CPU, AMD ricomincia da Barcelona

Il chipmaker entra nell'era quad-core lanciando il tanto anticipato Barcelona, nome in codice di una nuova generazione di Opteron che oltre a raddoppiare il numero dei core porta con sé varie migliorie tecnologiche. I dettagli

Barcellona – Con un evento che trova pochi precedenti nella trentennale storia di AMD , ieri il chipmaker di Sunnyvale ha ufficialmente presentato al mondo i suoi primi processori quad-core. Battezzati Quad-Core Opteron, e noti in precedenza con il nome in codice Barcelona , i nuovi chip aggiornano la linea di CPU Opteron dedicate ai server multi-socket e vanno a rivaleggiare con gli Xeon quad-core di Intel .

I Quad-Core Opteron, che possono essere utilizzati sui server più recenti con un semplice aggiornamento del BIOS, introducono due nuove serie di CPU: la 23xx , dedicata ai sistemi con due processori, e la 83xx , adatta invece ai server con supporto fino ad otto processori. Tali chip hanno frequenze di clock comprese fra 1,7 e 2 GHz e comprendono modelli con thermal design power (TDP) di 95 watt e di 68 watt (contrassegnati dalla sigla HE).

Tra i produttori di server che hanno già annunciato sistemi basati sugli Opteron a quattro core vi sono Dell, HP, IBM e Sun. Quest’ultima, in particolare, ha in programma di aggiornare in tempi brevi l’intera sua linea di server Opteron-based con i nuovi processori di AMD, e progettare una versione basata su Barcelona del server a quattro socket mostrato la scorsa settimana in occasione del lancio degli Xeon Tigerton .

Quad-Core Opteron Barcelona arriva con circa sei mesi di ritardo rispetto ai piani iniziali, e quasi 10 mesi dopo il lancio delle prime CPU quad-core di Intel . AMD giustifica lo scarso tempismo con il fatto che i nuovi Quad-Core Opteron sono i primi processori x86 ad avere quattro core sullo stesso pezzo di silicio. Come noto, gli attuali processori quad-core di Intel sono invece composti da due CPU dual-core integrate sullo stesso package.

L’approccio di AMD è senza dubbio più elegante di quello adottato da Intel ma, visti i ritardi con il quale arriva sul mercato, anche meno pragmatico. Ciò non toglie che AMD possa ora contare su di un’architettura multi-core piuttosto longeva, che in futuro potrà essere aggiornata per accogliere otto o più core. Va anche aggiunto che l’architettura alla base di Barcelona, che talune fonti chiamano K10 , non si caratterizza esclusivamente per il raddoppio dei core: tutt’altro.

Il numero di novità e migliorie introdotto da AMD in Barcelona è davvero nutrito: le principali sono la tecnologia di processo a 65 nanometri , nuove istruzioni estese SSE4 , path di esecuzione delle istruzioni estese a 128 bit, bus HyperTransport di terza generazione, bus della cache più capiente (da 128 a 256 bit), e più avanzate tecnologie di virtualizzazione e risparmio energetico.

Per quel che riguarda la virtualizzazione (tecnologia AMD-V), Barcelona supporta alcune tecnologie che riducono gli accessi alla memoria e i cicli di clock tipicamente necessari per passare “il comando” del processore dal sistema operativo guest all’hypervisor, ossia al gestore delle macchine virtuali.

Per quanto riguarda invece il risparmio energetico , Barcelona può contare su tre tecnologie distinte: CoolCore , capace di spegnere le parti inutilizzate del processore; Independent Dynamic Core Technology , che è una versione avanzata di PowerNow! in grado di variare dinamicamente la frequenza di clock di ciascun core; e Dual Dynamic Power Management , che rende possibile regolare il voltaggio dei core e del controller di memoria integrato in modo indipendente. Con l’introduzione di Barcelona, AMD ha varato una nuova unità di misura dei consumi chiamata Average CPU Power (ACP): a differenza del TDP, che in casa AMD rappresenta il massimo consumo energetico di un processore, ACP esprime la quantità di energia consumata in media dall’insieme processore, chipset e bus HyperTransport. L’ACP dei Quad-Opteron standard (TDP 95 watt) è di 75 watt, mentre quello degli Opteron HE (TDP 68 watt) è di 55 watt.

ACP si avvicina molto al concetto di TDP utilizzato da Intel , ma AMD sostiene di averlo adottato per aiutare le aziende a stimare il fabbisogno energetico reale di un server in modo più accurato.

