Amazon: piccolo, economico Kindle

Jeff Bezos annuncia al mondo il prossimo lancio di due nuove versioni del suo e-reader, una WiFi, un'altra con connettività 3G. La prima costerà 139 dollari, dieci in meno del Nook. Ridotte le dimensioni, aumentata la memoria interna

Roma – Un dispositivo per veri lettori. Ma anche un e-reader che punterà ad una fetta di mercato ancora più massiccia, grazie a prezzi più che competitivi. “La gente lo comprerà per i propri figli. E non ci sarà più bisogno di dividerselo”. Parola del CEO di Amazon Jeff Bezos, che ha recentemente annunciato il prossimo lancio di una nuova versione di Kindle.

A partire dalla fine di agosto, gli utenti di 140 nazioni del mondo potranno così toccare con mano un dispositivo significativamente modificato. Il nuovo Kindle verrà infatti distribuito in due versioni. Una prima – solo WiFi – al prezzo ribassato di 139 dollari ; una seconda – WiFi più 3G – ad un costo di 189 dollari , più abbordabile rispetto alle offerte sul mercato mesi fa.

Ma quelle relative alle dinamiche di prezzo non sono certo le uniche modifiche annunciate da Jeff Bezos. Il nuovo e-reader di casa Amazon risulta infatti del 21 per cento più piccolo rispetto al precedente, con uno schermo dal contrasto migliorato. Aumentata poi del 20 per cento la velocità del refresh rate delle pagine, anche se qualcuno ha sottolineato come l’applicazione di Kindle per iPad sia ancora più rapida nel voltar pagina.

Ma Bezos ha rifiutato qualsiasi tipo di paragone con il nuovo tablet made in Cupertino . Touch screen, colori e feature multimediali sono state volutamente lasciate alla porta dal nuovo Kindle. “Per la stragrande maggioranza dei libri, un video o un’animazione non sarà di certo utile – ha detto Bezos – Anzi, costituirebbe una distrazione più che un arricchimento. Non si migliora Hemingway aggiungendo snippet video”.

Il CEO di Amazon ha quindi allontanato qualsivoglia tentazione: il Kindle non diventerà mai un dispositivo simile ad un tablet. Il contributo dell’azienda statunitense resterà alla larga dagli schermi LCD. Tornando alle caratteristiche del nuovo e-reader, saranno disponibili due versioni in due colori, grafite e bianco . Il primo renderà il nuovo Kindle una sorta di fratellino del DX.

Ancora , la memoria interna è stata portata a 4GB, mentre la durata media della batteria sarà di un mese in assenza di connessioni in WiFi . In quest’ultimo caso, la stessa durata si ridurrebbe a circa 10 giorni. Negli Stati Uniti, il nuovo e-reader verrà commercializzato sempre in partnership con AT&T, mentre nel Regno Unito l’operatore designato è Vodafone. I prezzi d’Albione? 109 sterline solo WiFi, 149 con 3G .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giuvilas scrive:
    help
    Ragazzi mi serve un minuto del vostro tempo per questo questionario fatto con SDA Bocconi. Tratta del mondo degli smartphone. Ecco il link:http://learninglab.sdabocconi.it/surveybuilder/fill-in/b2athv6e?c=puntoinfograzie in anticipo!
  • videoservic estocazzo scrive:
    spectre--
    videoteladro
    e noi poveri videoteladri cosa facciamo nessuno ci da niente voi non ci date 3 per tenervi un film qualche ora noi chiudiamo speriamo nella spectre
  • ginevra scrive:
    FRZA SIAE NON ECCEDERE NEI PREZZI
    quanto chiedi per la tua canzone?? molto.. ma poi che truffe no you tube/ww web resta immobile
  • giuvilas scrive:
    come google
    è lo stesso problema che ha google con le sue nuove idee!ragazzi ne approfitto per lasciarvi un questionario lampo fatto in Bocconi..mi serve per la tesi e non vi occupa più di un minuto. ecco il link:http://learninglab.sdabocconi.it/surveybuilder/fill-in/b2athv6e?c=puntoinfoe grazie :)
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: come google
      - Scritto da: giuvilas
      è lo stesso problema che ha google con le sue
      nuove
      idee!

