Windows 7 si installa da chiavetta

Microsoft ha messo a disposizione un tool gratuito che permette di scrivere un'immagine ISO di Windows 7 su una pennetta. Intel ha invece rilasciato un toolbox che ottimizza le performance dei propri SSD con Seven

Roma – Uno dei compiti affidati da Microsoft al neonato Windows 7 è quello di rimpiazzare XP anche sulle categorie di PC dall’hardware più modesto, come netbook e nettop. Non sorprende dunque che, a pochi giorni dal lancio del suo nuovo sistema operativo, BigM abbia messo a disposizione degli utenti consumer uno strumento gratuito che permette di installare Windows 7 sui PC privi di un drive DVD, come la quasi totalità dei netbook.

L’utility, chiamata Windows 7 USB/DVD Download Tool , è stata pensata per quegli utenti che acquistano una copia di Windows 7 dal Microsoft Store e si avvalgono della facoltà di scaricare il sistema operativo sotto forma di immagine ISO. Il tool non fa altro che creare una partizione di avvio su un drive USB e copiarvi il file ISO scaricato dal negozio online di Microsoft. A quel punto basterà inserire la chiavetta o la scheda di memoria sul sistema dove si vuole installare Windows 7, impostare il drive flash come dispositivo di boot, e confermare l’avvio dell’installazione.

Nelle istruzioni che accompagnano il suo tool, Microsoft spiega che l’utente necessita di un drive USB da almeno 4 GB di capacità e del MS.NET Framework 2.0 (senza il quale il programma non parte). Se si intende aggiornare a Windows 7 una precedente copia di Windows, Microsoft suggerisce all’utente di accertarsi che sul PC che si va ad aggiornare si goda dei permessi di amministratore, inoltre raccomanda di effettuare una copia di backup di tutti i dati e i documenti.

Come suggerisce il suo nome, la piccola utility di Microsoft può anche essere utilizzata per creare un più convenzionale disco d’installazione, masterizzando l’immagine ISO su un DVD o un Blu-ray Disk.

Microsoft tiene a precisare che “questo tool può essere usato esclusivamente con il file ISO di Windows 7 acquistato da Microsoft Store”. Questa frase sembra escludere la possibilità di utilizzare il tool per scrivere un’immagine ISO ottenuta da un DVD regolarmente acquistato.

Nei giorni scorsi Microsoft ha anche inaugurato il Windows 7 Compatibility Center , un servizio online che consente di verificare la compatibilità di applicazioni e periferiche con il nuovo sistema operativo. Ad esempio, se si cerca nel database “Sound Blaster Live”, nome di una nota scheda audio ormai fuori produzione, il risultato è una croce rossa con scritto “not compatible”: se si clicca sulla voce è possibile accedere ad una breve descrizione del prodotto e ad eventuali dettagli sull’incompatibilità. Da questa pagina gli utenti hanno anche la possibilità di confermare o negare la veridicità dell’informazione.

Toolbox Intel Solid-State Drive
Intel ha rilasciato un toolbox per Windows 7, Vista e XP focalizzato nell’ottimizzare le performance e la longevità dei suoi dischi a stato solido X25-M con Windows. Il pacchetto software è accompagnato da un firmware aggiornato e dal programma SSD Optimizer, due componenti studiati per funzionare in tandem e consentire all’utente di gestire in modo più efficace le unità SSD di Intel.

In particolare, il toolbox sfrutta il nuovo comando ATA Data Set Management di Windows 7, noto come Trim , che si occupa di cancellare fisicamente quelle celle di memoria che, benché libere, sono già state scritte almeno una volta, e contengono dunque ancora dei dati (come noto, infatti, quando l’utente cancella un file il sistema operativo non lo elimina fisicamente dal disco, ma si limita a contrassegnarlo come “cancellato”). Dal momento che nelle memorie flash i processi di sovrascrittura possono avvenire solo se un blocco di memoria è stato prima cancellato fisicamente, il comando Trim fa sì che l’operazione di cancellazione – che richiede il suo tempo – avvenga al momento dell’eliminazione dei dati invece che al momento della loro sovrascrittura, così da massimizzare le performance quando più ce n’è bisogno.

“L’accesso veloce e affidabile ai dati è di fondamentale importanza per gli utenti che utilizzano le nostre unità SSD”, ha commentato Pete Hazen, della divisione marketing dell’Intel NAND Solutions Group. “Il recente aggiornamento del firmware e del Toolbox per le unità Intel SSD a 34 nm rende disponibile numerosi nuovi tool di gestione, informazione e diagnostica per contribuire a preservare le prestazioni originali delle unità SSD. Abbiamo già iniziato a invitare gli utenti delle unità a 34 nm a effettuare il download del nuovo aggiornamento firmware. Le prestazioni più elevate rese possibili dal comando Trim sono disponibili non solo per gli utenti di Windows 7, ma anche per quelli di Windows XP e Vista”.

