AOL, il crollo

Mai così tante perdite


Roma – Crisi in AOL Time Warner, l’azienda nata dalla fusione del colosso mediatico con il più importante provider americano. Nel corso del 2002 la società ha perduto più di 98 miliardi di dollari, una somma che secondo gli analisti non ha eguali nella storia finanziaria americana.

Nel 2001, AOL Time Warner aveva già perduto quasi 5 miliardi di dollari.

La crisi, che ha già portato alle dimissioni del fondatore di AOL Steve Case, si acuisce ora con le dimissioni dalla vicepresidenza del mogul dei media Ted Turner.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti