Anonymous e il legittimo cyberdissenso

Il gruppo di attivisti non avrebbe intenzione di rubare dati o di attaccare le infrastrutture critiche di aziende come Visa. Solo di esprimere il proprio disappunto a mezzo DDoS. Non ci sarebbe la loro mano dietro ai disservizi di Amazon

Roma – ” Anonymous non è un gruppo di hacker. Siamo comuni cittadini della Rete, motivati da una sensazione collettiva di stanchezza. Siamo stufi di tutte quelle grandi e piccole ingiustizie a cui assistiamo ogni giorno. Nostro attuale obiettivo è quello di stimolare le coscienze su Wikileaks, così come sui subdoli metodi adottati da alcune aziende nel tentativo di compromettere il tranquillo funzionamento del sito”.

Così un recente ed insolito comunicato stampa , diramato online dal gruppo di attivisti digitali Anonymous . Un brevissimo manifesto che ha cercato di far luce su natura ed obiettivi della comunità di dissidenti nata nella regione web di 4chan . Azioni del tutto simboliche , quelle finora adottate da Anonymous , espressioni di un “legittimo dissenso” nei confronti di alcune delle aziende a stelle e strisce che avevano in precedenza deciso di tagliare i ponti con il sito delle soffiate.

“Non vogliamo rubare le vostre informazioni personali o i numeri delle vostre carte di credito – si può leggere nel comunicato diramato online – Inoltre non è nostra intenzione attaccare le infrastrutture critiche di società come Visa, Mastercard e PayPal. Il punto di Operation: Payback non è mai stato questo. I nostri sforzi si sono concentrati sui rispettivi siti web, che rappresentano come il volto pubblico di queste aziende”.

Anonymous, avanza la cyberguerra?
Le dichiarazioni del gruppo di attivisti sembrano aver come acceso gli animi di altri comuni cittadini della Rete. Stando al parere di alcuni esperti di sicurezza, decine di migliaia di utenti avrebbero scaricato negli ultimi giorni il software necessario agli attacchi. Pare che tra i nuovi obiettivi sia stato incluso anche il sito Moneybookers , competitor britannico di PayPal. Anche questo avrebbe smesso di accettare trasferimenti di denaro nei confronti di Wikileaks.

Se Operation: Payback continua a mietere vittime a mezzo DDoS, l’arresto dello smanettone olandese di 16 anni pare essersi rivelato determinante. Il giovane programmatore avrebbe infatti ricoperto un ruolo fondamentale all’interno del gruppo degli Anonymous , gestendo un server IRC per il coordinamento degli attacchi . L’arresto da parte della polizia olandese avrebbe in sostanza smorzato il furore degli entusiasmi all’interno di Anonymous .

Amazon, interruzioni hardware
Non è stato il “legittimo dissenso” a causare la serie di disservizi che ha colpito i server del retailer statunitense Amazon. Le piattaforme operative in alcuni paesi europei – Regno Unito, Francia, Germania e Italia – sarebbero all’improvviso finite offline a causa di un problema tecnico legato all’hardware della rete di data center nel Vecchio Continente. La mano di Anonymous è dunque da escludere, come inoltre sottolineato dallo stesso comunicato stampa del gruppo.

Gawker, la fuga delle password
Ad agire sarebbe stato un gruppo di presunti attivisti chiamato Gnosis . Tutti i siti appartenenti a Gawker Media (tra cui Gizmodo e il blog ValleyWag ) sono stati improvvisamente costretti al silenzio in seguito ad un raid che ha compromesso le credenziali d’accesso di circa 1,5 milioni di utenti . Il braccio armato di Gnosis si è in sostanza intrufolato nel database della società statunitense, costringendo i suoi lettori a cambiare le proprie password d’accesso.

Il movente del gruppo non è attualmente chiaro. C’è chi ha parlato di un collegamento diretto tra Gnosis e gli Anonymous , decisi a colpire Gawker Media per aver condotto una campagna ritenuta denigratoria nei confronti della comunità di 4chan . Tra i dati finiti online ci sarebbero anche una serie di conversazioni tenutesi in chat tra gli editor di Gawker , non particolarmente morbide nei confronti degli Anonymous .