Per gli utenti di unità X25-M a 34 nm da 160 GB, Intel afferma che l’aggiornamento firmware porta la velocità di scrittura sequenziale a 100 MB al secondo, con un miglioramento del 40% rispetto all’attuale versione del firmware.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • natale leone scrive:
    domanda
    ma di quale micro usb si tratta A o B ?
    • Wolf01 scrive:
      Re: domanda
      Nessuna delle due, Micro (quella più a sinistra) -
      [img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/f4/USB_types_2.jpg[/img]
  • aid85 scrive:
    perchè non standardizzare le batterie ??
    Non mi smuovo a favore o contro uno standard riguardo ai caricabatterie.C'è da dire che nell'ultimo decennio la buona abitudine a rispettare e promuovere standard è andato a puttane... 10 voip nessuno interoperabile... messenger... ecc... sembra rimangano solo le mail... manco i dvd rispettano un solo standard... e ciò non ha portato certo vantaggi all'utente finale.D'altra parte imporre dall'esterno il rispetto di uno standard sarebbe sbagliato e limitativo della creativita (se esiste ancora) delle varie aziende.Cmq non so bene quali vantaggi possa portare effettivamente uno standard ci caricabatterie.Mi chiedo perchè non si imponga uno standard di batterie allora !!!!!Quello non sarebbe più utile all'utente finale ???????????????O conviene continuare a produrre dispositivi la cui batteria una volta giunta a fine vita va fuori produzione o è impossibile da trovare nei negozi magari solo originale a prezzi sproporzionati???Così uno fa prima a comprare un nuovo cellulare telecamera o pataccha lowhi-tech che trovare le pile...
  • topolinik scrive:
    Era ora!
    Dico, ci voleva tanto per capire che è molto più economico vendere separatamente il cellulare e il caricabatterie? Così anche quando cambierò telefono potrò riutilizzare sempre lo stesso caricabatterie, anziché ritrovarmi cassetti pieni di vecchiume elettronico che non posso più utilizzare per nient'altro.
    • LOL scrive:
      Re: Era ora!
      - Scritto da: topolinik
      Dico, ci voleva tanto per capire che è molto più
      economico vendere separatamente il cellulare e il
      caricabatterie?è economico per te non per i produttori. Ognuno fa i propri interessi fintanto che può. Così anche quando cambierò
      telefono potrò riutilizzare sempre lo stesso
      caricabatterie, anziché ritrovarmi cassetti pieni
      di vecchiume elettronico che non posso più
      utilizzare per
      nient'altro.Li riporti al negozio dove acquisti il nuovo apparecchio oppure ci sono sicuramente aziende che si occupano del recupero.
      • guast scrive:
        Re: Era ora!

        è economico per te non per i produttori. Ognuno
        fa i propri interessi fintanto che
        può.
        Proprio per questo nel post iniziale mi sono lamentato che non fosse un accordo vincolante
        Li riporti al negozio dove acquisti il nuovo
        apparecchio oppure ci sono sicuramente aziende
        che si occupano del
        recupero.Ovvero butti via un apparecchio perfettamente funzionante e sprechi energia per riciclarlo. Spero che in futuro non sia più necessario
        • mirko.it scrive:
          Re: Era ora!
          a meno che, l'apparecchio che io riporterei dal negoziante (il caricabatteria), non venisse riconsegnato al produttore che si occuperebbe di includerlo nelle nuove confezioni in uscita, senza doverne produrre un altro.
          • MeX scrive:
            Re: Era ora!
            dovrebbe peró prima testarne il corretto funzionamento, avrebbe dei costi tali da non essere conveniente rispetto alla produzione di uno nuovo di pacca
          • LOL scrive:
            Re: Era ora!
            secondo te rivendono un caricabatterie di seconda mano magari pure graffiato?piuttosto che si assuma il produttore l'onere dello smaltimento.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Era ora!
            - Scritto da: mirko.it
            a meno che, l'apparecchio che io riporterei dal
            negoziante (il caricabatteria), non venisse
            riconsegnato al produttore che si occuperebbe di
            includerlo nelle nuove confezioni in uscita,
            senza doverne produrre un
            altro.Eh come no, ora ti compri un cellulare nuovo e ti trovi un caricabatterie usato... ci mancherebbe solo questo!
        • LOL scrive:
          Re: Era ora!
          - Scritto da: guast
          Sei un po duro di comprendonio eh ? Il soggeto
          qui è il caricabatterie. Se il telefonino è
          rotto, ma il caricabatterie no, non ha senso
          mandare allo smaltimento pure il
          caricabatterie.
          Guarda che quello che interviene a sproposito senza capire a cosa risponede sei tu:il discorso è partito a qui

          di vecchiume elettronico che non posso più

          utilizzare per

          nient'altro.
          Li [il vecchiume elettronico] riporti al negozio dove acquisti il nuovo
          apparecchio oppure ci sono sicuramente aziende che si occupano del
          recupero. E per vecchiume elettronico = qualsivoglia prodotto elettronico di cui il caricabatterie è un elemento.Se ti serve un disegnino, dillo!


          Spero che in futuro non sia più


          necessario



          Spero che tu anche sia in grado di sviluppare

          questo discorso e spiegarci come pensi si possa

          fare.

          Ma lo hai letto l'articolo ?Ma riesci a dare una risposta sensata oppure è una tua peculiarità intervenire a vanvera?
          • fulcrum scrive:
            Re: Era ora!
            - Scritto da: LOL...
            E per vecchiume elettronico = qualsivoglia
            prodotto elettronico di cui il caricabatterie è
            un
            elemento....Ecco: è appunto questa la questione.Se il caricabatteria è uno standard universale non diventa più un "vecchiume", ma può essere riutilizzato con qualunque apparecchio.Questo significa che non verrà più inserito nella scatola del "telefonino" ma sarà venduto a parte.Mi spiace per chi produce caricabatterie... ;-)Cordiali SalutiFulcrum
          • LOL scrive:
            Re: Era ora!
            Non parlavo solo del caricabatterie.Quello che dici tu è talmente ovvio che è inutile ripeterlo un altra volta.
          • fulcrum scrive:
            Re: Era ora!
            - Scritto da: LOL
            Non parlavo solo del caricabatterie.
            Quello che dici tu è talmente ovvio che è inutile
            ripeterlo un altra
            volta.Sarà che alla mia veneranda età comprendo solo l'ovvio.La sovrabbondanza di elettronica ancora perfettamente funzionante è altra questione. Si potrebbe proibire il marketing, ma temo sarebbe considerato un tantinello "eretico", no? ;-)Cordiali SalutiFulcrum
          • LOL scrive:
            Re: Era ora!
            - Scritto da: fulcrum
            Sarà che alla mia veneranda età comprendo solo
            l'ovvio.
            Se è ovvio è già compreso, altrimenti non sarebbe ovvio.
            La sovrabbondanza di elettronica ancora
            perfettamente funzionante è altra questione. Si
            potrebbe proibire il marketing, ma temo sarebbe
            considerato un tantinello "eretico", no?
            ;-)Non servirebbe a molto, almeno credo.Si tratta di far passare il messaggio di limitare gli sprechi, partendo magari dagli involucri dei prodotti e via discorrendo. Il fatto di non dover cambiare caricatore del cellulare è una buona cosa.

