Antitrust: Google patteggi con gli editori italiani

Lo chiede il presidente Catricalà, il quale sostiene che sia l'unica possibilità per BigG di non incorrere in pesanti sanzioni

Roma – Il presidente dell’Antitrust italiana auspica che Google si comporti nel Belpaese come negli altri stati in cui la sua attività sia oggetto di verifiche da parte delle autorità che vigilano sulla concorrenza.

“Vedo che negli Usa e in altri paesi Google ha avviato trattative con gli editori ipotizzando di dare un riconoscimento per l’uso delle notizie. Io spero – ha concluso Catricalà – che anche in Italia si imbocchi questa strada per chiudere senza troppi incidenti questa che è una procedura altamente sanzionatoria”.

Lo scorso 27 agosto l’Antitrust, su indicazione degli editori riuniti nella Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG), aveva ufficialmente aperto un’istruttoria volta ad analizzare l’operato di Google News . Dapprima la notifica era stata inviata alla sede italiana di Google, per poi arrivare in un secondo momento direttamente a Mountain View.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sergio bh scrive:
    ...e l'open source?
    Bella e positiva l'iniziativa, ma, visto che parliamo di Università e di ricerca, non era conveniente sviluppare un progetto interno che prevedesse l'utilizzo di software open source, contribuendo al miglioramento del software già disponibile, rendendolo poi utilizzabile da chiunque?Credo che un approccio di questo tipo avrebbe contribuito a confermare un approccio di ricerca e di condivisione della conoscenza che dovrebbe essere l'anima dell'università.
  • advange scrive:
    Le capacità di MS
    Da frasi come queste i dubbi su questa si moltiplicano: Il VoIP, lo dice anche l'AD di Microsoft, è senz'altro "elemento chiave per il cambiamento del paese" Il VoIP? Elemento chiave? Ma la vogliamo finire o no?Una tecnologia di cui si parla da 10 anni e che si usa quotidianamente dalla metà sarebbe un elemento chiave per il cambiamento? Discorsi del genere li posso ammettere se pronunciati dal salumiere sotto casa.
  • ILBaK scrive:
    Finanziare il progetto Telepathy..?
    Esiste un progetto open source, Telepathy, che permetterà di integrare tutte le comunicazioni in un solo framework. Quindi con risorse minime un qualsiasi computer munito di Linux potrà accedere nativamente alle comunicazioni voip ed i protocolli di comunicazione più diffusa...E sempre in tema di open source da anni esiste anche il protocollo open XMMP che permette di comunicare liberamente in maniera decentralizzata......Ed invece soldi alla Microsoft...Viva l'Italia... Per come era e per come speriamo di poterla rivedere...
    • lucapas scrive:
      Re: Finanziare il progetto Telepathy..?
      - Scritto da: ILBaK
      Esiste un progetto open source, Telepathy, che
      permetterà di integrare tutte le comunicazioni in
      un solo framework. Quindi con risorse minime un
      qualsiasi computer munito di Linux potrà accedere
      nativamente alle comunicazioni voip ed i
      protocolli di comunicazione più
      diffusa...... e Ubuntu 9.10 è già pronto per questo, senza considerare che saprebbe installarlo pure un bambino!Ma possibile che la lungimiranza proprio non è di questo paese?
  • stefano scrive:
    voip e microsoft?
    ma non capisco cosa c'entra microsoft con il voip. Tutti sanno che i migliori prodotti per fare voip non sono di BigM!Tra i commerciali c'è Cisco tra gli open c'è Asterisk (giusto per citare alcuni nomi)
    • Gianluca70 scrive:
      Re: voip e microsoft?
      Ma cosa serve la carta dei cinesi? Tutti sanno che la pergamena, il papiro e la pietra sono supporti efficenti e più che collaudati, cosa vorranno mai questi cinesi con le loro strampalate invenzioni...http://www.microsoft.com/uc/default.mspxVai a lamentari con Cisco e qualcuno dell'OSS che non si sprecano in queste attività di promozione e marketing a fondo perduto, visto che di regalo si tratta...
      • Teo_ scrive:
        Re: voip e microsoft?
        - Scritto da: Gianluca70
        http://www.microsoft.com/uc/default.mspxhttp://www.cisco.com/web/strategy/government/usfed_unified_comm.html
        Vai a lamentari con Cisco e qualcuno dell'OSS che
        non si sprecano in queste attività di promozione
        e marketing a fondo perduto, visto che di regalo
        si
        tratta...Insisti con la storia del regalo?Si sa che in Italia funziona così: regalo da mostrare ai media e regalo da non mostrare a chi decide. Ma si può ancora fare qualcosa per migliorare.
        • Gianluca70 scrive:
          Re: voip e microsoft?
          - Scritto da: Teo_

          Insisti con la storia del regalo?E perchè, l'OSS non è "regalato"?
          Si sa che in Italia funziona così: regalo da
          mostrare ai media e regalo da non mostrare a
          chi decide. Ma si può ancora fare qualcosa per
          migliorare.Bravo, insisti con le illazioni per giustificare l'immobilismo di tutto il comparto OSS, tante belle parole, grandi propositi ma alla fine...A ragionare come te, ci sarebbe da pensare che IBM e RH sono più intelligenti, si limitano solo ai soli regali da non mostrare, vero?
          • pabloski scrive:
            Re: voip e microsoft?
            immobilismo dell'opensource????ma in quale universo parallelo?
          • advange scrive:
            Re: voip e microsoft?

            Bravo, insisti con le illazioni per giustificare
            l'immobilismo di tutto il comparto OSS, tante
            belle parole, grandi propositi ma alla fine...Immobilismo e OSS non possono stare nella stessa frase. Trolla meglio!
          • Andy scrive:
            Re: voip e microsoft?
            - Scritto da: Gianluca70
            - Scritto da: Teo_



            Insisti con la storia del regalo?

            E perchè, l'OSS non è "regalato"?


            Si sa che in Italia funziona così: regalo da

            mostrare ai media e regalo da non mostrare a

            chi decide. Ma si può ancora fare qualcosa per

            migliorare.

            Bravo, insisti con le illazioni per giustificare
            l'immobilismo di tutto il comparto OSS, tante
            belle parole, grandi propositi ma alla
            fine...