FBI, caccia agli anonimi
Contro il gruppo di cyberdissidenti si starebbero muovendo anche gli agenti del Federal Bureau of Investigation (FBI), in collaborazione con l’unità contro i crimini informatici del Department of Justice (DoJ) statunitense. Gli ostacoli potrebbero essere numerosi, in primis quello relativo alla natura decentrata del gruppo . Un ex-membro del DoJ ha poi sottolineato come la maggior parte dei partecipanti potrebbe essere costituita da ragazzini di 15 o 16 anni, animati da un senso di protesta e operativi in paesi come Belgio e Olanda.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Archiviazione
    ci sono aziende medio-piccole dove ogni documento va stampato timbrato e archiviato in un faldone, anche se ci sarebbero sistemi di protocollazione in rete... ma è un problema di cultura. Vai a spiegare ai capi che si deve leggere tutto a schermo, e anche se in sala riunioni c'è un bel proiettore vogliono sempre i fogli sparsi sul tavolo.
    • Maestrina scrive:
      Re: Archiviazione
      - Scritto da: Funz
      ci sono aziende medio-piccole dove ogni documento
      va stampato timbrato e archiviato in un faldone,
      anche se ci sarebbero sistemi di protocollazione
      in rete... ma è un problema di cultura. Vai a
      spiegare ai capi che si deve leggere tutto a
      schermo, e anche se in sala riunioni c'è un bel
      proiettore vogliono sempre i fogli sparsi sul
      tavolo.Anche "se ci sarebbero" e' proprio un problema di cultura...
    • cicciomesse re scrive:
      Re: Archiviazione
      quanto siete nerd. ma perchè ce l'avete con la carta?ma perchè non spegnete il PC per qualche tempo, non consuma energia?è forse ecologico? si ricicla?meglio cambiare PC ogni volta che uno XXXXXXX di nome Bil Gates e/o steve jobsti dice che devi avere il nuov OS superfantastico?le discariche sono piene di carta?? o fore di plastica? e TV senza decoder?ah ma si la carta fa molto "vecchio" vuoi mettere leggere il giornale sul ipad?
      • krane scrive:
        Re: Archiviazione
        - Scritto da: cicciomesse re
        quanto siete nerd.
        ma perchè ce l'avete con la carta?
        ma perchè non spegnete il PC per qualche tempo,
        non consuma
        energia?
        è forse ecologico? si ricicla?
        meglio cambiare PC ogni volta che uno XXXXXXX di
        nome Bil Gates e/o steve jobsti dice che devi
        avere il nuov OS
        superfantastico?
        le discariche sono piene di carta?? o fore di
        plastica? e TV senza
        decoder?
        ah ma si la carta fa molto "vecchio" vuoi mettere
        leggere il giornale sul
        ipad?La carta tiene spazio, e' costosa da trasportare e non ha il trova.
      • visionx scrive:
        Re: Archiviazione
        - Scritto da: cicciomesse re
        quanto siete nerd.
        ma perchè ce l'avete con la carta?
        ma perchè non spegnete il PC per qualche tempo,
        non consuma
        energia?
        è forse ecologico? si ricicla?alberi consumati + energia spesa nella lavorazione + plastica per il packaging + benzina per il trasportovscorrente per la visualizzazione di un pdf
  • Cavallo Pazzo scrive:
    devo devo
    Si si devo stampare questo articolo e farlo vedere al mio capo!
  • pietro scrive:
    non usare carta
    se si vuole realmente smettere di usare la carta per stampare bisogna prima di tutto non comperare le stampanti,.. poi ci si ingegna..ormai esistono programmi per qualsiasi cosa.anzi in questo modo l'organizzazione dl lavoro ne guadagna, non c'è più il rischio di perdere un documento importante, è tutto archiviato anche la più piccola nota.
    • pippO scrive:
      Re: non usare carta
      - Scritto da: pietro
      se si vuole realmente smettere di usare la carta
      per stampare bisogna prima di tutto non comperare
      le stampanti,.. poi ci si
      ingegna..

      ormai esistono programmi per qualsiasi cosa.

