AMD lancia un Phenom per l'overclocking

Per rimpinguare la propria offerta natalizia e accendere l'interesse degli smanettoni verso i suoi chip di nuova generazione, AMD ha introdotto un Phenom quad-core liberamente overclockabile

Sunnyvale (USA) – Pasta termica, megadissipatore in rame, alimentatore da attacco e via, si parte. Anche per Natale i maniaci dell’overclocking fedeli a mamma AMD non rischiano di annoiarsi, a patto di riservare un po’ del proprio budget natalizio (chi ce l’ha!) all’acquisto del nuovo Phenom 9600 Black Edition (BE), primo modello di Phenom pensato per l’overclocking.

La nuova CPU quad-core ha le stesse caratteristiche tecniche del modello 9600 standard lanciato lo scorso mese (clock di 2,3 GHz, TDP di 95 watt, 2 MB di cache L2, 2 MB di cache L3 e un bus a 3,6 GHz), ma rispetto a questo ha un moltiplicatore di frequenza sbloccato verso l’alto : ciò consente agli smanettoni di incrementarne sensibilmente il clock.

È noto come la garanzia dei processori non copra eventuali danni provocati dall’overclocking, un fatto che AMD ha voluto rendere ben esplicito fin dal comunicato stampa, che recita: “AMD non è responsabile per danni causati dall’overclocking (anche nel caso in cui l’overclocking sia consentito dal software OverDrive di AMD)”. Tutti avvisati, quindi.

Il Phenom 9600 BE è compatibile con i socket AM2 e AM2+ , ma sulle schede madri meno recenti potrebbe essere necessario un aggiornamento del BIOS.

Phenom 9600 Black Edition Il prezzo all’ingrosso del nuovo processore è di 283 dollari , identico al prezzo di lancio del modello standard: nel frattempo, il costo di quest’ultimo e di quello del modello 9500 è però sceso, e nei negozi americani si trovano rispettivamente a circa 180 e 220 dollari. In Italia i prezzi più bassi che si trovano sui negozi online partono da 177-186 euro per il 9500 e da 212-224 euro per il 9600 .

“Con il nuovo processore quad-core Phenom 9600 Black Edition, AMD mette a disposizione dei partner di canale una soluzione personalizzabile che consente di ampliare la gamma di proposte destinate agli appassionati di videogiochi e agli utenti finali tradizionali”, afferma il produttore in un comunicato.

Chi acquista un Phenom dev’essere però consapevole che le versioni attualmente commercializzate da AMD contengono l’ ormai noto errata relativo al TLB (Translation Lookaside Buffer), un bug che può essere risolto mediante un aggiornamento del BIOS oppure, ma solo per gli utenti Linux, con una patch del kernel. Nel primo caso TechReport afferma che le performance potrebbero ridursi fino al 20%, mentre con la seconda soluzione non vi sarebbero evidenti effetti collaterali.

AMD non manca però di ribadire che, fino ad oggi, il difetto non è mai stato osservato in scenari d’utilizzo reali , ma solo in specifici test di laboratorio: in altre parole, l’azienda sostiene che i normali utenti potrebbero usare Phenom per anni senza mai imbattersi nel problema.

A partire dai primi mesi del prossimo anno, AMD introdurrà un nuovo step dei suoi processori Phenom e Barcelona che non conterrà più l’errata.

Contestualmente al lancio del Phenom BE, AMD ha inaugurato AMD Game! Wiki , un’area dedicata agli appassionati di videogiochi che fornisce notizie, informazioni, articoli tecnici, download e servizi di social networking.

“Gli utenti finali sono invitati a confrontarsi sui trucchi, a dare suggerimenti, a effettuare il posting di contributi video, a mostrare i loro sistemi di gioco, a porre domande e rispondere a quesiti”, dice AMD.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FinalCut scrive:
    Microsoft blocca l'accesso ai vecchi doc
    Microsoft ha rilasciato un aggiornamento, circa un mese fa, per la penultima edizione della sua suite di produttività. Senza segnalare che il codice impedisce la possibilità di aprire i vecchi documenti di 24 tipi di formati. http://www.macitynet.it/macity/aA30580/index.shtmlE non solo i formati obsoleti ma sono arrivati al formato standard di Word per Mac della suite Office 2004. Quella corrente! QUESTA è la "parola" di Micro$oft :@Che schifo... immagino che se al posto dell'iPod avessimo avuto lo Zune a quest'ora gli mp3 sarebbe estinti da qualche anno :s(linux)(apple)
    • Beccamorto scrive:
      Re: Microsoft blocca l'accesso ai vecchi doc
      Ma che bravi!Ho letto l'articolo, a quanto pare, come soluzione, "casualmente" le allegre comari di Redmond suggeriscono di convertire tutti i vecchi documenti in OOXML...Ma pensano proprio di avere a che fare con dei lobotomizzati?A parte la possibilità che la cosa non riesca bene, credono che la gente non si accorga dei secondi fini?Il giornalista di Macity però, dopo aver elencato le sconcertanti giustificazioni e ancor più sconcertanti soluzioni proposte da MS, dimentica una semplice soluzione al problema: OOo.Un'altra ciambella riuscita senza buco alla MS, per citare un msg poco sopra, davvero pensavano di farla franca e intascare senza colpo ferire il frutto di questo maldestro tentativo di prendere due piccioni con una fava, rendere obsoleti i vecchi Office per spingere all'upgrade e insieme spingere OOXML nonostante le forti perplessità espresse da quasi tutto il mondo?Questi si chiamano tentativi disperati, definirli furbate sarebbe fin troppo generoso, il fronte anti-OOXML non poteva chiedere di meglio.
    • AtariLover scrive:
      Re: Microsoft blocca l'accesso ai vecchi doc
      Grazie della segnalazione ;)L'articolo viene da un sito non proprio neutrale ma in ogni caso è interessante e spero che molta gente lo legga.Spero anche che in pochissimi seguano le linee guida di MS :DSaluti!AtariLover (atari)
  • www.aleksfa lcone.org scrive:
    Petizione
    Qui: http://www.noooxml.org/petition-itSono elencati i motivi per cui il formato Office Open XML, come presentato dalla documentazione Microsoft, non dovrebbe essere approvato come standard ISO.Da sottolineare la presenza di bug nel formato stesso, la non aderenza allo standard XML, l'incompatibilità con altri standard ISO e l'assenza di una implementazione in un software (quella in Office 2007 non corrisponde alla documentazione proposta).
    • CCC scrive:
      Re: Petizione
      - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
      Qui: http://www.noooxml.org/petition-itfirmata... già da molto tempo... :-)
      Sono elencati i motivi per cui il formato Office
      Open XML, come presentato dalla documentazione
      Microsoft, non dovrebbe essere approvato come
      standard
      ISO.

      Da sottolineare la presenza di bug nel formato
      stesso, la non aderenza allo standard XML,
      l'incompatibilità con altri standard ISO e
      l'assenza di una implementazione in un software
      (quella in Office 2007 non corrisponde alla
      documentazione
      proposta).eppure se ne discute... tanta è la potenza del marketing/FUD/lobbismo di M$!!!eh... se invece impiegassero le loro risorse a fare dei buoni sw anziché pensare SOLO ai dollaroni...
  • CCC scrive:
    Liutenant... Valboni???
    Liutenant...leggendo i tuoi post e le tue affermazioni e contro-affermazioni mi è sorto un dubbio (sospetto?)...non sarà mai che dietro questo bel nick (militaresco) si celi il nostro Sig. Valboni che, sentendo le tante e sacrsosante obiezioni o meglio critiche alle sue sconcertanti affermazioni, si fa "allenare" (gratis) da noialtri a far meglio il suo lavoro di fuddista/lobbista M$???
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Liutenant... Valboni???
      Ma come sei maligno, non è Valboni. E' il nipote. Lo zietto gli ha promesso che lo nominerà nel testamento, se si comporta bene. :p
  • Categorico scrive:
    Un'altra ciambella MS...
    ...riuscita senza buco.Proprio mentre MS riceve gli ennesimi pesci in faccia riguardo al suo nuovo standard libero ma non del tutto, giunge notizia dei penosi strascichi di una delle peggio riuscite ciambelle di MS.SCO, dopo aver perso così malamente contro IBM già dalle fasi preliminari del procedimento legale fino a dover far ricorso alla gestione fallimentare (Chapter 11) ha ricevuto l'ennesimo schiaffo, l'avviso da parte del NASDAQ della sua rimozione dai listini:http://www.groklaw.net/article.php?story=20071227092646478Fortunatamente SCO ha ormai così pochi dipendenti che un'economia dinamica come quella USA potrà riassorbirli senza problemi, anche se purtroppo per loro ben difficilmente riusciranno a percepire tutti gli arretrati.Rimane solo un dubbio: Darl McBride si ritirerà in pensione godendosi i milioni di $ incassati per aver guidato così bene l'azienda :p o si cercherà un nuovo lavoro? E in tal caso, lo troverà? :o :o :o Alla Microsoft, dopo tutto quello che ha fatto per loro O), avranno forse il coraggio di sbattergli la porta in faccia??? :o :s :p :D (rotfl)
  • arturu.it scrive:
    MS Ha paura...
    Letto questo articolo è molto evidente che la MS ha una paura terribile della concorrenza. Da questo comportamento si riesce a capire che MS riconosce - anche se non lo dice o dice il contrario - alla controparte di aver un codice qualitativamente equivalente se non migliore...
    • Categorico scrive:
      Re: MS Ha paura...
      - Scritto da: arturu.it
      Letto questo articolo è molto evidente che la MS
      ha una paura terribile della concorrenza. Da
      questo comportamento si riesce a capire che MS
      riconosce - anche se non lo dice o dice il
      contrario - alla controparte di aver un codice
      qualitativamente equivalente se non
      migliore...Purtroppo, però, c'è un settore in cui M$ riuscirà sempre a battere l'Open Source: ...il mobilio!!![img]http://www.steelform.com/pics/lcw_chair.jpg[/img]
  • Deckard scrive:
    Mi ha fatto piacere leggere i commenti
    Per fortuna c'e' ancora gente con la testa sulle spalle che legge "al di là" di quanto un articolo scrive, gente capace di leggere oltre le righe, di intravvedere quella che Schopenhauer chiamava "volontà" che si celava dietro il "velo di Maja" della "rappresentazione".In questo caso, tra l'altro, non era nemmeno poi tanto difficile: forse che non abbiamo già avuto in passato numerosissimi esempi di come MS tenta di sopprimere ogni forma di "pensiero alternativo"?Ma il signor Valdoni pensa davvero che noi siamo stupidi?Pensa davvero che noi non riusciamo a vedere dietro alle sue parole solamente un disperato tentativo di infondere il dubbio su chi già oggi ha deciso di scegliere un formato "libero"?"Libero" è una parola che ha sempre fatto paura a quelli di MS.Poveri loro.
  • Guido La Vespa scrive:
    Caro Valdoni....
    ... ma tu lo sai quanto costa MS Office? Lo sai, lo sai.... eccome se lo sai.... Open Office è AGGRATISE!!! Capito??? Oltre che tante altre cose...Da cittadino che cavolo me ne importa di ODF, OOXMbilL...DA cittadino che paga le tasse pretendo che la PA abbia il miglior rapporto efficienza/costi.E mi chiedo, ma cosa offre di più MS Office + OOXMbilL da giustificarne il suo acquisto????Caro Valdoni, attendo una tua risposta.E non venirmela a menare con i costi di riconversione/formazione, perché ce ne vuole meno per passare da MS Office 2000/2003 a Open Office, piuttosto che a MS Office 2007!!!Buon Natale caro Valdoni.A te e a tutta l'azienda.....
  • Mentalino scrive:
    FORZA NORVEGIA - è ufficiale
    http://www.theinquirer.net/gb/inquirer/news/2007/12/20/norway-mandates-government-odf=== QUOTE =============================="This is the decision of the government:"* HTML should be the primary format for publication of public information on the Internet."* PDF (1.4 or newer, or PDF/A - ISO 19005-1) is compulsory when you wish to preserve the original layout of a document."* ODF (ISO/IEC 26300) must be used when publishing documents that are meant to be changed after downloading, eg. forms that are to be filled in by the user."- Norway's Ministry of Government Administration and Reform"========================================
    • Mentalino scrive:
      Re: FORZA NORVEGIA - è ufficiale
      BUONA NATALE M$(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • CCC scrive:
      Re: FORZA NORVEGIA - è ufficiale
      - Scritto da: Mentalino
      http://www.theinquirer.net/gb/inquirer/news/2007/1

      === QUOTE ==============================
      "This is the decision of the government:

      "* HTML should be the primary format for
      publication of public information on the
      Internet.

      "* PDF (1.4 or newer, or PDF/A - ISO 19005-1) is
      compulsory when you wish to preserve the original
      layout of a
      document.

      "* ODF (ISO/IEC 26300) must be used when
      publishing documents that are meant to be changed
      after downloading, eg. forms that are to be
      filled in by the
      user.

      "- Norway's Ministry of Government Administration
      and
      Reform"
      ========================================Eccolo! Un regalo decente per le feste!!!AuguriW Norway
    • Categorico scrive:
      Re: FORZA NORVEGIA - è ufficiale
      Ma perché mai MS dovrebbe dispiacersi, è uno standard aperto, può implementarlo a suo piacere senza chiedere il permesso a nessuno e tutti, anche con altri OS e SW, potranno aprire i documenti creati col SW MS senza problemi. O)
      • Giocatore110 scrive:
        Re: FORZA NORVEGIA - è ufficiale
        Tieni conto che se non si è di parte non si capisce se il tuo discorso sia riferito a ODF o a OOXML. :D
        • Categorico scrive:
          Re: FORZA NORVEGIA - è ufficiale
          - Scritto da: Giocatore110
          Tieni conto che se non si è di parte non si
          capisce se il tuo discorso sia riferito a ODF o a
          OOXML.
          :D O)
  • Lillo scrive:
    Oracolo
    Quell'uomo è un "oracolo"...Io dico che sa già qualcosa sulla futura approvazione del loro OXML.Di quanti $$$ M$ sta andando a mettere nelle tasche di chi lo deve approvare. Ed invita ad attendere ad adottare il formato concorrente per paura che poi ci siano una quantità di documenti ormai in quel formato da non giustificare un ritorno ad un altro formato.Se non altro questo dimostra come M$ sia con la strizza al cu%o per il suo formato... Nella prossima tornata l'ISO potrebbe ancora non approvargli il formato, e ad ogni tornata in cui non glielo approvano, M$ perde denaro e vede minacciato il futuro del suo cavallo di battaglia Office.L'Italia non è cauta, semplicemente non è avanti nell'adozione perché è ignorante. E perché molti suoi software e documenti sono in formato proprietario (di solito doc).È triste in Italia vedere aziende di informatica che ti chiedono ancora il curriculum in formato doc.
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Oracolo
      - Scritto da: Lillo
      Quell'uomo è un "oracolo"...

      Io dico che sa già qualcosa sulla futura
      approvazione del loro
      OXML.

      Di quanti $$$ M$ sta andando a mettere nelle
      tasche di chi lo deve approvare. Ed invita ad
      attendere ad adottare il formato concorrente per
      paura che poi ci siano una quantità di documenti
      ormai in quel formato da non giustificare un
      ritorno ad un altro
      formato.Niente di nuovo sotto il sole, però si spera che gli organismi nazionali di standardizzazione abbiano ancora un po' di dignità e buon senso

      Se non altro questo dimostra come M$ sia con la
      strizza al cu%o per il suo formato... Nella
      prossima tornata l'ISO potrebbe ancora non
      approvargli il formato, e ad ogni tornata in cui
      non glielo approvano, M$ perde denaro e vede
      minacciato il futuro del suo cavallo di battaglia
      Office.La paura che hanno di OOo è palpabile, i ballmer boyz partono in automatico con la tiritera delle macro, delle grandi strutture informatiche ormai legate ad Office e che sarebbe troppo costoso convertire anche quando c'entrano come i cavoli a merenda, anche se l'interlocutore sta cercando disperatamente di far capire loro che non è in quella situazione, che non ha una grande base installata da migrare, non usa complicate macro e soprattutto usa solo una piccola parte delle feature di OOo, per cui sia Office che OOo eccedono largamente le sue esigenze e quindi non ha nessun motivo per accollarsi un esborso supplementare per Office... e un utente del genere corrisponde praticamente alla quasi totalità degli utenti Home e SOHO, anche se spesso per mancanza di informazioni sulle alternative non ne se ne rendono conto.Una delle cose di cui MS ha paura, infatti, è l'effetto valanga, cioè che la base di utenza di OOo cresca ad un livello tale che l'effetto passaparola inizi ad amplificarsi.

      L'Italia non è cauta, semplicemente non è avanti
      nell'adozione perché è ignorante. E perché molti
      suoi software e documenti sono in formato
      proprietario (di solito
      doc).

      È triste in Italia vedere aziende di informatica
      che ti chiedono ancora il curriculum in formato
      doc.Anche in questo caso ci si chiede come fa l'informatico medio italiano a farsi intortare con contratti miserabili da gente così ignorante, quando potrebbe sfruttare le sue conoscenze per imporsi come uno sciamano farebbe su una tribù di primitivi.
      • www.aleksfa lcone.org scrive:
        Re: Oracolo
        - Scritto da: Bastard Inside
        - Scritto da: Lillo

        È triste in Italia vedere aziende di informatica

        che ti chiedono ancora il curriculum in formato

        doc.