      ragazzi ne approfitto per lasciarvi un
      questionario lampo fatto in Bocconi..mi serve per
      la tesi e non vi occupa più di un minuto. ecco il
      link:

      http://learninglab.sdabocconi.it/surveybuilder/fil

      e grazie :)Fatto, solo perchè l'argomento mi interessava ;)Dopo che hai raccolto abbastanza dati, potresti renderli noti su queste pagine, visto che sono abbastanza curioso...
    • pippo75 scrive:
      Re: come google

      ragazzi ne approfitto per lasciarvi un
      questionario lampo fatto in Bocconi..mi serve per
      la tesi e non vi occupa più di un minuto. ecco il
      link:

      http://learninglab.sdabocconi.it/surveybuilder/fil

      e grazie :)Domanda: Usi uno smartphone?/Do you use a smartphone? * Risposta: NOPer cosa lo usi?/For what you use it? * Ma se non lo uso, cosa rispondo?
      • angros scrive:
        Re: come google
        E li ha messi pure come campi obbligatori...
        • MeMedesimo scrive:
          Re: come google
          - Scritto da: angros
          E li ha messi pure come campi obbligatori...Già, si vede proprio che va alla XXXXXXXX dove studia il fior fiore della gioventù italiana...
          • No signal scrive:
            Re: come google
            aqzz..un problemone...questi smartphone!Te pensa che il nostro presidente suonava le canzonette quando frequentava il fior fiore dei sobborghi parigini..azzz..alla faccia..comunque non sono io che deve e puo dare giudizi.salut
        • Internetcrazia scrive:
          Re: come google
          - Scritto da: angros
          E li ha messi pure come campi obbligatori...ho dovuto mettere che lo uso anche se non lo uso.. LoL
  • Lucciano Pih scrive:
    e la SCF?
    Youtube... poveri illusi!Credono di essersi messi a posto con un misero accordo con la SIAE, poveretti.Adesso si farà avanti pure la temutissima SCF, mica starà alla finestra, rosicando per i soldini che incassa la SIAE!Anche gli esecutori, produttori e compagnia briscola (diritti connessi) busseranno alla porta di YouTube e presenteranno il conto, ovviamente salatissimo.
    • braccinocor to scrive:
      Re: e la SCF?
      i produttori stanno già monetizzando.se guardi i canali dei 'partner' trovi delle etichette/artisti e su quei canali avviene già la monetizzazione. Sono quei diritti di cui parlano dicendo :"Al contrario, gli autori o i titolari dei diritti connessi potranno scegliere se lasciarlo sul Tubo, incentivati però dalla possibilità di monetizzare le opere in questo modo divulgate.Tutte le altre fattispecie (a chi spetta chiederne eventualmente la rimozione, quali contenuti costituiscono una violazione del copyright o semplicemente un ri-uso legittimo ecc.) non dovrebbero riguardare il nuovo accordo. "
      • ruled scrive:
        Re: e la SCF?
        proprio non sai leggere. E' già scritto nell'articolo che le major prendevano già i soldi...quanto sei ignorante
  • il polemico scrive:
    il 34% di chi?
    il 34% degli italiani?il 34% di quelli che hanno una connessione, della popolazione, degli aventi diritto al voto, degli anziani?ma che dati sono?
    • ThEnOra scrive:
      Re: il 34% di chi?
      - Scritto da: il polemico
      il 34% degli italiani?
      il 34% di quelli che hanno una connessione, della
      popolazione, degli aventi diritto al voto, degli
      anziani?

      ma che dati sono?Beh, solitamente quando si dice il "34% degli italiani" significa l'intera popolazione del bel paese e non si fanno distiguo tra chi ha la connessione, chi il diritto al voto, ecc...Come quando al TG senti parlare di "1 italiano su 2 ha l'iPhone" :DA parte gli scherzi, il dubbio che sollevi è sicuramente valido visto che effettivamente per accedere a YT devi avere una connessione ecc... ma per questo tipo di macro-studi non è necessario, o meglio, probabilmente hanno un breakdown che prende in considerazione le fasce d'età, sesso, ma volendo fare una discorso generale e rappresentativo di un trend, il dato viene semplificato in quei termini.
      • Invasore scrive:
        Re: il 34% di chi?
        - Scritto da: ThEnOra
        - Scritto da: il polemico

        il 34% degli italiani?

        il 34% di quelli che hanno una connessione,
        della

        popolazione, degli aventi diritto al voto, degli

        anziani?



        ma che dati sono?