      anzi in questo modo l'organizzazione dl lavoro ne
      guadagna, non c'è più il rischio di perdere un
      documento importante, è tutto archiviato anche la
      più piccola
      nota.Fino alla prima rottura di disco rigido...
      • pietro scrive:
        Re: non usare carta
        - Scritto da: pippO
        - Scritto da: pietro

        se si vuole realmente smettere di usare la carta

        per stampare bisogna prima di tutto non
        comperare

        le stampanti,.. poi ci si

        ingegna..



        ormai esistono programmi per qualsiasi cosa.



        anzi in questo modo l'organizzazione dl lavoro
        ne

        guadagna, non c'è più il rischio di perdere un

        documento importante, è tutto archiviato anche la

        più piccola

        nota.
        Fino alla prima rottura di disco rigido...perchè tu di backup non ne fai mai?
        • pippO scrive:
          Re: non usare carta
          - Scritto da: pietro
          - Scritto da: pippO

          - Scritto da: pietro


          se si vuole realmente smettere di usare la
          carta


          per stampare bisogna prima di tutto non

          comperare


          le stampanti,.. poi ci si


          ingegna..





          ormai esistono programmi per qualsiasi cosa.





          anzi in questo modo l'organizzazione dl lavoro

          ne


          guadagna, non c'è più il rischio di perdere un


          documento importante, è tutto archiviato
          anche
          la


          più piccola


          nota.

          Fino alla prima rottura di disco rigido...
          perchè tu di backup non ne fai mai?Stiamo parlando di gente che STAMPA le email ;-)
          • Jack Rackham scrive:
            Re: non usare carta

            Stiamo parlando di gente che STAMPA le email ;-)A me in ufficio capita gente che mi chiede di SCANNERIZZARE EMAIL STAMPATE per inoltrarle a terze persone... :(--JackRackham
          • pippO scrive:
            Re: non usare carta
            - Scritto da: Jack Rackham

            Stiamo parlando di gente che STAMPA le email ;-)

            A me in ufficio capita gente che mi chiede di
            SCANNERIZZARE EMAIL STAMPATE per inoltrarle a
            terze persone...
            :(
            Pure qui purtroppo :-(
          • lol scrive:
            Re: non usare carta


            A me in ufficio capita gente che mi chiede di

            SCANNERIZZARE EMAIL STAMPATE per inoltrarle a

            terze persone...