            Cordiali Saluti
            FulcrumSaluti
          • fulcrum scrive:
            Re: Era ora!
            - Scritto da: LOL
            Se è ovvio è già compreso, altrimenti non sarebbe
            ovvio.Voleva essere un gioco di parole?
            Non servirebbe a molto, almeno credo.
            Si tratta di far passare il messaggio di limitare
            gli sprechi, partendo magari dagli involucri dei
            prodotti e via discorrendo.No, no: "servirebbe" abbastanza.La "necessità" di cambiare cellulare ogni 6 mesi è puro marketing e non ha nulla a che vedere con le esigenze reali della stragrandissima maggioranza degli end-uder. ;-)Idem per molti altri settori.Limitare gli sprechi a livello di packaging è sicuramente utile, ma sarebbe come spazzare il mare con una forchetta... Si deve ridurre il consumo inutile, il che (secondo il nostro modello economico) è parecchio eretico... ;-)
            Il fatto di non dover cambiare caricatore del
            cellulare è una buona cosa.Su questo concordiamo. Cordiali SalutiFulcrum
      • fiertel91 scrive:
        Re: Era ora!
        - Scritto da: LOL
        - Scritto da: topolinik

        Dico, ci voleva tanto per capire che è molto più

        economico vendere separatamente il cellulare e
        il

        caricabatterie?

        è economico per te non per i produttori. Ognuno
        fa i propri interessi fintanto che
        può.


        Così anche quando cambierò

        telefono potrò riutilizzare sempre lo stesso

        caricabatterie, anziché ritrovarmi cassetti
        pieni

        di vecchiume elettronico che non posso più

        utilizzare per

        nient'altro.

