Anche Firefox sperimenta il 3D di WebGL

Mozilla ha introdotto una prima implementazione della specifica in una nightly build del suo browser. Chi lo desidera può iniziare a provare il 3D del Web

Roma – Dopo aver fatto capolino nel ramo di sviluppo di WebKit , la tecnologia WebGL per la grafica 3D su Web si è fatta strada in alcune recenti versioni preliminari di Firefox 3.7. Tali implementazioni sono al momento da considerarsi poco più che esperimenti, ma nel corso del prossimo anno potrebbero diventare parte integrante di Safari e Firefox.

Vladimir Vukicevic, sviluppatore di Mozilla, ricorda come la specifica WebGL sia ancora in divenire, pertanto le prime implementazioni potrebbero avere qualche problema di interoperabilità: problemi che dovrebbero sparire non appena, tra pochi mesi, la specifica si stabilizzerà e verranno rilasciate le prime bozze ufficiali.

Vukicevic afferma che il proprio gruppo sta lavorando per risolvere alcuni problemi legati alla sicurezza degli shader e alla portabilità, inoltre sta cercando un modo per implementare WebGL anche su quelle piattaforme dove non è disponibile lo standard grafico OpenGL.

“Quando combinato con un motore JavaScript ad elevata efficienza, come quello fornito con Firefox e altri browser, WebGL aprirà la strada a web application 3D davvero esaltanti” ha commentato lo sviluppatore, che ha promesso di linkare a breve alcuni semplici demo di applicazioni WebGL.

Per provare WebGL è possibile scaricare la più recente nightly build di Firefox 3.7 da qui , installarla, digitare about:config nella barra dell’indirizzo e premere invio, e cambiare il valore webgl.enabled_for_all_sites da “false” a “true”.

WebGL ha le sue radici in un precedente progetto di Mozilla, chiamato Canvas 3D , il cui scopo era definire un metodo per accedere a contenuti 3D OpenGL attraverso un browser e sfruttare le accelerazioni hardware fornite dalle GPU. Proprio come WebGL, Canvas 3D si avvaleva del tag canvas di HTML5 per consentire la visualizzazione di contenuti 3D senza l’uso di plugin esterni.

Alla definizione dello standard WebGL sta lavorando da circa due mesi un apposito gruppo di lavoro creato in seno a Khronos Group , lo stesso consorzio che porta avanti lo sviluppo del celebre standard grafico OpenGL. WebGL è altresì in grado di interfacciarsi alla versione di OpenGL, la ES, studiata per i dispositivi mobili ed embedded: ciò lo rende adatto anche per smartphone, player portatili e set-top box. Secondo alcuni osservatori iPhone potrebbe essere il primo device mobile a supportare WebGL.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca Roncone scrive:
    Fring
    Io le chiamate con Skype già le faccio e le ricevo da anni.. basta usare Fring su Symbian, non capisco di che limitazioni parla questa notizia!
    • Luca Roncone scrive:
      Re: Fring
      ah giusto, io uso N96 (ma andava anche con E65, penso che vada con qualsiasi dispositivo Symbian 3rd) con operatore 3 con una flat dati. C'è un po' di ritardo della voce in caso di chiamate da 3G a 3G ma cmq più che accettabile, e non perde un colpo neanche in mobilità in macchina. Non so come siano gli altri operatori, io con 3 con i dati faccio di tutto! Giusto iPhone mi hanno detto che non lo fa perchè è bloccato dall'OS, non so poi se sia vero..
  • Arturo de fanti bancario precario scrive:
    Prima lezioni di marketing..
    "Chiede più libertà di scelta per i clienti-consumatori"1. Girare la frase "Skype vuole guadagnare anche sulle reti 3g" in modo da far credere alla gente che lo fanno per loro in nome della liberta'.Non male sta tattica. La proporro alla psystar.
  • caviccun scrive:
    Skype
    Skype farebbe bene a ripristinare le Skypecast, la gente le rivogliono.
  • Funz scrive:
    Quoto e sottoscrivo
    "Gli utenti devono poter utilizzare Skype anche sulla rete 3G" Basta con Apple, con gli operatori mobili e con tutte le loro gabbie e limitazioni arbitrarie, che ci costano un mucchio di soldi in più e ammazzano la concorrenza. Tutte posizioni di rendita da abbattere.
    • Federico Federico scrive:
      Re: Quoto e sottoscrivo
      se si vuole tutta l'interoperabilità possibile senza limitazioni, come mai skype non usa SIP come protocollo di segnalazione ma un protocollo proprietario?Comunque sono favorevole al discorso generale, purtroppo comanda chi fa la voce grossa, a meno che non si pronuncino gli organismi di antitrust nel mondo...
      • Funz scrive:
        Re: Quoto e sottoscrivo
        - Scritto da: Federico Federico
        se si vuole tutta l'interoperabilità possibile
        senza limitazioni, come mai skype non usa SIP
        come protocollo di segnalazione ma un protocollo
        proprietario?Mi lamento anche di skype, infatti (pur usandolo).
    • cianoz scrive:
      Re: Quoto e sottoscrivo
      Guarda che non è Apple che impedisce di usare il 3G per fare Voip ma gli operatori telefonici.
      • Funz scrive:
        Re: Quoto e sottoscrivo
        - Scritto da: cianoz
        Guarda che non è Apple che impedisce di usare il
        3G per fare Voip ma gli operatori
        telefonici.Infatti mi lamento anche di loro...
    • Mettiuz scrive:
      Re: Quoto e sottoscrivo
      Purtroppo dovrebbero intervenire le associazioni consumatori, il problema più che di skype o iphone è delle compagnie, infatti se anche skype per smartphone dovesse supportare il VOIP, la vodafone (giusto per fare un esempio) dal prossimo mese bloccherà il VOIP su quasi tutti gli abbonamenti mobili, chiedendo altri soldi per riattivarlo
Chiudi i commenti