            :(


            Pure qui purtroppo :-(a me capita che mi stampano le mail e me le portano!ho adottato questo metodo:"giramela che se no la perdo!"
  • Fregno scrive:
    ridurre del 50% il consumo di carta
    Basta prendere l'abitudine di stampare fronte retro.
    • Cavallo Pazzo scrive:
      Re: ridurre del 50% il consumo di carta
      Si e quando devi spedire una lettera cartacea ad un ufficio statale cosa fai? gli spedisci il pc?
      • pietro scrive:
        Re: ridurre del 50% il consumo di carta
        - Scritto da: Cavallo Pazzo
        Si e quando devi spedire una lettera cartacea ad
        un ufficio statale cosa fai? gli spedisci il
        pc?gli spedisci una lettera online, così:http://www.poste.it/postali/lettere/
  • visionx scrive:
    per i distratti
    l'iniziativa del wwf è un atto di guerriglia markerting non il tentativo di introdurre un nuovo formatowwf sa benissimo che non lo userà nessuno-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 dicembre 2010 22.07-----------------------------------------------------------
  • Andreabont scrive:
    Torna al mittente
    Un file per natura castrato e leggibile con un plugin esterno attualmente disponibile solo per MacOSX???Se mai ricevessi un simile file so subito che fare: rispedirlo al mittente XD
    • pippuz scrive:
      Re: Torna al mittente
      - Scritto da: Andreabont
      Un file per natura castrato e leggibile con un
      plugin esterno attualmente disponibile solo per
      MacOSX???leggibile con qualsiasi pdf reader, per il momento è *creabile* solo con OS X
  • noproblem scrive:
    idiozia
    Se uno non vuole stampare, non lo fa e basta. Se invece vuole stampare, mica va ad installarsi un plugin che sa gia' che glielo impedirebbe :)Senza contare che in ogni caso ci sara' qualcuno che fara' copia/incolla in un txt, se non addirittura un convertitore wwf-
    txt etcetc
    • desyrio scrive:
      Re: idiozia
      - Scritto da: noproblem
      Se uno non vuole stampare, non lo fa e basta. Se
      invece vuole stampare, mica va ad installarsi un
      plugin che sa gia' che glielo impedirebbe
      :)E' come una neosposa che sceglie volontariamente di mettersi la cintura di castità, così non tradirà il marito. :D
    • pippO scrive:
      Re: idiozia
      - Scritto da: noproblem
      Se uno non vuole stampare, non lo fa e basta. Se
      invece vuole stampare, mica va ad installarsi un
      plugin che sa gia' che glielo impedirebbe
      :)
      Senza contare che in ogni caso ci sara' qualcuno
      che fara' copia/incolla in un txt, se non
      addirittura un convertitore wwf-
      txt
      etcetco la stampa del video :-(
    • Marcof scrive:
      Re: idiozia
      Dall'articolo non sembra un plugin usato da chi apre il file pdf. Ma da chi lo crea. Poi semplicemente crea un pdf che non si può stampare (esistono già).
      • Andreabont scrive:
        Re: idiozia
        PS: la protezione antistampa è solo un flag, basta aprire il pdf con un lettore che non supporta quel controllo di sicurezza e puoi stampare senza problemi (esattamente come questo supporto, solo che questo è compatibile solo con MacOSX)
    • pippuz non loggato scrive:
      Re: idiozia
      - Scritto da: noproblem
      Se uno non vuole stampare, non lo fa e basta. Se
      invece vuole stampare, mica va ad installarsi un
      plugin che sa gia' che glielo impedirebbe1 Come ti ha detto qualcun altro, il plugin lo usa chi crea il file; chi riceve avrà (di fatto) un pdf non stampabile.2 Se uno invece non si è mai interessato al problema, non pensi che il fatto di avere un file non stampabile (la cui ultima pagina, inserita di default su tutti i documenti creati con quel plugin, spiega i motivi della scelta) lo possa sensibilizzare al tema? Il problema non è ovviamente la possibilità tecnica, quanto, appunto, rendere coscienti dello stesso persone che non lo sono.
    • meme scrive:
      Re: idiozia
      - Scritto da: noproblem
      Se uno non vuole stampare, non lo fa e basta. Se
      invece vuole stampare, mica va ad installarsi un
      plugin che sa gia' che glielo impedirebbe
      :)
      Senza contare che in ogni caso ci sara' qualcuno
      che fara' copia/incolla in un txt, se non
      addirittura un convertitore wwf-
      txt
      etcetcPenso che chi stampa molto, soprattutto quando non serve, sia l'utente con scarse conoscenze informatiche (ed età avanzata). Mettere un blocco così semplice aiuterebbe davvero a ridurre lo spreco di carta e di toner.Probabilmente i documenti più stampati da questa categoria di persone sono le email, comunque mettere in allerta gli utenti con questo semplice blocco per i PDF potrebbe essere un buon inizio.
    • Franky scrive:
      Re: idiozia
      - Scritto da: noproblem
      Se uno non vuole stampare, non lo fa e basta. Se
      invece vuole stampare, mica va ad installarsi un
      plugin che sa gia' che glielo impedirebbe
      :)
      Senza contare che in ogni caso ci sara' qualcuno
      che fara' copia/incolla in un txt, se non
      addirittura un convertitore wwf-
      txt
      etcetcinfatti...francamente era meglio una campagna di sensibilizzazione...pare da quanto si dice in giro.. che ci sia gente che stampa continuamente le email...io le stampo solo quando le devo mostrare a qualcuno nel mondo fisico per non portarmi in giro il pc...praticamente 1 mail ogni 700 che ricevo...escluse ovviamente le email di spam... cosi' si auto-ridicolizza l'ecologia...
    • Cavallo Pazzo scrive:
      Re: idiozia
      Potrebbe essere un professore che prepara le dispense con questo sistema e impedisce così ai suoi 90 allievi di stamparsi le 200 pagine ciascuno. Poi che ci sia lo stesso un qualche pseudo informatico fai da te che fa 200 printscreen per stamparsi in formato jpg le 200 pagine, bhè, questo non è un così ghrande problema giacchè con un simile cervello difficilmente passerebbe al secondo anno...
Chiudi i commenti