Amazon promette: mai più 1984

Una sentenza dà ragione al ragazzino a cui era stata cancellata la copia del libro di Orwell dal Kindle. L'azienda statunitense dovrà pagare 150mila dollari. E impegnarsi a non rifarlo
Una sentenza dà ragione al ragazzino a cui era stata cancellata la copia del libro di Orwell dal Kindle. L'azienda statunitense dovrà pagare 150mila dollari. E impegnarsi a non rifarlo

Dopo le lamentele degli utenti, le scuse e la restituzione del testo di Orwell, Amazon dovà sborsare 150mila dollari per riparare il danno.

Si tratta di un risarcimento che l’azienda dovrà pagare a Justin D. Gawronski, diciassettene del Michigan che aveva denunciato i produttori di Kindle per aver rimosso dal reader la copia del libro 1984 di George Orwell e, al momento stesso, tutte le le riflessioni che il ragazzo aveva annotato.

A deciderlo è stata la corte federale di Seattle, dando ragione a Gawronski. Il teenager si era lamentato di non essere stato avvisato in anticipo da Amazon e così, a conclusione della vicenda legale, l’azienda ha acconsentito al pagamento di 150mila dollari .

Kamber Edelson , studio legale che incasserà la somma, si è impegnato formalmente a destinare i 150mila dollari in beneficienza, per sostenere associazioni che promuovono l’educazione e la cultura di bambini e adolescenti.

L’accordo tra le parti contiene, inoltre, una disposizione importante che potrebbe tutelare i possessori di lettori Kindle da simili avvenimenti. Amazon, è scritto nel documento , si impegna in futuro a non cancellare o modificare alcun testo dai dispositivi a meno che l’utente non acconsenta o non ci sia una sentenza che imponga tali modifiche o rimozioni.

Federica Ricca

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 10 2009
Link copiato negli appunti