        Li riporti al negozio dove acquisti il nuovo
        apparecchio oppure ci sono sicuramente aziende
        che si occupano del
        recupero.Chi? Perché di queste spazzature ne sono pieno.
  • Enjoy with Us scrive:
    mi pare il minimo sindacale!
    Era ora che si decidessero a standardizzare il caricabatterie dei cellulari, speriamo sia di stimolo ad una convergenza di tutte le altre apparecchiature portatili... Navigatori, player mp3, macchine fotografiche, notebook ecc...Si anche notebook, ovviamente non con lo stesso tipo di caricabatteria/connettore viste le diverse potenze in gioco, ma con un connettore universale per tutti i notebook si!Queste sono iniziative "verdi" sicuramente efficaci e razionali, invece di porsi obbiettivi ambiziosi e costosi incominciamo dalle cose banali e che si traduco in immediato beneficio anche per i consumatori!
    • Brando scrive:
      Re: mi pare il minimo sindacale!
      Direi che la micro usb si presta a lettori multimediali e macchine fotografiche. Quindi se la cosa va in porto con i cellulari si potrebbero fare pressioni poi sugli altri produttori per adottare lo stesso standard.
  • fiertel91 scrive:
    E le prese della corrente
    ...non dovevano subire lo stesso proXXXXX di standardizzazione, o sbaglio?
    • pippuz scrive:
      Re: E le prese della corrente
      - Scritto da: fiertel91
      ...non dovevano subire lo stesso proXXXXX di
      standardizzazione, o
      sbaglio?da http://it.wikipedia.org/wiki/Spina_elettrica"Diversi tentativi sono stati fatti per creare un'eurospina, ma i singoli paesi sono restii a modificare la propria situazione. Il cambiamento è comunque in corso: da un lato si stanno installando prese in grado di accettare più formati (in Italia ad esempio si usa una schuko modificata con un foro di terra centrale in più), dall'altro i produttori di elettrodomestici adottano spine in grado di inserirsi in diverse prese in uso nei paesi europei. Inoltre la Commissione europea ha creato una nuova spina, denominata IEC 60906-1, che dovrebbe sostituire in futuro tutte quelle dei singoli stati europei; tuttavia per ora nessuno di essi l'ha adottata."
      • Brando scrive:
        Re: E le prese della corrente
        Ancora un nuovo standard? Ma non sarebbe più semplice adottare la franco-tedesca che è la spina più diffusa in Europa e finita lì? :s
        • pippuz scrive:
          Re: E le prese della corrente
          - Scritto da: Brando
          Ancora un nuovo standard? nuovo.... del 1985. Che poi non sia stata ancora adottata è un altro discorso.
          Ma non sarebbe più
          semplice adottare la franco-tedesca che è la
          spina più diffusa in Europa e finita lì? La spina francese è, a dire la verità, incompatibile con quella tedesca. Più corretto è parlare della spina ibrido di quella francese e quella tedesca, peraltro diffusa pure in Italia.
        • spina scrive:
          Re: E le prese della corrente
          La schuko? Ma è troppo grande! Una presa schuko occupa come due prese italiane. Nelle classiche scatolette a muro che contengono tre prese italiane, ci starebbe solo una schuko. Non mi sembra una grande trovata.La spina italiana (L da 16 A) è decisamente meglio (non per difendere per forza la nostra versione).La IEC 60906-1 (il tentativo di standardizzazione) sembra simile alla nostra (cioè non occupa il doppio), per cui ben venga, piuttosto che avere la dannata schuko.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: E le prese della corrente
            - Scritto da: spina
            La schuko? Ma è troppo grande! Una presa schuko
            occupa come due prese italiane. Nelle classiche
            scatolette a muro che contengono tre prese
            italiane, ci starebbe solo una schuko. Non mi
            sembra una grande
            trovata.dopo tre anni in Baviera, ti assicuro che è molto più pratico avere solo Schuko in giro per casa.
            La spina italiana (L da 16 A) è decisamente
            meglio (non per difendere per forza la nostra
            versione).Meglio in cosa?A parte le dimensioni, che sono un problema relativo, dato che non mi pare che su un muro ci sia così tanta carenza di spazio.
            La IEC 60906-1 (il tentativo di
            standardizzazione) sembra simile alla nostra
            (cioè non occupa il doppio), per cui ben venga,
            piuttosto che avere la dannata
            schuko.ed è totalmente incompatibile con qualsiasi spina o presa attualmente esistente, persino con quelle svizzere cui somiglia.Almeno le Schuko, seppure non tanto diffuse nelle case italiane, lo sono nella quasi totalità degli apparecchi venduti.
    • sylvaticus scrive:
      Re: E le prese della corrente
      'dillo a me che ho fatto un traslocco dall'Inghilterra all'Italia.. disgraziati.. la mia vita è piena di adattatori...
      • MeX scrive:
        Re: E le prese della corrente
        ti insegno un trucco...- prendi una bic- usa il fermagiacca del cappuccio per premere il foro di terra- inserisci la tua presa italiana nella presa UK- estrai il cappuccio della bic;)
        • fiertel91 scrive:
          Re: E le prese della corrente
          - Scritto da: MeX
          - inserisci la tua presa italiana nella presa UKPenso che lui avesse il problema inverso
  • nome cogno scrive:
    tempo di ricarica
    per adesso, la ricarica del cellulare, avviene tramite collegamento all'apposito alimentatore e rigorosamente via cavo, perciò siamo certi del tempo di ricarica. con un alimentatore a onde elettro-magnetiche, il risultato sarà identico ma non per il tempo di ricarica, anche perchè commercializzeranno alimentatori di scarsa potenza.siete daccordo che, i soliti furbi, ci prenderanno per i fondelli?
  • guast scrive:
    Non basta
    Primo non è un regolamento vincolante.Secondo riguarda solo i telefonini. Non pretendo che notebook e telefonini abbiano lo stesso caricabatterie, ma telefonini, macchine fotografiche e lettori portatili si-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 ottobre 2009 19.01-----------------------------------------------------------
    • pippuz scrive:
      Re: Non basta
      - Scritto da: guast
      Primo non è un regolamento vincolante.
      Secondo riguarda solo i telefonini. Non pretendo
      che notebook e telefonini abbiano lo stesso
      caricabatterie, ma telefonini, macchine
      fotografiche e lettori portatili
      siil problema è che il funzionamento è diverso. Mentre per i cellulari, la batteria la ricarichi quando è collegata al cellulare, per le macchine fotografiche questo non succede (non colleghi le macchine fotografiche direttamente), ma l'apposito caricabatterie, ognuno di forma diversa visto che usano batterie diverse (forme, dimensioni, voltaggi). Ciò, se approvato, porterebbe ad una omologazione totale del tipo di batteria utilizzato. Non penso sia la soluzione corretta.
      • guast scrive:
        Re: Non basta
        Qui si parla dei nuovi prodotti. Perchè non fare anche le macchine fotografiche in modo tale che tu possa smontare la batteria o caricarla direttamente nell'apparecchio. Non costerebbe tanto.Per quanto riguarda uniformare le batterie non penso sia necesssario. I caricabatterie moderni possono aggiustarsi per piccole variazioni di voltaggio e amperaggio. Anche se ci sono molti tipi diversi di batterie al litio le differenze sono minime. La capacità poi può variare molto di più.
        • pippuz scrive:
          Re: Non basta
          - Scritto da: guast
          Qui si parla dei nuovi prodotti. Perchè non fare
          anche le macchine fotografiche in modo tale che
          tu possa smontare la batteria o caricarla
          direttamente nell'apparecchio. Non costerebbe
          tanto.Penso che, per chi produce le macchine fotografiche, il gioco non valga la candela. Se fosse tecnicamente e/o economicamente e/o dimensionalmente fattibile, sarebbe convenuto già da molto tempo alle aziende dare la possibilità di caricare le batterie direttamente dall'apparecchio. Questo avrebbe dato la possibilità di eliminare totalmente i caricabatterie, tagliando una parte dei costi al produttore.
          Per quanto riguarda uniformare le batterie non
          penso sia necesssario. I caricabatterie moderni
          possono aggiustarsi per piccole variazioni di
          voltaggio e amperaggio.Ci sarebbe però da tenere in considerazione anche il fattore forma: tieni conto che ad es. le batterie per macchine semi-pro o per appassionati sono molto diverse da quelle utilizzate nelle compatte, che già fra loro hanno tipologie di batterie molto diversi.
          Anche se ci sono molti tipi diversi di batterie
          al litio le differenze sono minime. La capacità
          poi può variare molto di
          più.Bisogna vedere se è possibile gestire "facilmente" queste differenze, cosa della quale non sono del tutto sicuro.Piuttosto, sarebbe più semplice, come suggerivi nel primo post, uniformare i caricabatterie per i portatili. Già oggi esistono in commercio caricabatterie "universali", che hanno soltanto l'attacco al portatile diverso, dando quindi per scontato che tutto il resto si adatti alle caratteristiche del portatile. Ma anche in questo caso, l'impatto sarebbe molto più limitato. L'effetto principale dell'accordo è non solo quello di creare uno standard, ma soprattutto quello di limitare la produzione stessa dei caricabatterie, dando per scontato che se ne è già in possesso.
        • LOL scrive:
          Re: Non basta
          - Scritto da: guast
          Qui si parla dei nuovi prodotti. Perchè non fare
          anche le macchine fotografiche in modo tale che
          tu possa smontare la batteria o caricarla
          direttamente nell'apparecchio. Non costerebbe
          tanto.Perché il fatto non è la possibilità di smontare la batteria (che implica comunque un caricatore universale in grado di accogliere batteri diverse altrimenti siamo da capo; sempre che tu non voglia anche 1 solo tipo di batteria) ma la possibilità di avere un cavo di connessione standard x la ricarica.A questo punto mi chiedo se la questione della estraibilità della batteria sia attuale.
          Per quanto riguarda uniformare le batterie non
          penso sia necesssario. I caricabatterie moderni
          possono aggiustarsi per piccole variazioni di
          voltaggio e amperaggio.
          Ok mi hai risposto qui sotto a quanto mi chiedevo appena sopra.Si ma forse si tratta di mettere in commercio caricabatterie capaci di ricaricare batterie di diversa dimensione, forma e con punti di ricarica diversi. Un caricabatterie che per concetto ricalchi quanto fatto con i lettori multischede (x in 1)
          Anche se ci sono molti tipi diversi di batterie
          al litio le differenze sono minime. La capacità
          poi può variare molto di
          più.Eh ma qua sta poi a chi produce il carica batterie ingegnarsi a trovare una soluzione. Fors'anche aiutato dai produttori di apparecchi che convergono un un tipo di batteria.
      • FinalCut scrive:
        Re: Non basta
        - Scritto da: pippuz
        - Scritto da: guast

