AMD saggia i 45 nanometri

Presentati due prototipi di processore a 45 nanometri, destinati a succedere all'attuale generazione di processori Opteron e Phenom. I due chip sono già in prova presso diversi partner del chipmaker
Presentati due prototipi di processore a 45 nanometri, destinati a succedere all'attuale generazione di processori Opteron e Phenom. I due chip sono già in prova presso diversi partner del chipmaker

Hannover, Germania (CeBIT 2008) – AMD muove i suoi primi passi nell’era dei circuiti a 45 nanometri, una tecnologia che ha utilizzato per costruire due prototipi di processore quad-core, Shanghai e Deneb , rispettivamente pensati per i server (Opteron) e i PC desktop (Phenom).

Single 45nm Quad Core Die Il chipmaker di Sunnyvale non ha ancora svelato le date di lancio delle due famiglie di CPU, ma il periodo approssimativo del debutto di Shanghai è stato confermato per la seconda metà dell’anno . Intel, come noto, ha introdotto i suoi primi chip a 45 nm lo scorso autunno, e all’inizio dell’anno ne ha commercializzati altri 16 modelli .

I due processori a 45 nm di AMD sono stati prodotti nell’impianto Fab 36 di Dresda, in Germania, su wafer da 300 millimetri. La fabbrica è stata da poco riconvertita al processo produttivo immersion lithography , che può essere impiegato per stampare pattern di circuiti con dimensioni inferiori a 45 nm. Tale tecnologia è stata sviluppata da AMD in collaborazione con IBM insieme ai transistor con gate metallici ad alta costante k (HK+MG), gli stessi utilizzati da Intel nei propri chip a 45 nm. A differenza di quanto riportato da alcune fonti, però, i primi processori a 45 nm di AMD non si avvarranno di quest’ultima innovazione: secondo quanto affermato da un portavoce del chipmaker, i transistor HK+MG saranno introdotti solo in un secondo momento .

AMD afferma che i benefici apportati dalla tecnologia HK+MG, relativi alla minore dispersione di corrente, sono in gran parte già garantiti dalla propria tecnologia strained silicon e da quella silicon-on-insulator di Big Blue. Ciò non toglie che i transistor con gate metallici rappresentino una tappa praticamente obbligata nello sviluppo di circuiti più piccoli, come quelli a 32 nm .

45nm Quad Core Wafer Di Shanghai, ossia l’Opteron di prossima generazione, sono già trapelati alcuni dettagli tecnici, il più importante dei quali è rappresentato dall’inclusione di una cache L3 da 6 MB : si tratta di un grande passo in avanti rispetto ai 2 MB attualmente inclusi in Barcelona , soprattutto considerando che questa cache è condivisa da quattro core.

AMD ha anche promesso di ridurre la latenza della cache L3 , una miglioria che nel 2009 dovrebbe affiancarsi alla tecnologia G3MX , che permetterà di incrementare significativamente la quantità di memoria gestibile dal processore e, nell’ugual tempo, aumentare la velocità dell’interfaccia con la memoria. Una soluzione a cui Intel dovrebbe rispondere con la propria tecnologia QuickPath , una connessione point-to-point che aggirerà finalmente i limiti dell’attuale front-side bus.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 03 2008
Link copiato negli appunti