        Beh, solitamente quando si dice il "34% degli
        italiani" significa l'intera popolazione del bel
        paese e non si fanno distiguo tra chi ha la
        connessione, chi il diritto al voto,
        ecc...
        Come quando al TG senti parlare di "1 italiano su
        2 ha l'iPhone"
        :D

        A parte gli scherzi, il dubbio che sollevi è
        sicuramente valido visto che effettivamente per
        accedere a YT devi avere una connessione ecc...
        ma per questo tipo di macro-studi non è
        necessario, o meglio, probabilmente hanno un
        breakdown che prende in considerazione le fasce
        d'età, sesso, ma volendo fare una discorso
        generale e rappresentativo di un trend, il dato
        viene semplificato in quei
        termini.Tutto giusto tranne l'ultima frase che va cambiata in "il dato viene manipolato in questi termini"
  • oh sveglia scrive:
    googlEVIL
    google + SIAE = un bell'accordo per fare entrambi ancora più soldi alle spalle della gente del gregge dei consumatori c'è percaso ancora qualcuno che crede che google sia tra i "buoni"?
    • Mettiuz scrive:
      Re: googlEVIL
      Non capisco perché farebbero soldi alle spalle della gente, non ti chiedono mica di pagare per youtube. Offrono un servizio (peraltro ottimo) e sono liberi di monetizzarlo nel modo che ritengono più opportuno e per ora lo stanno facendo nel miglior modo possibile proprio per la gente.
      • oh sveglia scrive:
        Re: googlEVIL
        - Scritto da: Mettiuz
        Non capisco perché farebbero soldi alle spalle
        della gente, non ti chiedono mica di pagare per
        youtube. Offrono un servizio (peraltro ottimo) e
        sono liberi di monetizzarlo nel modo che
        ritengono più opportuno e per ora lo stanno
        facendo nel miglior modo possibile proprio per la
        gente.si certo... adesso g è pure un ente benefico...a consapevolezza stai a zero
        • Mettiuz scrive:
          Re: googlEVIL
          Indicami di preciso dove ho detto che è un ente benefico (quindi senza scopo di lucro).Ah no...scusa! Non posso pretendere un discorso sensato da uno che da certe risposte, colpa mia.
        • RedBeard scrive:
          Re: googlEVIL
          lol......"google è un ente benefico" è tanto vero quanto "google è un ente malefico".....questione di punto di vista, distorti ma pur sempre punti di vista entrambi no? condividere tutte le scelte come positive o negative in gran parte è pensionare il pensiero critico in cambio di un automatismo.anche per quanto riguarda la siae alla fine è applicabile questo stesso principio, e per quanto sia, almeno dal mio punto di vista, largamente negativa a fronte di poche nicchie positive(che in effetti bisogna cercare con il lanternino), non possiamo scordare che è (l'unica..... -_- ) soluzione, in gran parte sbagliata, però a problemi concreti, in italia. negare la relatività dei punti di vista può essere utile a sentirsi degli eroici detentori di una verità assoluta(scordandosi che è solo la propria verità), ma in 2 soldi si stà spammando la propria opinione senza volontà di dialogo. e quando l'affermazione dell'opinione è sparata così, senza nulla a supportarla, come se fosse sufficiente da sola a giustificare sè stessa, bonus combo x1000.
    • Guybrush scrive:
      Re: googlEVIL
      - Scritto da: oh sveglia
      google + SIAE = un bell'accordo per fare entrambi
      ancora più soldi alle spalle della
      gente del gregge dei consumatori


      c'è percaso ancora qualcuno che crede che google
      sia tra i
      "buoni"?in che modo Google fara' piu' soldi se ne deve dare un bel po' alle varie collec society?Che poi a pagare sia google non so, non mi pare un grosso affare per SIAE e potrebbe rivelarsi un bel cetriolo per big G.Potrebbe pero' (se il lavoro di fingerprint è accurato) crearsi una nuova opportunita' di business se Big G si mettesse a raccogliere lei stessa i diritti al posto della SIAE... te lo immagini lo scorno? Gli autori che incassano tramite il motore di ricerca invece che depositando le opere presso la SIAE?Secondo te in quanto tempo chiudono?GT
  • fox82i scrive:
    A quelli della SIAE
    Bravi!State iniziando a fare qualche cosa di buono.Ora sarebbe il caso di eliminare i balzelli su dispositivi di memorizzazione di massa!
    • Thepassenge r scrive:
      Re: A quelli della SIAE
      Non lo faranno finchè ci sono i fessi che comprano nei negozi anzichè su internet. Anche se il guadagno è minimo è comunque un guadagno che è meglio di zero. Italia popolo bue, la storia è vecchia ormai, di che ti meravigli? :)- Scritto da: fox82i
      Bravi!
      State iniziando a fare qualche cosa di buono.
      Ora sarebbe il caso di eliminare i balzelli su
      dispositivi di memorizzazione di
      massa!
      • Sgabbio scrive:
        Re: A quelli della SIAE
        Non tutti conoscono quei siti però...
        • Jacopo Monegato scrive:
          Re: A quelli della SIAE
          vinile