        Primo non è un regolamento vincolante.

        Secondo riguarda solo i telefonini. Non pretendo

        che notebook e telefonini abbiano lo stesso

        caricabatterie, ma telefonini, macchine

        fotografiche e lettori portatili

        si

        il problema è che il funzionamento è diverso.
        Mentre per i cellulari, la batteria la ricarichi
        quando è collegata al cellulare, per le macchine
        fotografiche questo non succede (non colleghi le
        macchine fotografiche direttamente), ma
        l'apposito caricabatterieQuesto dipende da che macchina fotografica hai comprato. Molte Sony ed in genere tutte quelle consumer le carichi come i cellulari.(linux)(apple)
        • pippuz scrive:
          Re: Non basta

          Questo dipende da che macchina fotografica hai
          comprato. Molte Sony ed in genere tutte quelle
          consumer le carichi come i
          cellulari.Non lo sapevo. Di compatte ho avuto una Nikon e una Canon e con entrambe era necessario ricaricare la batteria tramite il caricabatterie.
      • fiertel91 scrive:
        Re: Non basta
        - Scritto da: pippuz
        - Scritto da: guast

        Primo non è un regolamento vincolante.

        Secondo riguarda solo i telefonini. Non pretendo

        che notebook e telefonini abbiano lo stesso

        caricabatterie, ma telefonini, macchine

        fotografiche e lettori portatili

        si

        il problema è che il funzionamento è diverso.
        Mentre per i cellulari, la batteria la ricarichi
        quando è collegata al cellulare, per le macchine
        fotografiche questo non succede (non colleghi le
        macchine fotografiche direttamente), ma
        l'apposito caricabatterie, ognuno di forma
        diversa visto che usano batterie diverse (forme,
        dimensioni, voltaggi). Ciò, se approvato,
        porterebbe ad una omologazione totale del tipo di
        batteria utilizzato. Non penso sia la soluzione
        corretta.Ma nelle fotocamere compatte di ultima produzione, la batteria tende ad essere al litio, integrata nell'apparecchio, dentro al quale si carica col caricabatteria. Teoricamente, il discorso non è lo stesso dei cellulari?
        • pippuz scrive:
          Re: Non basta

          Ma nelle fotocamere compatte di ultima
          produzione, la batteria tende ad essere al litio,
          integrata nell'apparecchio, dentro al quale si
          carica col caricabatteria. Teoricamente, il
          discorso non è lo stesso dei
          cellulari?si, certo. Non sapevo esistessero fotocamere che permettono di caricare le batterie direttamente. Ho avuto due compatte (l'ultima acquistata 2 anni fa), una Nikon e Canon. Nessuna delle due permetteva questa cosa.
          • LOL scrive:
            Re: Non basta
            Quindi la polemica sulla non estraibilitià della batteria dei cellulari, dell'iphone in particolare, risulta essere solo una mera disquisizione filosofica.
          • pippuz scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: LOL
            Quindi la polemica sulla non estraibilitià della
            batteria dei cellulari, dell'iphone in
            particolare, risulta essere solo una mera
            disquisizione
            filosofica.?
          • LOL scrive:
            Re: Non basta
            Dato che altrove su PI si discute sul fatto che la batteria del cellulare non è estraibile e questo è un problema insormontabile in quanto si vuol far intendere che sia uno dei criteri essenziali per chiunque nella scelta del cellulare, alla luce del fatto che altri apparecchi utilizzino batterie integrate, tale discussione sui cellulari con batteria integrata perde di valore.
          • Fulcrum scrive:
            Re: Non basta
            C'è da dire che la "polemica" non è tanto verso l'estraibilità in senso "quotidiano", quanto sulla non sostituibilità da parte dell'end-user.Per capirci: su un cellulare "normale", nella stragrande maggioranza dei casi, posso portarmi una batteria di scorta e prolungare l'utilizzo "mobile" del dispositivo anche in assenza di rete elettrica. Con l'iphone no.Cosa che impatta sostanzialmente anche in campo fotografico: con una compatta limitata alla batteria interna quando questa si esaurisce devo trovare una presa di corrente... Con un apparecchio che utilizzi "n" batterie AA, ricaricabili o meno che siano, posso portarmi batterie di scorta e/o comprarmi delle usa e getta (e delle stilo usa e getta hai buone probabilità di trovarle anche in una tenda di nomadi del Sahel)... Cordiali SalutiFulcrum
          • LOL scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: Fulcrum
            C'è da dire che la "polemica" non è tanto verso
            l'estraibilità in senso "quotidiano", quanto
            sulla non sostituibilità da parte
            dell'end-user.
            Che è poi quasi la stessa cosa dato che l'estraibilità in senso quotidiano viene effettuata anch'essa dall'end-user.
            Per capirci: su un cellulare "normale", nella
            stragrande maggioranza dei casi, posso portarmi
            una batteria di scorta e prolungare l'utilizzo
            "mobile" del dispositivo anche in assenza di rete
            elettrica.
            Si ma quantifichiamo se è un esigenza generalizzabile oppure no.Perché poi non per tutti i cellulari normali trovi batterie sostitutive più capienti.
            Con l'iphone no.Si ma è un problema per tutti o solo per pochi?