            A ragionare come te, ci sarebbe da pensare che
            IBM e RH sono più intelligenti, si limitano solo
            ai soli regali da non mostrare,
            vero?Per te mobilità vuol dire offrire, per me mobilità vuol dire sviluppare.I prodotti ci sono e sono a disposizione di chi volesse utilizzarli, senza restrizioni o contratti, questo è OSS.Se poi la cecità o l' "IMMOBILITA'" di una PA aspetta che qualcuno arrivi con il pacchetto regalo e la pappa pronta invece che "FORMARE" il proprio comparto all' utilizzo degli ingredienti, dimmi tu chi è che non si muove.La colpa non la do certo a Microsoft che sta facendo il suo lavoro, ma ai dinosauri che ci governano.
          • Peppe scrive:
            Re: voip e microsoft?
            Prof Sapienza al telefono
            "Pronto Gino? Sono Amando!"Prof Roma tre al telefono
            "aaaahhh carissimo! Come stai?"Sap
            "Bene grazie, senti ti volevo parlare di quel progetto..."Tre
            "Quello con il comune di Nettuno? Si dimmi..."Sap
            "Ho parlato con Altero circa la costruzione di quel megacomplesso..."Tre
            "Te le ha date le autoriz"TU TU TU TU TU TU TUVoce automatica femminile
            "Il programma MSTALK ha effettuato un'operazione non valida e sara' terminato, il debug della conversazione e' gia' stato inviato a Microsoft per migliorare il servizio"Aut
            "Errore nell'acXXXXX al settore di memoria 0000002301, strunz.dll potrebbe non essere leggibile, premere un tasto per riavviare"- REBOT -Voce automatica a tutto volume dalla cornetta del telefono
            "Benvenuto nel nuovo ed innovativo servizio VOIP Microsoft Talk, con MICROSOFT TALK puoi parlare facilmente con i tuoi colleghi, con MICROSOFT TALK puoi raggiungere qualsiasi telefono a Roma e provincia, con MICROSOFT TALK puoi ricevere gratuitamenti i messaggi di segretria, con MICROSOFT TALK puoi salvare i numeri di telefono che usi di piu' in una rubrica, per imparare ad usare MICROSOFT TALK premi 1, per un'introduzione ai servizi MICROSOFT premi due...."
  • non saprei scrive:
    SIP ...
    Ci sono due modi di vedere le cose o si scelgono soluzioni che aprono il mercato delle telecomunicazioni o si scelgono soluzioni che lo chiudono.SIP permette a chiunque, anche chi non dispone di grandi quantità di banda di attivare un PBX, visto che consente agli apparecchi di collegarsi direttamente, è studiato per essere aperto. Skype usa la banda di altri e di macronodi che fanno capo ancora alle grandi aziende di comunicazione e Microsoft cosa fa ? È lo stesso concetto dell'energia chi vuole un pannello solare sul tetto, in modo che ognuno generi in proprio l'energia e chi vuole il nucleare controllato dai soliti di sempre..È lo stesso concetto di chi si riempie la bocca di libertà e libero mercato e poi sotto sotto assume atteggiamenti così monopolisti da fare invidia all'ex. Unione Sovietica.È lo stesso concetto per cui per motivi politici, si fa finta di non vedere che tutto ciò costituisce un ulteriore aggravio per le nostre tasche, difendendo scelte inaccettabili con ipotesi assurde.Chissà quando obbligheranno le aziende ad adottare la telefonia Microsoft come unico canale di comunicazione con le PA, esattamente come hanno fatto per la PEC, cosa vi inventerete per giustificarli.
    • Luff scrive:
      Re: SIP ...
      - Scritto da: non saprei
      Ci sono due modi di vedere le cose o si scelgono
      soluzioni che aprono il mercato delle
      telecomunicazioni o si scelgono soluzioni che lo
      chiudono.

      SIP permette a chiunque, anche chi non dispone di
      grandi quantità di banda di attivare un PBX,
      visto che consente agli apparecchi di collegarsi
      direttamente, è studiato per essere aperto.


      Skype usa la banda di altri e di macronodi che
      fanno capo ancora alle grandi aziende di
      comunicazione e Microsoft cosa fa ?


      È lo stesso concetto dell'energia chi vuole un
      pannello solare sul tetto, in modo che ognuno
      generi in proprio l'energia e chi vuole il
      nucleare controllato dai soliti di
      sempre..

      È lo stesso concetto di chi si riempie la bocca
      di libertà e libero mercato e poi sotto sotto
      assume atteggiamenti così monopolisti da fare
      invidia all'ex. Unione
      Sovietica.

      È lo stesso concetto per cui per motivi politici,
      si fa finta di non vedere che tutto ciò
      costituisce un ulteriore aggravio per le nostre
      tasche, difendendo scelte inaccettabili con
      ipotesi
      assurde.

      Chissà quando obbligheranno le aziende ad
      adottare la telefonia Microsoft come unico canale
      di comunicazione con le PA, esattamente come
      hanno fatto per la PEC, cosa vi inventerete per
      giustificarli.Straquoto
    • Gianluca70 scrive:
      Re: SIP ...
      Mi chiedo cosa ti stai inventando tu per giustificare l'ASSENZA di altre aziende, come IBM, RH, HP o SUN, che non si sono impegnate economicamente a REGALARE un LAB per fare test con le proprie tecnologie.
      • Teo_ scrive:
        Re: SIP ...
        - Scritto da: Gianluca70
        Mi chiedo cosa ti stai inventando tu per
        giustificare l'ASSENZA di altre aziende, come
        IBM, RH, HP o SUN, che non si sono impegnate
        economicamente a REGALARE un LAB per fare test
        con le proprie
        tecnologie.Se bastasse un regalo di questo tipo per garantirsi una appalto del genere per X anni e la dipendenza dalle mie tecnologie, nonché la possibilità di vendere le interecettazioni a loschi figuri, avrei potuto ipotecare la casa e tutto il possibile per farlo.Il fatto è che la mia morale e le mafie statali me lo impediscono.
        • Gianluca70 scrive:
          Re: SIP ...
          - Scritto da: Teo_

          Se bastasse un regalo di questo tipo per
          garantirsi una appalto del genere per X anni e la
          dipendenza dalle mie tecnologieTsk tsk, non sono tue, sono tecnologie OSS quelle che useresti, non sbroffare, quindi non renderesti dipendente nessuno da te, ma dalle tecnolgie OSS... sarà per questo che nessuno dei big si è mosso (IBM, RH, SUN, etc.) per non regalare soldi e mercato ad un concorrente? , nonché la
          possibilità di vendere le interecettazioni a
          loschi figuri,Bravo, per fare scena ti sei già posto al limite della diffamazione a mezzo telematico: ovviamente se uso OSS questo non si può fare per definizione, vero?Stupisciti, RIM impone l'uso di un protocollo criptato e proprietario per l'invio di tutte le mail dei clienti alla loro rete, per poi reindirizzarle ai vari provider di fonia su cui si appoggiano i terminali dei BlackBerry: che dici, faranno anche loro quello che ipotizzi tu?Che aspetti a denunciarli? avrei potuto ipotecare la casa e
          tutto il possibile per
          farlo.
          Il fatto è che la mia morale e le mafie statali
          me lo
          impediscono.Sei impeccabile e cristallino, ma inteso come senza pecca poichè immobile come un cristallo: se tu, o la tua truppa cammellata, non fate niente va assolutamente bene, se qualcun' altro si muove sicuramente è sbagliato e non deve essere permesso.
          • Teo_ scrive:
            Re: SIP ...
            - Scritto da: Gianluca70
            - Scritto da: Teo_
            avrei potuto ipotecare la casa e

            tutto il possibile per

            farlo.

            Il fatto è che la mia morale e le mafie statali

            me lo

            impediscono.