        Anche in questo caso ci si chiede come fa
        l'informatico medio italiano a farsi intortare
        con contratti miserabili da gente così ignorante,
        quando potrebbe sfruttare le sue conoscenze per
        imporsi come uno sciamano farebbe su una tribù di
        primitivi.Rispondo da informatico (forse) medio che sì, i contratti sono spesso miserabili, e non parlo solo di cifra. Ma altrettanto spesso sono gli unici contratti che ci si vede proporre. Le assunzioni, poi, hanno la stessa consistenza delle visioni mistiche.In tutto questo, qualcosa si riesce a combinare comunque, anche in Italia. Magari rispedendo al mittente un file .doc chiedendo che sia convertito in un formato standard (odf o pdf).
    • Geremia Ballmer scrive:
      Re: Oracolo
      - Scritto da: Lillo
      Quell'uomo è un "oracolo"...
      Puoi dirlo forte!!! 231 «Guai ai pastori che fanno perire e disperdono il gregge del mio pascolo». Oracolo del Signore. 2 Perciò dice il Signore, Dio di Israele, contro i pastori che devono pascere il mio popolo: «Voi avete disperso le mie pecore, le avete scacciate e non ve ne siete preoccupati; ecco io mi occuperò di voi e della malvagità delle vostre azioni. Oracolo del Signore. 3 Radunerò io stesso il resto delle mie pecore da tutte le regioni dove le ho lasciate scacciare e le farò tornare ai loro pascoli; saranno feconde e si moltiplicheranno. 4 Costituirò sopra di esse pastori che le faranno pascolare, così che non dovranno più temere né sgomentarsi; di esse non ne mancherà neppure una». Oracolo del Signore. [...]...e questa è per Stallman e i suoi empi sodali: 9 Contro i profeti.Mi si spezza il cuore nel petto,tremano tutte le mie membra,sono come un ubriacoe come chi è inebetito dal vino,a causa del Signore e a causa delle sue sante parole.10 «Poiché il paese è pieno di adùlteri;a causa della maledizione tutto il paese è in lutto,si sono inariditi i pascoli della steppa.Il loro fine è il malee la loro forza è l'ingiustizia.11 Perfino il profeta, perfino il sacerdote sono empi,perfino nella mia casa ho trovato la loro malvagità. Oracolo del Signore. 12 Perciò la loro strada sarà per essicome sentiero sdrucciolevole,saranno sospinti nelle tenebre e cadranno in esse,poiché io manderò su di essi la sventura,nell'anno del loro castigo. Oracolo del Signore.
  • Hovercraft scrive:
    EH?!?
    "Il desiderio di standardizzazione a tutti i costi ha un rischio: quando parliamo di standard XML parliamo di un ambito di standardizzazione nuovo, con le conseguenti problematiche della novità."XML Nuovo? Ah beh allora state alla larga da .NET che e' uscito anni dopo e che ha "conseguenti problematiche della novità".E non parliamo di Vista (uno dei pochi per il quale il discorso nuovo =
    problematico è valido)"Il rischio che vedo io è che, se si sceglie ora, subito, qualunque dei due, si rischi poi in un tempo abbastanza breve di dover affrontare una successiva migrazione e rielaborazione di quanto sviluppato".Bravo! E così le organizzazioni dovrebbero aspettare che finisca la format war perché se no forse gli tocca migrare per ragioni non meglio specificate?Non so voi, io preferisco standardizzare e migrare partendo da 700 pagine di specifiche di un consorzio piuttosto che da 3000, scritte a cane via di una ditta che coll'incompatibilità tra formati ci ha mangiato per un decennio.
    • Samuele C scrive:
      Re: EH?!?
      - Scritto da: Hovercraft
      "Il desiderio di standardizzazione a tutti i
      costi ha un rischio: quando parliamo di standard
      XML parliamo di un ambito di standardizzazione
      nuovo, con le conseguenti problematiche della
      novità."

      XML Nuovo? Ah beh allora state alla larga da .NET
      che e' uscito anni dopo e che ha "conseguenti
      problematiche della
      novità".
      E non parliamo di Vista (uno dei pochi per il
      quale il discorso nuovo =
      problematico è
      valido)

      "Il rischio che vedo io è che, se si sceglie ora,
      subito, qualunque dei due, si rischi poi in un
      tempo abbastanza breve di dover affrontare una
      successiva migrazione e rielaborazione di quanto
      sviluppato".

      Bravo! E così le organizzazioni dovrebbero
      aspettare che finisca la format war perché se no
      forse gli tocca migrare per ragioni non meglio
      specificate?

      Non so voi, io preferisco standardizzare e
      migrare partendo da 700 pagine di specifiche di
      un consorzio piuttosto che da 3000, scritte a
      cane via di una ditta che coll'incompatibilità
      tra formati ci ha mangiato per un
      decennio.
  • ugo scrive:
    Usare entrambi?
    Ridicolo. Per usare odf basta scaricare un softwre gratuito. Per usare xml bisogna comprare licenze di office2007. Nessuna pa ha interesse a spendere per qualcosa senza valore aggiunto.
    • pino scrive:
      Re: Usare entrambi?
      - Scritto da: ugo
      Ridicolo. Per usare odf basta scaricare un
      softwre gratuito. È proprio questo il problema. Un solo software, pieno di bug (questi per esempio sono i bug accertati del solo writer e che non gestisce nemmeno al 100% ODF.
      • krane scrive:
        Re: Usare entrambi?
        - Scritto da: pino
        - Scritto da: ugo

        Ridicolo. Per usare odf basta scaricare un

        softwre gratuito.
        È proprio questo il problema. Un solo software,
        pieno di bug (questi per esempio sono i bug
        accertati del solo writer
        e che non gestisce nemmeno al 100% ODF.Come un solo software ???A parte OpenOffice, StarOffice, Koffice e diversi altri puoi usare anche il plughin per Office...Che problema hai ???
        • Nello Gala scrive:
          Re: Usare entrambi?
          E' un ms boys, qualcosa doveva scrivere, no???
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            E' un ms boys, qualcosa doveva scrivere, no???Ma quale ms boys, dico solo le cose come stanno. Inutile nascondersi dietro al dito o alla polemica, quello che manca a ODF è un programma (una suite, poco cambia) con cui poterlo usare. E intanto Oasis molla ODF a favore di CDF. Lo sapevate vero che Oasis non supporta più ODF? no, immagino di no. Informatevi allora...
          • Giambo scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            polemica, quello che manca a ODF è un programma
            (una suite, poco cambia) con cui poterlo usare.La suite OpenOffice / StarOffice non vanno bene ?Come ti hanno fatto notare, in qualche maniera pure MSOffice supporta ODF.E non sono gli unici a supportare ODF, ci sono diversi altri software per tutti i gusti :) !
            E intanto Oasis molla ODF a favore di CDF.No, leggi meglio, e' la OpenDocumentFoundation.Che tra l'altro non esiste nenache piu' :D !
            Lo sapevate vero che Oasis non supporta più ODF? no,
            immagino di no. Informatevi
            allora...Informati meglio te prima di postare, eviteresti figuraccie ;) !
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            La suite OpenOffice / StarOffice non vanno bene ?Queste due suite non supportano al 100% odf. Quindi, che me ne fo (se l'obiettivo è usare odf) di due suite piene di bug e che manco supportano il formato completamente? uso ms office col plugin? ma hai idea di cosa gestisce il plugin? no, penso di no, sennò non consiglieresti di usarlo(una volta c'era anche una test suite da consultare per verificare i progressi di supporto a odf, ora la odf alliance ha pensato bene di chiudere la suite...chissa come mai). Comunque trovi un po' di commenti qui http://i2lab.ucf.edu/pipermail/opendocument-sample/.
            No, leggi meglio, e' la OpenDocumentFoundation.
            Che tra l'altro non esiste nenache piu' :D !Eh quanta presunzione... la OpenDocumentFoundation era stata creata da Gary Edwards, Sam Hiser e Paul Martin per promuovere open document. Se hai seguito un po' la storia dello sviluppo di open document sai anche chi sono questi personaggi. E non si tratta affatto di sconosciuti, come si legge su qualche sito italiano, bensì dei principali sviluppatori (per Oasis) del formato e membri del Technical Committee di OASIS Open Document Format. Non so se lo sai, ma Gary Edwards è un membro fondatore dei OASIS OpenDocument Technical Committee (TC). Altro che sconosciuti.Mò se ne sono andati tutti... come mai? sarà mica che il formato ha un qualche problemino?
            Informati meglio te prima di postare, eviteresti
            figuraccie ;)Ne sei certo?
          • Giambo scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino

            La suite OpenOffice / StarOffice non vanno bene
            ?
            Queste due suite non supportano al 100% odf.Nella mia esperienza, lo supportano piu' che bene.Vuoi parlarmi della tua di esperienza ?
            Quindi, che me ne fo (se l'obiettivo è usare odf)
            di due suite piene di bug e che manco supportano
            il formato completamente?Che problemi hai avuto di preciso ?Quale formato proporresti in alternativa (Domanda trabbocchetto :)) ?

            No, leggi meglio, e' la OpenDocumentFoundation.

            Che tra l'altro non esiste nenache piu' :D !

            Eh quanta presunzione...Precisazione, non presunzione. Quel che hai detto su OASIS era palesemente errato, mi sono permesso di correggerti :)
            Mò se ne sono andati tutti... come mai? Beh, dopo essere stati ridicolizzati dalla W3C stessa per la loro dichiarazione su CDF, mi sembra il minimo ;)
            sarà mica
            che il formato ha un qualche
            problemino?Dimmelo te :)

            Informati meglio te prima di postare, eviteresti

            figuraccie ;)

            Ne sei certo?Sei ancora convinto che (Cito) "Oasis molla ODF a favore di CDF" ;) ?
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            Nella mia esperienza, lo supportano piu' che bene.Lo supportano circa al 70%. Verifica da solo, trovi tutto quello che serve qui: http://opendocumentfellowship.com/applicationsIl "perfect support" non ce l'ha nessuno, e quella che era la ODF Test suite è stata chiusa (http://develop.opendocumentfellowship.org/testsuite)
            Quale formato proporresti in alternativa (Domanda
            trabbocchetto :))Nessun formato in alternativa, più che trabocchetto mi sembra una domanda sciocca. In alternativa mi piacerebbe un formato che posso utilizzare al 100%.
            Precisazione, non presunzione. Quel che hai detto
            su OASIS era palesemente errato, mi sono permesso
            di correggertiBè non direi, se ne sono andati da Oasis e dal gruppo OpenDocument: Gary Edwards, founding member of the OASIS OpenDocument Technical Committee (TC), representing the OpenOffice.org community http://madpenguin.org/cms/html/62/5304.htmlSam Hiser, responsabile marketing di OpenOffice.org e portavoce della ODF Alliance http://www.plio.it/comunicati/avvenimenti3.htmlPaul Martin, più noto forse come Marbux, un avvocato...(è una battuta)http://www.groklaw.net/users.php?mode=profile&uid=6056Poi Oasis certamente avrà trovato qualcuno per parare la botta, ma certo qualche dubbio resta...
          • krane scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino

            Nella mia esperienza, lo supportano piu' che

            bene.
            Lo supportano circa al 70%. Verifica da solo,
            trovi tutto quello che serve qui:
            http://opendocumentfellowship.com/applications
            Il "perfect support" non ce l'ha nessuno, e
            quella che era la ODF Test suite è stata chiusa
            (http://develop.opendocumentfellowship.org/testsui

            Quale formato proporresti in alternativa

            (Domanda trabbocchetto :))
            Nessun formato in alternativa, più che
            trabocchetto mi sembra una domanda sciocca. In
            alternativa mi piacerebbe un formato che posso
            utilizzare al 100%.Wow... Io invece vorrei un'auto che non consuma e non inquina e una settimana lavorativa di tutte domeniche !

            Precisazione, non presunzione. Quel che hai
            detto

            su OASIS era palesemente errato, mi sono

            permesso di correggerti
            Bè non direi, se ne sono andati da Oasis e dal
            gruppo OpenDocument: Gary Edwards, founding
            member of the OASIS OpenDocument Technical
            Committee (TC), representing the OpenOffice.org
            community

            http://madpenguin.org/cms/html/62/5304.html

            Sam Hiser, responsabile marketing di
            OpenOffice.org e portavoce della ODF Alliance

            http://www.plio.it/comunicati/avvenimenti3.html

            Paul Martin, più noto forse come Marbux, un
            avvocato...(è una
            battuta)
            http://www.groklaw.net/users.php?mode=profile&uid=

            Poi Oasis certamente avrà trovato qualcuno per
            parare la botta, ma certo qualche dubbio
            resta...
          • Giambo scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino

            Nella mia esperienza, lo supportano piu' che
            bene.

            Lo supportano circa al 70%."Supportavano" direi.OpenOffice, per esempio, la versione testata e' la 2.0. Ora siamo alla 2.3.1Per il test di KOffice hanno usato la 1.5, mentre ora siamo alla 1.6.3 (O 2.0-alpha-4)Insomma, un test piuttosto vecchiotto, mi piacerebbe vedere dei risultati un pochino piu' recenti ;)Ripeto: Nella mia esperienza, non ho mai avuto nessun problema.Te l'ho gia' chiesto ma non hai risposto: Tu quali problemi hai riscontrato ?

            Quale formato proporresti in alternativa
            (Domanda

            trabbocchetto :))
            Nessun formato in alternativa,OK, perfetto ;)

            Precisazione, non presunzione. Quel che hai
            detto

            su OASIS era palesemente errato, mi sono
            permesso

            di correggerti

            Bè non direi,E invece si: "E intanto Oasis molla ODF a favore di CDF" e' una vaccata, smettila di arrampicarsi sugli specchi ;)
            se ne sono andati da Oasis e dal
            gruppo OpenDocument: Gary Edwards,Quelle sono persone, non sono OASIS. Quando Enzo Ferrari e' morto, hanno smesso di produrre automobili ;) ?
            Poi Oasis certamente avrà trovato qualcuno per
            parare la botta, ma certo qualche dubbio
            resta...Il mondo del lavoro e' fatto cosi', gente che va, gente che viene. Se poi le persone se ne vanno sbattendo la porta, le loro dichiarazioni future sono da prendere con le molle ;)
          • Deckard scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Caro Giambo, hai sostanzialmente ragione in tutte le tue affermazioni.In pratica c'e' chi fa della critica (Pino) che potrebbero anche essere interessanti, ma sono critiche essenzialmente distruttive, non costruttive.La sua critica sarebbe stata costruttiva se, ad esempio, avesse risposto alla tua domanda che faceva pressapoco così: "ma allora, quale standard proporresti?".
          • AtariLover scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Ehm... Nella lista ci sono tutti i BUG RISOLTI.A quali bug ti riferivi di aperti?Leggere prima di postare...Inoltre molti hanno come tipo Defect e come componente la UI...
          • decadence scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino

            Ma quale ms boys, dico solo le cose come stanno.e allora perchè rispondi solo flammmando o postando cose che non hai nemmeno letto? (vedi lista bug, sì, bug risolti!)e perchè non rispondi anche alle altre discussioni?forse perchè non c'è nulla da ribattere
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            lista bug, sì, bug
            risolti!)hai ragione, ho incollato la query sbagliata, quelli sono circa 100 defect risolti... questi invece sono 2.523 started... http://qa.openoffice.org/issues/buglist.cgi?Submit+query=Submit+query&issue_type=DEFECT&issue_status=STARTED&email1=&emailtype1=exact&emailassigned_to1=1&email2=&emailtype2=exact&emailreporter2=1&issueidtype=include&issue_id=&changedin=&votes=&chfieldfrom=&chfieldto=&chfieldvalue=&short_desc=&short_desc_type=allwords&long_desc=&long_desc_type=allwords&issue_file_loc=&issue_file_loc_type=fulltext&status_whiteboard=&status_whiteboard_type=fulltext&keywords=&keywords_type=anytokens&field0-0-0=noop&type0-0-0=noop&value0-0-0=&cmdtype=doit&order=%27%27Il risultato di una query più estesa non viene nemmeno visualizzato, son troppi...
            e perchè non rispondi anche alle altre
            discussioni?quali altre discussioni?
          • krane scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino

            lista bug, sì, bug

            risolti!)
            hai ragione, ho incollato la query sbagliata,
            quelli sono circa 100 defect risolti... questi
            invece sono 2.523 started...
            http://qa.openoffice.org/issues/buglist.cgi?Submit
            Il risultato di una query più estesa non viene
            nemmeno visualizzato, son
            troppi...A me la visualizza... Non e' che usi Explorer ?(rotfl)
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            http://qa.openoffice.org/issues/buglist.cgi?Submit
            A me la visualizza... Non e' che usi Explorer ?
            (rotfl)che pazienza che ci vuole... citrullo, ho scritto chiaramente una query più estesa... come facevo a leggere il risultato se non caricavo la query? prova questa, col browser che vuoi:http://qa.openoffice.org/issues/buglist.cgi?Submit+query=Submit+query&issue_type=DEFECT&issue_type=ENHANCEMENT&issue_type=FEATURE&issue_type=PATCH&issue_status=UNCONFIRMED&issue_status=NEW&issue_status=STARTED&issue_status=REOPENED&issue_status=RESOLVED&email1=&emailtype1=exact&emailassigned_to1=1&email2=&emailtype2=exact&emailreporter2=1&issueidtype=include&issue_id=&changedin=&votes=&chfieldfrom=&chfieldto=&chfieldvalue=&short_desc=&short_desc_type=allwords&long_desc=&long_desc_type=allwords&issue_file_loc=&issue_file_loc_type=fulltext&status_whiteboard=&status_whiteboard_type=fulltext&keywords=&keywords_type=anytokens&field0-0-0=noop&type0-0-0=noop&value0-0-0=&cmdtype=doit&order=Reuse+same+sort+as+last+timeperché farsi del male? userai mica safari... :-)
          • decadence scrive:
            Re: Usare entrambi?
            trattasi perlopiù di bug sull'interfaccia o su funzioni marginali...di certo nulla di paragonabile al bug 1900 di MS Office
          • krane scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            http://qa.openoffice.org/issues/buglist.cgi?Submit

            A me la visualizza... Non e' che usi Explorer ?

            (rotfl)
            che pazienza che ci vuole... citrullo, Non ti ha insegnato la mamma a non dare del tuo agli altri ?
            ho scritto chiaramente una query più estesa... come
            facevo a leggere il risultato se non caricavo la query ?Sono cose che capitano quando non ci si sa spiegare in italiano...
            prova questa, col browser che vuoi:
            http://qa.openoffice.org/issues/buglist.cgi?Submit
            perché farsi del male? userai mica safari... :-)No.
          • Deckard scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Pino, scusami, ma è cosa nota che il software perfetto non esiste: i bug ci sono "sempre", semmai si parla di bug "gravi", di bug "gravissimi", di bug "poco gravi", di bug "per nulla gravi".Tu critichi i bug di OpenOffice; bene, è un software come gli altri, quindi è normale. Anche StarOffice ha bug, anche MS Office ha bug. E allora?Il punto della faccenda è questo: OpenOffice lo scarico gratuitamente e i bug sono corretti gratuitamente.Office lo pago fior fior di soldini (tu l'hai comprato?), ma è buggato tanto quanto (se non di più!) dei software free oppure di software opensource.Permettimi di dirti che dei bug su un prodotto pagato sono più gravi si un bug su un prodotto libero.Inoltre, scusami, ma i bug dei software poco contano con il discorso di standardizzazione del formato dei documenti.
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            Pino, scusami, ma è cosa nota che il software
            perfetto non esiste: i bug ci sono "sempre",
            semmai si parla di bug "gravi", di bug
            "gravissimi", di bug "poco gravi", di bug "per
            nulla
            gravi".Proprio non ce la fai a capire... i problemi sono due: la enorme quantità di bug di tutti i tipi e categoria che ha OpenOffice e la mancanza assoluta di un editor in grado di gestirlo per OpenDocument. Fa acqua da tutte le parti questa barca. A me dei principi non frega nulla, mi serve una cosa con cui lavorare, non giocare a indiani e cowboy.
          • 912123 scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino

            Pino, scusami, ma è cosa nota che il software

            perfetto non esiste: i bug ci sono "sempre",

            semmai si parla di bug "gravi", di bug

            "gravissimi", di bug "poco gravi", di bug "per

            nulla

            gravi".

