Anche le console devono risparmiare

Questo il proposito della Environmental Protection Agency, che ha rilasciato nuove specifiche a cui il settore videoludico dovrà aderire se vorrà spacciarsi per ecologico
Questo il proposito della Environmental Protection Agency, che ha rilasciato nuove specifiche a cui il settore videoludico dovrà aderire se vorrà spacciarsi per ecologico

Salvare energia elettrica, risparmiarne, non sciuparla è ora un compito che non spetta solo a computer e monitor: adesso tocca anche alle console videoludiche. Lo ha fatto deciso EPA , comunicando che parte del suo programma di espansione delle specifiche Energy Star sarà esteso proprio all’amato supergiocattolo per adulti e piccini.

Le nuove specifiche ( versione 5.0 ) in programma per luglio 2009, riguarderanno dunque WII, Xbox, Playstation e simili, che per fregiarsi dell’etichetta EPA Energy Star compliant , risparmiando energia e allungando il proprio ciclo di vita, dovranno vedersela con qualche regoletta da rispettare .

Precisamente, illustra Good Clean Tech , per cominciare ogni console in modalità Off non dovrà consumare più di 1 Watt. Se si è auto-spenta, non più di 5. Durante l’uso dovrà disporre di auto-spegnimento o modalità sleep , in cui dovrà posizionarsi automaticamente se inattiva per oltre un’ora. Dovrà poi mettere a disposizione degli sviluppatori opportune API per consentire di “accoppiare” la pausa gioco (voluta o casuale che sia) con le relative modalità di risparmio. Potrà fornire – se possibile – piena connettività di rete in modalità sleep.

Se nell’arco di 15 minuti nulla si muove, la console dovrà utilizzare ogni possibile linea di segnalazione video nei relativi standard (composito, RGB, ecc.) per portare in stand-by il display. Ed è previsto, se ne fosse dotata, che adotti tale strategia anche sulla nuova interfaccia HDMI. Dovrà inoltre segnalare, attraverso LED o altre “spie”, che è attiva pur avendo portato in modalità risparmio la periferica di visualizzazione.

Quanto all’alimentazione, vista la frequentissima convivenza di console, lettori DVD e Set Top Box, le nuove specifiche EPA hanno pensato anche a questi ultimi, che dovranno presentare valori di risparmio con tolleranza del 10 per cento rispetto alle ultime specifiche (2.0, rilasciate lo scorso aprile).

I più curiosi troveranno tutti i dettagli in questa pagina , che comprende l’intera serie dei draft e le specifiche complete, a partire dai memorandum del 2006.

Marco Valerio Principato

fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti