Antitrust, procedimento contro Vodafone per gli spot

Gli annunci per l'offerta Vodafone Casa, già finiti nel mirino dell'Authority, non sarebbero stati sospesi. Vodafone contesta, ma rischia una multa che può arrivare a 50mila euro
Gli annunci per l'offerta Vodafone Casa, già finiti nel mirino dell'Authority, non sarebbero stati sospesi. Vodafone contesta, ma rischia una multa che può arrivare a 50mila euro

Il Garante del mercato ha aperto un procedimento contro Vodafone per pubblicità ingannevole, un procedimento che dovrà concludersi entro tre mesi e che potrebbe spingere l’ Authority a imporre una sanzione all’operatore fino a 50mila euro.

In particolare, si legge nel bollettino di AGCM, già lo scorso dicembre il Garante aveva deliberato la sospensione provvisoria degli spot per l’offerta “Vodafone Casa”, contestata anche da Telecom Italia, a cui hanno fatto seguito richieste di chiarimenti nonché l’analisi di una serie di altre presenze pubblicitarie sui media, dalle televisioni al cartaceo, che miravano a promuovere l’ offerta convergente dell’operatore.

Secondo l’Antitrust la sospensione non sarebbe però stata rispettata, da qui la necessità di aprire il procedimento. Nel suo bollettino, il Garante spiega anche che il messaggio pubblicitario non indicava alcuni elementi essenziali dell’offerta, in particolare quelli che prevedono ulteriori e diversi addebiti nonché limitazioni nell’uso del piano tariffario al di fuori delle mura domestiche.

Da parte sua, Vodafone ha fatto sapere che l’unica pubblicità di Vodafone Casa non ritirata era quella che appariva su buoni pasto già stampati e distribuiti e che quindi non è stato possibile ritirare. “La contestazione menzionata nel bollettino dell’Antitrust – puntualizza Vodafone – si riferisce esclusivamente alla pubblicità presente sui carnet dei buoni pasto”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 03 2007
Link copiato negli appunti