Africa, connettività fresca

Attivato un nuovo canale di comunicazione tra Europa e Africa. Un cavo sottomarino che offrirà un'opportunità di crescita, con ricadute sull'intera economia

Roma – Due luglio 2010, il cavo sottomarino in fibra ottica “Main One” viene attivato aprendo un canale di comunicazione avanzato fra Europa e Africa occidentale. La nuova backbone , dicono i protagonisti, permetterà al vasto continente africano di avere un miglior accesso alla rete con lo sviluppo tecnologico ed economico che ne consegue. Perché la banda larga fa bene al PIL , assicura la Banca Mondiale.

I 7000 chilometri di fibra contenuti nel cavo Main One uniscono il Portogallo alla Nigeria e al Ghana, estendendosi poi a Marocco, Senegal, Isole Canarie e Costa d’Avorio. Il nuovo collegamento ha una capacità di 1,92 Terabit, 10 volte superiore a quella disponibile attraverso il South Atlantic Terminal (SAT-3) che arriva in Nigeria e 20 volte maggiore rispetto all’intera capacità delle comunicazioni satellitari nell’Africa sub-sahariana.

Main One, la società che gestisce l’infrastruttura, dice che il collegamento farà sentire i suoi benefici effetti “in tutti i settori – dall’educazione alla salute, all’intrattenimento, contribuendo alla crescita economica e alla creazione di opportunità lavorative in tutta l’Africa”. Main One è un canale di comunicazione più che benvenuto in Nigeria, il paese più popoloso del continente che con i suoi 140 milioni di persone ha sin qui dovuto convivere con collegamenti telematici costosi e inaffidabili .

Main One dovrebbe traghettare l’Africa occidentale nel ventunesimo secolo, commenta il CEO di Africa Finance Corporation (AFC) Andrew Alli che ha contribuito con 37 milioni di dollari ai 240 milioni di finanziamento totale al progetto. Installato il nuovo collegamento tra Europa e Africa (e in attesa che se ne aggiunga un’altra decina), commenta Alli, quello che occorre ora e portare questa capacità di banda aggiuntiva fino agli utenti finali.

Che una maggiore penetrazione della banda larga possa favorire la crescita dei paesi africani lo sostiene anche la Banca Mondiale, secondo le cui stime basterebbe un 10% di broadband in più per favorire un aumento di Prodotto Interno Lordo (PIL) stimato fra lo 0,1% e l’1,4% con la creazione di nuove imprese, business innovativi e nuovi posti di lavoro .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea Pagani scrive:
    ben vengano!
    be', nessuno si è lamentato quando sui doppini in rame dei telefoni sono passati dai 56k ai 7 (e più) Mbit con l'ADSL... se adesso trovano un modo per far lavorare tecnologie "vecchie" come quelli dei cavi Ethernet per nuove applicazioni che male c'è?
  • attonito scrive:
    comincio ad averne le OO piene...
    possibile che ogni 2-3 anni arriva "il nuovo standard che soppinatera', inglobandoli, tutti i precendenti standard" e bla bla bla e "nuova esperienza di gioco" e bla bla e "nuovi modelli di business" e "venendo incontro alle richieste del mercato" ed il full hd, ma il mio e' piu' full del tuo, e io ce lo ho "1080ready", ma com mio metti gli occhialetti ed hai il 3D, ma allora io aggiungo il giallo ai tre colori ri base per avere una nuova esperienza visiva, etc etce tutti i caz+zi che gli si fregano?!?!?!Boh, liberissimi di proporre, e liberissimi noi di non comprarePS: per quelli che "e' l'evoluzione" si astengano pure dal rispondere.
    • bitblaster scrive:
      Re: comincio ad averne le OO piene...
      ma infatti io non compro mai novità ma solo robe consolidate (e di conseguenza anche + economiche). Ma se i pionieri sono felici di cambiare ogni 2 anni perché non accontentarli? C'è gente che conosco che ogni 8 mesi cambia cellulari e non cacatine ma roba da 6-700 euro, dove rubino i soldi non lo so, sospetto siano gli stessi che dichiarano 5000 euro l'anno e prenderanno pure i contributi, ma cmq sta gente esiste ed è doveroso spennarli... :D
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: comincio ad averne le OO piene...
      - Scritto da: attonito
      possibile che ogni 2-3 anni arriva "il nuovo
      standard che soppinatera', inglobandoli, tutti i
      precendenti standard" e bla bla bla e "nuova
      esperienza di gioco" e bla bla e "nuovi modelli
      di business" e "venendo incontro alle richieste
      del mercato" ed il full hd, ma il mio e' piu'
      full del tuo, e io ce lo ho "1080ready", ma com
      mio metti gli occhialetti ed hai il 3D, ma allora
      io aggiungo il giallo ai tre colori ri base per
      avere una nuova esperienza visiva, etc
      etc
      e tutti i caz+zi che gli si fregano?!?!?!