            Sei impeccabile e cristallino, ma inteso come
            senza pecca poichè immobile come un cristallo: se
            tu, o la tua truppa cammellata, non fate niente
            va assolutamente bene, se qualcun' altro si muove
            sicuramente è sbagliato e non deve essere
            permesso.Immobile lo sono adesso che ho capito come funziona e cerco di cambiare il funzionamento, denunciando quando è il caso.In passato ho speso molte energie in gare dappalto per poi scoprire che era già tutto deciso da prima della gara o che a vincere erano membri della commissione giudicante.Guarda lultimo esempio della PEC: se si fa un bando su misura per una società, non è come dire «Abbiamo già deciso»?
      • non saprei scrive:
        Re: SIP ...
        - Scritto da: Gianluca70
        Mi chiedo cosa ti stai inventando tu per
        giustificare l'ASSENZA di altre aziende, come
        IBM, RH, HP o SUN, che non si sono impegnate
        economicamente a REGALARE un LAB per fare test
        con le proprie
        tecnologie.:-o
      • Andy scrive:
        Re: SIP ...
        - Scritto da: Gianluca70
        Mi chiedo cosa ti stai inventando tu per
        giustificare l'ASSENZA di altre aziende, come
        IBM, RH, HP o SUN, che non si sono impegnate
        economicamente a REGALARE un LAB per fare test
        con le proprie
        tecnologie.Siamo ancora in un regime di monopolio il quale permette a microsoft di offrire... "Regalare" attrezzature con più facilità rispetto ad altre aziende o erro?A me farsi una domanda del genere vuol dire constatare l'ovvietà, eppure tu continui a portare esempi del genere.Quei lab sono stati comprati con tutti i soldi buttati in passato e che saranno buttati in futuro dalla PA per acquistare pacchetti microsoft sfruttati al 30% delle loro capacità, quando software libero equivalente avrebbe potuto svolgere lo stesso compito, se solo si fosse investito nelle risorse... quelle umane... italiane.Ma comunque, diamo tempo al tempo.
    • infame scrive:
      Re: SIP ...
      - Scritto da: non saprei
      Chissà quando obbligheranno le aziende ad
      adottare la telefonia Microsoft come unico canale
      di comunicazione con le PA, esattamente come
      hanno fatto per la PEC, cosa vi inventerete per
      giustificarli.la gente che ha da lavorare, in genere, non ha tempo da perdere a farsi le pippe mentali...
  • nocasta scrive:
    CNIPA
    Ma non c'è già un bando sul VOIP del CNIPA nell'ambito del Sistema Pubblico di Connettività?
  • sylvaticus scrive:
    Che risate !!!!
    Sinceramente non ho potuto evitare una bella razione di risate leggendo quest'articolo.Ormai sul VoIP non è che ci sia bisogno di chissà quale innovazione.. come tecnologia è bella matura.. centri di ricerca de chè?Un altra cosa è l'implementazione commerciale.. ma questo è dovuto più agli anta di chi dirige certe strutture che ad altro..Ecco che in queste situazioni si ignorano soluzioni a basso costo che pur ormai sono collaudatissime (asterix ne è solo un esempio) e ci si getta nelle fauci di un qualche alligatore ben dotato che ha la capacità in primis commerciale di far sognare risparmi esagerati, posti di lavoro, formazione sulle nuove (vecchie) tecnologie, ecc..
    • pabloski scrive:
      Re: Che risate !!!!
      è un modo raffinato di dire che hanno intenzione di pagare il pizzo a Ballmer coi soldi delle nostre tasserivoglio indietro i soldi che ho pagato al fisco, non voglio che i miei sudati soldini finiscano nel salvadanaio di un monopolista, produttore di software buggato e bloatedimmagino già il primo attacco su scala nazionale alla PA....ci sarà da ridere :D
    • Gianluca70 scrive:
      Re: Che risate !!!!
      "Il direttore del DIA, il professor Giuseppe Di Battista, intervenuto in remoto grazie proprio agli apparati a disposizione nel centro presso Roma Tre, parla poi anche di possibilità di "testare l'interoperabilità" di queste soluzioni con altre"Ma leggere prima di postare?
      • sylvaticus scrive:
        Re: Che risate !!!!
        io ho letto. scusa ma questi mettono in risalto che "è intervenuto in remoto grazie proprio agli apparati a disposizione nel centro presso Roma Tre".. cioè.. che devo fare .. "oohhhooo!" ??? ..nel 2009.. lo scrivono come fossimo 10 anni fa ai tempi di Net2phone o come si chiamava..
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: Che risate !!!!
          - Scritto da: sylvaticus
          io ho letto.

          scusa ma questi mettono in risalto che "è
          intervenuto in remoto grazie proprio agli
          apparati a disposizione nel centro presso Roma
          Tre".. cioè.. che devo fare .. "oohhhooo!" ???
          ..nel 2009.. lo scrivono come fossimo 10 anni fa
          ai tempi di Net2phone o come si
          chiamava..Ma la piattaforma di Unified Communications di MS l'hai mai vista? Si parla di integrazione completa tra telefonia, video e web conferencing, IM, email, reti, software e hardware (anche telefonico). Non è che MS abbia così tanti concorrenti... forse solo CISCO può competere. E forse potranno i prodotti futuri di IBM.
          • bollito scrive:
            Re: Che risate !!!!

            Ma la piattaforma di Unified Communications di MS
            l'hai mai vista? Si parla di integrazione
            completa tra telefonia, video e web conferencing,
            IM, email, reti, software e hardware (anche
            telefonico). Non è che MS abbia così tanti
            concorrenti... forse solo CISCO può competere. E
            forse potranno i prodotti futuri di
            IBM.Io non l'ho mai vista e mai mi verra' voglia di vederla.Voglio proprio vedere come viene gestita l'iteroperabilita' quando poi si scopre che sta' XXXXX per funzionare usa le Active Directory e domini esclusivamente gestiti da macchine MS e ti costringe ad usare tutti computer con windows sopra.
          • krane scrive:
            Re: Che risate !!!!
            - Scritto da: bollito

            Ma la piattaforma di Unified Communications di
            MS

            l'hai mai vista? Si parla di integrazione

            completa tra telefonia, video e web
            conferencing,

            IM, email, reti, software e hardware (anche

            telefonico). Non è che MS abbia così tanti

            concorrenti... forse solo CISCO può competere. E

            forse potranno i prodotti futuri di

            IBM.