            Proprio non ce la fai a capire... i problemi sono
            due: la enorme quantità di bug di tutti i tipi e
            categoria che ha OpenOffice e la mancanza
            assoluta di un editor in grado di gestirlo per
            OpenDocument. Fa acqua da tutte le parti questa
            barca. A me dei principi non frega nulla, mi
            serve una cosa con cui lavorare, non giocare a
            indiani e cowboy.Visti che dei principi non ti frega ci diresti a livello pratico quali implementazioni non sono ancora realizzate e a livello pratico quali problemi questo puo' dare ?
          • Sky scrive:
            Re: Usare entrambi?
            ...cala un silenzio di tomba...;-)
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Sky
            ...cala un silenzio di tomba...

            ;-)Silenzio di tomba de che? se ti riferisci a me, leggi i messaggi in giro, non ho voglia di rispondere la stessa cosa sei volte.Comunque, vai a sapere perché, una volta andavo qui http://wiki.oasis-open.org/office/OpenDocument_Compliance_Testing, facevo clic qui http://netmoc.cpe.ucf.edu/Projects/OpenDocument/TestSuite.html oppure qui http://www.opendocumentfellowship.org/applications e trovavo tutte le informazioni necessarie. Ora tutti i link danno un bel errore 404, visti i risultati dei test avranno cancellato le pagine.
          • krane scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            - Scritto da: Sky

            ...cala un silenzio di tomba...



            ;-)

            Silenzio di tomba de che? se ti riferisci a me,
            leggi i messaggi in giro, non ho voglia di
            rispondere la stessa cosa sei volte.Puoi anche darci il link alle risposte, che in 6 non riusciamo a trovarla.
            Comunque, vai a sapere perché, una volta andavo
            qui
            http://wiki.oasis-open.org/office/OpenDocument_ComIl primo funziona e all'interno della pagina trovi i link agli gli altri 2.
          • cognome scrive:
            Re: Usare entrambi?
            oasis non centra un pene on open document foundation che erano 4 tizi che non centravano niente con nessuno
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            polemica, quello che manca a ODF è un programma
            (una suite, poco cambia) con cui poterlo usare. Io uso Open Document da anni, e ti assicuro che non lo faccio con l'imposizione delle mani, ma con dei software. E se io uso del software penso di non essere troppo lontano dalla verità se ipotizzo che quel software esista.Ma non è questa la questione principale. Uso un formato standard ISO e libero. I miei documenti sono al sicuro. Se MS desidera creare un nuovo standard, che lo faccia: il mondo ne guadagnerebbe. Ma dovrà essere libero e aperto, condizioni irrinunciabili per qualcosa cui tutti dovranno accedere senza limitazioni.
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            Io uso Open Document da anni, e ti assicuro che
            non lo faccio con l'imposizione delle mani, ma
            con dei software. E se io uso del software pensoCon tutti i software disponibili usi Open Document parzialmente, poiché questi stessi software per LORO dichiarazione non lo gestiscono al 100%, ma solo un po'.Cosa diresti a MS se dichiarassero ok, Word gestisce il formato doc ma non al 100%?
            Ma non è questa la questione principale. Uso un
            formato standard ISO e libero. I miei documenti
            sono al sicuro.Chi se ne frega, scusami la franchezza, di avere documenti in un formato standard ISO se sono MONCHI?
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino

            Io uso Open Document da anni, e ti assicuro che

            non lo faccio con l'imposizione delle mani, ma

            con dei software. E se io uso del software penso

            Con tutti i software disponibili usi Open
            Document parzialmente, poiché questi stessi
            software per LORO dichiarazione non lo gestiscono
            al 100%, ma solo un
            po'.
            Cosa diresti a MS se dichiarassero ok, Word
            gestisce il formato doc ma non al 100%?



            Ma non è questa la questione principale. Uso un

            formato standard ISO e libero. I miei documenti

            sono al sicuro.

            Chi se ne frega, scusami la franchezza, di avere
            documenti in un formato standard ISO se sono
            MONCHI?Ci spieghi gentilmente in che implementazioni sarebbero mancanti e quali problemi questo ti ha dato ?
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Nome e cognome
            Ci spieghi gentilmente in che implementazioni
            sarebbero mancanti e quali problemi questo ti ha
            datoNon lo dico io, che sarebbe opinabile, lo dice la OpenDocument Fellowship... http://steve.zaske.com/?p=17Se poi non ti basta nemmeno così, non so che dire."The OpenDocument Fellowship quietly admitted (perhaps unknowingly) that the only two PC Office suites that support the OpenDocument standard are having problems opening each others OpenDocument files"
          • krane scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            - Scritto da: Nome e cognome

            Ci spieghi gentilmente in che implementazioni

            sarebbero mancanti e quali problemi questo ti ha

            dato

            Non lo dico io, che sarebbe opinabile, lo dice laMa io voglio la tua opinabile opinione: in che modo ti crea problemi il fatto che il formato non sia completamente implementato ? Hai detto di essere una questione pratica e ci parli del sesso degli angeli o cosa ?Quali sono i problemi cosi' evidenti di questa evidentissima (secondo te) mancanza di supporto ?
            Se poi non ti basta nemmeno così, non so che dire.Forse potresti cominciare con il dire che problemi ti ha dato questa mancanza di implementaizone.
            "The OpenDocument Fellowship quietly admitted
            (perhaps unknowingly) that the only two PC Office
            suites that support the OpenDocument standard are
            having problems opening each others OpenDocument
            files"Siamo stati molto pazienti :Hai detto che non ti servono documenti in formato ISO se sono MONCHI.Hai detto di essere estremamente pratico.E non hai ancora risposto alla semplice domanda : che problemi ti da ?E' molto semplice qualsiasi creatura che non sia un Troll lo capirebbe, quindi smetti di inventare cazVolate e rispondi gentilmente alla domanda che ti e' stata fatta piu' e piu' volte.Sempre che i tuoi problemi esistano e tu non sia l'ennesimo troll che spala me5da su quello che non e' microsoft, quindi anche si questo formato rispetto all'oxml senza nemmeno sapere che quel formato da Office2007 non e' ancora manco supportato.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            software per LORO dichiarazione non lo gestiscono
            al 100%, ma solo un po'.Ammesso che tu sappia cosa vuol dire. Anche l'HTML standard è supportato parzialmente da tutti i browser disponibili, ma questo non t'impedisce di navigare. I dettagli 'mancanti' non sono tali da impedirti di utilizzare il formato. T'invito a leggere le documentazioni ufficiali (circa 700 pagine) per saperne di più.
            Cosa diresti a MS se dichiarassero ok, Word
            gestisce il formato doc ma non al 100%?Nessuno ha le specifiche di quel formato, ma visti i problemi di compatibilità tra le varie versioni di MS Office, probabilmente è proprio così. Di certo si sa che OXML è tuttora supportato parzialmente dagli stessi prodotti MS. Puoi cercare i dettagli presso il sito di supporto Microsoft.
            Chi se ne frega, scusami la franchezza, di avere
            documenti in un formato standard ISO se sono
            MONCHI?Ed in che modo lo sarebbero? Non credo che tu sappia di cosa stai parlando: hai mai utilizzato un formato libero? Sai indicarmi in cosa i documenti sarebbero mutilati?
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
            t'impedisce di navigare. I dettagli 'mancanti'
            non sono tali da impedirti di utilizzare il
            formato. T'invito a leggere le documentazioni
            ufficiali (circa 700 pagine) per saperne di
            più.Ma va, ma smettila, html è pienamente supportato da tutti i browser, ma non c'entra nulla.Per saperne di più, leggi un po' qui.Non lo dico io, che sarebbe opinabile, lo dice la OpenDocument Fellowship... http://steve.zaske.com/?p=17Se poi non ti basta nemmeno così, non so che dire."The OpenDocument Fellowship quietly admitted (perhaps unknowingly) that the only two PC Office suites that support the OpenDocument standard are having problems opening each others OpenDocument files"
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            Ma va, ma smettila, html è pienamente supportato
            da tutti i browser, Nessun browser in circolazione risponde pienamente alle specifiche W3C per il web. L'engine Gecko (usato da Mozilla) ci va vicino, come anche Presto e WebCore (rispettivamente implementati da Opera e Safari). Meno 'standard' è Trident (di IE). Nel dettaglio Gecko ha un supporto non completo delle specifiche CSS 2 e 3 (http://developer.mozilla.org/en/docs/Mozilla_CSS_support_chart), DOM 3, e SVG, che non è aggiornato. Per gli altri non posso fornirti i dettagli perché normalmente uso questo nei miei software. Ma dovresti facilmente trovare i risultati dei test ACID.
            "The OpenDocument Fellowship quietly admitted
            (perhaps unknowingly) that the only two PC Office
            suites that support the OpenDocument standard are
            having problems opening each others OpenDocument
            files"D'altronde il formato OXML presentato da MS non è implementato nemmeno in MS Office 2007: il .docx ha specifiche differenti da quelle ufficiali. Ora sai che dire?
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            come anche Presto e WebCore (rispettivamente
            implementati da Opera e Safari). Meno 'standard'
            è Trident (di IE). Nel dettaglio Gecko ha unVedi da solo che html non c'entra niente... html, al contrario di quanto sostieni, è supportato al 100% da tutti gli engine. Infatti sei passato a dom e css... che comunque non c'entrano niente
            D'altronde il formato OXML presentato da MS non è
            implementato nemmeno in MS Office 2007: il .docx
            ha specifiche differenti da quelle ufficiali.Ma che c'entra, e chi se ne frega di quello che fa MS Office 2007? Da Microsoft me l'aspetto, dal mondo open source no, questo è marketing a bufale né più né meno come quello Microsoft.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            che comunque non c'entrano
            nienteBeh, ho generalizzato. Intendevo in verità gli standard web. Il discorso non cambia. Nessun browser supporta perfettamente gli standard W3C. Questo non vuol dire che internet non può essere usata. Per HTML in verità il rendering cambia tra i motori, ci sono anche casi di tag male o per nulla interpretati da IE ed altri che sono interpretati ma non dovrebbero esserlo: qui il problema è nella scarsa standardizzazione dei siti (pochissimi sono scritti con codice 'well formed' per essere compatibili con IE).
            Ma che c'entra, e chi se ne frega di quello che
            fa MS Office 2007? C'entra eccome: MS insiste su un preteso formato standard che allo stato attuale NON ESISTE se non nella presentazione ufficiale.
            Da Microsoft me l'aspetto, dal
            mondo open source noInfatti è quel che accade: MS presenta bufale mentre il resto del mondo (non solo l'OSS) ha già da oltre un anno specifiche standard.
            questo è marketing a bufaleChi tenta di vendere qualcosa, chi ha bisogno di fare marketing è MS, nessun altro.
          • franz scrive:
            Re: Usare entrambi?
            tanto per citare sky (poco più su):
            cala un silenzio di tombadai non facciamo i troll... lo so che è divertente vedere chi cita l'articolo migliore... ma qui si parla di formato, non di software...è come se all'improvviso ci dimenticassimo tutte le forme verbali dall'italiano (l'italiano è lo standard aperto) e iniziassimo a parlare usando solo verbi all'infinito (condizione "monca" del software)...se noi (cioè i software) un giorno necessitassimo della traduzione di un testo antico che usa ancora i congiuntivi (un documento salvato da qualcun altro) dovremmo solo prendere il libro di grammatica (la documentazione con le specifiche) e trascrivere nel linguaggio preferito.Se invece vuoi trascrivere un testo in aramaico antico (es i file salvati da M$ WORKS) devi decervellarti perché il dizionario/libro di grammatica non ce l'ha nessuno e l'unico traduttore lo fornisce la MS, che se un giorno o l'altro lo toglie perché non lo scarica nessuno tu ci rimani come un boccalone preso all'amo...Quale situazione è preferibile per la PA? è meglio essere furbi o essere boccaloni???i formati usati nella PA _DEVONO_ essere aperti, e l'OOXML non lo è.
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            Quale situazione è preferibile per la PA? è
            meglio essere furbi o essere
            boccaloni???
            i formati usati nella PA _DEVONO_ essere aperti,
            e l'OOXML non lo è.Ma che c'entra ora la PA? siamo d'accordo sul principio che i formati debbano essere aperti, ma non limiterei il discorso alla PA, ti pare? E non è nemmeno un discorso di furbi e/o boccaloni ormai, si tratta di capire con cosa si possa o meno lavorare. Sottolineo lavorare. A oggi, non è possibile lavorare nemmeno con ODF, perché, tanto per dirne una, i file fatti con OpenOffice non sono compatibili con quelli di KOffice... per stare in Italia, leggi qui:http://www.linux.com/articles/47942, ma se fai una piccola ricerca ne trovi molte altre. Dal 2005 a oggi non è cambiato niente. Incompatibilità dei principali software office open source su un formato aperto, ma ci rendiamo conto?E quindi che cacchio state vendendo? fumo... tutto bello e condivisibile, ma non funziona, semplicemente.http://www.oooforum.org/forum/viewtopic.phtml?t=23550
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            una piccola ricerca ne trovi molte altre. Dal
            2005 a oggi non è cambiato niente.Giusto per evitare sterili discussioni del tipo ah ma quello è del 2005, questo è del 2007: http://www.eweek.com/article2/0,1759,2169481,00.aspAnalysis: Critics say vendors such as Sun are not doing enough regarding interoperability to make the standard a viable competitor to Microsoft.
          • franz scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Ci vuole tempo e denaro per riuscire in quella che sembra una vera e propria impresa... Se le PA (non solo italiane, beninteso) iniziano ad adottare il formato ti pare che tutto rimanga come è adesso?
            Ma che c'entra ora la PA? siamo d'accordo sul principio che i
            formati debbano essere aperti, ma non limiterei il discorso alla
            PA, ti pare?o sono scemo io oppure l'articolo partiva da questo: PA in Olanda..E ti sembra poco che un cittadino possa usare il sw che preferisce per compilare un documento piuttosto che usare PER FORZA sw M$ a pagamento?Se a livello della UE decidono di fare il grande salto secondo te non arrivano i miglioramenti che rimangono da fare?Perchè di miglioramenti si tratta.... E neanche troppi... altro che formato monco...Tanto per concludere... giusto adesso ho scaricato dei file .doc dell'università di bergamo (esame di informatica generale) molto ben formattati, con immagini ecc.. ecc... li ho aperti con OOo e li ha retti benissimo, salvo qualche problema di font perchè diversi font di windows non esistono su linux...Mi sembra che qui dentro possa esserci tutto quello che può servire a un utente... Per quel che riguarda la compatibilità ribadisco che è solo una questione di tempo e di lavoro... Non è assolutamente nulla di irrealizzabile, anzi...
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            Ma che c'entra ora la PA? C'entra, eccome se c'entra. E' tua abitudine dire che non c'entra quando non hai da controbattere?
            siamo d'accordo sul
            principio che i formati debbano essere apertiBene, questo esclude a priori OXML.
            si tratta di capire con cosa si possa o
            meno lavorare. Sottolineo lavorare. A oggi, non è
            possibile lavorare nemmeno con ODFCi lavoro in modo esclusivo da almeno due anni, già prima che fosse riconosciuto standard ISO. Come la mettiamo?
            , perché, tanto
            per dirne una, i file fatti con OpenOffice non
            sono compatibili con quelli di KOffice... Questa è grandiosa. Io li utilizzo normalmente con OO, KOffice, ABIWord e GNUmeric. Non ho riscontrato alcun malfunzionamento. Anzi, più di una volta ho recuperato file corrotti cambiando programma.
            per stare in Italia, leggi qui:
            se fai una piccola ricerca ne trovi molte altre.
            Dal 2005 a oggi non è cambiato niente.Sull'uso di software e formati liberi posso leggere quel che vuoi, ma il fatto che li uso in prima persona vale pur qualcosa, non credi? E tu li conosci? Li usi? Hai avuto problemi?E comunque il software libero cambia di continuo, ogni pochi mesi. Solo nell'ultimo anno OO è passato attraverso 4 release differenti. Dire che non è cambiato niente è malafede (o ignoranza dell'argomento, fai tu).
            Incompatibilità dei principali software office
            open source su un formato aperto, ma ci rendiamo
            conto?E' evidente che non conosci l'argomento. Il formato è lo stesso ed i software sono perfettamente compatibili. Le differenze d'implementazione riguardano dettagli specifici di ciascun software o mancati aggiornamenti alle nuove versioni del formato. La pretesa incompatibilità è un versione ridotta di quella tra i file MS Office '97, 2000, XP, 2003 e 2007: provale le cose, prima di ripetere parole altrui.
            E quindi che cacchio state vendendo? fumo...
            tutto bello e condivisibile, ma non funziona,
            semplicemente.MS spaccia per standard un formato che DI FATTO NON ESISTE: come lo chiami?Gli altri software esistono, usano lo standard ISO ODF, e funzionano, semplicemente.
          • pino scrive:
            Re: Usare entrambi?