Ciascun core del nuovo Opteron può disporre di 128 KB di cache L1, 512 KB di cache L2 e 2 MB di cache L3 condivisa che può essere utilizzata in modo indipendente da tutti i core. Il chip estende poi la massima quantità di memoria RAM indirizzabile dall’attuale 1 terabyte a 256 terabyte: più che sufficiente per supportare anche i server di fascia più alta.

“Le applicazioni HPC (High-Performance Computing) beneficiano enormemente della pipeline di esecuzione a virgola mobile di ampiezza raddoppiata (128 bit) del processore Barcelona, caratterizzata da capacità raddoppiate di delivery dei dati e delle istruzioni che solo AMD è in grado di offrire”, ha spiegato AMD.

Se è vero che le migliorie tecnologiche incluse in Barcelona sono molte, le sue attuali velocità di clock (1,7-2 GHz) appaiono modeste se comparate ai 3 GHz degli Opteron dual-core e degli Xeon quad-core. AMD afferma tuttavia che, rispetto alle versioni dual-core, i nuovi Opteron “possono raggiungere un incremento prestazionale anche del 70% su talune applicazioni database, e fino al 40% in più su alcune applicazioni di calcolo in virgola mobile”. Il chipmaker ha poi aggiunto che per ottenere le performance di un solo Quad-Core Opteron sono necessari cinque Opteron a singolo core.

Se si parla di forza bruta, il confronto con gli Xeon, ed in particolare con i nuovi Tigerton, sembra però propendere a favore dei chip Intel : a tal riguardo è già possibile trovare, in Rete, i risultati di alcuni benchmark indipendenti.

Per il momento Intel si è limitata ad aggiornare la propria linea di Xeon MP con modelli quad-core, ma il prossimo anno lancerà una nuova generazione di CPU multi-core, chiamata Penryn , che potrà sfruttare una tecnologia di processo a 45 nanometri. Nel 2008 il colosso introdurrà poi Nehalem , un’architettura che porterà con sé novità molto importanti, quali un controller di memoria integrato, una versione rivisitata della tecnologia Hyper-Threading, il supporto fino a 8 core nonché la capacità di integrare uno o più processori grafici.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • uno scrive:
    mah...
    fanno leggi su leggi che poi applicano solo al nord... vai nelle città giu' e trovi gente che si mette nelle piazze a vendere cose contraffatte agli occhi di tutti(comprese forze dell'ordine) e nessuno dice niente...
  • aaaaaa scrive:
    BASTA SPRECO DI SOLDI PUBBLICI!!!!
    Prima il sito italia.it che finanzia gli amici degli amici, poi altro spreco di soldi per un altro sito del caxxo che ancora finanzia gli amici degli amici ORA L'ENNESIMO SPRECO di soldi pubblici PER FINI PRIVATI!!!!!SEMPRE PIU' V-DAY, SEMPRE PIU' D'ACCORDO CON BEPPE GRILLO!!!!MANDIAMOLI A CASA!!!!! :@ :@ :@
  • Daniel Jackson scrive:
    Cultura di COSA?
    Mi scusino difensori della cultura della proprietà intellettuale, si rendono conto che nel loro ordine di idee il 99% dei filmati delle vacanze di chi ha un PC e unisce foto, video e hit dell'estate sono illegali?E si rendono conto che il 99% di chi produce questi filmini a uso familiare non solo continuerà a farlo ma non si sentirà nemmeno in torto?E ancora, guardando il reddito di cantanti, divi dello spettacolo e via dicendo, non vi sembra che sia venuto meno il buon senso?No?Allora che siano i privati a pagarsi le campagne di sensibilizzazione dei loro interessi economici, ma per favore, non chiamateli cultura della proprietà intellettuale.In Canada Capitan Copyright è stato un fiasco. Vedremo come sarà la pubblicità progresso italiana e se ci ricorderà che se cantiamo tanti auguri a un compleanno è moralmente giusto versare un obolo al detentore del copyright.
  • Lillo scrive:
    La Urbani
    Ogni volta che ci sono incontri di questo genere poi vengono fuori leggi come la Urbani...Vergogna politicanti di letame!
  • Daniele Lord scrive:
    precisiamo..
    ORGANIZAZZIONE ???? ma zio zia zie zii non era con una Z sola ? se mancano le basi figuriamoci il resto.. -.-
  • m00f scrive:
    V-DAY
    Il signor D'Alema non rappresenta neppure se stesso!!! Non è stato votato da nessun cittadino italiano è lì solo perchè è stato scelto da qualche segretario di partito.Vada a casa e si cerchi un lavoro!!! E' una crosta che va grattata via.
Chiudi i commenti