      Boh, liberissimi di proporre, e liberissimi noi
      di non
      comprare

      PS: per quelli che "e' l'evoluzione" si astengano
      pure dal
      rispondere.Sono d'accordo con te, ma fino a un certo punto.E' evidente che l'introduzione di questi sedicenti standard ha + natura economica (per spingere al rinnovo periodico dell'"hardware") piuttosto che tecnologica.C'è pero' da dire che proporre vecchi connettori e cavi "reinventandoli" per altri scopi è pero' qualcosa di diverso, + nel senso dell'ottimizzazione che del rinnovamento speculativo.In effetti se ci pensi è molto logico, un flusso Audio/video altro non è che un flusso dati, e sono ormai decine di anni che veicoliamo i dati attraverso cavi Ethernet. Che senso ha avuto inventarci altri cavi e connettori? soprattutto quando in termini di banda non ci danno nessun vantaggio? Non è forse la nuova sfida dell'era digitale, non tanto innovare, ma iniziare un'opera di ottimizazzione delle risorse e delle tecnologie?Da questo atteggiamento di "riuso" non ne trarrebbero vantaggi i consumatori?
      • MarcelloRomani scrive:
        Re: comincio ad averne le OO piene...
        Giusto, ma allora mi chiedo (forse un po' troppo ingenuamente): non era sufficiente PoE e/o GBit ethernet ?
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: comincio ad averne le OO piene...
          - Scritto da: MarcelloRomani
          Giusto, ma allora mi chiedo (forse un po' troppo
          ingenuamente): non era sufficiente PoE e/o GBit
          ethernet
          ? Poteva esserlo a patto di integrare nel tv, decoder, quello che sia, una schede di rete e quant'altro con relativi problemi di dhcp, indirizzi, gestione dei conflitti...Non che non si possa fare, per carità...
          • Marcello Romani scrive:
            Re: comincio ad averne le OO piene...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: MarcelloRomani

            Giusto, ma allora mi chiedo (forse un po' troppo

            ingenuamente): non era sufficiente PoE e/o GBit

            ethernet

            ?