            - Scritto da: pino

            Ma che c'entra ora la PA?
            C'entra, eccome se c'entra. E' tua abitudine dire
            che non c'entra quando non hai da
            controbattere?Veramente a me sembra di essere l'unico che dice cose concrete, contro una serie di ipotesi, vorrei ma non posso, ecc ecc.
            Questa è grandiosa. Io li utilizzo normalmente
            con OO, KOffice, ABIWord e GNUmeric. Non ho
            riscontrato alcun malfunzionamento. Anzi, più di
            una volta ho recuperato file corrotti cambiando
            programma.Senti, grandioso, evidentemente con il software ci giochi e non lavori: leggi un po' qui:http://develop.opendocumentfellowship.com/testsuite/summary.htmlMessages about Text Contents# Headings is not supported in KOffice# BasicContents is only partially supported in KOffice# BasicContents is only partially supported in OpenOffice# continueNumbering is not supported in KOffice# listHeader is not supported in KOffice# numberedList is not supported in KOffice# startValue is not supported in KOffice# Headings is not supported in KOffice# BasicContents is only partially supported in KOffice# BasicContents is only partially supported in OpenOffice# continueNumbering is not supported in KOffice# listHeader is not supported in KOffice# numberedList is not supported in KOffice# startValue is not supported in KOffice Messages about Tables (text)# Test should be reviewed for correctness: Break before and break after# Break before and break after is not supported in KOffice# Break before and break after is not supported in OpenOffice# columnWidth is only partially supported in KOffice# columnWidth is not supported in OpenOffice# Optimal table column width is not supported in KOffice# Optimal table column width is not supported in OpenOffice# Border line width is only partially supported in KOffice# cellBackground is only partially supported in KOffice# cellBorder is only partially supported in KOffice# cellProtect is not supported in KOffice# cellProtect is not supported in OpenOffice# Cell shadow is not supported in KOffice# Cell shadow is not supported in OpenOffice# diagonalLines is not supported in KOffice# diagonalLines is not supported in OpenOffice# direction is not supported in KOffice# direction is not supported in OpenOffice# printContent is not supported in KOffice# printContent is not supported in OpenOffice# Test should be reviewed for correctness: repeatContent....e così via, leggi da solo.Non c'è nemmeno bisogno di leggere tutto, osserva le percentuali di supporto per elementi diffusi come le tabelle... manco le tabelle sono supportate al 100%!Lo sai cosa significa? che se faccio una tabella con OO, facile che KOffice non me la legge. Ti rendi conto?
            prima persona vale pur qualcosa, non credi? E tu
            li conosci? Li usi? Hai avuto
            problemi?Qui non stiamo parlando del fatto che io o tu usiamo qualsiasi tipo di software, sei ancora una volta fuori tema, non offenderti, rispondi a caso.
            E comunque il software libero cambia di continuo,
            ogni pochi mesi. Solo nell'ultimo anno OO è
            passato attraverso 4 release differenti. Dire chePerfetto, bel colpo, che cacchio di software è quello che ha bisogno di 4 release in un anno??? nà ciofeca, diciamolo. Sei sempre fuori tema, non è cambiato nulla riguardo il supporto a ODF.
            E' evidente che non conosci l'argomento. Il
            formato è lo stesso ed i software sono
            perfettamente compatibili. Le differenze
            d'implementazione riguardano dettagli specifici
            di ciascun software o mancati aggiornamenti alle
            nuove versioni del formato.Ah bene, non stavamo parlando di un formato per sua natura aperto, e che quindi tutti implementeranno allo stesso modo, potendo finalmente leggere i documenti con qualsiasi tipo di software? Perfettamente compatibili dove? a me pare evidente che sei TU quello che non sa di cosa parla, che col suo wp ci gioca.
            MS spaccia per standard un formato che DI FATTO
            NON ESISTE: come lo
            chiami?RIPETO: CHI SE NE FREGA DI COSA FA MS, NON ME NE FREGA NIENTE DI MS...
            Gli altri software esistono, usano lo standard
            ISO ODF, e funzionano,
            semplicemente.Togliti le fette di salame dai, o almeno informati.Ripeto per la centesima volta: leggi almeno i risultati della test suit, gestita dalla OpenDocument Fellowship, non da MS, e mettiti le mani nei capelli.E per favore, non parlate di PA. Cosa ci fa la PA con un aggeggio che funziona così male che non sanno usare nemmeno Word dopo cento anni? dalla padella alla brace in nome della libertà? ma per favore.
          • AtariLover scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: pino
            Veramente a me sembra di essere l'unico che dice
            cose concrete, contro una serie di ipotesi,
            vorrei ma non posso, ecc ecc.Ti ho letto per tutte le vacanze di natale qundo facevo un salto su PI ma devo dire che finora a parte considerazioni inutili o non rilevanti (a volte ti dai la zappa sui piedi pure) non hai prodotto molto...
            Senti, grandioso, evidentemente con il software
            ci giochi e non lavori: leggi un po'
            qui:
            http://develop.opendocumentfellowship.com/testsuit

            Messages about Text Contents
            # Headings is not supported in KOffice
            # BasicContents is only partially supported in
            KOffice
            # BasicContents is only partially supported in
            OpenOffice
            # continueNumbering is not supported in KOffice
            # listHeader is not supported in KOffice
            # numberedList is not supported in KOffice
            # startValue is not supported in KOffice
            # Headings is not supported in KOffice
            # BasicContents is only partially supported in
            KOffice
            # BasicContents is only partially supported in
            OpenOffice
            # continueNumbering is not supported in KOffice
            # listHeader is not supported in KOffice
            # numberedList is not supported in KOffice
            # startValue is not supported in KOffice


            Messages about Tables (text)
            # Test should be reviewed for correctness: Break
            before and break
            after
            # Break before and break after is not supported
            in
            KOffice
            # Break before and break after is not supported
            in
            OpenOffice
            # columnWidth is only partially supported in
            KOffice
            # columnWidth is not supported in OpenOffice
            # Optimal table column width is not supported in
            KOffice
            # Optimal table column width is not supported in
            OpenOffice
            # Border line width is only partially supported
            in
            KOffice
            # cellBackground is only partially supported in
            KOffice
            # cellBorder is only partially supported in
            KOffice
            # cellProtect is not supported in KOffice
            # cellProtect is not supported in OpenOffice
            # Cell shadow is not supported in KOffice
            # Cell shadow is not supported in OpenOffice
            # diagonalLines is not supported in KOffice
            # diagonalLines is not supported in OpenOffice
            # direction is not supported in KOffice
            # direction is not supported in OpenOffice
            # printContent is not supported in KOffice
            # printContent is not supported in OpenOffice
            # Test should be reviewed for correctness:
            repeatContent
            ....
            e così via, leggi da solo.
            Non c'è nemmeno bisogno di leggere tutto, osserva
            le percentuali di supporto per elementi diffusi
            come le tabelle... manco le tabelle sono
            supportate al
            100%!
            Lo sai cosa significa? che se faccio una tabella
            con OO, facile che KOffice non me la legge. Ti
            rendi
            conto?Bene allora prova a creare un documento in OOXML con tutte le estensioni e le funzioni e vediamo se riesci a leggerlo con Office :DVedi che ti tiri la zappa sui piedi? ODF è uno standard ISO, è definito e anche se non è implementato completamente la grande parte è presente. In ogni caso anche se non è completamente implementato tu sei SICURO che esiste almeno un software che riesce a renderlo e che tra 20 anni potrai trovare ancora qualcosa che li apre.Inoltre lo standard è vecchio di un anno, e serve tempo perchè venga implementato. Guarda solo l'ipv6. è uno standard ma ancora sono pochissimi quelli che lo usano.
            Qui non stiamo parlando del fatto che io o tu
            usiamo qualsiasi tipo di software, sei ancora una
            volta fuori tema, non offenderti, rispondi a
            caso.Hai ragione stiamo parlando di standard, non di programmi per leggerli...

            Perfetto, bel colpo, che cacchio di software è
            quello che ha bisogno di 4 release in un anno???
            nà ciofeca, diciamolo. Sei sempre fuori tema, non
            è cambiato nulla riguardo il supporto a
            ODF.Uno mantenuto...Anche Mac OS X ha fatto 5 versioni nel tempo di uscita di Windows Vista... Eppure non mi sembra più scadente...Se provi linux Gentoo ad esempio vedrai che GIORNALMENTE vengono aggiornati programmi e alcune librerie come le Qt attraversano diverse release ogni anno.Perchè credi che un software che viene rilasciato spesso sia peggiore?IE6 era ottimo? No, era abbastanza un colabrodo, eppure hai visto quanto tempo è passato dal 6 al 7...
            Ah bene, non stavamo parlando di un formato per
            sua natura aperto, e che quindi tutti
            implementeranno allo stesso modo, potendo
            finalmente leggere i documenti con qualsiasi tipo
            di software? Perfettamente compatibili dove? a me
            pare evidente che sei TU quello che non sa di
            cosa parla, che col suo wp ci
            gioca.Come sopra, lo standard esiste e CHIUNQUE può implementarlo. Ad ogni modo, l'implementazione richiede tempo ed essendo lo standard in vigore da un anno circa (senza nessun membro dell'ISO contrario tra l'altro).Però quello che scrivi ORA e che riesci a fare ORA tra 20 anni potrai leggerlo grazie all'implementazione dello standard... E non è poco!
            RIPETO: CHI SE NE FREGA DI COSA FA MS, NON ME NE
            FREGA NIENTE DI
            MS...Nemmeno a me ;) Però visto che qui parla un funzionario di MS e si parla del suo standard farlocco direi che ne possiamo parlare...
            Togliti le fette di salame dai, o almeno
            informati.
            Ripeto per la centesima volta: leggi almeno i
            risultati della test suit, gestita dalla
            OpenDocument Fellowship, non da MS, e mettiti le
            mani nei
            capelli.Come sopra, serve tempo per l'implementazione e in ogni caso abbiamo uno standard parzialmente implementato e uno che nemmeno chi l'ha proposto implementa... Direi che non serve a nulla il secondo anche perchè va a coprire ambiti già coperti dal primo...
            E per favore, non parlate di PA. Cosa ci fa la PA
            con un aggeggio che funziona così male che non
            sanno usare nemmeno Word dopo cento anni? dalla
            padella alla brace in nome della libertà? ma per
            favore.Beh nel frattempo si passa ad avere documenti più accessibili, poi si risparmia sulle licenze... Dalla padella nella brace ma con un guadagno però ;)Questa è la mia opinione, saluti e buona epifania! ;)AtariLover(atari)
      • Erasmus Jam scrive:
        Re: Usare entrambi?
        - Scritto da: pino
        È proprio questo il problema. Un solo software,
        pieno di bug (questi per esempio sono i bug
        accertati del solo writer
        e che non gestisce nemmeno al 100% ODF.Quelli sono i bug risolti.Questi sono i bug aperti per openoffice 2.3, quello incluso in ubuntu per intenderci:http://tinyurl.com/355myp
    • Lieutenant scrive:
      Re: Usare entrambi?
      - Scritto da: ugo
      Ridicolo. Per usare odf basta scaricare un
      softwre gratuito. Per usare xml bisogna comprare
      licenze di office2007. Nessuna pa ha interesse a
      spendere per qualcosa senza valore
      aggiunto.Vedi, il problema non è solo il costo. Come hai giustamente detto il problema è il valore aggiunto e più in generale di "qualità percepita".Non so se hai mai seriamente messo a confronto Microsoft Office con OpenOffice. Io ho fatto una semplice prova, peraltro quasi per caso: ho creato un foglio con molte formule in OpenOffice e ne ho creato uno identico in MS-Office.Ebbene, in OpenOffice il foglio era... lento. Per calcolare le formule ci volevano tempi nell'ordine dei secondi.In MS-Office il ricalcolo era pressochè istantaneo.Ora... finchè scrivi due righe in Word (Writer) o due calcoli in Excel (Calc) va tutto bene... ma purtroppo non è raro trovarsi con documenti molto grandi e anche molto articolati. La velocità, quindi non è semplicemente una caratteristica gradita ma bensì una caratteristica indispensabile... e in questo OpenOffice è ancora troppo indietro. Una piccola parte del valore aggiunto di MS-Office è proprio questa maggiore attenzione a questi "dettagli". Ci sarebbero anche altre cose, ma penso comunque di aver dato un'idea di ciò che intendo.Insomma OpenOffice va bene per un uso "Home", ma per un uso "Office" è ancora molto indietro.
      • Sky scrive:
        Re: Usare entrambi?
        Quando si parla di "standard documentale" l'applicazione che usa il documento ha meno importanza del formato del documento stesso.Per dirne una: se un documento me lo passi tu, privato, puoi passarmi un testo "documento.xyz" e, se non ho modo di leggerlo, ti chiederò lumi ecc. ecc.E' invece grave (IMHO) che un formato .xyz venga usato da una Pubblica Amministrazione, sia per fornirmi un documento per il quale io sono poi costretto ad acquistare un software (un nome a caso? Microsoft) per poterlo leggere correttamente, sia per archiviare internamente il documento stesso: nel momento in cui MS cambia i suoi applicativi la P.A. è COSTRETTA ad aggiornare (non gratis) i suoi solo per poter leggere nuovi documenti, anche se in genere la compatibilità con i vecchi è assicurata.Fra le altre cose c'è pure una "trappola": se l'ufficio A1 della P.A. legge il documento nomedoc.xls con la nuova versione di Office le verrà chiesto di "convertirlo al nuovo formato": dando l'assenso si crea un documento che, spedito all'ufficio B1 (sempre della P.A.) non potrà esser letto in quanto questi non hanno ancora effettuato l'upgrade alla nuova versione (per problemi di budget, pianificazione, ecc.).Quindi non solo io, cittadino (tasse-pagante), non riesco a leggere nomedoc.xls ma non ci riesce nemmeno parte della P.A.Non sto parlando di un mondo perfetto ma, con gli applicativi che leggono gli standard, questo in genere non capita.Chiaramente potrebbe capitare in caso di aggiornamento del livello di standard (e, si sa, anche gli standard hanno un'evoluzione), ma per queste cose esistono migrazioni dei formati, e l'adattamento degli applicativi è spesso trasparente per il cittadino e per gli altri utilizzatori.Parlo di applicativi "meno dipendenti" dai formati: non è corretto, secondo me, che un applicativo sia dipendente dal formato dei file che gestisce: ci devono essere interfacce che rendono la cosa generica e gestibile.Il discorso è volutamente generico, lo so, però di esempi ne esistono: basta guardare i prodotti che gestiscono l'e-mail (basata su standard riconosciuti), tanti client che lavorano su contenuti gestiti da formati standard.
        • Lieutenant scrive:
          Re: Usare entrambi?
          Hai ragione... però non si può obbligare un'azienda a usare un formato piuttosto che un altro.Sono daccordo che il formato del documento ha poco a che vedere con il "valore aggiunto" del prodotto e che quindi ogni organizzazione/istituzione/altro dovrebbe poter scegliere liberamente il programma da utilizzare senza preoccuparsi del modo in cui il file verrà salvato. Il problema è che non si può obbligare Microsoft (o chi per essa) a proporre i salvataggi in un formato aperto piuttosto che nel proprio formato (chiuso). I plugin per salvare in formato ODF usando MS-Office ci sono (mi pare), quindi chi vuole è libero di installarli e di salvare in quel formato. Inoltre è possibile scegliere nelle opzioni quale sia il formato predefinito, quindi nessuno è obbligato a usare il formato proposto da Microsoft. Il problema quindi si riduce semplicemente alla scarsa cultura informatica della popolazione (e in questo caso di chi si occupa del comparto informatico nelle pubbliche amministrazioni)... cosa di cui Microsoft certo non può essere ritenuta colpevole.Obbligare Microsoft a proporre come unico formato di salvataggio ODF o anche a fare in modo che sia il formato principale mi sembrerebbe una mossa quantomeno scorretta e liberticida. Significherebbe modificare artificiosamente il mercato per imporre una scelta (non necessariamente migliore) piuttosto che un'altra. Non sono affatto sicuro che questo possa portare dei miglioramenti...
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            Hai ragione... però non si può obbligare
            un'azienda a usare un formato piuttosto che un
            altro.Per questo la via proposta da Microsoft è sbagliata.
            Il problema è che non si può obbligare
            Microsoft (o chi per essa) a proporre i
            salvataggi in un formato aperto piuttosto che nel
            proprio formato (chiuso). Per lo stesso motivo non si può accettare che un formato chiuso sia riconosciuto 'standard'
            I plugin per salvare in
            formato ODF usando MS-Office ci sono (mi pare),
            quindi chi vuole è libero di installarli e di
            salvare in quel formato. Più comodo, economico e logico, allora, usare OpenOffice e scegliere liberamente cosa utilizzare (anche PDF, volendo). E questo è certo, non "mi pare".
            quindi nessuno è obbligato a usare
            il formato proposto da Microsoft. Se fosse riconosciuto standard, probabilmente sì. Oppure credi alle favole?
            Il problema
            quindi si riduce semplicemente alla scarsa
            cultura informatica della popolazione Se tutti avessero sufficiente "cultura informatica", probabilmente Microsoft non avrebbe una posizione dominante nel mercato.
            cosa di cui Microsoft certo non può essere
            ritenuta colpevole.Certo, ha solo sfruttato la situazione a proprio vantaggio per poi fare di tutto per mantenere le cose immutate.
            Obbligare Microsoft a proporre come unico formato
            di salvataggio ODF o anche a fare in modo che sia
            il formato principale mi sembrerebbe una mossa
            quantomeno scorretta e liberticida.
            Significherebbe modificare artificiosamente il
            mercato per imporre una scelta (non
            necessariamente migliore) piuttosto che un'altra.Avere uno standard libero non compromette la libertà di nessuno. Ogni produttore di software è libero di inventarsi tutti i formati che vuole. Chi acquista il software però ha il diritto di poter accedere ai propri documenti indipendentemente dal software scelto, senza essere costretto da un formato proprietario. Quindi è il NON avere un formato standard libero che è scorretto e liberticida. I formati proprietari limitano la libertà e condizionano il mercato proprio perché impongono ciò che non si può scegliere.
          • mr. cilindro scrive:
            Re: Usare entrambi?

            Dal mio punto di vista la soluzione migliore è
            lasciare le cose come stanno e lasciare che sia
            il buon senso delle pubbliche amministrazioni a
            fare in modo che venga adottato un unico formato.allora stiamo in una botte di ferro!perchè preoccuparsi, quando ci si può affidare alBUONSENSO DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI??(rotfl)
            Alla fine basterebbe solo un po' di lungimiranza
            e coraggio da parte della nostra classe politica
            per risolvere questo problema... e tutto senza
            bisogno di standard e altre lotte tra
            aziende.Adesso sì che mi sento tranquillo.La LUNGIMIRANZA della nostra classe politica ci salverà.(rotfl)(rotfl)(rotfl)Grazie per il tuo intervento,ora sappiamo cosa bisogna fare.Siamo in buone mani.
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: mr. cilindro
            allora stiamo in una botte di ferro!
            perchè preoccuparsi, quando ci si può affidare al
            BUONSENSO DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI??

            (rotfl)

            [...]

            Adesso sì che mi sento tranquillo.
            La LUNGIMIRANZA della nostra classe politica ci
            salverà.

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)


            Grazie per il tuo intervento,
            ora sappiamo cosa bisogna fare.