            Io non l'ho mai vista e mai mi verra' voglia di
            vederla.
            Voglio proprio vedere come viene gestita
            l'iteroperabilita' quando poi si scopre che sta'
            XXXXX per funzionare usa le Active Directory e
            domini esclusivamente gestiti da macchine MS e ti
            costringe ad usare tutti computer con windows
            sopra.E rigorosamente LA STESSA versione di windows, pena incompatibilita', problemi di integrazione ecc...(rotfl)(rotfl)
      • sylvaticus scrive:
        Re: Che risate !!!!
        scusa, non avevo letto i tuoi altri messaggi e non avevo ancora capito che eri un troll (tra l'altro scorbutico).bye...
        • Gianluca70 scrive:
          Re: Che risate !!!!
          Ah già, tutti quelli che non si allineano sono troll per definizione...soprattutto quelli che ripetono di leggere l'articolo dove si dice "donatori" e "testare l'interoperabilità"...Se è vero che hai letto l'articolo, è ovvio, mica si posta senza leggere, ma ti sei fatto le risate, perchè non ti sei fatto anche un paio di domandine sull'assenza di iniziative simili da parte di IBM, RH, SUN, HP o altre piccolo-medie aziende italiane che basano, o dicono di basare, il loro business su OSS?Se fossi in te mi farei un paio di lacrimate, visto che vedi la trave nell'occhio altrui ma non vedi le palafitte nei tuoi.Sono scorbutico? Sinceramente sono un po' stufo del falso-buonismo che dovrebbe imperare qui per il quieto vivere, e non vedo grande differenza tra il mio atteggiamento diretto e il falso sarcasmo con fine didattico/educativo dimostrato da molti troll-antiMS.E scrivo troll a ragion veduta, visto che molti di questi hanno una conoscenza minima o nulla dei prodotti MS, se non per sentito dire, per loro stessa ammissione.Facci caso, io non sputo mai su *nix, ma mi limito a ribattere a chi invece fa del disprezzo acritico verso MS la base della sua filosofia di vita, a prescindere dell'uso o meno che faccia dei prodotti MS.E mi becco anche del troll... eccerto
          • Luff scrive:
            Re: Che risate !!!!
            - Scritto da: Gianluca70
            Ah già, tutti quelli che non si allineano sono
            troll per
            definizione...
            soprattutto quelli che ripetono di leggere
            l'articolo dove si dice "donatori" e "testare
            l'interoperabilità"...

            Facci caso, io non sputo mai su *nix, ma mi
            limito a ribattere a chi invece fa del disprezzo
            acritico verso MS la base della sua filosofia di
            vita, a prescindere dell'uso o meno che faccia
            dei prodotti
            MS.
            E mi becco anche del troll... eccerto(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
          • Gianluca70 scrive:
            Re: Che risate !!!!
            - Scritto da: Luff
            - Scritto da: Gianluca70

            Ah già, tutti quelli che non si allineano sono

            troll per

            definizione...

            soprattutto quelli che ripetono di leggere

            l'articolo dove si dice "donatori" e "testare

            l'interoperabilità"...




            Facci caso, io non sputo mai su *nix, ma mi

            limito a ribattere a chi invece fa del disprezzo

            acritico verso MS la base della sua filosofia di

            vita, a prescindere dell'uso o meno che faccia

            dei prodotti

            MS.

            E mi becco anche del troll... eccerto


            (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)Cito mio figlio che va alla scuola materna: "Chi lo dice [degli altri, n.d.a.] sa di esserlo..." :)
      • advange scrive:
        Re: Che risate !!!!

