AMD Live! sbarca sui portatili

Pronto il primo notebook basato sulla propria piattaforma per l'intrattenimento di AMD, rivale diretta di Intel Viiv. Pronte anche due nuove soluzioni per l'home cinema e la condivisione dei contenuti

Las Vegas (USA) – AMD ha aggiunto alla propria piattaforma Live! alcuni nuovi design di riferimento dedicati ai notebook multimediali, ai PC home theater e ai media center. Queste specifiche, come quelle Viiv della rivale Intel , sono state pensate per “semplificare la vita ai produttori di computer”, che sono così incentivati a progettare sistemi per l’home entertainment basati sulle più recenti tecnologie x86.

Al CES di Las Vegas AMD ha mostrato alcuni sistemi che implementano le nuove specifiche Live!, tra cui il primo notebook ad abbracciare tale piattaforma . A differenza della versione desktop di Live!, che utilizza le CPU Athlon 64 X2, il design dedicato ai notebook prende in considerazione i Turion 64 X2, una famiglia di CPU mobili che rivaleggia con le versioni a basso consumo dei Core 2 Duo.

Live! porta sui notebook le stesse caratteristiche che oggi si trovano sui PC media center, tra cui funzionalità per la gestione, la condivisione, la ricerca e l’accesso da remoto dei contenuti, nonché le applicazioni necessarie per programmare la registrazione dell trasmissioni TV.

I primi notebook con il bollino Live! saranno disponibili in Europa a partire dalla fine del mese, e saranno venduti da Asus, Fujitsu Siemens e MSI.

AMD Live! Home Cinema è una set-top box descritta come “il compagno ideale” di un televisore a schermo piatto e di un lettore di DVD. Il sistema sarà in grado di connettersi ad Internet e accedere ai canali TV digitali forniti da vari provider, con la possibilità di registrare le trasmissioni in alta definizione anche mentre si sta navigando sul Web. L’appliance, basata su processori Athlon 64 X2 a basso consumo e dotata di telecomando, integra un chipset audio capace di pilotare un sistema home theater a 5.1 o 7.1 canali.

AMD Live! Home Media Server è invece una soluzione basata sul nuovo Windows Home Server che permette agli utenti domestici che possiedono più di un PC di archiviare e condividere con facilità e proteggere automaticamente i supporti digitali.

Home Media Server consente il controllo centralizzato di funzioni come il backup di file multimediali e dei documenti, il controllo parentale di tutti i dispositivi collegati alla rete domestica, la condivisione delle stampanti fra più PC e il trasferimento in modalità streaming di brani musicali, video o programmi televisivi ad altri dispositivi connessi alla rete. Questo concetto di piattaforma permette inoltre di supportare servizi futuri come il controllo remoto della casa e dei suoi dispositivi intelligenti.

Tra i primi prodotti basati sul Live! Home Media Server e Windows Home Server c’è il MediaSmart Server di HP , capace di supportare fino a 6 terabyte di spazio disco e di condividere quattro stampanti USB.

AMD afferma poi di aver migliorato anche la versione desktop di Live!, che ora permette di utilizzare tecnologie standard come Flash e HTML per aggregare il contenuto in un canale IPTV personale e trasferirlo in modalità streaming all’apparecchio TV.

Ampliata anche la famiglia di applicativi della Live! Entertainment Suite, che ora includono un software per il backup e diverse soluzioni per la gestione e la registrazione dei canali TV. Per maggiori dettagli si veda il sito amdlive.com .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Intel forever
    Ancora una volta intel è il TOP
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: Intel forever
      che i macachi si inchìnino!
    • Anonimo scrive:
      Re: Intel forever
      - Scritto da:
      Ancora una volta intel è il TOPPrego, accomodati, stacca l'assegno per la nuova stufa, che intel, già dopo pochi mesi, non ne poteva più di produrre CPU che consumano meno di 100W.
  • Anonimo scrive:
    Meglio attendere
    Secondo me al momento, a meno di avere necessità impellenti è meglio attendere.Troppe le novità, Vista, schede video DX10.Meglio attendere ancora qualche mese.
    • Anonimo scrive:
      Re: Meglio attendere
      - Scritto da:
      Secondo me al momento, a meno di avere necessità
      impellenti è meglio
      attendere.si attende, non perchè non convenga ma perchè costano ancora tanto!
      • Anonimo scrive:
        Re: Meglio attendere
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Secondo me al momento, a meno di avere necessità

        impellenti è meglio

        attendere.

        si attende, non perchè non convenga ma perchè
        costano ancora
        tanto!Se fanno parte della stessa famiglia del primo quad-core, sono in realtà due dual-core collegati da un FSB on chip: non converranno mai, sono una soluzione costosa e sub-ottima che serve solo a intel per dire di essere arrivata prima.Possono essere utili per chi abbia davvero bisogno di un multiprocessore molto compatto, magari per dei blade server o per WS usate principalmente per programmi che si avvantaggino più di un parallelismo più ampio piuttosto che ristretto o nullo ma con clock più elevato.SE si ha la necessità di eseguire un singolo thread pesante alla massima velocità possibile, meglio un dual core, che a parità di processo di produzione può spingersi a frequenze di clock più alte.Un single core ormai non è più l'ideale neanche in questi casi, dato che ormai è una soluzione riservata ai modelli più lenti ed economici e anche perché ormai tutti i SO disponibili si avvantaggiano molto bene dei dual processor e dual core, avvantaggiando anche le applicazioni single threaded, che possono avere a disposizione un core mentre l'altro gestisce i servizi e programmi accessori.Quindi meglio attendere, anche perché col passaggio ai 65nm finalmente AMD potrà rispondere più efficacemente sia riguardo alla potenza di calcolo che ai prezzi.E non dimentichiamo una cosa: guardiamo cosa si può trovare nei saldi postnatalizi e anche se non ci interessasse nulla, sono comunque un'impareggiabile spinta a successivi cali di prezzo degli articoli non in saldo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Meglio attendere
          Oooops! Mi sono accordo che ho scritto una frase con un'immonda quantità di "ormai", oltre a periodi unpo' troppo prolissi e involuti. Mi cospargo il capo di cenere e chiedo perdono per l'orrendo massacro fatto dell'italico idioma. :$ :p
        • Anonimo scrive:
          Re: Meglio attendere
          - Scritto da:
          SE si ha la necessità di eseguire un singolo
          thread pesante alla massima velocità possibile,
          meglio un dual coreevita di dire stupidaggini, grazie
          • Anonimo scrive:
            Re: Meglio attendere
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            SE si ha la necessità di eseguire un singolo

            thread pesante alla massima velocità possibile,

            meglio un dual core

            evita di dire stupidaggini, grazieE' arrivato Federico Faggin.
Chiudi i commenti