AMD taglia i watt delle sue CPU

Il chipmaker di Sunnyvale sta per lanciare versioni a basso consumo dei processori Athlon e Sempron. Adotteranno il nuovo Socket AM2 e si rivolgeranno anche ai PC da salotto e ai client aziendali
Il chipmaker di Sunnyvale sta per lanciare versioni a basso consumo dei processori Athlon e Sempron. Adotteranno il nuovo Socket AM2 e si rivolgeranno anche ai PC da salotto e ai client aziendali

San Jose (USA) – L’efficienza energetica è divenuta un fattore prioritario non più soltanto nei processori dedicati a notebook e server blade, ma anche in quelli destinati ai PC desktop e da salotto. Lo sa bene Intel , che sta trapiantando geni del Pentium M in tutta la sua linea di CPU x86, e lo sa altrettanto bene la propria rivale AMD , in procinto di lanciare modelli a basso consumo delle proprie CPU desktop.

I nuovi processori di AMD “amici della bolletta” sono stati inseriti nelle famiglie Sempron, Athlon 64 e Athlon 64 X2, e adottano il nuovo e imminente Socket AM2 . A seconda del modello, il loro consumo massimo (Thermal Design Power, TDP) è di 35 o 65 watt: nel primo caso il chipmaker li descrive come Energy Efficient Small Form Factor (EESFF), nel secondo caso semplicemente come Energy Efficient (EE). Per confronto, il TDP tipico di un Athlon 64 è di 89 watt, mentre un Athlon 64 X2 può raggiungere i 110 watt. Il TDP di tutti i Sempron attualmente sul mercato è invece di “soli” 62 watt, ed infatti tutte le versioni a basso consumo sono di tipo EESFF.

AMD afferma che i nuovi processori Energy Efficient consentono ai produttori di progettare PC più silenziosi, compatti e attenti ai consumi . Questi attributi hanno acquisito grande importanza in molti comparti del mercato desktop, ed in particolare in quello dei PC media center, dei mini PC e dei client aziendali. Questi chip potrebbero tuttavia entrare a far parte, specie nel caso degli EESFF, nei notebook desktop replacement, dove l’autonomia viene generalmente immolata sull’altare delle performance e della multimedialità.

“Consumatori e aziende richiedono PC sempre più compatti ed eleganti in grado di adattarsi esteticamente a qualunque ambiente domestico o di ufficio pur garantendo le medesime performance dei sistemi di maggiori dimensioni”, si legge in un comunicato di AMD.

La nuova linea di processori AMD ad alta efficienza energetica fa da complemento all’ormai collaudata tecnologia di power management Cool’n’Quiet , che regola dinamicamente frequenza e voltaggio della CPU in base al carico di lavoro.

I primi modelli di chip EE sono gli Athlon 64 X2 4800+ (671 dollari), 4600+ (601 dollari), 4400+ (514 dollari), 4200+ (417 dollari), 4000+ (353 dollari) e 3800+ (323 dollari). I modelli EESFF sono invece l’Athlon 64 X2 3800+ (364 dollari), l’Athlon 64 3500+ (231 dollari), e i Sempron 3400+ (145 dollari), 3200+ (119 dollari) e 3000+ (101 dollari). Il listino completo può essere consultato qui .

AMD prevede che i primi PC basati sulle nuove CPU a basso consumo arriveranno sul mercato nel corso del prossimo mese.

Come già citato in precedenza, i nuovi chip utilizzeranno il Socket AM2 , il cui debutto ufficiale è previsto per il 23 maggio. Questo socket rimpiazzerà gli attuali Socket 939 e Socket 754, ed introdurrà il supporto alle memorie dual-channel DDR2.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 05 2006
Link copiato negli appunti