AMD, registri top secret

Un hacker scopre il modo di abilitare una misteriosa modalità debug, nascosta all'interno dei processori. Dagli Athlon XP in poi sono tutti predisposti. A far cosa, resta un mistero

Roma – Registi segreti occultati nelle CPU AMD? Secondo l’hacker Czernobyl , esperto in reverse engineering e membro della “Collaborative RCE Knowledge Library”, i processori della Advanced Micro Devices nasconderebbero, da anni, un misterioso meccanismo di debug. Per arrivare a manipolare i registri di controllo basta inserire una precisa password EDI: 9C5A203A .

Potenzialmente, un’entrata di servizio di questo tipo potrebbe trasformare in un libro aperto i chip del produttore californiano, per reperire maggiori informazioni su come lavorano esattamente, giocare con i componenti Data-Aware collegati alla sorgente dati e toccare i veri limiti degli x86.

In realtà, al momento è stato trovato soltanto un passaggio per un nuovo mondo. Considerando che nessuno sa esattamente cosa c’è dietro la porta e come usare queste informazioni senza le istruzioni per l’uso, le conseguenze della scoperta rimangono momentaneamente confinate nel territorio delle ipotesi. Anche se Czernobyl minimizza, ora ci si interroga su eventuali problemi legati alla sicurezza.

A quanto pare, la funzione super-segreta è nascosta in quasi tutti i chip AMD realizzati negli ultimi dieci anni. Molto probabilmente, si tratta di una semplice utility interna basata sul firmware e legata alle routine di auto-test. Una funzione volante utilizzata durante lo sviluppo del chip e disattivata poco prima della spedizione.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • viceversa scrive:
    il lato negativo della medaglia
    si tratta di una legge vergogna punto e basta... se non siamo in grado di riconoscerlo allora siamo messi davvero male!e poi ci mancava solo questa ciliegina sulla torta: affidare per esempio il registro a un'associazione di consumatori o simile, sarebbe stato troppo dalla parte dei cittadini, vero?
    • bubba scrive:
      Re: il lato negativo della medaglia
      - Scritto da: viceversa
      si tratta di una legge vergogna punto e basta...
      se non siamo in grado di riconoscerlo allora
      siamo messi davvero
      male!

      e poi ci mancava solo questa ciliegina sulla
      torta: affidare per esempio il registro a
      un'associazione di consumatori o simile, sarebbe
      stato troppo dalla parte dei cittadini,
      vero?Intendi nella stessa nazione dove il Presidente del Consiglio possiede interamente delle concessionarie pubblicitarie (publitalia 80, digitalia 80, mediamond spa, publieurope ltd) e ha partecipazioni in altre?NO, non e' proprio possibile fare diversamente, mi spiace.
    • RrorxBPsxAZ UYrOdAIf scrive:
      Re: il lato negativo della medaglia
      http://www.handshakesoundscience.com/cheap-health-insurance.html cheap health insurance bcp http://www.talesofasouthernmom.com/home-insurance-quotes.html home insurance quotes 8[[[ http://www.crestminassoc.org/healthinsurance.htm health insurance :]]
    • BrAwpNJLkvy tkKKhCzq scrive:
      Re: il lato negativo della medaglia
      http://www.findautoinsurplans.com/ auto insurance %-PP http://www.lanewayhousingvancouver.com/home-loans.html home loans
      :-((( http://www.myrefinanceratesplace.com/ loan rates xswji http://www.dearandfrom.com/mortgage-rate.html mortgage rate fpvsq
  • marco merlo scrive:
    lato positivo della medaglia
    finalmente ci si dota di una robinson list, e poi meglio una fondazioneche un azienda di servizi con scopo di lucro ( c'era questo pericolo) a gestire la robinson.le aziende , se intelligenti, capiranno che la robinson permette di concentrare la pubblicità solo a chi è interessato a ricevere offerte commerciali.
    • 01234 scrive:
      Re: lato positivo della medaglia
      secondo me è come affidare il gregge ai lupi...
    • Picchiatell o scrive:
      Re: lato positivo della medaglia
      - Scritto da: marco merlo
      finalmente ci si dota di una robinson list, e poi
      meglio una
      fondazione
      che un azienda di servizi con scopo di lucro (
      c'era questo pericolo) a gestire la
      robinson.
      le aziende , se intelligenti, capiranno che la
      robinson permette di concentrare la pubblicità
      solo a chi è interessato a ricevere offerte
      commerciali.chi rompe le pa**e agli altri facendo telefonate ad ogni ora non ha alcuna intenzione di proporti qualcosa di equilibrato interessante e poco costoso , ma solo quello di appiopparti qualche servizio inutile ad un prezzo a lungo andare al doppio del mercato...da qui scatta specialmente le telefonata a chi ha piu' di 70 anni....a mezzogiorno magari con il disco sotto "ha vinto"...Per principio le aziende che mi telefonano su una linea "privata" a cui non ho dato il consenso al mio trattamento dati in alcuna maniera proprio non le tengo in nessuna considerazione....Certo stiamo comunque parlando di aziende ( anche grandi) con l'acqua alla gola ed allora le provano tutte...
      • Lucanica scrive:
        Re: lato positivo della medaglia
        Io mi difendo con il mio Aladino Pro (non è pubblicità sia ben chiaro!)Quando chiama un numero privato non squilla :-)
  • linguist scrive:
    Siamo alle solite
    Ancora un esempio di XXXXXXXta all'italiana. E noi che non vogliamo seccature ancora una volta messi in mezzo e presi per i fondelli. :(
    • Callisto Software scrive:
      Re: Siamo alle solite
      nella tana del lupo. che paese di #####
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Siamo alle solite
      - Scritto da: linguist
      Ancora un esempio di XXXXXXXta all'italiana. E
      noi che non vogliamo seccature ancora una volta
      messi in mezzo e presi per i fondelli.
      :(da due giorni ricevo in media 10 telefonate al giono da infostraca**a, enelmafia ect ...basta non se ne puo' piu'.....
  • attonito scrive:
    sono tutti cugini...
    insomma, un po' come il mafioso che finanzia la campagna elettorale del politico....
Chiudi i commenti