        "Il direttore del DIA, il professor Giuseppe Di
        Battista, intervenuto in remoto grazie proprio
        agli apparati a disposizione nel centro presso
        Roma Tre, parla poi anche di possibilità di
        "testare l'interoperabilità" di queste soluzioni con altre"Ma cosa diavolo dovrebbero testare, sperimentare o ricercare? Protocolli, proprietari, standard, open soruce, free, ce ne sono a dozzina, software (sia server che client) ne abbiamo a milioni, quasi tutti gratuiti, moltissimi free e open source. Questi cosa diavolo devono sperimentare, di grazia?
    • binaz83 scrive:
      Re: Che risate !!!!
      Come darti torto?!? semplicemente IMPOSSIBILE! Hai proprio ragione
  • binaz83 scrive:
    Andate all'UniFe - Univ di FERRARA
    Ciao! All'Università Degli Studi di Ferrara di cui ho avuto modo di essere studente presso la Facoltà di Ingegneria questo sperimentazione che si vuole avviare a RomaTre E' GIA' DA QUALCHE ANNO UNA REALTA' DI FATTO. Il servizio VoIP-Fe (vi invito ad andare a vedere gli innovativi servizi del progetto Lepida che comprende molte molte attività e tutte le proposte tecnologiche dell'Università) è quanto consente alle varie Facoltà / Sedi (dislocate su tutto il territorio della città e che distano alcuni chilometri tra loro) di comunicare gratuitamente e di chiamare (mantenendo la vecchia numerazione) verso l'esterno scegliendo il fornitore di servizio più conveniente tra quelli scelti in modo automatico. Tecnologia usata: ASTERISK più una scheda apposita per switchare le telefonate verso l'esterno. Il tutto con prestazioni e livelli di efficienza da capogiro! Manco 1GB di RAM viene usato (nei momenti di punta). In più c'è la possibilità di interfacciare altri sistemi "VoIP" a pagamento realizzando dei proxy software (ad esempio Skype-Asterisk ... ed il lavoro è già stata fatto!!!).Quindi Signori... Fate una telefonata all'UniFe o fateci un giro!Cordiali saluti
    • Luff scrive:
      Re: Andate all'UniFe - Univ di FERRARA
      - Scritto da: binaz83
      Ciao! All'Università Degli Studi di Ferrara di
      cui ho avuto modo di essere studente presso la
      Facoltà di Ingegneria questo sperimentazione che
      si vuole avviare a RomaTre E' GIA' DA QUALCHE
      ANNO UNA REALTA' DI FATTO. Il servizio VoIP-Fe
      (vi invito ad andare a vedere gli innovativi
      servizi del progetto Lepida che comprende molte
      molte attività e tutte le proposte tecnologiche
      dell'Università) è quanto consente alle varie
      Facoltà / Sedi (dislocate su tutto il territorio
      della città e che distano alcuni chilometri tra
      loro) di comunicare gratuitamente e di chiamare
      (mantenendo la vecchia numerazione) verso
      l'esterno scegliendo il fornitore di servizio più
      conveniente tra quelli scelti in modo automatico.
      Tecnologia usata: ASTERISK più una scheda
      apposita per switchare le telefonate verso
      l'esterno. Il tutto con prestazioni e livelli di
      efficienza da capogiro! Manco 1GB di RAM viene
      usato (nei momenti di punta). In più c'è la
      possibilità di interfacciare altri sistemi "VoIP"
      a pagamento realizzando dei proxy software (ad
      esempio Skype-Asterisk ... ed il lavoro è già
      stata
      fatto!!!).
      Quindi Signori... Fate una telefonata all'UniFe o
      fateci un
      giro!
      Cordiali salutiFinalmente qualcuno che conosce l'argomento.
    • advange scrive:
      Re: Andate all'UniFe - Univ di FERRARA
      Sì, va bene, ma tieni presente che Brunetta viene da Roma 3 e più in là del suo naso non riesce a vedere...
      • binaz83 scrive:
        Re: Andate all'UniFe - Univ di FERRARA
        =P eheh... Purtroppo è un cane che si morde la coda. E quel cane è proprio l'amministrazione pubblica e del settore dell'istruzione in Italia. Indipendente da quanto si pensi in ambito politico (non è questo l'ambito di discussione) parlando da ex-studente quello che mi fa pensare questa notizia di PI è che si è impegnati a fare e disfare, ma il disfare non è rivolto al miglioramento, quanto al raggiungimento di uno status quo. Quello che mi porta a dire questo, se qualcuno dei lettori di questo post volesse documentarsi un attimo, è quanto si può trovare sulla rete cercando in merito al progetto Lepida. Questo progetto è vera manna per chi come me ha fatto un corso di Ingegneria a Ferrara... ma non solo! Quello che ne viene fuori in termini di risultati viene usato da tutto il resto dell'Università. Quanto ne emerge è anche altro, è cioè che questo progetto è nato per una messa a punto di quello che qui si propone di (ri)fare di punto in bianco. Questa volta però chiedendo a qualcuno di esterno di farlo! Lasciamo stare che sia Microsoft... potrebbe anche essere Linus Torvalds (con tutto il rispetto sia per la Microsoft sia per Torvalds)! Un ateneo ha avuto la possibilità di raggiungere un risultato e l'ha raggiunto. E' stata la regione Emilia-Romagna ma pur sempre un ente statale! So per certo che altri Atenei si sono informati dei risultati raggiunti mandando propri rappresentanti ad informarsi. Quello che mi stupisce (anzi non mi stupisce affatto se devo proprio essere sincero) è che prima di mettere in piedi una cosa da nuovo non ci si informi quanto meno su quanto può già essere presente in merito... Mi piacerebbe che fosse a questo punto o l'Ateneo a proporsi o quanto meno la regione Emilia-Romagna a proporre quanto già fatto. Provate a leggere di Lepida e potrete vedere che miriade di soluzioni possono emergere se si lasciasse agli studenti (dottorandi laureandi) dei nostri Atenei e ad alcuni docenti la possibilità di fare, collaborare per realizzare nuovi progetti. Allora sì! Ci sarebbe qualcosa a basso costo, innovativo, ad alto contenuto tecnologico! E sicuramente non vi sarebbe la necessità di legarsi a colossi... Basterebbe un vecchio PC con un paio di GB di RAM!Saluti!
        • advange scrive:
          Re: Andate all'UniFe - Univ di FERRARA
          Era quello che intendevo dire.Piuttosto cosa c'entra la regione Emilia Romagna con l'Università di Ferrara? Le università sono enti pubblici autonomi.
          • binaz83 scrive:
            Re: Andate all'UniFe - Univ di FERRARA
            Il progetto Lepida nasce in collaborazione con la regione Emilia-Romagna (se non vado errando). ;)Saluti!
          • Peppe scrive:
            Re: Andate all'UniFe - Univ di FERRARA
            binaz83 standing ovation!!!!La devono piantare di pensare che gli studenti sono solo vacche piene di soldi da mungere, ed i dottorandi dei paggetti schiavi bramosi di servire il loro padrone.Questa mentalita' del XXXXX l'ha rovinata l'universita' italiana! Lasciateci (a noi studenti e dottorandi) la liberta' di darci da fare e togliamo tutta questa agibilita' a molti professori che l'unica cosa che sanno e' la materia che insegnano, del resto non sanno piu' un XXXXX perche' se la vede il dottorando che lavora e riferisce, poi il prof ci mette il nome e si becca il merito, gli eventuali demeriti li lascia agli altri.So stufo di vedere laboratori che non cooperano perche' l'ego dei prof, specia prima fascia o dirigenti, deve cercarsi di sovrastarsi a vicenda nel tentativo, non di fare ricerca, ma di farsi i guappi presso i colleghi italiani e stranieri.So stufo di vedere che cose che l'universita' sa fare benissimo vengono scaricati a privati pagando oro, rubando soldi ai servizi agli studenti (case, borse di studio ecc.) e agli stipendi dei dottorandiViva Ferrara, viva Palermo!
    • gpaolini scrive:
      Re: Andate all'UniFe - Univ di FERRARA
      Se a qualcuno interessa l'implementazione di Ferrara, qui c'e' la presentazionehttp://www.garr.it/eventiGARR/ws9/pdf/Stefanelli_Mazzini_pres.pdfe lo streaming della presentazione dell'Universita' di Ferrara.http://helix940.rm.cnr.it/ramgen/GARR/WS9/RM/32-Mazzini.rm
  • pinkra scrive:
    Annunziata
    E' solo un provocatore, pesca articoli che suscitino flame assurdi piuttosto di fare vera informazione.
  • isaia panduri scrive:
    L'università di Palermo
    Magari può interessare Annunziata.Guardate che l'Università di Palermo da oltre un anno ha implementato il voip in tutta la cittadella universitaria, sostituendo centralini e telefoni in molte strutture.Ed il tutto senza che lo stramaledetto Brunetta avesse voce in capitolo o se ne prendesse il merito.Ma forse è per questo che la cosa non fa notizia...
  • markit scrive:
    usate software Libero, non Microsoft!
    Ecco come il ministro butterà milionate di euro a favore di un'azienda estera (che fattura tutto tramite sua sussidiaria in Irlanda, per minimizzare pure le tasse comunitarie), affossando la ricerca in loco su tecnologie delle quali poi potremmo disporre liberamente.Sono sconcertato da tale miopia.
    • Gianluca70 scrive:
      Re: usate software Libero, non Microsoft!
      Bravo, hai sparato la tua cartuccia, ora rileggi l'articolo e fermati a capire le frasi "messo a disposizione" e "donatori strategici: che offrono un dono per produrre domanda aggiuntiva".Fatti questo dono anche tu.
      • Pippo Lacoca scrive:
        Re: usate software Libero, non Microsoft!
        Timeo Danaos et dona ferentis
      • Andy scrive:
        Re: usate software Libero, non Microsoft!
        - Scritto da: Gianluca70
        Bravo, hai sparato la tua cartuccia, ora rileggi
        l'articolo e fermati a capire le frasi "messo a
        disposizione" e "donatori strategici: che offrono
        un dono per produrre domanda
        aggiuntiva".
        Fatti questo dono anche tu.Facci un favore e spiegaci "donatori strategici", è ridicolo.
  • . . scrive:
    Asterisk
    Con la proposta Brunetta gli atenei dovranno gettare nel XXXXX milioni di euro investiti per gli apparati (basati su uno standard universalmente riconosciuto) per migrare al protocollo proprietario M$, che ovviamente sara' tutt'altro che gratuito.La soluzione e' ben piu' semplice: continuare ad usare il protocollo SIP, anche con soluzioni commerciali per evitare di perdere il denaro gia' investito.Il potenziamento della banda va fatto in ogni caso, indipendentemente dalla soluzione VoIP adottata.
    • Gianluca70 scrive:
      Re: Asterisk
      "Il direttore del DIA, il professor Giuseppe Di Battista, intervenuto in remoto grazie proprio agli apparati a disposizione nel centro presso Roma Tre, parla poi anche di possibilità di "testare l'interoperabilità" di queste soluzioni con altre"Ma leggere prima di postare?
      • Pippo Lacoca scrive:
        Re: Asterisk
        e chi se ne frega dell'interoperabilita' in questo caso, e' cmq un sistema chiuso proprietario di una azienda estera, utilizzato quando esistono protocolli apeerti che permettono le stesse cose.
        • Gianluca70 scrive:
          Re: Asterisk
          - Scritto da: Pippo Lacoca
          e chi se ne frega dell'interoperabilita' in
          questo casoEbbravo, questa sì che è una risposta matura e ponderata, che esprime capacità di analisi della notizia e delle tematiche in gioco...
          , e' cmq un sistema chiuso
          proprietario di una azienda estera, utilizzato
          quando esistono protocolli apeerti che permettono
          le stesse
          cose.Armiamoci e partite, vero?Vai a proporti, tu e la tua azienda, fate un investimento per il futuro ed offrite in dono un simile supporto comprendente hw, connettività, sw e consulenza, perchè i grossi nomi dell'OSS (IBM e RH in primis) se ne sono ben guardati di farlo.O mi stai dicendo che i loro prodotti sono da utilizzare per definizione, senza necessità di valutazione?
  • Ballmer scrive:
    Un'altra vittoria firmata Microsoft!
    Rosicate, cantinari!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(win)
    • jerryio80 scrive:
      Re: Un'altra vittoria firmata Microsoft!
      il solito troll dal commento utile...
    • dariocaruso scrive:
      Re: Un'altra vittoria firmata Microsoft!
      - Scritto da: Ballmer
      Rosicate, cantinari!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)

