Ancora guai per gli SSD di Intel

Costretta a ritirare il firmware aggiornato per i suoi SSD X25-M a 34 nm perché, in certi casi, può causare la corruzione dei dati. In attesa della soluzione
Costretta a ritirare il firmware aggiornato per i suoi SSD X25-M a 34 nm perché, in certi casi, può causare la corruzione dei dati. In attesa della soluzione

A meno di 48 ore dal rilascio di un aggiornamento al firmware dei propri SSD X25-M a 34 nanometri, Intel è stata costretta a rimuovere il nuovo software dal proprio sito in seguito ad alcuni gravi inconvenienti sperimentati da alcuni utilizzatori del drive.

Più nel dettaglio, dopo l’aggiornamento del firmware alcuni utenti di Windows 7 sono incorsi nella perdita di parte o di tutto il contenuto dell’SSD. Sul forum del supporto tecnico di Intel sono già diverse decine le segnalazioni in tal senso.

“Intel è stata informata dai propri utenti dei problemi che il firmware 02HA ha causato su certi sistemi con Windows 7. Stiamo investigando sul problema e lavorando ad una soluzione” ha comunicato l’azienda in una nota. “Il download dell’aggiornamento è temporaneamente sospeso in attesa del rilascio di una versione corretta”.

Intel era già incappata in problemi simile all’inizio dell’anno, quando fermò la vendita di SSD X-25M a 34 nm, e la scorsa estate : in entrambi gli episodi si trattava di errori nel firmware che potevano causare la corruzione dei dati sotto diversi sistemi operativi.

Come si è riportato negli scorsi giorni, il firmware 02HA ha introdotto il supporto al comando trim di Windows 7 e alcune migliorie che, secondo Intel, possono spingere in su le performance fino al 40 per cento.

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti