Agcom, multe per tariffe a 28 giorni

La delibera di marzo dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni imponeva che gli operatori telefonici si adeguassero al divieto di applicare la tariffazione con cadenza a 28 giorni. Nei 3 mesi a disposizione le Telco non l'hanno fatto e ora dovranno pagare una sanzione

Roma – All’Agcom la fatturazione della bolletta telefonica tarata sui 28 giorni proprio non piace. L’Autorità ha raccolto informazioni fin dal momento della prima adozione di questa pratica (era il 2015) lanciata da Wind, e alla quale Vodafone e TIM si sono rapidamente adeguate. Dopo averci visto chiaro ha deliberato nuove regole volte ad evitare tariffazioni inferiori al mese , dando avvio in questi giorni alla fase sanzionatoria. E se lo ha fatto significa che gli operatori hanno ignorato le richieste di adeguamento nei termini previsti (90 giorni). Colpite dal provvedimento per “il mancato rispetto delle disposizioni relative alla cadenza delle fatturazioni e dei rinnovi delle offerte di comunicazioni elettroniche” vi sono TIM, Wind Tre, Vodafone e Fastweb.

Telefonia

A marzo scorso, l’autorità  aveva stabilito con la delibera 121/17/CONS “che per la telefonia fissa e per le offerte convergenti l’unità temporale per la cadenza delle fatturazioni e del rinnovo delle offerte dovesse avere come base il mese o suoi multipli”. Agcom aveva già da tempo criticato il meccanismo dei 28 giorni che avrebbe provocato “problemi in termini di trasparenza e comparabilità delle informazioni in merito ai prezzi vigenti, nonché di controllo dei consumi e della spesa, determinati anche dal venir meno di un parametro temporale certo e consolidato per la cadenza del rinnovo delle offerte e della fatturazione”.

A poco è servito il ricorso di Asstel, che fin da subito aveva espresso perplessità circa l’intromissione dell’autorità su un tema (quello dei cicli di fatturazione) che poco avrebbe avuto a che vedere con la trasparenza informativa di cui Agcom è garante. L’associazione anche in quest’ultimo caso si oppone alla decisione sostenendo che la decisione “è del tutto priva di basi giuridiche di riferimento”.

Confermando di voler proseguire con le sanzioni (dal momento che sono trascorsi i 90 giorni per l’adeguamento) Agcom ha specificato che sta anche portando avanti ulteriori controlli e verifiche volte ad evitare che una condotta simile possa estendersi a servizi non telefonici, ma caratterizzati da simili modalità di fruizione. In tal senso il messaggio è rivolto in particolare agli operatori che vendono servizi di pay tv. Nel periodo estivo, Sky ha informato gli utenti che da ottobre adotterà una tariffazione “ridotta” pari ad un aumento dell’8,6 per cento dell’abbonamento . Nonostante in questo caso la comunicazione ai clienti sia stata fornita in maniera completa e nel rispetto della normativa in merito alla gestione delle modifiche contrattuali, l’Unione Nazionale dei Consumatori è insorta presentando un esposto proprio all’Agcom.

A poche settimane dall’introduzione della nuova legge sulla concorrenza , sembrano dunque vivere vecchi retaggi di una gestione poco propensa alla trasparenza, a cui le Telco ci hanno abituato. A questo punto Agcom dovrà tenere in considerazione, nel garantire tutela all’utente, anche l’impatto della nuova legge che tra le altre cose prevede che il consumatore dia l’ espresso consenso circa l’addebito dei costi dei servizi in abbonamento forniti da terzi (con riferimento alle utility). A tal proposito, la cosiddetta “Bolletta 2.0” (gas e luce) prevede un meccanismo di gestione più corretto degli abbonamenti ai servizi premium da realizzarsi mediante un meccanismo di doppio click, una corretta gestione della pagina informativa e la tracciatura dei click sui pulsanti che permettono di abbonarsi al prodotto. Iniziative su cui Agcom sta effettuando ulteriori approfondimenti .

Mirko Zago

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    la mamma di bambi
    il film Disney dove la mamma di bambi muore e' eleggibile per monetizzazione o e' "contenuto violento + contenuto esplicito"? :D :P
    • ... scrive:
      Re: la mamma di bambi
      Non è mica morta per un alien che gli è sbucato fuori dal corpo con tanto di viscere e litri di sangue al seguito. Quindi il problema nemmeno si pone. Ed è ovviamente monetizzabile. Anzi, pure alien è sicuramente monetizzabile.
    • ZLoneW scrive:
      Re: la mamma di bambi
      Estremamente probabile che non sia monetizzabile la celeberrima foto della "bambina del Napalm" di Nick Ut, visto che già in passato l'hanno censurata in quanto "pedoXXXXXgrafica", e c'è voluto del bello e del buono per far loro capire che non lo era...
  • Digital Coach Italia scrive:
    Qualità degli user
    Da notare come alcuni articoli rimangono con 0 commenti....Commenti che potrebbero diventare interessanti.Ad esempio si potrebbe discutere di web marketing, di strategie social.. ecc.Sarà forse perchè quei "cellulari" da 100 euro non danno modo di far girare bene app a livello di businesse quindi non abbiamo argomenti?Aspettiamo quindi il solito post sui "cellulari" per dire " il mio è meglio e faccio le stesse cose come il tuo avendo speso 1/4 della cifra.
    • Mao99 scrive:
      Re: Qualità degli user
      - Scritto da: Digital Coach Italia
      Da notare come alcuni articoli rimangono con 0
      commenti....
      Commenti che potrebbero diventare interessanti.
      Ad esempio si potrebbe discutere di web
      marketing, di strategie social..
      ecc.

      Sarà forse perchè quei "cellulari" da 100 euro
      non danno modo di far girare bene app a livello
      di businesse quindi non abbiamo
      argomenti?
      Aspettiamo quindi il solito post sui "cellulari"
      per dire " il mio è meglio e faccio le stesse
      cose come il tuo avendo speso 1/4 della
      cifra.Io non posso commentare perchè io non installo app come quelle di FB o altre perchè non sono "social" ed amo (per quanto possibile) la mia privacy, quindi non saprei che commentare visto che non uso nulla di tutto cio', ora ho scritto per rispondere alla tua questione.
    • panda rossa scrive:
      Re: Qualità degli user
      - Scritto da: Digital Coach Italia
      Da notare come alcuni articoli rimangono con 0
      commenti....
      Commenti che potrebbero diventare interessanti.L'articolo parla di fessbuk e questo e' un forum di informatici.Sarebbe come parlare di zampone e cotechino in un forum di islamici vegani.Che cosa vuoi commentare?
    • sgamaricchi oni scrive:
      Re: Qualità degli user
      - Scritto da: Digital Coach Italia
      Da notare come alcuni articoli rimangono con 0
      commenti....
      Commenti che potrebbero diventare interessanti.
      Ad esempio si potrebbe discutere di web
      marketing, di strategie social..
      ecc.

      Sarà forse perchè quei "cellulari" da 100 euro
      non danno modo di far girare bene app a livello
      di businesse quindi non abbiamo
      argomenti?Sei inutili e volgari anglofonie in sole sette righe, pseudonimo anglofono pure lui, e infine, ciliegina sulla torta: "businesse" .Classico linguaggio da venditore precario milleurista, "laureato" in "scienze" della comunicazione, reparto vendite di qualche aziendina senza futuro, e magari ti sei speso tutto il misero mensile nell'ultimo iPhone.Era meglio se tacevi.8)
Chiudi i commenti