            Cosa che impatta sostanzialmente anche in campo
            fotografico: con una compatta limitata alla
            batteria interna quando questa si esaurisce devo
            trovare una presa di corrente... Con un
            apparecchio che utilizzi "n" batterie AA,
            ricaricabili o meno che siano, posso portarmi
            batterie di scorta e/o comprarmi delle usa e
            getta (e delle stilo usa e getta hai buone
            probabilità di trovarle anche in una tenda di
            nomadi del Sahel)...
            Si certo, ne avevo anche io una con le batterie così...si scaricavano ancora prima di usarle, talmente era una sola la macchina che ho preso e poi ho ceduto gratis.

            Cordiali Saluti
            FulcrumCiao
          • fulcrum scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: LOL
            Che è poi quasi la stessa cosa dato che
            l'estraibilità in senso quotidiano viene
            effettuata anch'essa
            dall'end-user.....
            Si ma quantifichiamo se è un esigenza
            generalizzabile oppure
            no.
            Perché poi non per tutti i cellulari normali
            trovi batterie sostitutive più
            capienti.....
            Si ma è un problema per tutti o solo per pochi?Raggruppo, tanto l'argomento sempre quello è.Allora, in primis: delle diatribe sull'iphone non mi interessa un accidente. :-)Non lo prenderò nemmeno in considerazione sino a che il costo non diventerà "umano", certo... Ma questo è il mio modo di vedere le cose e non ne traggo conclusioni in senso generale... :-)L'esigenza di maggiore autonomia (e/o di flessibilità nell'aumento della stessa) esiste. Particolarmente con terminali altoconsumanti (display enormi, 3G, video, foto e cavolate di contorno assortite).Poi, secondo le proprie personalissime esigenze, ciascuno è libero di scegliersi il prodotto più adatto (o il meno adatto ma più "trendy", se si è masochisti).
            Si certo, ne avevo anche io una con le batterie
            così...si scaricavano ancora prima di usarle,
            talmente era una sola la macchina che ho preso e
            poi ho ceduto
            gratis.Le mie han funzionato entrambe egregiamente, basta prendere delle AA ricaricabili con capacità
            2500mAh... ;-)Purtroppo la Fuji ha sofferto di deXXXXX precoce del SuperCCD... :-(Ma la Samsung è o.k. ed ho appena terminato un week-end con un solo pacco batterie, nonostante l'utilizzo abbastanza frequente del flash (molti interni).
            CiaoCordiali SalutiFulcrum
          • LOL scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: fulcrum
            - Scritto da: LOL

            Che è poi quasi la stessa cosa dato che

            l'estraibilità in senso quotidiano viene

            effettuata anch'essa

            dall'end-user.
            ....

            Si ma quantifichiamo se è un esigenza

            generalizzabile oppure

            no.

            Perché poi non per tutti i cellulari normali

            trovi batterie sostitutive più

            capienti.
            ....

            Si ma è un problema per tutti o solo per pochi?

            Raggruppo, tanto l'argomento sempre quello è.

            Allora, in primis: delle diatribe sull'iphone non
            mi interessa un accidente.
            :-)

            Non lo prenderò nemmeno in considerazione sino a
            che il costo non diventerà "umano", certo... Ma
            questo è il mio modo di vedere le cose e non ne
            traggo conclusioni in senso generale...
            :-)
            Appunto, quindi potevi tralasciare questa parte dato che non ti interessano le diatribe sull'iphone.
            L'esigenza di maggiore autonomia (e/o di
            flessibilità nell'aumento della stessa) esiste.
            Particolarmente con terminali altoconsumanti
            (display enormi, 3G, video, foto e cavolate di
            contorno
            assortite).
            Poi, secondo le proprie personalissime esigenze,
            ciascuno è libero di scegliersi il prodotto più
            adatto (o il meno adatto ma più "trendy", se si è
            masochisti).Dire che si è masochisti è una sciocchezza, soprattutto quando esordisci con "secondo le proprie personalissime esigenze".
            Le mie han funzionato entrambe egregiamente,
            basta prendere delle AA ricaricabili con capacità

            2500mAh...
            ;-)basta evitare quel tipo di batterie o quel modello che avevo io.
            Ma la Samsung è o.k. ed ho appena terminato un
            week-end con un solo pacco batterie, nonostante
            l'utilizzo abbastanza frequente del flash (molti
            interni).Preferisco non dovermi portare appresso pacchi di batterie come facevo con quella vecchia fotocamera. Ma forse era proprio quel modello ad avere problemi di efficienza.


