Antitrust: chiarezza sul diritto d'autore online

Antitrust: chiarezza sul diritto d'autore online

Bene per le misure adottate da Mountain View per Google News, ma ora occorre far chiarezza anche sul diritto d'autore online e vigilare sui monopoli di rete e sulle garanzie riconosciute ai clienti dell'ecommerce
Bene per le misure adottate da Mountain View per Google News, ma ora occorre far chiarezza anche sul diritto d'autore online e vigilare sui monopoli di rete e sulle garanzie riconosciute ai clienti dell'ecommerce

Nella relazione annuale dell'Antitrust spazio è dedicato anche alle questioni legate a Internet e in particolare alla tutela del diritto d'autore online .

Il presidente Corrado Catricalà ha presentato il nuovo rapporto parlando anche del caso Google News, quello sollevato dagli editori italiani in protesta contro l'aggregatore di notizie di Mountain View che ha portato ad un'indagine dell'Autorità italiana, e della necessità, già sottolineata da AGCM, di una normativa in materia di diritto d'autore che tenga conto delle innovazioni tecnologiche ed economiche portate da Internet .

Per quanto riguarda il caso Google News, si legge una generale soddisfazione per le misure prese e gli impegni assunti da Mountain View in materia: “l'Autorità italiana ha indagato sulle complesse tematiche oggi all'attenzione della Commissione europea: le misure adottate nel nostro Paese consentono agli editori di selezionare e rimuovere i contenuti presenti su Google News senza per questo essere esclusi dalla più generale visibilità sul motore di ricerca”.

Nonostante questo, si segnala un “oggettivo squilibrio tra il valore che la produzione editoriale genera per il sistema di internet nel suo complesso e i ricavi che gli editori online sono in grado di percepire”.

Più che del caso singolo, infatti, AGCM intende parlare della questione generale del diritto d'autore online: “L'Antitrust ha inviato una segnalazione al Parlamento e al Governo chiedendo che venga rivista la normativa sul copyright, adeguandola alle innovazioni tecnologiche ed economiche del web. Serve una legge nazionale che definisca un sistema di diritti di proprietà intellettuale in grado di incoraggiare forme di cooperazione tra i titolari dell'esclusiva e i fornitori di servizi innovativi”.

In quest'ottica l'Autorità sottolinea che andrebbe promossa dalle Istituzioni italiane una nuova regolamentazione anche presso “le opportune sedi internazionali, a cominciare dall'implementazione del piano d'azione della UE per la proprietà intellettuale presentato il 24 maggio di quest'anno”.

Per quanto riguarda invece il mercato dell'ecommerce, l'Antitrust ha riferito che “per gli acquisti effettuati online è stata assicurata piena attuazione del diritto di recesso” e che si sta vigilando con l'ausilio della Guardia di Finanza , l'esatto adempimento pena le sanzioni previste dalla normativa.

Infine, sul fronte infrastrutture , ribadisce l'importanza dell' equilibrio in particolare per chi possiede in esclusiva le reti , su cui “grava una speciale responsabilità che i monopolisti danno l'impressione di voler eludere”: per questo “un presunto abuso di posizione dominante è stato contestato al Gruppo Ferrovie, due a Telecom e due a Poste Italiane”.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti