Un bug frena la partenza di Barcelona

AMD ha annunciato che la produzione in volumi dei suoi recenti processori quad-core inizierà soltanto a partire dal prossimo trimestre. Prima di allora si dovrebbe risolvere un difettuccio
AMD ha annunciato che la produzione in volumi dei suoi recenti processori quad-core inizierà soltanto a partire dal prossimo trimestre. Prima di allora si dovrebbe risolvere un difettuccio

Sunnyvale (USA) – Negli scorsi giorni AMD ha confermato che la produzione in volumi dei suoi giovani processori quad-core, Barcelona e Phenom , non sarà avviata prima del prossimo anno. Questa decisione è da imputarsi, almeno in parte, alla recente scoperta di un difetto di progettazione (chiamato in gergo errata ) che affligge entrambi i chip.

Sebbene AMD abbia minimizzato il problema, smentendo chi sosteneva che il chipmaker avrebbe addirittura sospeso la distribuzione delle sue nuove CPU, diverse fonti affermano che la disponibilità sul mercato di Phenom è molto scarsa , mentre Barcelona – su stessa ammissione di AMD – viene venduto solo a pochi clienti selezionati.

“Non abbiamo modificato i nostri piani di vendita”, ha affermato Phil Hughes, portavoce di AMD. “Si potrebbe parlare di una sospensione delle forniture se Barcelona venisse prodotto in volumi, ma per il momento lo forniamo solo a clienti con specifiche richieste, come il deployment su ampia scala”. Il portavoce ha poi aggiunto che Phenom “è attualmente in vendita e disponibile al pubblico”.

Nonostante le rassicuranti parole di Hughes e di altri dirigenti dell’azienda, di sicuro non era questo il lancio sognato da AMD per le sue nuove CPU quad-core: ciò è ancor più vero se si considera che Barcelona è giunto sul mercato con diversi mesi di ritardo e che Intel , nel frattempo, ha lanciato le sue prime CPU quad-core con circuiti a 45 nanometri (contro i 65 nm di Barcelona e Phenom).

Dell’errata che affligge i giovani processori di AMD sono stati forniti pochi dettagli tecnici. Secondo The Tech Report , il problema risiede nella logica del Translation Lookaside Buffer ( TLB ) della cache L3 che, in specifiche circostanze, può causare il blocco del sistema. Non è per altro chiaro se questo sia lo stesso bug che lo scorso mese ha impedito ad AMD di introdurre modelli di Phenom con frequenza superiore ai 2,3 GHz.

Il noto sito di hardware afferma che AMD è già al lavoro su di una correzione da implementare nel BIOS di sistema: stando alle indiscrezioni, questo workaround ridurrebbe però le performance di un fattore compreso fra il 10 e il 20%. Hughes afferma che i clienti aziendali sono già stati informati di questo effetto collaterale, inoltre ha spiegato che l’errore si verifica solo in circostanze molto rare , tanto che al momento è stato dimostrato solo in test di laboratorio.

Tra coloro che hanno criticato più severamente il bug di Barcelona e Phenom c’è il guru dell’open source Theo de Raadt , secondo il quale “la sola ragione per cui succedono queste cose è la pressione a cui le divisioni marketing sottopongono gli ingegneri”.

“I produttori dovrebbero capire che i moderni processori non sono tutti destinati ai sistemi da gioco: la gente li usa anche per lavoro”, ha concluso il fondatore di OpenBSD, che lo scorso anno aveva puntato il dito su alcuni bug presenti nelle prime generazioni di CPU Core 2 di Intel.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 12 2007
Link copiato negli appunti