            Poteva esserlo a patto di integrare nel tv,
            decoder, quello che sia, una schede di rete e
            quant'altro con relativi problemi di dhcp,
            indirizzi, gestione dei
            conflitti...
            Non che non si possa fare, per carità...In effetti forse il tcp/ip non permette il "plug'n'play" come lo si intende nell'ambito di un sistema a/v da salotto...
      • Gattazzo scrive:
        Re: comincio ad averne le OO piene...
        Straquoto ancora: se c'è un qualcosa che non puzza di imbroglio consumistico è proprio questa tecnica di "riutilizzo" intelligente! Come fanno a farci strapagare i nostri cavi LAN, se li habbiamo già, e si trovano dovunque a molto meno di un euro al metro, connettori compresi...
    • bertuccia scrive:
      Re: comincio ad averne le OO piene...
      è l'evoluzione
  • Jack scrive:
    100W su 100 metri?
    Trasportare 100W su una distanza di 100 metri in un cavo Cat5E? mi puzza (di bruciato)...Supponendo di dover tenere bassa la tensione, altrimenti l'isolamento della plastica non regge, ad esempio 50 volt (e già forse sono troppi), significa far passare, supponendo di usare tutte e 4 le coppie di fili, 500mA per coppia... prevedo cavi molto caldi!Non conosco la resistenza specifica dei normali Cat5E, ma suppongo che a 100 metri di distanza arrivi metà della tensione applicata in ingresso, il resto serve a scaldare il cavo....Nella tabella linkata, si parla di far viaggiare 10 gbit di dati video e 100 megabit (scalabile a 1 gigabit) di dati ethernet... 10 gbit su una distanza di 100 metri? lo si riesce a fare con le fibre forse...sono molto scettico... si era capito? :-)
    • bitblaster scrive:
      Re: 100W su 100 metri?
      sono d'accordo con te, soprattutto per quanto riguarda la potenza di alimentazione, tenendo conto anche del fatto che per trasmettere dati almeno una coppia di cavi devi usarla (a meno di non andare in convoluzione sugli stessi cavi di alimentazione, ma sarebbe pericolosetto per gli apparecchi) quindi la potenza andrebbe distribuita su 3 coppie...
    • Orfheo scrive:
      Re: 100W su 100 metri?
      - Scritto da: Jack
      Trasportare 100W su una distanza di 100 metri in
      un cavo Cat5E? mi puzza (di
      bruciato)...

      Supponendo di dover tenere bassa la tensione,
      altrimenti l'isolamento della plastica non regge,
      ad esempio 50 volt (e già forse sono troppi),
      significa far passare, supponendo di usare tutte
      e 4 le coppie di fili, 500mA per coppia...
      prevedo cavi molto
      caldi!

      Non conosco la resistenza specifica dei normaliLeggo in giro, anche se non ho trovato una esplicita specifica, un range di "8,3-9,9 ohm ogni 100/m", a seconda del produttore, immagino per singolo doppino. Se qualcuno puo' confermarla ...Diciamo 10ohm/100m: chiudendo un "loop" fra due doppini da 100m abbiamo una caduta di potenziale di 20ohm*0,5A (e' R*I se non ricordo male, quindi I=0,500mA e R=2*10ohm) da cui dV = 10V. La dissipazione sarebbe dW=R*I^2 (potenza dissipata) = 20*0,5^2 = 5W, su ogni coppia di doppini.Per quattro coppie, quattro loop, saliamo a 20W, anche se in una casa convenzionale, 100m sono tanti (io penserei ad 1/4 in media, quindi 5W).A me non suona di "cavi caldi".Ho sbagliato i conti? O e' sbagliato il range di resistivita' che ho trovato?Orfheo.
      Cat5E, ma suppongo che a 100 metri di distanza
      arrivi metà della tensione applicata in ingresso,
      il resto serve a scaldare il
      cavo....

      Nella tabella linkata, si parla di far viaggiare
      10 gbit di dati video e 100 megabit (scalabile a
      1 gigabit) di dati ethernet... 10 gbit su una
      distanza di 100 metri? lo si riesce a fare con le
      fibre
      forse...