            Ciao

            Cordiali Saluti
            FulcrumSaluti
          • fulcrum scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: LOL
            Appunto, quindi potevi tralasciare questa parte
            dato che non ti interessano le diatribe
            sull'iphone.E per quale ragione?Per me l'iphone è un bellissimo apparecchio (esteticamente), con un'ottima interfaccia, venduto ad un prezzo da rapina... E allora?Personalmente, poi, non prenderei MAI un prodotto per il quale non trovi la maggioranza del software freeware (ed è per questo che resto su "macchine" WM). Mi scompiscio dalle risate a vedere le pubblicità che dicono "basta andare sull'AppStore" senza specificare mai che la maggior parte dei programmi sono a pagamento... :-DMa, appunto, è la mia PERSONALE opinione: non un dogma di fede.Per altri può andare benissimo.
            Dire che si è masochisti è una sciocchezza,
            soprattutto quando esordisci con "secondo le
            proprie personalissime
            esigenze".No. E' un parere "tecnico" nato da 18 anni di esperienza nel settore, a contatto con i Clienti finali.Di masochisti ce ne sono tantissimi: tutti quelli che necessitano di uno strumento di lavoro (o personale) per telefonare/inviare SMS e si prendono palmphone ipersofisticati, dei quali utilizzano si e no 1/100 delle funzioni, spendendo un sacco di soldi senza trarne alcun vantaggio pratico.E facendo impazzire i centri di assistenza che si ritrovano apparecchi perfettamente funzionanti ritenuti "guasti" e/o "difettosi" da clienti che non si sono nemmeno mai sognati di leggere un manuale... ;-)
            basta evitare quel tipo di batterie o quel
            modello che avevo
            io.Probabile...
            Preferisco non dovermi portare appresso pacchi di
            batterie come facevo con quella vecchia
            fotocamera. Ma forse era proprio quel modello ad
            avere problemi di
            efficienza.Io preferisco portarmi un paio di set di stilo (4 AA) di scorta sempre e comunque... Non sai mai quando arriva l'occasione per lo scatto "perfetto"... :-)Personalmente, comunque, aborro gli apparecchi a batteria che non mi consentano di sostituirla da me.Sarò antiquato io... ;-)Cordiali SalutiFulcrum
          • LOL scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: fulcrum
            - Scritto da: LOL


            Appunto, quindi potevi tralasciare questa parte

            dato che non ti interessano le diatribe

            sull'iphone.

            E per quale ragione?
            Per essere coerente con quanto hai scritto:"Allora, in primis: delle diatribe sull'iphone non mi interessa un accidente"
            Per me l'iphone è un bellissimo apparecchio
            (esteticamente), con un'ottima interfaccia,
            venduto ad un prezzo da rapina... E
            allora?
            E allora non sei coerente se ti lasnci nella diatriba sul prezzo."Allora, in primis: delle diatribe sull'iphone non mi interessa un accidente. "
            Personalmente, poi, non prenderei MAI un prodotto
            per il quale non trovi la maggioranza del
            software freeware (ed è per questo che resto su
            "macchine" WM).Bah opinabile. Mi scompiscio dalle risate a
            vedere le pubblicità che dicono "basta andare
            sull'AppStore" senza specificare mai che la
            maggior parte dei programmi sono a pagamento...
            :-D
            Se ci andassi veramente ne troveresti tantissimi gratuiti.
            Ma, appunto, è la mia PERSONALE opinione: non un
            dogma di
            fede.
            "Allora, in primis: delle diatribe sull'iphone non mi interessa un accidente. "
            Per altri può andare benissimo.


            Dire che si è masochisti è una sciocchezza,

            soprattutto quando esordisci con "secondo le

            proprie personalissime

            esigenze".

            No. SI

            E' un parere "tecnico" nato da 18 anni di
            esperienza nel settore, a contatto con i Clienti
            finali.

            Di masochisti ce ne sono tantissimi: tutti quelli
            che necessitano di uno strumento di lavoro (o
            personale) per telefonare/inviare SMS e si
            prendono palmphone ipersofisticati, dei quali
            utilizzano si e no 1/100 delle funzioni,
            spendendo un sacco di soldi senza trarne alcun
            vantaggio
            pratico.Secondo te, quindi sei opinabile.

            E facendo impazzire i centri di assistenza che si
            ritrovano apparecchi perfettamente funzionanti
            ritenuti "guasti" e/o "difettosi" da clienti che
            non si sono nemmeno mai sognati di leggere un
            manuale...
            ;-)bah discorso fine a se stesso, capita anche coi frullatori.

            Io preferisco portarmi un paio di set di stilo (4
            AA) di scorta sempre e comunque... Non sai mai
            quando arriva l'occasione per lo scatto
            "perfetto"...
            :-)Si vede che non ho problemi di batterie come ce li hai tu.

            Personalmente, comunque, aborro gli apparecchi a
            batteria che non mi consentano di sostituirla da
            me.
            Bah opinabile
            Sarò antiquato io... ;-)No, sei solo opinabile, non antiquato.

            Cordiali Saluti
            FulcrumSaluti
          • fulcrum scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: LOL
            Per essere coerente con quanto hai scritto:A te, evidentemente, sfugge la sostanziale differenza tra "esprimere un'opinione" e "innescare una polemica".
            "Allora, in primis: delle diatribe sull'iphone
            non mi interessa un
            accidente"Infatti non ho fatto alcuna "polemica" ma, semplicemente, espresso la mia opinione.
            E allora non sei coerente se ti lasnci nella
            diatriba sul
            prezzo.Quale diatriba? E' alto in assoluto. Punto.Nessuna "diatriba" in merito: è un dato di fatto... :-)
            Bah opinabile.Come il rapporto prezzo/funzionalità degli apparecchi Apple, che non dovrebbe essere un dogma di fede, no? ;-) (ecco: questa comincia ad essere una polemica, ma mi ci stai tirando TU per i capelli).
            Se ci andassi veramente ne troveresti tantissimi
            gratuiti.Quando mi presterai il tuo iphone ci farò un giro, attualmente pare ci siano pretese di installare itunes sul pc, cosa che non ho la minima intenzione di fare.
            "Allora, in primis: delle diatribe sull'iphone
            non mi interessa un accidente.
            "Continua a sfuggirti la non sottile differenza tra "esprimere un'opinione" e "innescare diatribe".
            SINO... ;-)
            Secondo te, quindi sei opinabile.Anche tu. O pensi di detenere il monopolio sulla verità rivelata? :-D
            bah discorso fine a se stesso, capita anche coi
            frullatori.Coi frullatori capita MOLTO meno.La tua valutazione di cosa sia "fine a se stesso" mi trasmette la nettissima sensazione che la categoria, per te, comprenda tutto quello che non ti fa comodo... ;-)
            Si vede che non ho problemi di batterie come ce
            li hai
            tu.O che faccio più fotografie di te... ;-)
            Bah opinabileCerto, esattamente come le tue preferenze in materia.
            No, sei solo opinabile, non antiquato.Benvenuto nel club... ;-) Cordiali SalutiFulcrum
          • Giova scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: fulcrum
            - Scritto da: LOL


