Ancora guai per gli SSD di Intel

Costretta a ritirare il firmware aggiornato per i suoi SSD X25-M a 34 nm perché, in certi casi, può causare la corruzione dei dati. In attesa della soluzione

Roma – A meno di 48 ore dal rilascio di un aggiornamento al firmware dei propri SSD X25-M a 34 nanometri, Intel è stata costretta a rimuovere il nuovo software dal proprio sito in seguito ad alcuni gravi inconvenienti sperimentati da alcuni utilizzatori del drive.

Più nel dettaglio, dopo l’aggiornamento del firmware alcuni utenti di Windows 7 sono incorsi nella perdita di parte o di tutto il contenuto dell’SSD. Sul forum del supporto tecnico di Intel sono già diverse decine le segnalazioni in tal senso.

“Intel è stata informata dai propri utenti dei problemi che il firmware 02HA ha causato su certi sistemi con Windows 7. Stiamo investigando sul problema e lavorando ad una soluzione” ha comunicato l’azienda in una nota. “Il download dell’aggiornamento è temporaneamente sospeso in attesa del rilascio di una versione corretta”.

Intel era già incappata in problemi simile all’inizio dell’anno, quando fermò la vendita di SSD X-25M a 34 nm, e la scorsa estate : in entrambi gli episodi si trattava di errori nel firmware che potevano causare la corruzione dei dati sotto diversi sistemi operativi.