      sono molto scettico... si era capito? :-)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 luglio 2010 10.56-----------------------------------------------------------
      • The Bishop scrive:
        Re: 100W su 100 metri?
        Aggiungo che la potenza specificata e' quella massima: non necessariamente sono presenti dispositivi alimentati via ethernet e non necessariamente tutta la potenza disponibile e' utilizzata.Le implementazioni standard attuali di Power-over-Ethernet consentono una potenza di 25.5W con picchi massimi di 34.2W su cavi di lunghezza massima di 100m (lunghezza massima da specifica Fast Ethernet e Gigabit Ethernet).
    • Gattazzo scrive:
      Re: 100W su 100 metri?
      Non sarei così scettico.Credo proprio che per fare arco voltaico attraverso l'isolante in plastica occorrano migliai di Volts: hai presente la distanza degli elettrodi delle candele auto, con tensioni di 17KV?; se ci metti isolante in mezzo la scintilla non scocca, tranquillo! In più tutti i fili componenti il cavo possono essere utilizzati per trasporto energia oltre che per trasferimento segnale: la loro separazione e tecnicamente semplicissima, ed anche eventuali disturbi indotti dalle linee di alimentazione (casalinghe e non) possono essere neutralizzati con appositi filtri o alla peggio introducendo segnale rumore uguale e contrario. Ma sopratutto, in ambito domestico e non, per alimentare non c'è bisogno di andata e ritorno , sfruttando due spine di alimentazione lontane tra loro nell'alloggio, alle quali si collegano gli estremi della "catena" di alimentazione: a questo punto si comprende anche che non esiste più problema di differenza di potenziale elevata ovvero di "corto", anzi si arriva al paradosso di poter trasportare quantità di energia molto elevata survoltando in alta tensione con trasformatore e di conseguenza riducendo l'amperaggio (come avviene da secoli nella normale distribuzione elettrica di potenza): ovviamente le sigole utenze devono poi "controtrasformare" alla tensione operativa. In più vorrei dire che l'insieme dei cavetti interni al cavo Eternet in questione, messi in parallelo, come cavo di sola andata, possono sopportare ben più di 100 W a 100 m.; per conto mio possono alimentare tranquillamente tutta l'utenza domestica al gran completo (a casa mia i miei 3.5 KW contrattuali sono serviti da una sezione cavo dello stesso ordine di grandezza della somma delle sezioni dei singoli fili interni al cavo Eternet, e tra l'altro fili separati trasportano considerevolmente di più di un fascio unico a parità di sezione, grazie all'"effetto pelle").Se c'è una cosa che non sento è proprio la puzza di bruciato; molto più preoccupato sarei invece circa la purezza del segnale, per le possibili interferenze di cui sopra, facili da eliminare grossolanamente ma difficile da eliminare alla perfezione, salvo alimentare direttamente in continua stabilizzata, ma se abbassiamo troppo la tensione si rischia di cadere nel fenomeno opposto e quindi la sezione sì che non permetterebbe il trasporto di più di 100 W; mi sa che è proprio questa la soluzione al momento messa in opera. Se così fosse, resterebbero comunque notevoli margini di miglioramento.
  • Nilok scrive:
    ....in pratica....
    AUGH!Un'evoluzione tecnologicamente molto interessante!Ma, in pratica, CHI e per CHE COSA si DEVE avere la necessità di passare a questa nuova tecnologia????....è come il tipo che per giocare a Spider HA ASSOLUTO BISOGNO di una scheda grafica con 2Gb di DDR5...!!!!HO parlato.Nilok
    • aaa scrive:
      Re: ....in pratica....
      bho... a me il poter facilmente mettere in rete, collegati tutti assieme, vari tv, decoder, lettori multimediali mi sembra molto utile... se in piu' lo posso fare sfruttando cavi e tecnologie già esistenti è perfetto.
  • pinco pallino scrive:
    Tecnologia eccellente.
