Android conquista Sony Ericsson. E solletica Nokia

Il sistema operativo di Google celebra il primo figlioccio della joint venture nippo/svedese, mentre potrebbe presto scompaginare il matrimonio tra Nokia e Symbian

Roma – Mentre l’estate e il caldo incalzano, si infiamma il mercato che ruota intorno agli smartphone, soprattutto quelli animati da Android : se è vero che il leak di alcune immagini del Rachael di Sony Ericsson non ha stupito più di tanto per via di un amore dichiarato mesi orsono, la scelta di Nokia di presentare entro l’anno uno smartphone basato sul sistema operativo di Google potrà meravigliare più di qualcuno.

Come già annunciato, l’amore tra il duttile OS dell’azienda di Mountain View e Sony Ericsson era nell’aria da svariati mesi, periodo in cui l’azienda nippo/svedese è passata ai fatti lavorando ad uno smartphone il cui nome in codice è Rachael . Le mosse dell’azienda sono state svelate proprio dal leak di alcune immagini del dispositivo, che porta sul dorso il brand XPERIA, configurandosi quindi come l’erede dell’X1 che a differenza dell’altro monta Windows Mobile.

Pochi i dettagli disponibili al momento: nonostante dalle immagini si evinca che il dispositivo monti una fotocamera da ben 8.1MPx, un vero e proprio record per gli smartphone marchiati dall’androide verde, poco e nulla si sa sulla dotazione hardware. Stando alle indiscrezioni riportate da fonti tedesche, il dispositivo potrebbe essere equipaggiato con la piattaforma Snapdragon di Qualcomm, che potrebbe tradursi in una velocità del processore sino ad 1GHz e a 7.2Mbit in download HSPA. Nonostante appaia incerto se e quando il dispositivo verrà ufficialmente presentato al grande pubblico, sempre stando ad alcune indiscrezioni Rachael potrebbe montare la versione 2.0 di Android, che ha già suscitato interesse dai primi dettagli apparsi sul web.

Sempre legata al sistema operativo di BigG è un’altra partnership, questa volta con un produttore insolito, ovvero la finlandese Nokia, un tempo leader indiscusso del settore e ora un po’ in affanno vista l’ottima concorrenza in materia di smartphone multimediali e votati al web. Stando a quanto appreso nelle ultime ore, il colosso finlandese avrebbe in cantiere la realizzazione di uno smartphone touch basato proprio su Android.