Come si è riportato negli scorsi giorni, il firmware 02HA ha introdotto il supporto al comando trim di Windows 7 e alcune migliorie che, secondo Intel, possono spingere in su le performance fino al 40 per cento.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sad scrive:
    Naso
    Ma il naso del tizio è troppo strano ha una narice piccola ed un altra ENORME!
  • Orwell scrive:
    E che succede nelle zone dove...
    ... non c'è copertura GSM/UMTS? E se c'è copertura ma non c'è banda sufficiente? E se il gestore telefonico blocca l'IP perchè fa troppo traffico? Troppi "se", almeno per la situazione italiana. Secondo me è un'ottima applicazione che ben si integra con un navigatore, ma da qui a dire che lo può sostituire senza problemi ce ne passa...
  • Dr. Bombay scrive:
    Spero che esca per iphone!
    questa e' l'unica app che proprio vorrei.. poi e' gratis.Meno male che non ho comprato ancora nessun navigatore GPS. :DCmq google ha un bel dilemma: Dire no all'iphone e niente app per promuovere il suo droid o buttare milioni di utenti che cliccheranno le pubblicita'. Secondo me cede.. i rumors dicono gia' di si.
    • FDG scrive:
      Re: Spero che esca per iphone!
      - Scritto da: Dr. Bombay
      Secondo me cede.. i rumors dicono gia' di si."However, Google is working with Apple on bringing it to the iPhone, and it's not ruling out licensing the software to makers of portable navigation devices used in cars throughout the world, said Gundotra, vice president of engineering at Google for mobile and developers"http://news.cnet.com/8301-30684_3-10384544-265.html
  • Camminando Scalzi scrive:
    Google
    Si arriva alla super condivisione di tutto attraverso G....raga se vi interessa una piccola storia di google ...http://www.camminandoscalzi.it/wordpress/storiagoogle.html
    • contrario alla policy scrive:
      Re: Google
      concordo con le osservazioni sollevate dall'articolo.In effetti google sa sempre cosa fai, cosa cerchi, quali sono le tue preferenze, eccetera. Con il GPS poi, saprà anche dove vai, quali centri commerciali frequenti, quali sono le destinazioni da te richieste.E' a tutti gli effetti un monopolio, molto più "evil" di quello made in Redmond.Consideriamo anche adwords, che non viene menzionato in quell'articolo. Questo strumento, oltre a fornire info utili ai webmaster, potrebbe fornire a G la possibilità di tracciare e profilare un utente durante la sua navigazione, associando i dati presi dai banners all'indirizzo IP e stilare una chart all'insegna del marketing.
      • Camminando Scalzi scrive:
        Re: Google
        Si il problema poi è che si sono costruiti un immagine di "amiconi" di tutti noi, e ci credo, riescono a trovarci tutto su internet. Probabilmente è la qualità + importante del loro brand,...la friendship.Usando questa buona faccia però possono essere pericolosi...Tutto ciò che è potente è pericoloso..--------G: http://www.camminandoscalzi.it/wordpress/storiagoogle.html
      • Matteo scrive:
        Re: Google
        - Scritto da: contrario alla policy
        concordo con le osservazioni sollevate
        dall'articolo.
        In effetti google sa sempre cosa fai, cosa
        cerchi, quali sono le tue preferenze, eccetera.
        Con il GPS poi, saprà anche dove vai, quali
        centri commerciali frequenti, quali sono le
        destinazioni da te
        richieste.
        E' a tutti gli effetti un monopolio, molto più
        "evil" di quello made in
        Redmond.
        Consideriamo anche adwords, che non viene
        menzionato in quell'articolo. Questo strumento,
        oltre a fornire info utili ai webmaster, potrebbe
        fornire a G la possibilità di tracciare e
        profilare un utente durante la sua navigazione,
        associando i dati presi dai banners all'indirizzo
        IP e stilare una chart all'insegna del
        marketing.Io sono contrario.Google non obbliga nessuno ad utilizzare i propri servizi, chi vuole bussa ad un'altra porta. Ma l'alternativa farà diversamente? No.Tutti i motori di ricerca raccolgono informazioni e tutti i portali sfruttano l'advertising per guadagnare partendo da servizi GRATUITI. Google è semplicemente il migliore.Tutto ciò che tocca è oro, ma non per il brand, per la QUALITA' del servizio. Inoltre al Googleplex fanno ricerca continua, sviluppano e migliorano in continuazione... me lo definite appiattimento?Il Web 2.0 è tale perché Google ha spinto per spostare l'informatica dal PC Locale al PC in rete!E' vero che se casomai Google fallisse (è forse l'azienda più solida del mercato, ma nulla è impossibile), MILIARDI di persone si troverebbero a piedi. Ma pure le centinaia di migliaia di persone che lavorano e collaborano con loro.Privacy. Onestamente sto spauracchio ha un po' rotto le scatole... alla maggior parte delle persone non solo non frega nulla se Google gli propone siti e pubblicità in base alle loro preferenze, ma anzi FA PIACERE.Considerando che tutto è gratuito la pubblicità ci sta (tra l'altro non trovo che l'adv. di Google sia invasivo, anzi...). Trovo molto più irritante essere OBBLIGATO a pagare il canone RAI e per giunta dover sopportare pure la pubblicità.Dati sensibili. E' un concetto molto soggettivo. Per me le mie ricerce non sono "dati sensibili", i miei Hobbies anche... Se ho dati privati, informazioni riservate, sicuramente non le invio in chiaro ma criptate.La posizione GPS in Android non è condivisa automaticamente ma va attivata a mano.Sicuramente BigG non è il santo benefattore del Web, ma non ha nulla di DIABOLICO come tanti timorosi credono.Altro?
  • Emoticon e video scrive:
    Domanda...
    ... ma si tratta di un servizio per cellulari collegati a internet giusto?
    • LaNberto scrive:
      Re: Domanda...
      esatto, si può dire ciao alla quota dati
    • skyeye scrive:
      Re: Domanda...
      prova questo se vuoi la mappa senza doverla scaricvare..http://we-travel.co.cc/joomla/index.php?option=com_phocadownload&view=sections&Itemid=17&lang=enio lo uso e va piu' che bene.. mappe da tutto il mondo, supporta i POI, temi, cambio voce.. e non sbaglia tanto di piu' di quanto sbaglia il tom tom..
  • OldDog scrive:
    Non è la stessa cosa
    Non pagare è sempre attraente, ma i servizi sono paragonabili? Avere un navigatore con schermo ampio e dedicato, che continua a fornire indicazioni anche visive durante una telefonata è una cosa.Avere un telefono che deve gestire posizionamento su mappa e contemporaneamente una telefonata è un altro paio di maniche.Poi gli aggiornamenti sono vitali: mappe corrette e recenti riducono di molto i problemi alla guida. Google vorrà sostenere i costi degli aggiornamenti? Ci sarà un abbonamento a pagamento per un servizio "premium", come accade per la gmail?Se mi muovo a piedi nel centro storico di una città il navigatore nel cellulare è pratico e adeguato (ammesso che l'antenna inclusa non si perda i satelliti tra i palazzi). Su di una vettura nel traffico, per ora preferisco usare un navigatore separato.
    • Giacomo Allegretti scrive:
      Re: Non è la stessa cosa
      Considerando che siamo in fase Beta io direi che è piuttosto presto per giudicare ciò che è meglio o peggio.Di tutto quello che metti in dubbio te, mi trovi in disaccordo solo su ciò che riguarda gli aggiornamenti.Da come è strutturato l'articolo e il video sembrerebbe che Google sia in grado di interagire con il traffico in tempo reale.Onestamente non so come potrebbe realizzare una features come questa se non monitorando l'intera viabilità delle strade, però se così fosse avrebbe di certo un "aggiornamento" più competitivo dei diretti concorrenti.
    • Shu scrive:
      Re: Non è la stessa cosa
      - Scritto da: OldDog
      Avere un navigatore con schermo ampio e dedicato,
      che continua a fornire indicazioni anche visive
      durante una telefonata è una
      cosa.
      Avere un telefono che deve gestire posizionamento
      su mappa e contemporaneamente una telefonata è un
      altro paio di
      maniche.Teoricamente, a norma di legge, in macchina devi usare l'auricolare. La sezione telefonica, negli smartphone, è quasi interamente gestita da un chip a parte (non è la CPU a codificare la voce, ma un DSP apposta), quindi il carico sulla CPU è minimo.Se poi conti che il TomTom ha una CPU a 200-400 MHz senza GPU, e che gli Android attuali hanno 526 MHz (550 il Motorola, 1 GHz i modelli in uscita con Snapdragon), con GPU, di potenza ne rimane abbastanzaBasta che integrino un miniclient nel navigatore che ti mostra in un angolo chi ti sta chiamando, cosa già prevista dall'SDK 1.0. La tecnologia per chiamare selezionando a voce il contatto è già inclusa in Android 1.6 (peccato che per ora riconosca bene solo l'inglese, ma migliorerà).
      Poi gli aggiornamenti sono vitali: mappe corrette
      e recenti riducono di molto i problemi alla
      guida. Google vorrà sostenere i costi degli
      aggiornamenti? Ci sarà un abbonamento a pagamento
      per un servizio "premium", come accade per la
      gmail?Google manda in giro auto e bici con 8 telecamere sul tetto per mappare le città fotograficamente quasi metro per metro. Credi non abbia le risorse per mantenere aggiornate le mappe stradali?Per ora anche io preferisco il TomTom (da 120 euro) a parte, se non altro perché lo posso lasciare a mia moglie quando serve a lei senza doverle comprare uno smartphone (da 400 euro in su), ma con un cradle fatto bene, alimentato, potrei cambiare idea velocemente, visto che lei sta adocchiando avidamente il mio Galaxy, e io sto adocchiando avidamente il Droid... :)Bye.
      • contrario alla policy scrive:
        Re: Non è la stessa cosa
        - Scritto da: Shu
        potrei cambiare idea velocemente, visto che lei
        sta adocchiando avidamente il mio Galaxy, e io
        sto adocchiando avidamente il Droid...
        :)

