Anonymous, neo-nazi nel mirino

Sul portale Nazi-leaks una serie di protagonisti dell'estrema destra in terra tedesca. Pubblicati nomi, indirizzi email e numeri di telefono. E poi scatta il DDoS

Roma – Si chiama Operazione Blitzkrieg ed è la nuova offensiva lanciata da Anonymous contro svariati protagonisti del neo-nazismo in terra tedesca. Sul portale Nazi-leaks – l’ennesimo sulla scia del sito delle soffiate Wikileaks – è stata pubblicata una corposa lista di soggetti legati ai movimenti politici di estrema destra .

Nomi e congomi, numeri di telefono ed indirizzi di posta elettronica . Si tratta in larga parte di esponenti del Partito Democratico Nazionale tedesco, alcuni collegati alla distribuzione di oggetti (in particolare capi d’abbigliamento) memorabilia del secondo conflitto bellico.

L’ormai celebre collettivo hacker si è dunque scatenato contro una serie di piattaforme web legate ai movimenti neo-nazisti, messe offline grazie alle solite strategie di tipo DDoS. Su Nazi-leaks sono apparse anche alcune firme del quotidiano Junge Freiheit , che avrebbero ricevuto finanziamenti silenti da parte dei movimenti di estrema destra .

“Questi comportamenti non possono più essere tollerati – si legge alla fine del comunicato diramato da Anonymous – Vi siete macchiati di diversi crimini contro l’umanità. Minacciate le persone che marciano in strada per i loro ideali, e attaccate i vostri oppositori politici calpestando diritti fondamentali come quello del libero pensiero”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Wolf01 scrive:
    Ma allora esce o no?
    Uffa, rooting o no basta che esca, è da inizio dicembre che aspetto e me lo rinviano di continuo (sembra la storia dell EEEPad Slate).
Chiudi i commenti