            Siamo in buone mani.Credimi nemmeno io ho molta fiducia in chi manda avanti il nostro paese, ma questo non giustifica una standardizzazione a valore internazionale. Da altre parti le cose funzionano alla perfezione e senza bisogno di standardizzazioni in tal senso. Come mai? Forse perchè c'è la volontà e la capacità di farle andare bene...E allora perchè turbare il mercato con una problematica standardizzazione?Le conseguenze di una standardizzazione in tal senso peraltro non coinvolgerebbero solo Microsoft e Sun, ma tantissime altre aziende. Questo in quanto una volta definito uno standard, tipicamente tutte le aziende ed agenzie governative (soprattutto all'estero) introducono l'adesione allo standard come requisito fondamentale perchè un determinato programma venga preso in considerazione. Questo metterebbe in difficoltà moltissime aziende che, stante la giovinezza dei due formati, non hanno ancora la possibilità di adottarli in tempi brevi con le loro risorse limitate.Il risultato, paradossalmente, sarebbe un rafforzamento delle posizioni dominanti dei soliti noti ed una eliminazione della concorrenza.
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Dimenticavo di scrivere che mentre una legge di una nazione avrebbe comunque l'effetto di una standardizzazione ma circoscritta alla nazione che ha promulgato la legge, una standardizzazione vera e propria estenderebbe il suo effetto deleterio a svariati stati.
          • Sky scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Non vedo come: i dati sono i dati, l'applicativo è altra cosa.Lasciatemi i dati standard (e comprensibili) e l'applicativo fatelo come vi pare: l'hai detto tu, e ti credo, che pure MS-Office ha i plugin per l'ODF. Quindi se si dovesse decidere di usare MS-Office si potrebbe comunque lavorare in modo standard (parlo delle P.A. ovviamente: a casa tua encodali, encrittali, fai quel che ti pare :-D).Sei veramente convinto che lavorare con un formato dati standard creerebbe problemi ad MS?Fornisco una (possibile) risposta: SI... perchè, tramite il suo formato di DATI chiuso, MS ha sempre OBBLIGATO le ditte ad aggiornare gli APPLICATIVI... questo, scondo me, è "turbare il mercato" e generare un monopolio de facto assolutamente dannoso per "tutti gli altri" operatori del mercato (tant'è vero che l'Europa ha recentemente obbligato MS a pubblicare i dettagli delle interfacce di MPlayer, NON il codice dell'applicazione).
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Sky
            Sei veramente convinto che lavorare con un
            formato dati standard creerebbe problemi ad
            MS?No, affatto! E' proprio quello che sto dicendo.Un formato standard alla fine azzopperebbe i piedi a tutti meno che ai big, precludendogli completamente la possibilità di realizzare soluzioni software per le pubbliche amministrazioni.
            Fornisco una (possibile) risposta: SI... perchè,
            tramite il suo formato di DATI chiuso, MS ha
            sempre OBBLIGATO le ditte ad aggiornare gli
            APPLICATIVI... questo, scondo me, è "turbare il
            mercato" e generare un monopolio de facto
            assolutamente dannoso per "tutti gli altri"
            operatori del mercato (tant'è vero che l'Europa
            ha recentemente obbligato MS a pubblicare i
            dettagli delle interfacce di MPlayer, NON il
            codice dell'applicazione).E invece secondo me è la risposta sbagliata perchè Microsoft per adattarsi non ci metterebbe più di un paio di settimane mentre altri verrebbero messi in seria difficoltà. Microsoft ne uscirebbe rafforzata. I suoi programmi sono qualitativamente superiori e la migrazione dagli altri programmi a quelli MS sarebbe più facile grazie al formato standard.A questo punto gli unici suoi possibili competitor ("forse" e "tra qualche anno", però) sarebbero le altre grandi aziende come IBM o Sun, che però per quanto riguarda gli applicativi da ufficio "classici" non hanno il know-how che invece Microsoft ha accumulato negli anni con le sue suite Office.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            E invece secondo me è la risposta sbagliata
            perchè Microsoft per adattarsi non ci metterebbe
            più di un paio di settimane mentre altri
            verrebbero messi in seria difficoltà. Gli altri GIA' OGGI supportano ODF, grandi e piccoli, senza difficoltà poiché ODF è stato sviluppato CON i produttori di software e la documentazione per implementarlo è disponibile A TUTTI. E da oltre un anno E' STATO RICONOSCIUTO come standard ISO.Solo Microsoft non lo supporta ancora. Ed ora tira fuori la storia del OXML PER NON ADEGUARSI e continuare a turbare il mercato. Non ci sono ragioni tecniche per un nuovo formato IN VIA DI SVILUPPO. Credere che invece MS lo faccia per non mettere in difficoltà i propri concorrenti è una stupidaggine colossale.
            I suoi programmi sono qualitativamente superiori Tutto da dimostrare.
            e la migrazione dagli altri programmi a quelli MS
            sarebbe più facile grazie al formato standard.E soprattutto il contrario: si chiama libertà di scegliere: è una ragione sufficiente per uno standard LIBERO. Ed è quello che MS teme.
            che però per quanto riguarda gli applicativi da
            ufficio "classici" non hanno il know-how che
            invece Microsoft ha accumulato negli anni con le
            sue suite Office.E' evidente che non conosci gli applicativi delle altre aziende. Ma anche se fosse così, la questione non cambia: l'importante per una azienda è poter accedere SEMPRE ai propri dati, senza limitazioni quantitative e temporali. La qualità del software è un aspetto secondario rispetto a questo.
          • Sky scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            - Scritto da: Sky

            Sei veramente convinto che lavorare con un

            formato dati standard creerebbe problemi ad

            MS?
            No, affatto! E' proprio quello che sto dicendo.
            Un formato standard alla fine azzopperebbe i
            piedi a tutti meno che ai big, precludendogli
            completamente la possibilità di realizzare
            soluzioni software per le pubbliche
            amministrazioni.Mi pare che i "piccoli" stiano realizzando 'ste cose da un sacco di tempo, però.A quanto ho visto io hanno problemi solo con i formati chiusi: non puoi retro-ingegnerizzarli (legalmente) quindi non puoi vendere ad una P.A. un sw che fa uso di un formato "derivato" da un altro formato chiuso (se la ditta proprietaria di questo formato non vuole): traducendo, i piccoli sono alla mercè dei big, in caso di formato chiuso. E proprio perchè ad un big come MS costa zero ribaltare completamente il proprio formato (chiuso) interno, facendone una "nuova versione", mettendo automaticamente fuori gioco chi dipende da quello standard. In caso di standard open invece 'sti giochini non li possono fare: se MS ribalta Office va tutto bene, l'importante è che rispetti il formato documentale. Poi sta all'azienda/P.A./altro decidere che non le serve un word processor con il rubinetto del caffè integrato, per la comoda spesa di Nmila Euro/licenza, e prendere magari la Salcaxxo-suite che fa "quel che le serve" (o anche scaricare gratuitamente l'update).

            Fornisco una (possibile) risposta: SI... perchè,

            tramite il suo formato di DATI chiuso, MS ha

            sempre OBBLIGATO le ditte ad aggiornare gli

            APPLICATIVI... questo, scondo me, è "turbare il

            mercato" e generare un monopolio de facto

            assolutamente dannoso per "tutti gli altri"

            operatori del mercato (tant'è vero che l'Europa

            ha recentemente obbligato MS a pubblicare i

            dettagli delle interfacce di MPlayer, NON il

            codice dell'applicazione).
            E invece secondo me è la risposta sbagliata
            perchè Microsoft per adattarsi non ci metterebbe
            più di un paio di settimane mentre altri
            verrebbero messi in seria difficoltà.Veramente io ho sempre visto gli altri fare le corse per adattarsi (forzatamente in ritardo) ai formati chiusi di MS nel momento in cui questi cambiavano... con MS che ha sempre fruito di questo "ingiusto vantaggio" (le virgolette le ho messe perchè, sui suoi formati, uno fa quel che gli pare: io dico solo di NON usarli, non di "doverli aprire").
            Microsoft
            ne uscirebbe rafforzata. I suoi programmi sono
            qualitativamente superiori e la migrazione dagli
            altri programmi a quelli MS sarebbe più facile
            grazie al formato standard.La superiorità è tutta da dimostrare.In ogni caso è un parametro RELATIVO: se devo editare tre righe di file di testo posso usare NotePad come VI... e chi se ne frega della "superiorità" di Word. ;-)
            A questo punto gli unici suoi possibili
            competitor ("forse" e "tra qualche anno", però)
            sarebbero le altre grandi aziende come IBM o Sun,
            che però per quanto riguarda gli applicativi da
            ufficio "classici" non hanno il know-how che
            invece Microsoft ha accumulato negli anni con le
            sue suite Office.Mah... avrai sentito parlare di StarOffice... e le suite da ufficio esistevano BEN PRIMA che MS se ne occupasse eh. ;-)Per il resto ti ho già risposto: un formato documentale standard rende libera MS di sviluppare quel che le pare... e noi di NON comprare quei programmi, tenendoci i nostri che funzionano benissimo.Obbligare una ditta ad aggiornare i programmi modificando il formato dei documenti è una pratica che dovrebbe esser punita per legge (soprattutto se la ditta è una P.A., visto che l'upgrade obbligato lo paghiamo noi). In questo caso ci penserà il mercato ed il formato ODF, fornendo un'alternativa percorribile.- Scritto da: Aleksfa
            l'importante per una azienda è poter accedere
            SEMPRE ai propri dati, senza limitazioni
            quantitative e temporali. La qualità del software
            è un aspetto secondario rispetto a questo.Esattamente.
          • Beccamorto scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Ma da quando in qua uno standard dovrebbe porre in difficoltà i produttori più piccoli?Anzi, nel caso di prodotti come le suite da ufficio, dove c'è lo strapotere di un prodotto, Office, e un solo altro grosso concorrente, ma molto distanziato, OOo, il mantenere almeno l'apertura dei formati renderebbe meno remota l'eventualità delle migrazioni a prodotti nuovi, ma soprattutto, senza aspettare la non impossibile, ma poco probabile affermazione di prodotti outsider, renderebbe comunque più facile e libero lo sviluppo di programmi accessori da parte di terzi, senza dover sottostare ai diktat dei grandi.La standardizzazione, poi, non obbliga i privati e le SW house ad usare esclusivamente i formati standard, ma è irrinunciabile nelle pubbliche amministrazioni, che almeno nei documenti destinati al pubblico non possono e non devono obbligare i cittadini a servirsi di un particolare programma per accedervi, inoltre le PA devono anche fare in modo che i documenti restino accessibili nel tempo, anche nell'eventualità che quando il vecchio HW non sia più in grado di funzionare il SW usato originariamente per accedere ai documenti non venga più sviluppato per il nuovo HW.Gli standard, poi, anche nel caso non si usino prevalentemente, costituiscono una lingua comune con cui all'occorrenza gli utenti di diversi SW possono comunicare.E poi diciamola tutta, anche se è stata stradetta: l'affermazione di ODF come formato standard minaccia una e una sola cosa, il quasi monopolio di Office.
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Beccamorto
            Ma da quando in qua uno standard dovrebbe porre
            in difficoltà i produttori più piccoli?Se stiamo sul discorso generico, tieni presente che uno standard "semplice" può essere implementato velocemente da chiunque mentre uno standard "complesso" può essere implementato velocemente solo da chi dispone di molte risorse. E uno standard documentale tanto semplice non lo è di certo.
            Anzi, nel caso di prodotti come le suite da
            ufficio, dove c'è lo strapotere di un prodotto,
            Office, e un solo altro grosso concorrente, ma
            molto distanziato, OOo, il mantenere almeno
            l'apertura dei formati renderebbe meno remota
            l'eventualità delle migrazioni a prodotti nuovi,
            ma soprattutto, senza aspettare la non
            impossibile, ma poco probabile affermazione di
            prodotti outsider, renderebbe comunque più facile
            e libero lo sviluppo di programmi accessori da
            parte di terzi, senza dover sottostare ai diktat
            dei grandi.Un punto di vista che condivido in parte. Come hai detto di possibili outsider al momento a parte OOo non ce ne sono e lo stesso OOo è ancora molto indietro rispetto a MS-Office.Per quanto riguarda i prodotti "outsider" e gli accessori di terze parti, Microsoft ha sempre coccolato molto gli sviluppatori per cui già ora produrre documenti per Office se non erro non è un grosso problema. Sono daccordo tuttavia che con un unico standard si darebbe la possibilità a programmi differenti di interoperare tra loro e questo sarebbe senz'altro positivo.
            La standardizzazione, poi, non obbliga i privati
            e le SW house ad usare esclusivamente i formati
            standard, ma è irrinunciabile nelle pubbliche
            amministrazioni, che almeno nei documenti
            destinati al pubblico non possono e non devono
            obbligare i cittadini a servirsi di un
            particolare programma per accedervi, inoltre le
            PA devono anche fare in modo che i documenti
            restino accessibili nel tempo, anche
            nell'eventualità che quando il vecchio HW non sia
            più in grado di funzionare il SW usato
            originariamente per accedere ai documenti non
            venga più sviluppato per il nuovo HW.Esatto.Ma per questo basta semplicemente far passare delle circolari in comuni, provincie e regioni che impongano l'uso di un formato piuttosto che un altro. Uno standard a valore internazionale di certo non serve.
            Gli standard, poi, anche nel caso non si usino
            prevalentemente, costituiscono una lingua comune
            con cui all'occorrenza gli utenti di diversi SW
            possono comunicare.
            E poi diciamola tutta, anche se è stata
            stradetta: l'affermazione di ODF come formato
            standard minaccia una e una sola cosa, il quasi
            monopolio di Office.E' possibile, ma non ne sono convinto. Microsoft è una azienda molto dinamica...
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            E' possibile, ma non ne sono convinto. Microsoft
            è una azienda molto
            dinamica...Ma perché Microsoft si oppone allo standard ISO mentre tutte le altre aziende già lo supportano? I fatti ti contraddicono. Ma soprattutto cosa ci guadagni a sostenere la posizione di MS contro tutti? Per chi lavori?
          • CCC scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
            - Scritto da: Lieutenant

            E' possibile, ma non ne sono convinto. Microsoft

            è una azienda molto

            dinamica...

            Ma perché Microsoft si oppone allo standard ISO
            mentre tutte le altre aziende già lo supportano?
            I fatti ti contraddicono.

            Ma soprattutto cosa ci guadagni a sostenere la
            posizione di MS contro tutti? Per chi
            lavori?non sarà che Liutenant e Mr. Valboni sono la stessa persona...???
          • Beccamorto scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            - Scritto da: Beccamorto

            Ma da quando in qua uno standard dovrebbe porre

            in difficoltà i produttori più piccoli?

            Se stiamo sul discorso generico, tieni presente
            che uno standard "semplice" può essere
            implementato velocemente da chiunque mentre uno
            standard "complesso" può essere implementato
            velocemente solo da chi dispone di molte risorse.
            E uno standard documentale tanto semplice non lo
            è di
            certo.Già, ma allora a maggior ragione se aggiungi la possibilità di un "big" di metterci anche dei "paletti", la cosa peggiora ulteriormente, salvo i soli casi in cui il big ha interesse a dare una mano, cioè in progetti complementari che aiutino i suoi prodotti e non contrastino le sue politiche.


            Anzi, nel caso di prodotti come le suite da

            ufficio, dove c'è lo strapotere di un prodotto,

            Office, e un solo altro grosso concorrente, ma

            molto distanziato, OOo, il mantenere almeno

            l'apertura dei formati renderebbe meno remota

            l'eventualità delle migrazioni a prodotti nuovi,

            ma soprattutto, senza aspettare la non

            impossibile, ma poco probabile affermazione di

            prodotti outsider, renderebbe comunque più
            facile

            e libero lo sviluppo di programmi accessori da

            parte di terzi, senza dover sottostare ai diktat

            dei grandi.

            Un punto di vista che condivido in parte. Come
            hai detto di possibili outsider al momento a
            parte OOo non ce ne sono e lo stesso OOo è ancora
            molto indietro rispetto a
            MS-Office.
            Per quanto riguarda i prodotti "outsider" e gli
            accessori di terze parti, Microsoft ha sempre
            coccolato molto gli sviluppatori per cui già ora
            produrre documenti per Office se non erro non èE' il discorso che facevo sopra, con lo standard chiuso MS può permettersi di aiutare solo chi non osa contrastarla.
            un grosso problema. Sono daccordo tuttavia che
            con un unico standard si darebbe la possibilità a
            programmi differenti di interoperare tra loro e
            questo sarebbe senz'altro
            positivo.


            La standardizzazione, poi, non obbliga i privati

            e le SW house ad usare esclusivamente i formati

            standard, ma è irrinunciabile nelle pubbliche

            amministrazioni, che almeno nei documenti

            destinati al pubblico non possono e non devono

            obbligare i cittadini a servirsi di un

            particolare programma per accedervi, inoltre le

            PA devono anche fare in modo che i documenti

            restino accessibili nel tempo, anche

            nell'eventualità che quando il vecchio HW non
            sia

            più in grado di funzionare il SW usato

            originariamente per accedere ai documenti non

            venga più sviluppato per il nuovo HW.

            Esatto.
            Ma per questo basta semplicemente far passare
            delle circolari in comuni, provincie e regioni
            che impongano l'uso di un formato piuttosto che
            un altro. Uno standard a valore internazionale di
            certo non
            serve.Serve eccome, non è una panacea, certo, però più uno standard è diffuso, più è utile ai fini dell'intercomunicabilità, per non parlare delle economie di scala.


            Gli standard, poi, anche nel caso non si usino

            prevalentemente, costituiscono una lingua comune

            con cui all'occorrenza gli utenti di diversi SW

            possono comunicare.

            E poi diciamola tutta, anche se è stata

            stradetta: l'affermazione di ODF come formato

            standard minaccia una e una sola cosa, il quasi

            monopolio di Office.