        Bye.Ah si, me lo immagino: la famiglia GPS... e chi non ha un GPS oggi, fondamentale direi, come uscire di casa senza! Non si sa mai che il supermercato o il posto di lavoro cambi indirizzo da un giorno all'altro (rotfl)
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Non è la stessa cosa

        Se poi conti che il TomTom ha una CPU a 200-400
        MHz senza GPU, e che gli Android attuali hanno
        526 MHz (550 il Motorola, 1 GHz i modelli in
        uscita con Snapdragon), con GPU, di potenza ne
        rimane abbastanza

        Basta che integrino un miniclient nel navigatore
        che ti mostra in un angolo chi ti sta chiamando,
        cosa già prevista dall'SDK 1.0. La tecnologia per
        chiamare selezionando a voce il contatto è già
        inclusa in Android 1.6 (peccato che per ora
        riconosca bene solo l'inglese, ma migliorerà).Sto usando da un paio di mesi un HTC Hero su cui ho installato CoPilot Live 8. Le funzioni di navigazione sono ottime, la reattività dell'aggiornamento di posizione e del ricalcolo dei percorsi è ottima e lo schermo da 3,2 pollici è chiaro e leggibile. Se arriva una telefonata, uso l'auricolare e non ho problemi, anche se fino ad ora non è capitato molte volte di dover rispondere durante un viaggio.Ciò che manca è una maggiore integrazione tra il software di navigazione ed il sistema operativo. Aspetto di vedere il lavoro di Google, che sarà certamente bene integrato con Android.
    • miomio scrive:
      Re: Non è la stessa cosa
      questa è una tua opinione però...io ho un "vecchio" htc universal che ha un grande schermo e ti posso dire che quando vedo qualcuno girare col tom tom mi metto quasi a ridere...spendere soldi per un apparecchio che fa solo da navigatore? io almeno ci palro, ci navigo (in gps) ci navigo (in umts) ci vedo film etc...vuoi mettere la comodità di un all-in-one?
      • bubba scrive:
        Re: Non è la stessa cosa
        - Scritto da: miomio
        questa è una tua opinione però...io ho un
        "vecchio" htc universal che ha un grande schermo
        e ti posso dire che quando vedo qualcuno girare
        col tom tom mi metto quasi a ridere...spendere
        soldi per un apparecchio che fa solo da
        navigatore? io almeno ci palro, ci navigo (in
        gps) ci navigo (in umts) ci vedo film etc...vuoi
        mettere la comodità di un
        all-in-one?in effetti e' lo stesso ragionamento che feci io, quando lo comprai usato, 1 anno fa... e va benone :P)
Chiudi i commenti