La notizia arriverebbe direttamente da fonti interne all’azienda che, pur non sbilanciandosi in materia di dotazione hardware, fanno sapere che il dispositivo che potrebbe segnare la fine del duraturo sodalizio con Symbian potrebbe essere presentato alla prossima Nokia World Conference prevista per settembre. Comunque l’azienda al momento, non ha rilasciato dichiarazioni neanche per commentare le voci che vogliono il prossimo dispositivo sorretto da chip Intel.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nevio venier di Gradisca di Sedegliano scrive:
    Omaggio a Sarah Palin e ai Repubblicani.
    I Repubblicani non hanno tempo per i pettegolezzi, solitamente lavorano e non sprecano tempo in inutili "Terrazza Party". I democratici invece solitamente cazzeggiano, come quelli nostrani e quindi hanno tempo da perdere. E si divertono a sparlare. Bassi! Sarah Palin se concorrerà alle prossime elezioni credo vincerà. Spero con le stesse proporzioni dell'IMMENSO RONALD WILSON REAGAN in occasione della propria rielezione del 1984 contro Mondale. L'ha battuto per 48 a 0 ossia hanno votato per lui 48 stati su 50. Vi basta "progresssisssti??? Si dice che i progressisti solitamente se vedono una persona affamata, lanciano ad essa un pesce, perchè pensano di pulirsi la coscienza per quel istante. I conservatori invece, che hanno una considerazione molto più elevata per ogni essere umano, insegnano a quella persona a pescare in modo che sia essa a decidere quando mangiare. Quella persona che è nata libera, deve restare libera anche di decidere quando mangiare. Viva REAGAN e viva SARAH PALIN. The winner take's it all!!
  • nevio venier scrive:
    Su dimissioni Sarah Palin
    Spero che il reale motivo che ha indotto la Governatrice dell'Alaska alle dimissioni, sia quello di poter dedicare ogni energia per concorrere alle prossime elezioni presidenziali e vincerle. In bocca al lupo alla ex Governatrice.
  • painlord2k scrive:
    Re: Blog pettegoli
    - Scritto da: reXistenZ
    Ottime informazioni, grazie. Sai mica darmi
    qualche link a proposito degli episodi che hai
    raccontato sulla Palin?http://www.switched.com/2009/06/26/palin-calls-shopped-image-of-her-and-child-atrocious/http://community.adn.com/node/141983It is outrageous to file an ethics complaint against a state employee who sought and obtained ethics guidance in advance, Mike Nizich, the governors chief of staff, said in a written statement. This is not about ethics. This is not about holding the governor or state employees accountable. This is pure harassment.The governor's office said it was the 15th dismissed complaint against Palin or her staff.http://blog.taragana.com/n/palin-ethics-complaint-has-cost-alaska-19-million-dollars-105402/
  • painlord2k scrive:
    Blog pettegoli
    I blog "pettegoli" a cui si riferiva la Palin sono quelli come Daily Kos e Huffington Post dove i blogger postavano foto della Palin con il figlio handicappato con la faccia fotoshoppata in modo che apparisse deformata ed orribile. Oppure che chiamavano XXXXXXX la figlia che si è sposata dopo essere rimasta incinta, oppure che dicevano che la madre dell'ultimo figlio della Palin era sua figlia e che lei aveva finto la gravidanza.Ovviamente tutti blog mainstream di sinistra americana (liberal - mica comunisti falce e martelllo).Gli stessi blogger che chiamano un Repubblicano che è anche XXXXX, "Zio Tom".Le dimissioni sono state causate, probabilmente, anche dalla legge dell'Alaska sul conflitto di interessi. In pratica, ogni volta che respirava fuori dall'Alaska (per andare a fare politica negli altri 48 stati a sud) veniva presentata una lamentela su di lei in tribunale. Che a chi la presentava non costava nulla, mentre alla Palin costava soldi di avvocati (suoi non del governo dell'Alaska). Tutte senza fondamento, ma fino ad ora era arrivata a 100.000$ di spese legali. E non è ricca di famiglia, per sostenere quel genere di spese.In pratica, adesso è libera da cause frivole e prive di fondamento, può andare liberamente a fare politica e comizi in favore dei candidati repubblicani che favorisce (visto che tira su migliaia di persone ai comizi, non le decine di un VP in carica), guadagnare soldi facendo discorsi, e prepararsi per la prossima campagna elettorale.La Palin è una che impara in fretta, molto in fretta. E sta sempre all'attacco, mai in difensiva. I democratici pensavano di averla incastrata in Alaska con le cause e adesso se la trovano libera di girare gli USA.
    • painlord2k scrive:
      Re: Blog pettegoli
      Da aggiungere che se la stessa severità e curiosità i giornalisti l'avessero usata anche con Obama, adesso non sarebbe presidente. Cavoli, pure i russi ti venivano a dire che la stampa era schierata tutta, mani e piedi legati, con Obama. Mai nessuno che chiedesse una copia autentica del certificato di nascita (non quello di adozione da parte dei nonni). Oppure del passaporto di quando è andato in Pakistan. O del mutuo sottocosto ottenuto per la casa comprata sottocosto da un losco figuro di nome Tony Rezco. O di quello che ha fatto come "organizzatore di vicinato".
      • reXistenZ scrive:
        Re: Blog pettegoli

        Da aggiungere che se la stessa severità e
        curiosità i giornalisti l'avessero usata anche
        con Obama, adesso non sarebbe presidente. Cavoli,
        pure i russi ti venivano a dire che la stampa era
        schierata tutta, mani e piedi legati, con Obama.Ottime informazioni, grazie. Sai mica darmi qualche link a proposito degli episodi che hai raccontato sulla Palin?
Chiudi i commenti