            Per essere coerente con quanto hai scritto:

            A te, evidentemente, sfugge la sostanziale
            differenza tra "esprimere un'opinione" e
            "innescare una
            polemica".
            O sfugge a te dato che stai innescando inutilmente una polemica che qui trancio dato che a te nono devrebbe interessare farne.buon appetito
            Quando mi presterai il tuo iphone ci farò un
            giro, attualmente pare ci siano pretese di
            installare itunes sul pc, cosa che non ho la
            minima intenzione di
            fare.Per installare le applicazioni? ma va la.
          • fulcrum scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: Giova
            O sfugge a te dato che stai innescando
            inutilmente una polemica che qui trancio dato che
            a te nono devrebbe interessare
            farne.E tu chi saresti: giudice, giurato e boia?
            buon appetitoAltrettanto a te.
            Per installare le applicazioni? ma va la.Ho appena cercato di andare sull'App Store per dare un'occhiata alle applicazioni disponibili come freeware: per andare nei dettagli il sistema richiede l'installazione di itunes... Magari sarà il sito sbagliato... Cordiali SalutiFulcrum
          • fiertel91 scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: LOL

            Per capirci: su un cellulare "normale", nella

            stragrande maggioranza dei casi, posso portarmi

            una batteria di scorta e prolungare l'utilizzo

            "mobile" del dispositivo anche in assenza di
            rete

            elettrica.



            Si ma quantifichiamo se è un esigenza
            generalizzabile oppure
            no.
            Perché poi non per tutti i cellulari normali
            trovi batterie sostitutive più
            capienti.Poco avvertito, ma sempre una limitazione è. Poi possiamo stare a discutere sulla sua scomodità, ma sempre limitazione è.



            Cosa che impatta sostanzialmente anche in campo

            fotografico: con una compatta limitata alla

            batteria interna quando questa si esaurisce devo

            trovare una presa di corrente... Con un

            apparecchio che utilizzi "n" batterie AA,

            ricaricabili o meno che siano, posso portarmi

            batterie di scorta e/o comprarmi delle usa e

            getta (e delle stilo usa e getta hai buone

            probabilità di trovarle anche in una tenda di

            nomadi del Sahel)...



            Si certo, ne avevo anche io una con le batterie
            così...si scaricavano ancora prima di usarle,
            talmente era una sola la macchina che ho preso e
            poi ho ceduto
            gratis.Io non me intendo moltissimo di fotocamere, ma hai mai visto una reflex con batteria al litio integrata non estraibile?
          • LOL scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: fiertel91

            Poco avvertito, ma sempre una limitazione è. Per te e non per tutti. Quindi inutile che generalizzi.Poi
            possiamo stare a discutere sulla sua scomodità,
            ma sempre limitazione
            è.Per te ma non per tutti.Puoi discutere quanto ti pare su questo.
            Io non me intendo moltissimo di fotocamere, ma
            hai mai visto una reflex con batteria al litio
            integrata non
            estraibile?E quindi non potrebbe mai esistere?
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: LOL

            Io non me intendo moltissimo di fotocamere, ma

            hai mai visto una reflex con batteria al litio

            integrata non

            estraibile?

            E quindi non potrebbe mai esistere?rimarrebbe sugli scaffali
          • MeX scrive:
            Re: Non basta
            con l'iPhone puoi comprarti delle "backup" batteries che ti ricaricano la batteria senza alimentazione elettrica, con pure il vantaggio di non dover spegnere e riaccendere il cellulare
          • guast scrive:
            Re: Non basta
            Solo che non hai capito niente del discorso precedente.Avere l'attacco per il caricabatterie direttamente nell'apparecchio permette di caricare la betteria senza estrarla ogni volta. Ma questo non impedisce di sostituirla con una carica o quando si è esaurita.Il caso a cui fai riferimento invece è l'impossibilità di sostituire la batteria esaurita. Non c'entra niente con il nostro discorso.
          • LOL scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: guast
            Solo che non hai capito niente del discorso
            precedente.Solo che non hai capito nulla del mio intervento e si vede dalla non risposta.
            Avere l'attacco per il caricabatterie
            direttamente nell'apparecchio permette di
            caricare la betteria senza estrarla ogni volta.Si ma a questo punto non serve avere la batteria estraibile.
            Ma questo non impedisce di sostituirla con una
            carica o quando si è
            esaurita.
            Si è notorio come si faccia la collezione di batterie.
            Il caso a cui fai riferimento invece è
            l'impossibilità di sostituire la batteria
            esaurita. Non c'entra niente con il nostro
            discorso.C'entra solo che tu non vuoi farlo c'entrare.
          • fiertel91 scrive:
            Re: Non basta
            - Scritto da: LOL
            Dato che altrove su PI si discute sul fatto che
            la batteria del cellulare non è estraibile e
            questo è un problema insormontabile in quanto si
            vuol far intendere che sia uno dei criteri
            essenziali per chiunque nella scelta del
            cellulare, alla luce del fatto che altri
            apparecchi utilizzino batterie integrate, tale
            discussione sui cellulari con batteria integrata
            perde di
            valore.Ma chi ha detto che le batterie ricaricabili all'interno dell'apparecchio non siano estraibili?
          • LOL scrive:
            Re: Non basta
            Se le ricarichi senza estrarle puoi anche renderle non estraibili. A meno che adesso non si faccia la collezione di batterie.
Chiudi i commenti