AMD ordina le truppe per la guerra dei bus

Il super bus HyperTransport di AMD può ora contare su di un consorzio tutto suo da dove sfidare avversari come PCI-X


San Jose (USA) – Il bus PCI mostra ormai i segni del tempo e la guerra per l’affermazione sul mercato PC di una tecnologia alternativa sta ormai entrando nella sua fase più calda.

Appena a ridosso dell’annuncio, da parte dello PCI Special Interest Group , dei primi prodotti che integrano il bus PCI-X , AMD ha annunciato la costituzione di un consorzio di aziende HyperTransport Technology Consortium , strette intorno alla tecnologia proposta da AMD per connettere ad alta velocità i chip e le periferiche presenti su di un PC.

L’ipotesi della creazione di un consorzio per la promozione di HyperTransport fu ventilata da AMD già lo scorso febbraio, quando la tecnologia venne ufficialmente annunciata. Fra i membri del consorzio si trovano Apple, Cisco, Sun, Transmeta e Nvidia. Le ultime due si erano già segnalate nel recente passato per aver la prima stipulato una pertnership con AMD sulla tecnologia a 64 bit Hammer e la seconda per aver introdotto per prima sul mercato un prodotto che integra il bus HyperTransport (il chipset grafico nForce ). Secondo AMD, le firme coinvolte nello sviluppo di HyperTransport sarebbero già circa 180.

Nonostante HyperTransport non possa essere direttamente paragonato alla tecnologia PCI-X, soprattutto perché ha prestazioni circa 10 volte maggiori (12,8 GB/s contro 1,1 GB/s) e campi di applicazione più vasti, la tecnologia di AMD si prefigura in ogni caso come un temibile rivale per lo standard proposto dal PCI SIG.

Fra le assenze eccellenti nel consorzio promosso da AMD vi è Intel, che proprio lo scorso maggio ha annunciato lo sviluppo di un nuovo erede del bus PCI: 3GIO. Questo è un bus che promette alte prestazioni (circa quattro volte maggiori rispetto a quelle del PCI), ma meno eclatanti di quelle fornite da HyperTransport anche se probabilmente più mirate al mercato dei PC desktop: per quello dei server Intel già propone Infiniband .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il prezzo delle SDRAM é falso
    Sono entrato nei siti consigliati da Pricewatch, ma anche se viene segnalato 9$ per un banco da 128 MB, una volta entrati nello store minimo ne devi pagare 23. Perché?
Chiudi i commenti