AGCOM ha anche un presidente

Angelo Marcello Cardani succede a Corrado Calabrò. Segnalato dal premier Monti, il bocconiano dovrà affrontare problematiche complesse. Ancora polemiche per i metodi di selezione e nomina
Angelo Marcello Cardani succede a Corrado Calabrò. Segnalato dal premier Monti, il bocconiano dovrà affrontare problematiche complesse. Ancora polemiche per i metodi di selezione e nomina

Dopo la contestata conferma dei quattro commissari, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha ora il suo nuovo presidente. Professore associato di Economia politica alla Bocconi – e stretto collaboratore del premier Mario Monti a Bruxelles – Angelo Marcello Cardani guiderà l’Autorità dopo il settennato di Corrado Calabrò .

Cardani sarà al timone di AGCOM dopo il via libera da parte delle Commissioni di Camera e Senato, a cui è pervenuta la nomina su proposta dell’attuale ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera. La nuova squadra sarà composta da Cardani (presidente), con i commissari Dècina, Martusciello, Posteraro e Preto .

C’è chi ha subito ricordato come la designazione di Cardani sia avvenuta “prima che la Presidenza del Consiglio dei Ministri avviasse qualsivoglia procedimento per la valutazione comparativa dei curricula delle personalità”. Le preferenze del premier Monti erano infatti note già da tempo, con la nomina dello stesso Cardani circolata ampiamente in Rete e sui giornali. ( M.V. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 06 2012
Link copiato negli appunti