Allianz, patto con UBER per la sicurezza dei driver

Allianz, patto con UBER per la sicurezza dei driver

I diritti dei driver di Uber trovano sponda in un programma assicurativo del quale entra a far parte Allians Partner: ecco quali indennità e coperture.
I diritti dei driver di Uber trovano sponda in un programma assicurativo del quale entra a far parte Allians Partner: ecco quali indennità e coperture.

Allianz Partner e Uber hanno annunciato una significativa collaborazione che avrà il via in 23 Paesi europei a partire dal 1 gennaio 2022. Le parti si sono infatti strette la mano nell'interesse dei driver impegnati con Uber e Uber Eats, offrendo i servizi assicurativi Allianz a tutti gli autisti a copertura dei rischi in cui incorrono durante le loro attività quotidiane.

Allianz, patto con Uber

Le coperture“, spiega Allianz, “includono diversi indennizzi per mancato guadagno in caso di incidenti in viaggio, infortuni o ricoveri ospedalieri“. E continua: “Inoltre, i partner di Uber godranno anche di notevoli altri vantaggi, come per esempio il congedo per malattia retribuito fino a 15 giorni, indennità di maternità e paternità e indennità per presenza in udienza“. La particolare natura del lavoro in Uber trova dunque sponda sul una partnership assicurativa che offre ai lavoratori una copertura assicurativa a tutela di quei diritti di cui un lavoratore ha necessità per portare avanti con serenità il proprio impegno.

Karl Gray, Head of Insurance EMEA di Uber, plaude così all'accordo:

Siamo felici di estendere la nostra collaborazione con Allianz Partners per fornire ad autisti e corrieri in tutta Europa il nostro Partner Protection Program, che consente loro di godere di maggiore libertà e flessibilità, con in più la serenità garantita da un livello di sicurezza e protezione elevato. Programmi come questo evidenziano il nostro impegno a migliorare il platform work e a fornire ai lavoratori autonomi in Europa i benefici e la protezione che desiderano. Ci auspichiamo che questo incoraggi anche il resto del settore ad ampliare il ventaglio di protezioni per i platform workers, indipendentemente dall'app su cui scelgono di lavorare

Il Partner Protection Program è un programma gratuito che Uber concorda con le case assicuratrici e mette a disposizione dei driver del gruppo: sono scelte assicurazioni che rispondono a specifici criteri di idoneità e per i lavoratori rappresentano un elemento fondamentale del rapporto con l'azienda. Per Allianz è questo un impegno che vuole essere supporto, una risposta alle pressioni della pandemia su un settore visto come cruciale per il futuro:

La pandemia da COVID-19 ha evidenziato il ruolo essenziale di autisti e corrieri, nonché la necessità di soluzioni assicurative su misura per loro. Questo innovativo programma assicurativo, un punto di riferimento per il settore, eleva il livello di protezione garantita e dimostra il nostro entusiasmo nel supportare Uber e i suoi partner in un momento così particolare e importante.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 12 2021
Link copiato negli appunti