            E' possibile, ma non ne sono convinto. Microsoft
            è una azienda molto
            dinamica...Anch'io sono sicuro che MS non corre certo rischi mortali, ma è anche evidente che molti suoi dirigenti se perdono anche solo uno 0,1% di share su un prodotto si lamentano come se gli avessero strappato le unghie :pIo, pur da fan di Linux, non alzerei un sopracciglio leggendo che magari ha guadagnato lo 0,5% di share in un paio d'anni, ma se per reazione il panzone si mette a blaterare di GPL, virus, tumori, etc, cosa devo pensare?
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            questo non giustifica
            una standardizzazione a valore internazionale. La standardizzazione informatica C'E' GIA', come avviene in ogni campo industriale, ed è fondamentale perché il progresso tecnico si diffonda. Non avremmo carburanti di composizione standard, dischi ottici di formato standard, le vechie videocassette di formato standard, telefoni che comunicano con un formato standard, e poi Radio, Televisione, corrente elettrica, prese e spine, eccetera. Tutte queste cose sono regolamentate da standard imposti da rispettare. Per non parlare di internet, che nasce dalla standardizzazione dei protocolli, senza i quali nemmeno un ping potrebbe funzionare.La legge italiana stabilisce che i formati da usare dalla pubblica amministrazione devono essere standardizzati in modo da consentire l'accesso da qualsivoglia sistema informatico, dunque sono accettabili ODF e PDF. nel 2008 è previsto il primo controllo per accertare l'adeguamento alla legge.
            Da altre parti le cose funzionano alla perfezione e
            senza bisogno di standardizzazioni in tal senso.Per esempio? Al contrario mi risulta che un po' ovunque le amministrazioni pubbliche stiano migrando al software libero. Come mai? Forse per non trovarsi legati ai capricci di una azienda?
            E allora perchè turbare il mercato con una
            problematica standardizzazione?Problematica in che modo? Davvero pensi che le cose scorrano senza ostacoli senza una organizzazione standardizzata? In quale mondo fantastico vivi?
            Le conseguenze di una standardizzazione in tal
            senso peraltro non coinvolgerebbero solo
            Microsoft e Sun, ma tantissime altre aziende.Solo MS non rispetta gli standard. Sun, IBM, Novell, Red Hat, per citare solo le principali, sono aziende che supportano da anni gli standard ISO.
            tipicamente tutte le aziende ed agenzie
            governative (soprattutto all'estero) introducono
            l'adesione allo standard come requisito
            fondamentale perchè un determinato programma
            venga preso in considerazione.E' già così, anche se il tizio di MS si guarda bene dal dirlo. ODF è già standard ISO e le agenzie governative lo hanno già adottato. Tutti i software lo supportano, tranne MS.
            metterebbe in difficoltà moltissime aziende Solo MS, non gli altri.
            che, stante la giovinezza dei due formati,
            non hanno ancora la
            possibilità di adottarli in tempi brevi con le
            loro risorse limitate.Quale 'giovinezza'? ODF è abbastanza collaudato da essere uno standard ISO. Semmai è OXML ad essere giovane ed afflitto da problemi in tal senso. Ed adottarli porta ad un risparmio notevole, come può testimoniare chi ha già completato la migrazione.
            Il risultato, paradossalmente, sarebbe un
            rafforzamento delle posizioni dominanti dei
            soliti noti ed una eliminazione della
            concorrenza.Di chi? A risentirne è soprattutto MS, che rischia di perdere denaro, dal momento che non supporta gli standard. La concorrenza è già pronta.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?

            lasciare che sia il mercato a
            decidere. Non mi sembra sbagliato...Non prendiamoci in giro. E' facile demandare la scelta al "mercato" quando lo si controlla da anni. Io devo convertire alcuni documenti in '.doc' prima di inviarli perché tutti quelli che hanno MS Office non possono leggere lo standard ISO. In tale situazione chi può realmente scegliere cosa?

            Per lo stesso motivo non si può accettare che un

            formato chiuso sia riconosciuto 'standard'

            Sono daccordo.Quindi ogni discussione si può chiudere: OXML non potrà essere standard ISO finché resterà non libero.
            OpenOffice ha ancora notevoli limiti che a mio giudizio
            ne precludono l'uso a chi ha esigenze di una certa
            complessità.Dovresti fare degli esempi. Ho migrato un'azienda al software libero senza percepire nessun limite "notevole". Unico ostacolo sono state le macro di Excel. Il problema è nel linguaggio VBA di MS che non è aperto, quindi non supportabile da altri. Ho riscritto le macro in basic o java ed il problema è stato risolto.
            dire che è logico usare un programma piuttosto
            che un altro solo perchè quel programma salva in
            un formato aperto mi sembra una stupidata. Ed invece no. Se il formato libero non sarà più supportato dal software che uso, ne troverò probabilmente un altro che mi permetterà di accedere ai miei dati. Oppure sarò libero di scrivere - o di commissionare ad altri - un visualizzatore per mantenere l'accesso ai miei dati. Se il formato è chiuso, un'unica azienda può negarmi la possibilità di accedere ai miei archivi. Per un utente normale la conversione è semplice, ma per un'azienda di grandi dimensioni è una questione critica. Ho visto tenere in vita sistemi non più supportati da un decennio per garantire l'accesso a decenni di documentazione in formati dimenticati. Col rischio continuo di guasti ormai difficilmente riparabili. La questione del formato è fondamentale e prescinde dal software utilizzato.
            Ti ricordo che l'adesione agli standard è
            FACOLTATIVA. Il motivo è semplice: non bloccare
            del tutto il progresso, In tal modo si è liberi di scegliere. Questo è il punto fondamentale.
            stante il fatto che gli standard di fatto già sono un
            notevole ostacolo al progresso.Certo, poiché limitano la possibilità di scelta.
            Questa mi sembra tanto una frase detta per
            "partito preso".
            Microsoft ha una posizione dominante in quanto i
            suoi prodotti sono qualitativamente migliori
            degli altriNo, ERANO qualitativamente migliori, se parliamo di MS-Office4 e di MS-DOS. Poi i prodotti si sono diffusi quasi esclusivamente a colpi di concorrenza più o meno aggressiva. I concorrenti di Office, da Lotus a WordPerfect erano qualitativamente migliori, ma proprio per la forza del marketing di MS non sono sopravvissuti. Il mercato nell'ultimo decennio è diventato sostanzialmente un monopolio, ma non per la qualità.
            Tanto per darti un'idea di cosa intendo, io ho
            scelto di usare Firefox in quanto lo trovo
            migliore di Internet Explorer.Tanto per fare un esempio, IE fin dall'inizio è stato un pessimo browser, ma legato a Windows ha condannato a morte Netscape, nonostante la superiorità indiscutibile del software e la quota di mercato del 98% di quest'ultimo. Ora che Firefox (di lontana derivazione Netscape) sta riguadagnando terreno, anche sul fronte IE si sta combattendo una battaglia sugli standard W3C, che IE non vuole rispettare: IE8, come il 7, ha fallito ancora i test ACID.
            Visual Studio sia molto migliore di qualsiasi altro IDE
            sul mercato, gratuito o a pagamento.Solo se programmi in .NET, per tutti gli altri linguaggi dovresti provare CodeGear RAD Studio (ex Borland Developer Studio). Per Java invece indicherei Eclipse. Io non sceglierei Visual Studio semplicemente perché trovo il Basic un linguaggio improponibile per fare del buon software. Gusti.
            in alcuni casi è necessario usare MS-Office.Mi piacerebbe sapere quali casi, dal momento che a me non sono capitati.
            senz'altro MS-Office in quanto la sua controparte
            ha problemi non trascurabili in alcuni scenari
            non proprio rari.Quali?
            Dalla classifica delle aziende che portano
            maggiore innovazione, Quale classifica? Compilata da chi? Per conto di chi? In mancanza di tali informazioni le statistiche hanno scarso valore. Per questo evito di citare quella che assegna a GNU/Linux il 58% di penetrazione nelle piccole e medie imprese italiane. Anche se la fonte è l'Associazione delle PMI. Incidentalmente so che prima di MS ci sono aziende come Red Hat (premiata per il 4° anno di seguito), IBM e Novell, che, tra l'altro, contribuiscono allo sviluppo di OpenOffice.
            Microsoft è una azienda come tante altre e si comporta
            come qualsiasi altra azienda che in un modo o
            nell'altro arrivi ad avere un mercato così ampio.E' l'unica azienda così ampia. In sostanza si comporta come se stessa, non come tante altre. Altrimenti non sarebbe l'unica azienda informatica ad aver collezionato così tante condanne da organismi di controllo americani ed europei.
            Quello che hai detto tu è sostanzialmente la
            stessa cosa, sottolineando che l'interoperabilità
            deve essere preservata... Non è la stessa cosa. Non importa il formato che MS s'inventa, l'importante è che supporti lo standard aperto stabilito da tutti (MS compresa). Cosa che non è mai successo fino ad ora. Il plugin è stato realizzato da terze parti (IBM) ed al cambio di release ha cessato di funzionare: in sostanza MS continua a rifiutare gli standard.
            Io penso alla libertà di una azienda di fare i propri
            interessi, Se presuppone la limitazione della libertà dei clienti è illegale, immorale e contrario ai principi del libero mercato.
            la libertà di scambiarsi documenti ce l'abbiamo ed è
            limitata solo dalla scarsa competenza informatica Se t'invio un file .wps e tu non hai Works, quali competenze informatiche ti consentono di vederlo?
            Dal mio punto di vista la soluzione migliore è
            lasciare le cose come stanno e lasciare che sia
            il buon senso delle pubbliche amministrazioni a
            fare in modo che venga adottato un unico formato.La "guerra" in realtà è tra chi difende la libertà degli standard riconosciuti ed una azienda che la pensa diversamente. Il portavoce di Microsoft non dice che in Italia la legge impone alle amministrazioni l'utilizzo di formati documentali che siano accessibili da tutti i sistemi informatici. Sono consentiti, fino ad ora, ODF e PDF rispettivamente per documenti modificabili e non. Le amministrazioni si stanno adeguando.
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Stante il fatto che a quanto dicono due persone ODF è uno standard ISO, ho pensato bene di fare una piccola ricerca. Non mi preme avere ragione a tutti i costi (non dovrebbe mai premere a nessuno) per cui verificare mi sembrava una buona idea.Dalla ricerca ho constatato che in effetti ODF è uno standard ISO da ben un anno.Be', a questo punto devo ammettere che trovo assurdo il fatto che Microsoft ancora non lo supporti.Questo è effettivamente un tentativo scorretto di sfruttare la propria posizione dominante e persino le parole di Microsoft sono false e fuorvianti in quanto inducono a pensare che anche OpenXML sia uno standard (lo è, ma solo in seno agli utilizzatori di MS-Office).http://arstechnica.com/news.ars/post/20061204-8349.html
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            Quale standard ISO? Se ci sono già degli standard
            documentali, allora ODF non serve.Pensavo che t'informassi prima di parlare: ODF E' lo standard ISO per i documenti, già riconosciuto ed adottato. MS continua ad essere fuori standard.
            ultimamente le difficoltà le hanno
            comunque. Per questo vogliono che un proprio formato sia riconosciuto standard.
            Se una azienda decide di interrompere il supporto
            a un formato allora dovrebbe anche garantire certo, dovrebbe!
            pare che supporti ancora formati vecchi di oltre
            10 anni In lettura. Ma non in scrittura. Se ti sembra poco, questo vuol dire che i sistemi più vecchi sono costretti ad aggiornarsi e costretti a restare forzatamente 'fedeli' al produttore. Pensa soltanto a cosa voglia dire riscrivere integralmente le applicazioni Access ad ogni aggiornamento.
            Qui ho idea che stai confondendo la libertà
            dell'utente con la libertà dell'azienda...Tu confondi la dittatura di una azienda con la libertà di tutte le altre.
            Limitano la possibilità di scelta dell'utente,
            semplificandogli però la vita.In che modo? E quale può essere il prezzo della libertà di scelta?
            Limitano invece la libertà di innovare
            dell'azienda
            standardizzare limita la libertà di scelta Gli standard garantiscono il progresso, ma a beneficio di tutti, non soltanto di qualcuno. E senza limitare alcuna scelta da parte di utenti ed aziende. Questo è il progresso. Aver deciso tutti per un formato unico nella formattazione dei dischi, così come la standardizzazione nella costruzione delle CPU non ha limitato il progresso tecnologico dei moderni processori, né la concorrenza.
            allora non bisognerebbe standardizzare nemmeno ODF...Ancora? ODF E' UNO STANDARD ISO. Non ne servono altri.
            Mi sembrano solo opinioni. Mah, ho usato quasi ogni suite mai nata sul mercato. A partire da Word 4 per DOS. Già allora WordPerfect era senz'altro superiore, e lo era ancora alla sua scomparsa. Per il resto sì, è una opinione. Come la tua.
            L'ultima versione qualitativamente buona di
            Netscape è la 4, uscita assieme a IE4.Vero, ma siamo alla fine della storia: a quel punto Netscape Communications è fallita ed il codice è passato al progetto Mozilla. Le versioni successive sono state pubblicate da AOL che aveva acquistato il logo, su base Mozilla, normalmente indietro di una versione. Ciò non toglie che IE ha 'ucciso' la concorrenza pur essendo molto indietro con lo sviluppo.
            è la reale qualità di un prodotto a determinarne il successo.Finché il mercato non viene turbato da monopolisti. Dopo non c'è semplicemente più mercato.
            Per poter fare un'interfaccia grafica Java con
            Eclipse bisogna sapere quali plugin installare e
            sapere dove trovarli, Sul sito di Eclipse trovi tutto. Generalmente in un unico installer già configurato. Comunque c'è abbondanza di documentazione. Un programmatore dovrebbe leggere prima di lanciarsi come viene viene. Anche qui c'è una differenza: Eclipse ti permette di scegliere quale motore grafico usare e quali librerie implementare. Che sia la libertà a farti paura?
            E' l'unica così ampia nel suo settore di software. Cioè, quale settore? Sistemi operativi desktop, Suite da Ufficio, Sviluppo software, infrastrutture di rete, Web application, Server, Giochi... dimentico qualcosa? Cosa resta? Ah, la grafica. Quella no. Perché l'antitrust americano proibì l'acquisto di Macromedia, poi passata ad Adobe. A quali altre aziende ti riferisci?
            Se parli di documenti, non c'è nessuno standard
            altrimenti non saremmo qui a discutere.Ti sbagli, ODF è uno standard ISO. Ed è libero. Ed è per questo che MS ne vuole discutere.
            Certo, Microsoft ha detto "questo plugin non deve
            funzionare"No, ha modificato la gestione dei filtri sui documenti che ora impediscono il funzionamento del plugin. Voluto o meno, Office 2007 non supporta lo standard internazionale.
            E poi ODF non è uno standard. ODF è il formato
            usato da alcuni programmi OpenSource.E insisti! ODF è lo standard ISO per i documenti.
            Illegale: non siamo avvocati.Ma sappiamo leggere. O no? Comunque ho fatto parte dei consulenti informatici addetti al rispetto delle normative di una azienda finanziaria. Non mi sono proprio ignoti gli argomenti legali.
            Immorale: ognuno fa i suoi interessi, nei limiti della legge.
            La morale e il mercato non sono mai andati daccordo.Per questo esistono grandi interessi economici. Non per questo si devono giustificare tutti i loro soprusi.
            Contrario ai principi eccetera: lo è ogni
            monopolio, ma non è una buona ragione per punire
            a prescindere il monopolista.Perché no? Per questo ci sono gli organi di controllo antitrust, per evitare e punire ogni tentativo monopolista.
            Se mi invii un file Works hai già sbagliato a
            presumere che io abbia Works. Perché il formato di Works è chiuso e scarsamente supportato da chi l'ha inventato. Ma prendo atto che non hai potuto aprire il documento.
            Questa è la competenza informatica e il buon senso che
            mancano. Eppure basterebbe stabilire di salvare
            in un formato piuttosto che un altro per risolvere il
            problema.Ma non doveva "facilitare la vita" all'utente? Adesso quell'utente deve studiare i formati disponibili per decidere cosa usare? E con quale criterio? Dovrebbe chiedere in giro prima si salvare un documento? Non sarebbe meglio avere un formato standard, per non sbagliare?In ogni caso nulla mi garantisce che domani io non abbia gli stessi problemi con .doc una volta che MS abbia cessato il supporto a favore di oxml. Come è successo con le applicazioni Access '97, 2000, 2003
            ODF non è uno standard...
            ... non ancora.Informati. ODF è un formato documentale basato su XML standard registrato ISO/IEC n°26300 del 2006. L'intera documentazione e la descrizione puoi trovarla qui:http://www.iso.org/iso/iso_catalogue/catalogue_tc/catalogue_detail.htm?csnumber=43485
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
            Pensavo che t'informassi prima di parlare: ODF E'
            lo standard ISO per i documenti, già riconosciuto
            ed adottato. MS continua ad essere fuori
            standard.Come avrai sicuramente notato, mi sono corretto pochi minuti dopo.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            Come avrai sicuramente notato, mi sono corretto
            pochi minuti dopo.Visto, e concordo con quello che dici. La cosa è aggravata dal fatto che, nello specifico, anche OXML non è correttamente supportato da MS Office 2007, per ragioni di 'giovinezza' del formato. Tuttavia, a quanto pare, verrà pienamente supportato da OpenOffice 3.0, release prevista per questa primavera (e che si preannuncia ricca di novità).
          • VITRIOL scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
            Tuttavia, a quanto pare, verrà pienamente
            supportato da OpenOffice 3.0, release prevista
            per questa primavera (e che si preannuncia ricca
            di
            novità).L'idea attuale di Sun è però quella di supportare i formati OOXML solo in lettura, e non in scrittura. La storia ci dirà se cambierà idea :-)PSIn roadmap la 3.0 è data per il 2 settembre.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            I plugin per salvare in
            formato ODF usando MS-Office ci sono (mi pare)Correzione:c'è 1 unico plugin disponibile ad oggi, sviluppato da Sun. Non funziona, però, con MS Office 2007 a causa della (errata) gestione dei filtri sui file del programma MS. Il problema sarà (forse) corretto col SP1. In effetti MS Office è l'unica suite da ufficio sul mercato a non supportare il formato standard ODF. Chissà perché...
          • VITRIOL scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
            c'è 1 unico plugin disponibile ad oggi,
            sviluppato da Sun.Non è vero. C'è anche questo:http://odf-converter.sourceforge.net/Volendo è anche disponibile sotto forma di convertitore stand-alone a riga di comando, che non necessita né di MS Office né di OpenOffice installati.
            Non funziona, però, con MS
            Office 2007 a causa della (errata) gestione dei
            filtri sui file del programma MS. Il problema
            sarà (forse) corretto col SP1.E' già stato risolto dall'SP1 di MS Office 2007:http://www.sun.com/software/star/odf_plugin/index.jsp
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            Daccordissimo.
            Solo... penso non serva uno standard
            internazionale per una mera questione di puro
            buon senso.Lo standard è necessario, esiste, ed è ODF. Usarlo è questione di buon senso.
            devo ammettere che non ho mai
            provato a scrivere un testo molto lungo con
            OpenOffice.
            In compenso ho accertato problemi con i fogli di
            calcoloCapita anche il contrario. Dipende da quello che fai. E dalla versione che usi: prova. Scarica OO 2.3 e provalo per bene.
            Be', accessibile senza troppi problemi, si.
            Standard... non mi sembra così indispensabile.Solo un protocollo valido per tutti garantisce a tutti gli sviluppatori di accedere correttamente al formato. Questo si chiama standard. L'Organizzazione Internazionale per gli Standard (ISO) ha scelto più di un anno fa il formato ODF.
            Più che "standard" direi "unificato"... cioè un
            unico formato per qualsiasi amministrazione
            locale.Locale, nazionale, internazionale: non viviamo in un orticello, ma in una comunità globale di amministrazioni ed aziende che devono comunicare col mondo. Le aziende produttrici di software hanno scelto il formato ODF come standard comune.
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Sky

            In compenso ho accertato problemi con i fogli di

            calcolo, con OpenOffice che è anche 40 volte più

            lento di MS-Office (40 è una cifra indicativa.

