Amazon e Netcomm, un webinar per lanciare le PMI

Un webinar gratuito a disposizione di tutte quelle PMI che cercano online la chiave per il proprio rilancio post-pandemia: lo organizzano Amazon e Netcomm.
Un webinar gratuito a disposizione di tutte quelle PMI che cercano online la chiave per il proprio rilancio post-pandemia: lo organizzano Amazon e Netcomm.

Amazon e Netcomm rilanciano la propria attività congiunta attraverso nuovi webinar di formazione propri del programma “Accelera con Amazon“: ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business, Confederazione italiana della piccola e media industria privata (CONFAPI), la principale organizzazione di rappresentanza delle PMI italiane e Netcomm uniscono infatti le forze attorno ad Amazon e mettono a disposizione per lunedì 22 febbraio, dalle 15 alle 16.30, un nuovo webinar gratuito per aiutare le PMI ad esprimere al meglio le proprie potenzialità online.

Il webinar dal titolo Le decisioni chiave per impostare e sviluppare il proprio e-commerce si rivolge alle piccole e medie imprese e agli imprenditori che intendono comprendere gli elementi strategici e operativi del mercato dell’e-commerce e sarà tenuto da Mario Bagliani e Giulio Finzi, Senior Partner di Netcomm. Durante i loro interventi, gli esperti forniranno una panoramica sul mercato e-commerce BTB e BTC, presenteranno le scelte strategiche alla base di un business digitale e daranno un inquadramento su alcuni elementi centrali per chi opera online quali il digital advertising, la logistica e il digital export. Un momento di confronto finale consentirà agli iscritti di approfondire i temi emersi.

Amazon e Netcomm: l’Italia delle PMI

L’analisi del PIL 2020 ha riconsegnato uno spaccato molto particolare dell’Italia rispetto al resto d’Europa: paradossalmente la caduta economica italiana, pur se il Paese è stato falcidiato da una pandemia vissuta prima e peggio di altri, è stata minore di altre. Questo andamento – del tutto inatteso rispetto al pessimismo iniziale – è stato letto in parte come una delle qualità di un tessuto economico e produttivo fortemente tessuto sulla piccola e media impresa, la quale ha capacità di adattarsi più reattive e maggior elasticità di fronte al cambiamento. L’Italia della piccola impresa, insomma, ha saputo trovare idee ed energie per dar corpo e sostanza a quell’idea di “resilienza” che si andava teorizzando senza bene capire ove si sarebbe potuto attingere per plasmarne la dose necessaria.

Consentire a questo tessuto produttivo di esprimere online la propria vitalità potrebbe essere una grandissima leva di rilancio in ottica 2021. Così Roberto Liscia, Presidente Netcomm:

Si pensi che, da un recente studio di Netcomm elaborato da The European House-Ambrosetti, più della metà del fatturato generato dalla rete del valore dell’e-commerce e del digital retail in Italia è da attribuirsi proprio alle imprese di dimensioni medio-piccole. In questo quadro, non sono solo le aziende retailer a brillare (i loro fatturati sono cresciuti mediamente del 7% negli ultimi 5 anni – una percentuale in linea con la crescita delle realtà distributive di grandi dimensioni). Infatti, anche le PMI che offrono servizi a supporto all’interno di questo macro-settore rappresentano una componente fondamentale: oltre il 65% del fatturato della filiera della logistica e più dell’83% del fatturato della rete del riciclo sono generati proprio da PMI e microimprese. La strada della digitalizzazione è quindi un percorso che può essere intrapreso con successo anche dalle realtà di minori dimensioni e, dall’esperienza di Netcomm, spesso la discriminante chiave per il buon esito di un’iniziativa è legata alle competenze digitali del management e dei dipendenti aziendali.

La partecipazione al webinar è del tutto gratuita previa iscrizione a questo link.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 02 2021
Link copiato negli appunti