          audiocassetta

          cdrom 24bit

          cdrom masterizzato

          file wave

          mp3 vbr 320kbps (consiglio chiudete gli occhi e ascoltate il rumore di fondo.. si passa da rumore analogico dato dallo scorrimento su una superfice che mette i brividi di piacere a silenzio a rumore elettrico che da fastidio). io compro cd e vinili per un motivo, ma vado sull'usato per un altro motivo ;)
          • Skywalker scrive:
            Re: A quelli della SIAE
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            vinile

            audiocassetta

            cdrom 24bit

            cdrom
            masterizzato

            file wave

            mp3 vbr 320kbps
            (consiglio chiudete gli occhi e ascoltate il
            rumore di fondo.. si passa da rumore analogico
            dato dallo scorrimento su una superfice che mette
            i brividi di piacere a silenzio a rumore
            elettrico che da fastidio).vinile: ai bei vecchi tempi non era solo "rumore analogico dato dallo scorrimento su una superficie". Gli schioppettii erano scariche di elettricità statica -
            perdita completa del segnale.cdrom 24bit/file wave 24 bit -
            silenzio.Se ti piace il rumore prodotto da un giradischi, ci sono centinaia di programmi che ti permetto di aggiungerlo ad file wave in fase di riproduzione. E se non sai che è un file wave, non sarai in grado di sentire la differenza.Perché il problema è che un giradischi, una audiocassetta, un DVD-audio, un CD Audio o un file wave hanno tutti in comune un elemento: le CASSE ACUSTICHE. Ed il grosso del "rumore" e della "distorsione", per questioni meramente fisiche, si concentra li.Che poi a te SOGGETTIVAMENTE piaccia di più un tipo di rumore rispetto ad una altro, DE GUSTIBUS NON DISPUTANDUM EST. Ma il prosciutto con la muffa, anche se la muffa gli aggiunge quel gusto che manda alcuni in visibilio, resta comunque un prosciutto sano degradato da una muffa. Dal prosciutto sano posso ottenere quello con la muffa. Da quello con la muffa non riottengo più quello sano. Perciò un suono con poca distorsione è comunque "meglio" di un suono con tanta distorsione che però soggettivamente ci piace. Poi c'è la nicchia di mercato del prosciutto ammuffito, e c'è anche la nicchia di mercato del vinile. A me il primo piace, al secondo preferisco un CD Audio. A te magari l'inverso. Nema problema.
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: A quelli della SIAE
            la questione in effetti non era tanto su che è meglio ma sul fatto che i supporti fisici sono per certi versi migliori del digital download :) per quanto buono possa essere un formato lossless.. in effetti in che formato vengono distribuiti i contenuti in DD?
  • Clistene scrive:
    E ora
    E ora che avete scoperto come guadagnare, togliete le accise da tutti i supporti di memorizzarione !
    • francososo scrive:
      Re: E ora
      Ma secondo te lo fanno ? :D
    • Thepassenge r scrive:
      Re: E ora
      Poù soldi possono rubare agli italiani poù andranno avanti, dubito toglieranno quello stupido balzello. Compra su internet.- Scritto da: Clistene
      E ora che avete scoperto come guadagnare,
      togliete le accise da tutti i supporti di
      memorizzarione
      !
    • La SIAE scrive:
      Re: E ora
      - Scritto da: Clistene
      E ora che avete scoperto come guadagnare,
      togliete le accise da tutti i supporti di
      memorizzarione
      !Altrimenti? :@
      • angros scrive:
        Re: E ora
        altrimenti vi faremo patire la fame e la sete, a voi, ai vostri figli, e ai figli dei vostri figli.
      • PatentTroll scrive:
        Re: E ora
        - Scritto da: La SIAE
        - Scritto da: Clistene

        E ora che avete scoperto come guadagnare,

        togliete le accise da tutti i supporti di

        memorizzarione

        !

        Altrimenti? :@D.O.S.
        • La SIAE scrive:
          Re: E ora
          - Scritto da: PatentTroll
          - Scritto da: La SIAE

          - Scritto da: Clistene


          E ora che avete scoperto come guadagnare,


          togliete le accise da tutti i supporti di


          memorizzarione


          !



          Altrimenti? :@

          D.O.S.Ma non farci ridere. Da noi ci sono hacker che farebbero impallidire Aranzulla...Parola di SIAE
Chiudi i commenti