            Diciamo 1 secondo di elaborazione con MS-Office
            e

            40 con OpenOffice).
            Messa così, pur con tutta la buona volontà e
            fiducia, renditi conto che è opinabile la tua
            valutazione: potrei dirti che ho sempre rilevato
            in OOo tempi d'esecuzione dimezzati rispetto ad
            MSO. Non è vero, voglio specificare, però è una
            cosa talmente legata a ciò che fai ed a come lo
            fai (potresti anche aver sbagliato a fare
            qualcosa, con OOo), che penso abbia poco senso
            parlare di "prestazioni" in questi termini (in
            genere si usano le test suites che almeno
            contestualizzano).
            O magari OOo semplicemente non è il prodotto per
            quel compito, come forse non lo è Office: un
            prodotto ad hoc ti avrebbe dato prestazioni 10
            volte MSO (e 400 volte OOo
            ;-)).No, no, senti... era un normalissimo foglio di calcolo con qualche centinaio di formule tutte uguali. Formule che poi ho usato per fare un grafico, quindi niente di eccezionale. Niente formattazione del testo ne' altre amenità. Solo molte righe con una formula per ogni riga.Ci manca solo di dar la colpa all'utente dicendo che "ha sbagliato il modo di farlo". La colpa è di chi l'ha programmato, non di chi lo utilizza. Sempre.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            So di vecchi problemi di OO Calc nelle versioni fino alla 2.1, soprattutto nella gestione dei grafici. Ma so anche che uno dopo l'altro i bug sono stati risolti ed è migliorata la creazione di grafici anche nell'ultima release 2.3. Tu quale versione hai provato?Io ho installato in azienda la 2.1 e nessuno ha lamentato problemi. Ma soprattutto, il file utilizzato era .odf oppure .xls? Nel secondo caso quale versione? '97, 2000, 2003? Le formule erano tante tutte uguali oppure differenti? Sono dettagli che modificano il tempo-calcolo.Ma non importa, in fondo. Nessun software è perfetto, e certi errori di calcolo di MS Excel 1997 sono ancora presenti dieci anni dopo.
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
            So di vecchi problemi di OO Calc nelle versioni
            fino alla 2.1, soprattutto nella gestione dei
            grafici. Ma so anche che uno dopo l'altro i bug
            sono stati risolti ed è migliorata la creazione
            di grafici anche nell'ultima release 2.3.

            Tu quale versione hai provato?
            Io ho installato in azienda la 2.1 e nessuno ha
            lamentato problemi.

            Ma soprattutto, il file utilizzato era .odf
            oppure .xls? Nel secondo caso quale versione?
            '97, 2000, 2003? Le formule erano tante tutte
            uguali oppure differenti?

            Sono dettagli che modificano il tempo-calcolo.

            Ma non importa, in fondo. Nessun software è
            perfetto, e certi errori di calcolo di MS Excel
            1997 sono ancora presenti dieci anni dopo.Sinceramente di quel foglio, che avevo creato per l'occasione, ricordo molto poco. Le formule sono quasi sicuro che fossero uguali per tutte le righe (ovviamente con valori differenti), essendo calcoli che dovevo applicare ad ogni valore per poter estrapolare un grafico. Mi pare avesse qualcosa a che vedere con i logaritmi, ma non ne sono sicuro.La versione mi pare fosse la 2.0. Non ho l'abitudine di aggiornare i programmi ad ogni nuova release, per cui considerato che la prima che ho utilizzato è la 2.0, penso fosse quella. In ogni caso non erano bug, ma veri e propri problemi di lentezza.Concordo con il fatto che anche Excel abbia i suoi bug, ma "a pelle" ho comunque l'impressione che sia migliore.Penso che OpenOffice abbia bisogno di ancora un po' di tempo. La prossima major release, se i miglioramenti saranno del calibro di quelli tra la 1.3 e la 2.0 penso che inizierà ad essere ad un livello veramente professionale.
          • Mentalino scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Complimenti, un posto così lungo per dire... NIENTEEcco come iniziano tutte le tue affermazioni- Scritto da: Lieutenant

            Sinceramente di quel foglio, che avevo creato per
            l'occasione, ricordo molto poco . [...]quindi quello che segue non è attendibile.

            La versione mi pare fosse la 2.0. [...]
            non hai considerazioni di cui sei *certo*?solo illazioni e fud?
            Concordo con il fatto che anche Excel abbia i
            suoi bug, ma "a pelle" ho comunque l'impressione
            che sia
            migliore. [...]però, che argomentazioni!ecco un nuovo parametro per scegliere un sw: "a pelle"!Grazie per il tuo contributo.
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Mentalino
            Complimenti, un posto così lungo per dire...
            NIENTENon perdo nemmeno tempo a risponderti.E' evidente che vuoi solo flammare.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            Le formule sono quasi sicuro che fossero uguali per
            tutte le righe Il caso in cui ogni piccola variazione nella gestione del calcolo può avere gli effetti più evidenti: basta un buffer in memoria in meno o meno ampio per accumulare ritardo ad ogni iterazione della formula. Qui è fondamentale conoscere il formato del file: ovviamente un .xml invece che .odf cambia molto.
            In ogni caso non erano bug, ma veri e propri
            problemi di lentezza.Quindi erano bug.
            suoi bug, ma "a pelle" ho comunque l'impressione
            che sia migliore.Quindi è una opinione, non un fatto.
            se i miglioramenti saranno del calibro di quelli tra
            la 1.3 e la 2.0 penso che inizierà ad essere ad
            un livello veramente professionale.I cambiamenti sono stati notevoli già tra la 2.0 e la 2.1. Ancora maggiori con la 2.3 (la 2.2 mi è parsa solo un aggiornamento della precedente). Non serve attendere la 3.0.
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
            Il caso in cui ogni piccola variazione nella
            gestione del calcolo può avere gli effetti più
            evidenti: basta un buffer in memoria in meno o
            meno ampio per accumulare ritardo ad ogni
            iterazione della formula. Qui è fondamentale
            conoscere il formato del file: ovviamente un .xml
            invece che .odf cambia
            molto.Per avere effetti del genere il buffer dovrebbe essere di dimensioni estremamente piccole. Ha poco a che vedere con il formato e molto con l'ottimizzazione.
            Quindi erano bug. No. Erano semplicemente scelte implementative infelici.Un bug è un errore... questa invece è un'implementazione correttamente funzionante ma lenta.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: Lieutenant
            - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
            Per avere effetti del genere il buffer dovrebbe
            essere di dimensioni estremamente piccole. Ha
            poco a che vedere con il formato e molto con
            l'ottimizzazione.Sapere come i dati sono archiviati può condizionare lo sviluppo. Operare con un formato chiuso riduce le scelte possibili in fase di sviluppo. Per questo i software non MS hanno generalmente prestazioni migliori cos formati liberi.
            No. Erano semplicemente scelte implementative
            infelici.Per i miei clienti sono "cose che non vanno" nel software. E che io devo "correggere". Puoi chiamarli come vuoi, ma per me restano bachi da eliminare prima di aggiungere funzionalità.
            un'implementazione correttamente funzionante ma
            lenta.Se la lentezza è notevole è a causa di una implementazione sbagliata, cioè un errore. Se rispondessi con la tua frase ad un cliente che si lamenta, probabilmente lo perderei.
          • Lieutenant scrive:
            Re: Usare entrambi?
            - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
            Per i miei clienti sono "cose che non vanno" nel
            software. E che io devo "correggere". Puoi
            chiamarli come vuoi, ma per me restano bachi da
            eliminare prima di aggiungere
            funzionalità.

            Se la lentezza è notevole è a causa di una
            implementazione sbagliata, cioè un errore. Se
            rispondessi con la tua frase ad un cliente che si
            lamenta, probabilmente lo perderei.L'implementazione è giusta, semplicemente tra le varie implementazioni possibili non è la migliore.Nessun dubbio che sia una cosa seccante la lentezza. E infatti come ho già detto per me OpenOffice deve ancora fare un po' di strada per poter garantire un livello qualitativo eccellente.Nel realizzare un programma, cerco anch'io di mettermi nei panni di chi lo deve usare per cui che il programma sia lento o che si comporti diversamente da come dovrebbe non fa differenza e in entrambi i casi è un problema da risolvere.Nell'utilizzare un programma e valutarne la bontà, invece, distinguo tra "bug" (un comportamento diverso da quello atteso) e "scelta infelice" (lentezza, interfaccia complicata... e via dicendo). Nel caso di OpenOffice, il comportamento che ho rilevato non può essere definito "bug" in quanto il programma effettivamente fa ciò che mi aspetto e restituisce i risultati corretti... tuttavia lo fa lentamente e questo è dovuto a una "scelta infelice" nel modo di implementare le funzioni di calcolo.
          • Sky scrive:
            Re: Usare entrambi?
            Al di là di tutto, non capisco il motivo di concentrarsi sugli applicativi quando il topic riguardava soprattutto i formati di memorizzazione : hai detto che MSO ha i plugin per leggere ODF, ti credo senza problemi anche se non ne ho l'esperienza diretta. Perchè si deve per forza passare a dire "MSO è migliore di OOo perchè nell'elaborare il tal spreadsheet ci ha messo 40 volte di meno"? (quand'anche fosse vero, cosa che non fatico a credere)Perchè si deve per forza dire che OOo è "peggiore" e non pensare ad un bug che verrà corretto? Hai visto il codice sorgente di OOo/Calc? hai debuggato Calc mentre eseguiva i tuoi calcoli e visto che l'errore era "di implementazione" (AKA "logico" o "di concetto")?(domanda "bastarda": hai visto il codice sorgente di Excel e/o hai debuggato Excel mentre eseguiva le formule, per vedere che magari non cadesse nell'errore, alzasse un'eccezione ed usasse un workaround?.. siamo un pò al limite della twilight zone, lo so, ma se ti ostini a dire "è un errore e non un bug" allora mi sento libero di fare questo genere di ipotesi)Se la risposta è "no" (come sospetto) allora possiamo lecitamente pensare ad un bug (ti è già stato spiegato il perchè). Bug che, come altri, verrà risolto (e che, come altri, popola anche il prode Excel).Ma in ogni caso vorrei rimarcare che a me (e presumibilmente ad altri) non frega una beneamata cippa se usi MSO anche solo per fare 3+2, se usi Calc, Lotus123 o anche Visicalc: la cosa interessante, al fine del topic, è che ODF è un formato standard ISO e che, con qualsiasi applicativo, "andrebbe usato" soprattutto nelle P.A.E' un discorso di libertà, del formato non dell'applicativo, e delle persone. Poi se qualcuno decide di risparmiare decine di milioni di euro di licenze ed adottare OOo questo è un altro discorso: mi interessa che se il mio comune mette online un documento che devo scaricare e leggere io non sia costretto a comprarmi MSO per farlo . Se poi tu hai già a casa MSO... ma usalo eh.
          • stirner scrive:
            Re: Usare entrambi?
            L'anas di Campobasso impone autocad, non un programma di grafica vettoriale, come condizione per partecipare ad una gara d'appalto per la segnaletica (non progettazione)!!!In ufficio usiamo openoffice e prima staroffice dal 5.2, quando i file di word si corrompono li apriamo con openoffice li salviamo in rtf o doc per poi poterli riaprirli anche con word; questo, negli anni, sarà successo almeno una ventina di volte.Un formato aperto garantisce anche una maggiore riservatezza, vi ricorderete lo scandalo delle info personali nei file di word. Forse per molti questo non è un problema ma guardate qui:http://www.attivissimo.net/security/word_documents/word_documents.htmInfine, quanto potrebbe risparmiare la pubblica amministrazione con un graduale passaggio al software libero?Quanto imparerebbero di più i nostri figli se non usassero solo prodotti chiusi e preconfezionati? Se imparassero a gestire i piccoli problemi informatici con degli script invece del solito "scarica installa"?
  • andy61 scrive:
    Siamo pratici ...
    In qualunque contesto pratico in cui vi sia uno standard (ed ODF esiste), se lo standard non è perfetto (ed è certo: non esiste nulla di perfetto), si propone il miglioramento, invece che rifare tutto da capo.Osservando le cose da fuori, vedo che la suite di Office e quelle open (OpenOffice, etc.) FANNO LE STESSE COSE!Posso impaginare, usare font diversi, bold, italico, stili diversi, etc., ed idem per i fogli elettronici, le presentazioni, etc.Ora, se nella suite di M$ esistono proprietà così generali ed importanti che sono state omesse da ODF, le si propongono per una estensione dello standard, in modo che in ODF si possano codificare tutte le proprietà fondamentali utili per la codifica di documenti.Aggiungo poi che, essendoci alla base di ODF il linguaggio XML (ove la X sta per eXtensibile!) nessuno impedisce a M$ di aggiungere tag proprietari che saranno interpretabili soltanto da software appropriato (M$ Office, o altri che vogliano inseguirlo ed emularlo).Con la condizione che M$ non utilizzi tag proprietari per codificare proprietà già presenti nello standard, naturalmente.Ed a peggiorare la situazione ci mettiamo anche la standardizzazione del formato PDF: ben venga! sono felice che ci sia arrivati, ma Acrobat Reader cosa fa? Visualizza documenti elettronici, che contengono gli stessi dati e formati che sono contenuti in documenti di Office (molto probabilmente, nel 99,999% dei casi i documenti PDF derivano da originali prodotti mediante Office).E quindi ci troviamo con un'ulteriore ridondanza.Ma non varrebbe la pena insegnare ad Acrobat Reader a leggere il formato ODF?Se manca qualche tag specifico, aggiungiamolo ad ODF, ed abbiamo fatto contenti tutti (OK, quasi: M$ rimane fuori).E poi si punta sulla qualità: se il miglior visualizzatore è Acrobat Reader, lo utilizzo, altrimenti ne scelgo un altro.Idem per l'editing dei documenti: M$ Office? OpenOffice? Acrobat? ... ciascuno avrà le sue peculiarità.Se utilizzare un prodotto piuttosto che un altro mi fa risparmiare in produttività, ben venga il pagamento di una licenza d'uso! Me la ripago con l'aumentata efficienza del mio business.Ed in ultimo, io come azienda o come pubblica amministrazione non posso pensare di dover pubblicare tutti i miei documenti in tutti i formati che i produttori vogliono impormi: al momento siamo già al punto di dover pubblicare in ODF, PDF, ed OOXML.Ma siamo impazziti? Se pubblicare un documento mi cosa X, pubblicarlo in N formati mi costa N*X (vale per il tempo, lo spazio su disco, i backup, etc. etc. etc.)
    • Nello Gala scrive:
      Re: Siamo pratici ...
      Dimentichi che:da word per creare un pdf devi avere un prog esterno, open office ha un "tastino" facile e intuitivo...open office crea documenti di dimensioni incredibilmente minori....costa niente , mentre office 2007 lo paghi, e fa tutto e molto di più rispetto a office...qualche ente in italia già lo usa, asl av 2 ad esempio e l'università di pisa ha condotto studi che provano un risparmio usando Open Office rispetto a Office 2003, a parità di uso ed efficienza! Open Office,infine, esiste per tutte le piattaforme...Solo non è molto usato, anche se le cose stanno cambiando, questo è quello che fa paura a Ms.Considera poi Forefox 3 che ti pemetterà di usare Google doc anche off- line e il cerchio è chiuso... Certo , non ci sono le funzioni di una suite per ufficio ma chi usa macro e simili estensioni tutte le volte che deve usare un doc writer?La maggior parte degli utenti usa word o writer per scrivere e stamapre con poca formattazione e se gliela si da con un browser addio a una cospicua fetta di mercato!Sia per le suite office che per i browser, chiariamo!
      • www.aleksfa lcone.org scrive:
        Re: Siamo pratici ...
        - Scritto da: Nello Gala
        Certo , non ci sono le funzioni di una suite per
        ufficio ma chi usa macro e simili estensioni
        tutte le volte che deve usare un doc
        writer?Non è corretto: OpenOffice ha tutte le funzioni di una completa suite per ufficio, compresa la programmazione di macro (e diversi linguaggi disponibili). Inoltre supporta estensioni e plugin che possano aggiungere funzionalità. Quello che non è supportato, invece, è il linguaggio VBA delle macro di MS Office che, essendo proprietario, non può essere incluso in un software libero.
        • Nello Gala scrive:
          Re: Siamo pratici ...
          Parlavo di google doc, non di open office....
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Siamo pratici ...
            - Scritto da: Nello Gala
            Parlavo di google doc, non di open office....Già... capito male.D'altronde Google è "beta"
    • Shu scrive:
      Re: Siamo pratici ...
      - Scritto da: andy61
      Ed a peggiorare la situazione ci mettiamo anche
      la standardizzazione del formato PDF: ben venga!
      sono felice che ci sia arrivati, ma Acrobat
      Reader cosa fa? Visualizza documenti elettronici,
      che contengono gli stessi dati e formati che sono
      contenuti in documenti di Office (molto
      probabilmente, nel 99,999% dei casi i documenti
      PDF derivano da originali prodotti mediante
      Office).
      E quindi ci troviamo con un'ulteriore ridondanza.
      Ma non varrebbe la pena insegnare ad Acrobat
      Reader a leggere il formato
      ODF?
      Se manca qualche tag specifico, aggiungiamolo ad
      ODF, ed abbiamo fatto contenti tutti (OK, quasi:
      M$ rimane
      fuori).PDF ha uno scopo diverso da ODF.Lo scopo di PDF e` creare documenti con precise impostazioni, ingombri, posizioni.Scopo di ODF e` creare documenti con determinati attributi, note, header, footer, componenti, ecc.Non so se hai mai visto com'e` fatto un PDF (intendo a livello di codice). Non e` che puoi semplicemente aggiungere una parola e automaticamente il documento rifluisce allungandosi di una pagina, se serve.Devi rifarlo da zero.Ogni pagina e` a se`, non ha nessun riferimento alle precedenti o alle successive, non esistono gli header e i footer, solo blocchi con dentro "qualcosa" (testo, immagini, ecc.).E` nato sull'onda di Postscript e DVI, per avere una rappresentazione di un documento indipendente dal supporto. Ha i suoi vantaggi e svantaggi, naturalmente.Bye.
    • ... scrive:
      Re: Siamo pratici ...
      tra l'altro un file pdf è indipendente dalla piattaforma su cui lo apri, perché ingloba dentro di se TUTTE le informazioni necessarie al suo rendering, font compresi, un file di word o openoffice se usi un font che sulla macchina non c'è vedi cose strane (se tutto va bene)pdf è un formato che è perfetto così com'è, andrebbe solo ripulito e reso un po' più semplice
    • CCC scrive:
      Re: Siamo pratici ...
      - Scritto da: andy61[...]in linea di massima, concordo con te...
      Se utilizzare un prodotto piuttosto che un altro
      mi fa risparmiare in produttività, ben venga il
      pagamento di una licenza d'uso! Me la ripago con
      l'aumentata efficienza del mio
      business.su questo una puntualizzazione per evitare che qualcuno possa fraintendere...usare un prodotto piuttosto che un altro va bene a patto che questi prodotti usino SOLO FORMATI STANDARD E LIBERIusare un prodotto piuttosto che un altro va bene a patto che la licenza d'uso sia tale che quel prodotto sia un software libero http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.it.html... e, giusto per ricordarlo, software libero NON vuol dire necessariamente gratis... o che non dia lavoro...http://www.gnu.org/philosophy/selling.it.htmlhttp://www.provincia.cagliari.it/convegnofreesoftware2007/download.html (in particolare: Marchesi)
      Ed in ultimo, io come azienda o come pubblica
      amministrazione non posso pensare di dover
      pubblicare tutti i miei documenti in tutti i
      formati che i produttori vogliono impormi: al
      momento siamo già al punto di dover pubblicare in
      ODF, PDF, ed
      OOXML.beh... non proprio:pdf per documenti da stampare/leggere ma non modificarertf per documenti da modificare
      Ma siamo impazziti? Se pubblicare un documento mi
      cosa X, pubblicarlo in N formati mi costa N*X
      (vale per il tempo, lo spazio su disco, i backup,
      etc. etc.
      etc.)già... ma a M$ questo non importa ;-) auguri
  • Millantator e scrive:
    Sull'approvazione ISO
    1) già alla scorsa votazione M$ ha "sponsorizzato" aziende partner per partecipare (l'iscrizione richiede un pagamento) e votare a favore.http://www.google.it/search?q=sweden+vote+ooxml2) per evitare che la cosa si ripeta, si sta cercando di tenere d'occhio chi sarà inviato alla prossima votazionehttp://www.noooxml.orghttp://www.noooxml.org/brm3)=== QUOTE ================================ISO la prima cosa che verifica nelle proposte di formalizzazione è se la specifica proposta sia slegata da vincoli di proprietà intellettuale [...]. Problemi che erano ben superati ==========================================Ben superati?Come dovrei implementare autoSpaceLikeWord95 o useWord97LineBreakRules ??
    • per Valboni scrive:
      Re: Sull'approvazione ISO
      - Scritto da: Millantator e

