Adobe offre AJAX in Spry

Il colosso dei tool di sviluppo per il web ha rilasciato l'anteprima di un framework che promette di semplificare ai web designer la creazione di pagine e applicazioni web basate sulle tecnologie AJAX
Il colosso dei tool di sviluppo per il web ha rilasciato l'anteprima di un framework che promette di semplificare ai web designer la creazione di pagine e applicazioni web basate sulle tecnologie AJAX

San Jose (USA) – Sul carro delle aziende che hanno creato soluzioni ad hoc per lo sviluppo in AJAX (Asynchronous JavaScript and XML) non poteva mancare Adobe , creatrice di alcuni dei più noti tool per lo sviluppo di siti e applicazioni web. L’azienda ha infatti rilasciato nelle scorse ore la preview pubblica di Spry , un software che promette di semplificare la creazione di pagine web basate sulla tecnologia AJAX.

Adobe afferma che Spry è stato pensato specificamente per i web designer , inclusi coloro che non hanno profonde conoscenze di programmazione. Si tratta di un framework HTML-centrico che poggia su di una libreria di JavaScript già pronta per essere aggiunta alle proprie pagine web. L’azienda sostiene che Spry non utilizza alcun server o tag proprietario, una caratteristica che lo rende compatibile con tutti gli editor di pagine web, incluso ovviamente Dreamweaver.

“Spry adotta le stesse tecnologie già usate per costruire le pagine web: HTML, CSS e JavaScript”, spiega in questa presentazione Paul Gubbay, director of engineering di Adobe Dreamweaver. “Metti un paio di librerie JavaScript nella tua pagina e sei pronto per partire”.

Gubbay afferma che Spry può essere utilizzato per creare siti dinamici e interattivi utilizzando le tecniche di sviluppo web tradizionali .

“Il framework converte i vostri dati XML in campi e tabelle di record client-side che possono essere integrati nelle vostre pagine utilizzando semplici ma potenti risorse dinamiche”, ha spiegato Gubbay. Questa, secondo il dirigente di Adobe, rappresenta un’alternativa riusabile e flessibile allo scrivere routine ad hoc che facciano il parsing dei dati archiviati in formato XML.

L’attuale release preliminare di Spry non include ancora un framework per la creazione di widget, ma Adobe conta di aggiungerlo nella versione finale del prodotto.

Adobe non vede AJAX come un rivale di Flash ma come una tecnologia a questo complementare. L’azienda non esclude la possibilità, nel prossimo futuro, di integrare le due piattaforme in un unico ambiente di sviluppo.

La versione preview di Spry può essere scaricata da qui previa registrazione gratuita (necessaria per chi non è già iscritto ad Adobe Labs).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 05 2006
Link copiato negli appunti