    Questa la trovo una notizia veramente ottima. Se c'è una cosa fastidiosa da installare per migiorare il proprio sistema di comunicazione è proprio il cablaggio: e qui hanno fatto decisamente centro: economica ed efficiente.
    • DMJ scrive:
      Re: Tecnologia eccellente.
      Sì, liberateci dall'HDMI il prima possibile!!!Sono anni che mi occupo per passione di sistemi audio/video e mai quanto ora, con l'avvento dell'HDMI, ho riscontrato così tanti problemi.Ad esmpio nel mio impianto personale ho problemi con i segnali 1080p50 e 1080p60; fino a 1080p24 tutto perfetto. Utilizzo un cavo di alta qualità da 12mt (170Euro) e elettroniche di buon livello (ampli e bd player Denon, videoproiettore Mitsubishi), eppure sono vittima di tali problemi che non riesco a risolvere. Problemi simili sono accaduti in altri impianti di amici e conoscenti, sempre a causa dell'HDMI, quando in gioco ci sono cavi mediamente lunghi.Quindi non vedo l'ora che lo standard HDMI passi a miglior vita. Bye bye HDMI!
  • Sgabbio scrive:
    altra spennata di denari ?
    Di recente HDMI sta diventato uno "standard" cioè ormai tutte le televisioni hanno almeno una porta di quello standard ormai. I televisori più costosi ne hanno di più.HDMI aveva un difetto, le sue revisioni che rendevano opsoleti tutti i dispositivi che usavano la versione precedente è visto che tra una revisione e l'altra non passava di certo tanto tempo....Adesso tirano fuori un nuovo standard che fa di tutto e di più per sostituire HDMI ? Quando costerà ? Faranno una revisione in tempi brevissimi come HDMI rendendo opsolenti un sacco di dispositivi con nuove funzionalità ? E gli utenti apple ? Solo adesso arrivano le porte hdmi nei loro prodotti (vedi mac mini)... loro cosa direbbero ? :D
    • pinco pallino scrive:
      Re: altra spennata di denari ?
      - Scritto da: Sgabbio[CUT]
      E gli
      utenti apple ? Solo adesso arrivano le porte
      hdmi nei loro prodotti (vedi mac mini)... loro
      cosa direbbero ?
      :DLasciando perdere gli utenti apple che sono fuori mercato ormai da qualche anno (ma più che gli utenti, i dispositivi di nicchia... l'ipad che ho comprato ad esempio è si utilissimo ma mi è costato parecchio), date le caratteristiche sulla carta credo sia l'offerta tecnologica che in questi ultimi 10 anni consenta l'implementazione con la minor spesa in assoluto.
    • Edmondo Scola scrive:
      Re: altra spennata di denari ?
      - Scritto da: Sgabbio
      HDMI aveva un difetto, le sue revisioni che
      rendevano opsoleti tutti i dispositivi che
      usavano la versione precedente è visto che tra
      costerà ? Faranno una revisione in tempi
      brevissimi come HDMI rendendo opsolenti un sacco
      di dispositivi con nuove funzionalità ?Si scrive "obsoleti", con la "b"!
    • Edmondo Scola scrive:
      Re: altra spennata di denari ?
      Che fine ha fatto il mio commento?Avevo scritto "obsoleti"!
  • dermatologo scrive:
    neo-standard
    mi sembra tutto ok
  • aledeago scrive:
    Meglio LightPeak
    Ancora col rame?!?!? Ma basta!
    • SCF is evil scrive:
      Re: Meglio LightPeak
      Ok ma come la mettiamo con l'alimentazione?
    • pinco pallino scrive:
      Re: Meglio LightPeak
      - Scritto da: aledeago
      Ancora col rame?!?!? Ma basta!E' robusto, è conduttore, il suo ossido lo protegge (fino ad un certo punto), supporta velocità di trasmissione dati enormi, non costa nulla perché c'è già ormai ovunque(e non devi nemmeno cambiare cavi e connettori per questa nuova tecnologia) cosa vuoi di più?
  • Beeg Gik scrive:
    Cu(m)prum
    Caro il mio doppino... mi chiedo solo se abbiamo rame in abbondanza!
    • ullala scrive:
      Re: Cu(m)prum
      - Scritto da: Beeg Gik
      Caro il mio doppino... mi chiedo solo se abbiamo
      rame in
      abbondanza!a quanto pare date le cifre che ormai costa credo proprio di no!
Chiudi i commenti