      3)
      === QUOTE =============================
      ISO la prima cosa che verifica nelle proposte di
      formalizzazione è se la specifica proposta sia
      slegata da vincoli di proprietà intellettuale
      [...]. Problemi che erano ben
      superati
      =======================================

      Ben superati?

      Come dovrei implementare
      autoSpaceLikeWord95 o
      useWord97LineBreakRules ??Interessante quest'ultima questione...Come risponde il sig. Valboni?Non ne era a conoscenza?O forse ha detto una piccola piccola bugia,sostenendo che quei problemi erano superati?
  • Millantator e scrive:
    diaaaamo un noooome alle coooooooooose
    Ultimamente pare che l'acronimo FUD sia inflazionato.Addirittura a volte sento dei sostenitori di M$ (i cosiddetti "winari") usare questa parola verso altri. Forse costoro ignorano che il termine è stato coniato proprio per descrivere certe politiche di M$ Ecco allora che il nostro amico Andrea Valboni ci rinfresca la memoria su cosa sia il FUD:=== QUOTE ============================Il desiderio di standardizzazionea tutti i costi ha un rischio========================================= QUOTE ============================Il rischio che vedo io è che, se si sceglie ora, subito, qualunque dei due, si rischi poi in un tempo abbastanza breve di dover affrontare una successiva migrazione e rielaborazione di quanto sviluppato======================================I messaggi qui sopra trasmettono paura, incertezza e dubbio a chi deve fare questa scelta. In perfetto stile M$Ps. Per piacere, evitate di sottolineare come il nostro amico abbia detto "qualunque dei due". Per M$ l'importante non è che sia scelto OOXML (cosa tra l'altro impossibile, visto che nemmeno è uno standard ), ma che *non* sia scelto ODF.Tradotto: al momento non mi importa vincere, mi basta che perdiamo tutti e due.
  • Ageing drummer boy scrive:
    "Fare grossi investimenti"...
    I "grossi investimenti" di cui parla Valboni sono necessari soltanto se si acquistano migliaia di copie di Microsoft Office 2007 per sostituire Microsoft Office XP/2003/2000. Scegliere di usare ODF tramite OpenOffice.org significa risparmiare molti soldi in licenze, e spendere una cifra sicuramente inferiore per la conversione delle poche macro usate nei documenti già esistenti.Quindi, con quell'affermazione, Valboni stesso ha invitato a non investire in licenze di Microsoft Office. :-)
  • SixaM scrive:
    La strategia M$
    Ipotizzo (per averlo gia' visto accadere altre volte) la linea di reazione M$:- M$ abbraccia ODF, supportandolo appieno nei suoi applicativi. Cosi' gli utenti non sono costretti a passare a OO;- M$ inizia a proporre delle estensioni. Le prime estensioni sono open, le successive iniziano ad essere proprietarie;- Gli applicativi M$ supportano appieno l'ODF 'M$-Style', che ormai ha tante estensioni da non essere piu' standard ma lo usano tutti.- M$ ha ucciso l'ODF prima supportandolo, poi estendendolo, ed infine inglobandolo.
    • Millantator e scrive:
      Re: La strategia M$
      le 3EEmbrace, Extend and Extinguish
      • cxar scrive:
        Re: La strategia M$
        - Scritto da: Millantator e
        le 3E

        Embrace, Extend and ExtinguishNon sempre gli è riuscito. Una decina di anni fa' provò ad ingoiare Java... ma il boccone gli andò di traverso.
        • Shu scrive:
          Re: La strategia M$
          - Scritto da: cxar
          Non sempre gli è riuscito. Una decina di anni fa'
          provò ad ingoiare Java... ma il boccone gli andò
          di
          traverso.E` vero, ma per vendetta ha completamente ucciso Java sul desktop (togliendolo dal suo S.O. e mettendoci .Net), relegandolo a cellulari e server.Anche in questo caso Embrace (preso Java), Extend (creato VisualJ), Extinguish (tolto Java di mezzo).
        • ---- scrive:
          Re: La strategia M$
          Ma no... Java è sparito, altro che boccone andato di traverso!- Scritto da: cxar
          - Scritto da: Millantator e

          le 3E



          Embrace, Extend and Extinguish

          Non sempre gli è riuscito. Una decina di anni fa'
          provò ad ingoiare Java... ma il boccone gli andò
          di
          traverso.
      • SixaM scrive:
        Re: La strategia M$
        Ci hai ragione...non mi ricordavo la sigla.Bye by SixaM 8-]
    • Giocatore110 scrive:
      Re: La strategia M$
      Dimentichi che i governi e la maggioranza degli utenti usa i documenti standard ben prima di quelli estesi e che li vuole compatibili anche con il passato, e che se manca la compatibilità con l'ISO M$ si taglia le gambe a Office, non al formato ISO.E comunque non sarebbe un grosso problema se i governi usassero solo l'ODF: apparte che per ora è l'unico formato ISO, la scelta di questo formato (se interoperabile con gli altri) non imporrebbe ai cittadini una scelta unica quindi l'OOXML non dovrebbe avere molti problemi, qui per me M$ toppa di brutto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 dicembre 2007 10.32-----------------------------------------------------------
  • Carlo Lucarelli. scrive:
    E' buio.
    MS è sola in casa.Ode un rumore.Sa di aver chiuso le inferriate e la porta blindata.Ma sa che qualcuno è GIA' dentro.MS non può vederlo.Ma in fondo al corridoio, nel buio, ha creduto di intravedere un'ombra.E' lo spietato ISO. E brandisce un affilato standard aperto...[img]http://www.carlolucarelli.net/perturbapaura.jpg[/img] PAURA, EH? :| :| :| :p
    • Giulio Cesare scrive:
      Re: E' buio.
      Eh... un po!
      • Petengy scrive:
        Re: E' buio.
        - Scritto da: Giulio Cesare
        Eh... un po!la storia insegna che nessun impero è eterno....
        • Big Daddy Mars scrive:
          Re: E' buio.
          - Scritto da: Petengy
          - Scritto da: Giulio Cesare

          Eh... un po!

          la storia insegna che nessun impero è eterno....Perché non riesci a scorgere l'indistruttibile filo conduttore:IMPERO DEL MALE RULEZZZZZZZZ!!!!!!!!!! :D :D :D
  • CCC scrive:
    SCONCERTANTE
    E' sconcertante la faccia tosta (si chiama FUD?) con cui questa "gente" (M$ nella persona di questo Sig. Valboni, Technology Officer di Microsoft Italia, bontà sua, sic!) rovescia sistematicamente la realtà, spaccia per vere e assodate cose che non lo sono, arriva a concludere qualsiasi cosa con ragionamenti fallaci che pure poggiano su ipotesi traballanti... tra i sostenitori dei due sistemi esiste una contrapposizione più di tipo ideologico che fattuale questa sarebbe ideologia?http://www.italy.fsfeurope.org/documents/msooxml-questions I due formati, come tutte le specifiche tecniche, partono da presupposti diversi, e questo origina due identità e due storie diverse, ed inevitabilmente tendono ad essere diversi beh questo è giusto... ODF nasce come standard libero ed aperto, OOXML nasce per cercare di spacciare formati chiusi e proprietari come standard, nasce da gente che non sa cosa sono gli standard se non quelli che impone di fatto Molti governi - continua Valboni - stanno cercando di accelerare la spinta alla standardizzazione dei formati, commettendo forse un errore, almeno in certi casi. [...] quando parliamo di standard XML parliamo di un ambito di standardizzazione nuovo, con le conseguenti problematiche della novità. Il rischio che vedo io è che, se si sceglie ora, subito, qualunque dei due, si rischi poi in un tempo abbastanza breve di dover affrontare una successiva migrazione e rielaborazione di quanto sviluppato". tradotto: M$ degli standard ISO se ne sbatte e i governi che vogliono adottare uno standard ISO esistente da tempo e valido come ODF sbagliano perché non fanno come dice M$ che, se in futuro dovesse riuscire a far passare OOXML (come standard vero o anche solo di fatto), gliela farà pagare (siamo alle minacce per quanto velate...) I due formati - continua Valboni - hanno storie diverse: per certi aspetti ODF è più giovane di OOXML [...] OOXML ha una storia diversa, una struttura documentale molto complessa, che inevitabilmente per la sua storia si porta dietro Microsoft Office [...]" peccato che ODF è uno standard ISO da tempo e OOXML NON lo è (e speriamo non lo diventi mai)interessante anche l'equazione OOXML=M$ Office... è bello sentire M$ dire chiaro chiaro a cosa serve veramente OOXML... Come dovrebbe comportarsi un'amministrazione o un paese che comunque guarda agli schemi XML per l'evoluzione della gestione documentale [...]? La risposta di Valboni è che non potendo scegliere occorra puntare sull'uso contemporaneo di entrambi. "In questo momento - sottolinea l'NTO di MS Italia - ci sono elementi comuni tra i due formati, che potrebbero suggerire ad un governo quali possano essere i modi per usarli entrambi. Lasciando al cittadino usare quello che preferisce [...] attivando linee guida per consentire al cittadino di eseguire un atto amministrativo utilizzando un formato o l'altro con gli applicativi che preferisce". tradotto: amministazione pubblica e cittadini devono continuare ad usare M$ Office senza abbandonarlo ora a favore di OpenOffice: in tal modo P.A. e cittadini continueranno a pagare le licenze sia oggi che in futuro quando saranno assuefatti (o vinti) allo standard di fatto imposto dalle nuove versioni di M$ Office...conveniente, non c'è che dire... "Che i due formati interoperino - aggiunge Valboni - è un fatto che va consolidandosi" e certo... c'è pure il "convertitore" M$:http://www.italy.fsfeurope.org/documents/msooxml-converter-hoax secondo l'azienda [M$], la rotta da seguire è la neutralità tecnologica "neutralità tecnologica" sono parole che in bocca a M$ (codice closed, specifiche segrete, accordi con i produttori hw per blindare i driver, DRM e TC) suonano decisamente divertenti... davvero uno spasso...questi qui ci stanno prendendo tranquillamente e sfacciatamente per i c..o!!! Cose analoghe possono essere fatte nell'ambito dell'eGovernment, sulla base di schemi di rappresentazione che chiunque può utilizzare e adottare [...]". Come a dire che non sempre è necessario focalizzarsi sul come le informazioni arrivano a e da il cittadino, perché il nocciolo sono i contenuti, non la loro rappresentazione. un bel discorso da fare al cittadino... a lui che importa della rappresentazione?... l'importante è che le amministrazioni usino la "rappresentazione" che decide M$ e che, naturalmente, paghino le dovute licenze d'uso (con le tasse del suddetto cittadino)... A lavorare per portare a casa la formalizzazione a standard in ISO non è solo Microsoft ma anche i tecnici e gli esperti di ECMA, che ha già formalizzato OOXML come standard e che ha dato il la alla possibilità per il formato ideato da Microsoft di essere approvato anche in sede ISO. eh già... dev'essere un periodaccio per le centinaia di lobbysti M$ che ci stanno lavorando su... chissà quanto superlavoro! e quanti straordinari... e chissà quanto saranno alte le note di spesa per "rappresentanza" in questo periodo...e chissà cosa risponde M$ a queste domandine:http://www.italy.fsfeurope.org/documents/msooxml-questions-for-msciao
    • Rogowin scrive:
      Re: SCONCERTANTE
      CONCORDO, concordo su tutto quello che hai detto.Microsoft la deve smettere di obbligare tutti a usare i suoi (penosi) standard, e questa è la volta buona per fargliela pagare.
      • Petengy scrive:
        Re: SCONCERTANTE
        - Scritto da: Rogowin
        CONCORDO, concordo su tutto quello che hai detto.
        Microsoft la deve smettere di obbligare tutti a
        usare i suoi (penosi) standard, e questa è la
        volta buona per fargliela
        pagare.concordo e quoto, la devono smettere ri rompere le palle....
        • staza scrive:
          Re: SCONCERTANTE
          quoto... ma aggiungo che se da una parte (microsoft) impone, dall'altra parte c'è comunque qualcuno che accetta questa imposizione....quindi, "dar contro" a micrososft si, ma incentivare nello stesso tempo (insegnando, spieganto, forndendo alternative) l'utente (sia esso privato che pubblica amm.) a girare lo sguardo verso altri lidi...ma all'utente però bisogna dare cose certe, funzionanti, stabili.... e facili.... senza queste premesse (salvo imposizioni dall'alto), pochi sono disposti a cambiare software (o mentalità) per un qualcosa di alternativo.
          • CCC scrive:
            Re: SCONCERTANTE
            - Scritto da: staza
            quoto... ma aggiungo che se da una parte
            (microsoft) impone, dall'altra parte c'è comunque
            qualcuno che accetta questa
            imposizione....

            quindi, "dar contro" a micrososft si, ma
            incentivare nello stesso tempo (insegnando,
            spieganto, forndendo alternative) l'utente (sia
            esso privato che pubblica amm.) a girare lo
            sguardo verso altri
            lidi...

            ma all'utente però bisogna dare cose certe,
            funzionanti, stabili.... e facili.... senza
            queste premesse (salvo imposizioni dall'alto),
            pochi sono disposti a cambiare software (o
            mentalità) per un qualcosa di
            alternativo.grazie per l'utile integrazione!ciao
    • Millantator e scrive:
      Re: SCONCERTANTE
      oddio hai usato il termine giusto, è semplicemente sconcertante 0_0non posso credere a quello che leggo=== QUOTE =============================non potendo scegliere occorra puntaresull'uso contemporaneo di entrambi[...]Lasciando al cittadino usare quelloche preferisce=======================================ma cos'è ci prende in giro??ma quando mai l'utente medio si fa seghe mentali su quale formato sia meglio? e con quali competenze dovrebbe farlo poi?ovvio che "il cittadino" si beccherà ciò che gli viene dato, e senza fiatare, ovvero il solito polpettone M$
  • Nello Gala scrive:
    Ms ha chiarito la sua posizione!
    "Molti governi - continua Valboni - stanno cercando di accelerare la spinta alla standardizzazione dei formati, commettendo forse un errore, almeno in certi casi."Sralol!Standardizzare per Ms uguale erore!Questo davvero la dice lunga su Ms!Meglio imporre un nuovo standard che usare odf che è stabile!Ma che , siamo alle comiche?Beh, ma dopo Vista ci si può aspettare di tutto..Certo che Ms da software house sta diventando sempre più un circo....Valboni , national technology officer(???) di ms farebbe bene a telefonare a Ms e a dire di rilasciare office 2007 senza inutili cassiate!
    • pinco scrive:
      Re: Ms ha chiarito la sua posizione!
      - Scritto da: Nello Gala
      "Molti governi - continua Valboni - stanno
      cercando di accelerare la spinta alla
      standardizzazione dei formati, commettendo forse
      un errore, almeno in certi
      casi."
      Sralol!
      Standardizzare per Ms uguale erore!
      Questo davvero la dice lunga su Ms!
      Meglio imporre un nuovo standard che usare odf
      che è
      stabile!
      Ma che , siamo alle comiche?
      Beh, ma dopo Vista ci si può aspettare di tutto..
      Certo che Ms da software house sta diventando
      sempre più un
      circo....
      Valboni , national technology officer(???) di ms
      farebbe bene a telefonare a Ms e a dire di
      rilasciare office 2007 senza inutili
      cassiate!No, M$ sta diventando sempre più simile ad una cosca di camorristi.O la "lungamano" di qualche lobby di potere, con sede a Washington....(non che la cosa sia diversa).
Chiudi i commenti