      (win)bel giro di mazzette... in italia..
    • markit scrive:
      Re: Un'altra vittoria firmata Microsoft!
      Sono pure soldi tuoi buttati dalla finestra, un altro pezzo di libertà che se ne va a favore della dipendenza tecnologica da una ditta straniera... se la cosa ti rende felice guarda sul vocabolario il significato di "masochismo" e datti una regolata.
      • lol scrive:
        Re: Un'altra vittoria firmata Microsoft!
        sfortunatamente in italia la classe politica è un cancro per ora incurabile e aziende come MS sfruttano a dovere la cosa
      • Pippo Lacoca scrive:
        Re: Un'altra vittoria firmata Microsoft!
        Eh ma a lui sentirsi una mazza da baseball nelle terga piace si vede.
    • Andy scrive:
      Re: Un'altra vittoria firmata Microsoft!
      - Scritto da: Ballmer
      Rosicate, cantinari!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)

      (win)...Un' altra sconfitta targata Italia volevi scrivere?
  • Abbio scrive:
    Un dubbio?
    Perchè secondo me non sono state valutate altre opzioni?Tra l'altro l'ateneo di Bologna è già dotato di soluzione VoIP (ibrida almeno al momento della presentazione della stessa durante un mio corso di reti di telecomunicazioni) e dotato solamente di software Open-Source, configurato da personale dell'università qualificato e che da quel che ho potuto notare funziona (banda permettendo).Ma di questo nessuno ne parla ovviamente....Se poi i provider si decidessero a fornire DSL simmetriche, la qualità nel VoIP sarebbe decuplicata: attualmente le ADSL di base hanno 7MBps+512KBps=7,5MBps passare anche solo a 3MBps/3MBps si otterebbero vantaggi enormi in questo ambito...
    • barra78 scrive:
      Re: Un dubbio?
      Ci sono evidenti limiti tecnici in quello che Asterisk può offrire (La soluzione adottata a bologna se ben ricordo è debian+asterisk+freepbx+le solite altre cose di contorno). Creare una struttura che colleghi TUTTE LE PA (obbiettivo di Brunetta, stando a quanto si legge), via VoIP e con (immagino) un sistema CDR centralizzato è (IMHO) impensabile in Italia, se non appoggiandosi ad aziende davvero grandi. Ms sul territorio Italiano è l'unica che poteva offrire tutto questo.
      • Vault Dweller scrive:
        Re: Un dubbio?
        - Scritto da: barra78
        Ci sono evidenti limiti tecnici in quello che
        Asterisk può offrire (La soluzione adottata a
        bologna se ben ricordo è
        debian+asterisk+freepbx+le solite altre cose di
        contorno).

        Creare una struttura che colleghi TUTTE LE PA
        (obbiettivo di Brunetta, stando a quanto si
        legge), via VoIP e con (immagino) un sistema CDR
        centralizzato è (IMHO) impensabile in Italia, se
        non appoggiandosi ad aziende davvero grandi. Ms
        sul territorio Italiano è l'unica che poteva
        offrire tutto
        questo.Ciò nonostante sarebbe meglio indire un tavolo tecnico anziché telefonare direttamente al manager M$, al più che se un azienda non viene nemmeno considerata è difficile che estenda la sua presenza sul territorio; se si fosse chiesto nell'ambito di valutazione tecnica una soluzione a diverse aziende (M4,Red Hat, Novell, Sun, ...), si sarebbe potuta scegliere la soluzione migliore, spingendo con l'entità della commessa e con l'obbligo di assistenza nel contratto, l'espansione capillare sul territorio dell azienda prescelta.
        • barra78 scrive:
          Re: Un dubbio?
          vero ma sarebbero scesi in campo altri problemi, si entra nella politica e quindi si va OT (in italia un governo fa il successivo blocca, se non viene completata prima della fine di questo governo il rischio di vedere tutto impantanato è alto e PER UN POLITICO sarebbe ancora peggio che fosse i suo sucXXXXXre a prendersi i meriti!).
      • Abbio scrive:
        Re: Un dubbio?
        Sì la soluzione era quella in quel momento.Il problema è che probabilmente non è stata discussa tale scelta, nè motivata in maniera tecnica.IMHO la tua puntualizzazione può essere corretta, ma penso che l'ipotesi di suddividere i sistemi VoIP per regioni possa essere più ragionevole e il guadagno sarebbe stato comunque sufficiente dato che le chiamate fra regioni penso siano relativamente scarse (o almeno una soluzione da prendere in considerazione).Secondo me inoltre ci si vincola ulteriormente ad un'ulteriore soluzione proprietaria, che porterà in futuro al dover mantenere tale sistema anche quando questo non sarà il più conveniente in termini di rapporto qualità/prezzo (un po' come accade ora per il pacchetto Office vs. OpenOffice: fare conoscere e abituare i dipendenti della PA a tale suite ha dei costi spropositati)Infine il voler portare la stessa soluzione nell'Università è sinceramente una prova del non aver valutato altre possibilità, l'esempio di Bologna ne è una prova lampante.My 2¢.
        • xxx scrive:
          Re: Un dubbio?
          Perché il mito dei costi di Office?? Guardate che le grandi aziende non pagano quanto la versione retail che trovate nei negozi...- Scritto da: Abbio
          Sì la soluzione era quella in quel momento.

          Il problema è che probabilmente non è stata
          discussa tale scelta, nè motivata in maniera
          tecnica.

          IMHO la tua puntualizzazione può essere corretta,
          ma penso che l'ipotesi di suddividere i sistemi
          VoIP per regioni possa essere più ragionevole e
          il guadagno sarebbe stato comunque sufficiente
          dato che le chiamate fra regioni penso siano
          relativamente scarse (o almeno una soluzione da
          prendere in
          considerazione).
          Secondo me inoltre ci si vincola ulteriormente ad
          un'ulteriore soluzione proprietaria, che porterà
          in futuro al dover mantenere tale sistema anche
          quando questo non sarà il più conveniente in
          termini di rapporto qualità/prezzo (un po' come
          accade ora per il pacchetto Office vs.
          OpenOffice: fare conoscere e abituare i
          dipendenti della PA a tale suite ha dei costi
          spropositati)

          Infine il voler portare la stessa soluzione
          nell'Università è sinceramente una prova del non
          aver valutato altre possibilità, l'esempio di
          Bologna ne è una prova
          lampante.

