kernel nuovi inutiliDì la verita, un programmatore opensource si è fatto tua moglie? Mica te la devi prendere così, eppoi lui almeno condivide solo il codice... :D
      • sandman scrive:
        Re: purche si elimini linuz W apple
        LOL!!!- Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        aspettano i kernel nuovi inutili

        Dì la verita, un programmatore opensource si
        è fatto tua moglie? Mica te la devi prendere
        così, eppoi lui almeno condivide solo il
        codice... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: MS sempre più potente e gli altri
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        aspettano i kernel nuovi inutili

        Dì la verita, un programmatore opensource si
        è fatto tua moglie? Mica te la devi prendere
        così, eppoi lui almeno condivide solo il
        codice... :DLOLLISSIMO :D
    • Anonimo scrive:
      Re: MS sempre più potente e gli altri
      - Scritto da: Anonimo
      aspettano i kernel nuovi inutiliLa "potenza" come concetto in questo caso mi sembra malposto, nel senso che qui si parla semmai di duttilita' dei servizi offerti, interoperabilita', orizzontalita', innovazione. Con la potenza c'e' ben poco a che fare. Se poi per potenza intendi quella di mercato e' evidente che quella di Microsoft e' notevolissima, vista la presenza su tutte le piazze dei propri prodotti, scelti da tanti diversi soggetti.
Chiudi i commenti