          My 2¢.
          • . . scrive:
            Re: Un dubbio?

            Perché il mito dei costi di Office?? Guardate che
            le grandi aziende non pagano quanto la versione
            retail che trovate nei
            negozi...Perche' non e' un mito. Le grandi aziende pagano la singola licenza un decimo di quella retail, pero' a monte ci stanno accordi da milioni di euro.Ma quello che piu' conta per M$ e' che i clienti delle grandi aziende (e spesso i dipendenti) si devono adeguare, acquistando a prezzo pieno la suite.Tanto per fare un esempio: alcune universita' hanno creato dei template per uniformare le pubblicazioni. Lo studente se si vuole laureare deve usare powerpoint. Per non parlare dei listini che si trovano su Internet sempre piu' spesso in formato excel ...
          • bye scrive:
            Re: Un dubbio?
            Per quanto riguarda i soldi basterebbe che il 10% dei dipendenti usasse VOIPPerchè c'è un 10/20 % che spendono in telefonate molti più soldi degli altri...
          • Negronetto scrive:
            Re: Un dubbio?
            Il discorso sul Voip è ampio e complesso. Anch'io mi domando per quale motivo in questo settore venga contattata MS e non altri... ma altri chi?E' un dato di fatto che quasi tutti i centralini voip sono sviluppati su base asterisk e su questo non vedo cosa c'entri MS. Se invece per Brunetta voip vuol dire Messenger allora si spiega.Purtroppo in questo ambito c'è una grossa confusione perché non è legato solamente all'informatica ma anche alla telefonia tradizionale con cui bisogna comunque interfacciarsi e, lo dico per esperienza, spesso qui casca l'asino (informatico).Ci sono aziende (aziendine) italiane che sviluppano centralini voip che fra l'altro funzionano benissimo e sono utilizzati anche in realtà medie (grandi non so). Sarebbe stata un'ottima occasione per sviluppare prodotti anche da proporre sul mercato con partner nostrani.MS che è storicamente molto indietro sul voip mi sembra come quelle squadre di calcio che comprano i giocatori bravi perché non giochino contro di loro.
          • barra78 scrive:
            Re: Un dubbio?
            In ambiti enterprise esistono altri software opensource più potenti di asterisk (o meglio più portati a supportare i grandi numeri che una PA può gestire). Inoltre: la soluzione MS non è derivata da un qualcosa di open? l'attuale IIS condivide buona parte del codice con apache (per ammissione di MS stessa). Qui IMHO ms punta a vendere il servizio e può avere utilizzato una soluzione di questo tipo, provo ad informarmi.
          • barra78 scrive:
            Re: Un dubbio?
            seguo parte della sicurezza di un'azienda che spende 40.000 l'anno solo per windows (una specie di contratto 'flat' che permette di mettere un qualunque os su qualunque loro macchina). X office spendono quasi il doppio. Stanno sperimentanto la conversione di tutta la documentazione a openoffice ma per ora si sono arenati per problemi in foglio di calcolo (risolvibili con un pò di impegno) e DB (e qui IMHO ci si fa poco!)
    • advange scrive:
      Re: Un dubbio?
      Sì, va bene, ma tieni presente che Brunetta viene da Roma 3 e più in là del suo naso non riesce a vedere...
  • alexjenn scrive:
    OT!
    "[...] che nell'ateneo della Capitale e anche in quello de L'Aquila hanno [...]""dell'Aquila", caro Luca, non "de L'Aquila".Non si tratta di grammatica romana ;)
    • Abbio scrive:
      Re: OT!
      Beh si tratta del fatto che la città si chiama L'Aquila e quindi ci si riferisce come de L'Aquila.... Magari non hai bisogno di lezioni di grammatica, ma magari di geografia sì!!!
      • pippuz scrive:
        Re: OT!
        - Scritto da: Abbio
        Beh si tratta del fatto che la città si chiama
        L'Aquila e quindi ci si riferisce come de
        L'Aquila....che io sappia, si dice dell'Aquila, come si dice del Cairo e non de Il Cairo
        • Abbio scrive:
          Re: OT!
          In effetti si trova quasi solo dell'Aquila in giro per la rete.A pensarci bene forse l'uso del de vale solo per i titoli delle opere che cominciano con un articolo e devono essere racchiusi tra virgolette, mentre questo non vale per i nomi delle città.Sorry per l'errata (forse) correzione della correzione!!
          • ironico scrive:
            Re: OT!
            - Scritto da: Abbio
            In effetti si trova quasi solo dell'Aquila in
            giro per la
            rete.
            se dovessi guardare la grammatica che c'è in rete per capire la correttezza delle cose... :P
    • Funz scrive:
      Re: OT!
      E' simile al caso della Speziahttp://it.wikipedia.org/wiki/La_Spezia#Il_toponimo_e_la_corretta_ortografia
  • echoesp1 scrive:
    C'erano una volta i tavoli tecnici...
    Beati tempo che furono! Indipendentemente dalle linee politiche una volta si aprivano i tavoli tecnici, dove personalità più o meno "eminenti" (c'era il politico ma anche il professore universitario) si siedevano, stilavano dei progetti, piani strategici ed operativi e si procedeva.Si ok, non è tutto oro quello che luccica, ma almeno una parvenza di legalità c'era.Ora invece Brunetta (che di innovazione non capisce niente!), chiama il General Manager Italia di M$, gli dice di proporre qualcosa ed è fatta! E poi mi vieni a raccontare della lotta all'assenteismo?!? Scusa, ma se levi Office da tutti gli Enti, se utilizzi applicativi VoIP diversi, ma quanto risparmi? Ti rientrano anche i $$$ dei "fannulloni". E Poi si parla di Università e ricercatori...adesso! Si proprio ora che i tagli lasciano posto al massimo per due bidelli! Dai, per favore, vai a casa che è meglio.
    • barra78 scrive:
      Re: C'erano una volta i tavoli tecnici...
      Sarebbe quasi da quotare tutto se non fosse che:- Il governo fino ad ora ha investito 0. - MS offrirà una struttura COMPLETA ALLE PA, subito funzionante e stabile.- Alternative? Asterisk? Io vendo e configuro sistemi basati su asterisk e pensare una cosa di queste dimensioni basate su di esso è QUANTOMENO RIDICOLO. Alternative opensource ce ne sono ma costano un botto, non so se meno di quanto possa offrire MS. E soprattutto: Nelle PA NON CI SONO LE COMPETENZE PER FARE UNA COSA DI QUESTO TIPO. In Italia non esistono nemmeno aziende grandi e capaci che lavorano con l'opensource e in grado di supportare una PA a livello nazionale. In Francia (x dirne una) RH è molto più grande, Mandriva ha varie filiali, Canonical ha un partner CON LE PALLE in grado di fornire assistenza 24/7 su tutto il territorio naionale. Da noi è tutt'altra cosa, nulla di paragonabile.
      • lol scrive:
        Re: C'erano una volta i tavoli tecnici...
        asterisk non ha limiti di canali bisogna dimensionare l'hardware ovviamente.
        • shevathas scrive:
          Re: C'erano una volta i tavoli tecnici...
          - Scritto da: lol
          asterisk non ha limiti di canali bisogna
          dimensionare l'hardware
          ovviamente.ROTFLil solito che pensa che l'ambito enterprise si riduca a ripetere N volte quanto fatto a casa.
          • Erasmus Jam scrive:
            Re: C'erano una volta i tavoli tecnici...
            pbxes.org si basa su asterisk e le cifre sono queste:CustomersAccounts 31.419Extensions 40.015Datacenter TrafficTokyo 1%San Diego 65%New York 9%Paris 8%Nürnberg-Cnt 6%Nürnberg-Alt 11%Ciò dimostra che una soluzione basata su asterisk è possibilissima, ovviamente disponendo di professionisti del settore che sappiano dimensionare correttamente il tutto.
      • lol scrive:
        Re: C'erano una volta i tavoli tecnici...
        infatti la PA dovrebbe lavorare per conto suo con università e centri di ricerca.potrebbe avere i migliori.
      • maligno scrive:
        Re: C'erano una volta i tavoli tecnici...
        - Scritto da: barra78
        Sarebbe quasi da quotare tutto se non fosse che:

        - Il governo fino ad ora ha investito 0.
        - MS offrirà una struttura COMPLETA ALLE PA,
        subito funzionante e
        stabile.
        - Alternative? Asterisk? Io vendo e configuro
        sistemi basati su asterisk e pensare una cosa di
        queste dimensioni basate su di esso è QUANTOMENO
        RIDICOLO. Alternative opensource ce ne sono ma
        costano un botto, non so se meno di quanto possa
        offrire MS.


        E soprattutto: Nelle PA NON CI SONO LE COMPETENZE
        PER FARE UNA COSA DI QUESTO TIPO. In Italia non
        esistono nemmeno aziende grandi e capaci che
        lavorano con l'opensource e in grado di
        supportare una PA a livello nazionale. In Francia
        (x dirne una) RH è molto più grande, Mandriva ha
        varie filiali, Canonical ha un partner CON LE
        PALLE in grado di fornire assistenza 24/7 su
        tutto il territorio naionale. Da noi è tutt'altra
        cosa, nulla di
        paragonabile.Ti straquoto.In Italia trovi solo 4 bambocci trolloni capaci di blaterare su formum come questi.Ecco perché XXXXXsoft fa il bello ed il cattivo tempo nella PA.Altro che Open Source.
  • Giggetto scrive:
    Tutto il traffico della PA su Voip
    Ma nel 2009 cosa aspettano a migrare tutto il traffico telefonico tra enti pubblici su VOIP?E già che ci siamo, quand'è che le PA diventa completamente paperless?C'è la crisi economica ed ecologica, iniziamo a risparmiare un pò di soldini e a salvaguardare gli alberi.
    • comeno scrive:
      Re: Tutto il traffico della PA su Voip
      Cosa vuoi passare su IP ?ma stai scherzando spero, con la rete TLC che abbiamo in italia ci fermiamo dopo 10 minuti.Prima milgiorariamo le reti poi possaremo su VoIP
      • botero scrive:
        Re: Tutto il traffico della PA su Voip
        Ma perche' proprio su tecnologie Microsoft? Non ci sono le risorse tecniche italiane per poter affrontare un discorso del genere??Mbah!!!
        • xxx scrive:
          Re: Tutto il traffico della PA su Voip
          Perché costano meno,si comprano ed installano... that's all...Lo so lo so, non servono nerd... ma qualche negozio di giochi di ruolo potrà far fare loro il sito web...- Scritto da: botero
          Ma perche' proprio su tecnologie Microsoft? Non
          ci sono le risorse tecniche italiane per poter
          affrontare un discorso del
          genere??

          Mbah!!!
        • uno scrive:
          Re: Tutto il traffico della PA su Voip
          http://www.garr.it/ricercaGARR/progetti_nazionali/voip/collaborazioni.phpbRUNETTA vuol solo regalare soldi pubblici agli amici imprenditori
      • Giggetto scrive:
        Re: Tutto il traffico della PA su Voip
        Forse non sai che la PA è dotata di una propria intranet da decine e centinaia di Mb/sec.. il traffico VOIP non peserebbe sulla rete commerciale che usiamo noi utenti.
        • bye scrive:
          Re: Tutto il traffico della PA su Voip
          io lavoro in un ente pubblico e per copiare un file dal nostro server che sta in'altra sede ci vogliono 5min (300sec) per 2 mb!!!circa 7 kB al secondo. come un modem analogico!VOIP???ma scherziamo? non abbiamo nemmeno i soldi per comperare una stamante laser! e i dirigenti quest'anno si rendono dai 15.000 ai 20.000 euro di premio!VOIP?Miglioriamo le infrastrutture prima!
          • ThePunisher scrive:
            Re: Tutto il traffico della PA su Voip
            Oppure evitiamo di dare premi a chi di fatto fa e continuerà a fare lo stesso identico lavoro di sempre (che non è nemmeno lontanamente paragonabile al lavoro di chi sta più in basso nella scala gerarchica)!!!!
          • Giggetto scrive:
            Re: Tutto il traffico della PA su Voip
            che ti devo dire, sarà un ente periferico sfigato.. in quello dove lavoro io ci sono 20 mega di banda, reali e a qualunque ora del giorno..
          • panda rossa scrive:
            Re: Tutto il traffico della PA su Voip
            - Scritto da: Giggetto
            che ti devo dire, sarà un ente periferico
            sfigato.. in quello dove lavoro io ci sono 20
            mega di banda, reali e a qualunque ora del
            giorno..E quante sessioni del mulo aperte ci sono su quella banda?
          • Giggetto scrive:
            Re: Tutto il traffico della PA su Voip
            non so, per quello credo che devi chiedere agli admin ;)io utente non sono tanto cretino da usare muli sul lavoro..
          • panda rossa scrive:
            Re: Tutto il traffico della PA su Voip
            - Scritto da: Giggetto
            non so, per quello credo che devi chiedere agli
            admin
            ;)
            io utente non sono tanto cretino da usare muli
            sul
            lavoro..Se tu potessi farlo non saresti mica tu il cretino, ma gli admin che te lo permettono.
          • infame scrive:
            Re: Tutto il traffico della PA su Voip
            - Scritto da: panda rossa

            Se tu potessi farlo non saresti mica tu il
            cretino, ma gli admin che te lo
            permettono....e poi uno si domanda perchè, all'estero, quando dici che sei italiano, ti sputano in faccia.
    • invasore scrive:
      Re: Tutto il traffico della PA su Voip
      - Scritto da: Giggetto
      Ma nel 2009 cosa aspettano a migrare tutto il
      traffico telefonico tra enti pubblici su
      VOIP?Di avere la banda sufficiente... lavoro per alcuni piccoli enti sono anni che aspettiamo di avere banda sufficiente per poter avere centralini voip per poter almeno azzerare i costi dichiamata fra i nostri enti, le varie sedi... purtroppo solo alcuni hanno banda sufficiente. Certo abbiamo montato comunque alcuni centralini voip al posto di quelli tradizionali, ma solo in casi particolari. Non potendo utilizzarli da una sede all'altra e visto l'uso che richiede un piccolo ente sono solo più costosi di quelli normali...
Chiudi i commenti