Aperture 2.1 si apre ai plug-in

La versione aggiornata del giovane software di Apple dedicato alla fotografia digitale introduce un'architettura estensibile che consente ai fotografi di utilizzare tool di terze parti direttamente da Aperture
La versione aggiornata del giovane software di Apple dedicato alla fotografia digitale introduce un'architettura estensibile che consente ai fotografi di utilizzare tool di terze parti direttamente da Aperture

Cupertino (USA) – A breve distanza dal rilascio della seconda major release di Aperture, il software dedicato al ritocco e alla gestione delle fotografie digitali, Apple ha messo a disposizione dei propri utenti un aggiornamento gratuito che introduce una novità a lungo attesa: un’architettura modulare aperta che permette di estendere le funzionalità del software mediante plug-in sviluppati da terze parti.

Fino ad oggi Aperture supportava esclusivamente plug-in per l’esportazione, come quelli che consentono di pubblicare le immagini su una certa varietà di servizi di hosting o trasmetterle via FTP. Grazie alla nuova architettura, Aperture 2.1 consente ora agli sviluppatori di terze parti di creare estensioni per l’elaborazione delle immagini , e di importare alcuni dei più noti tool di fotoritocco stand alone e dei plug-in per Photoshop.

Tra i primi add-on sviluppati da Apple, e inclusi nell’update 2.1, c’è Dodge & Burn ( Scherma & Brucia ), che aggiunge strumenti basati sul pennello per schermare (schiarire) e bruciare (scurire) in modo localizzato le foto digitali: una tecnica nata nell’era della fotografia analogica che permette di simulare al computer quanto fanno i maestri della camera oscura. Attraverso i nuovi strumenti messi a disposizione da Aperture, è possibile utilizzare il pennello per modificare in modo selettivo attributi quali esposizione, contrasto, saturazione, nitidezza e messa a fuoco delle immagini.

Apple sostiene che già entro i prossimi mesi le terze parti renderanno disponibili molti altri plug-in per il fotoritocco, tra i quali filtri ed effetti, tool per l’analisi e la riduzione del rumore e lenti di correzione fisheye.

Aperture “La qualità d’immagine fornita da Aperture 2 ha conquistato i fotografi più esigenti”, ha affermato Rob Schoeben, vice president Applications Product Marketing di Apple. “Ora, grazie alla nostra architettura plug-in aperta, gli utenti possono accedere a tutte le funzionalità di editing delle immagini presenti sul mercato senza mai lasciare Aperture”.

Cliccando su una o più immagini all’interno di Aperture 2.1, gli utenti possono scegliere da un menù i plug-in installati e applicare operazioni di fotoritocco specifiche sia ad immagini TIFF che RAW. “Apple sta lavorando a stretto contatto con sviluppatori chiave per portare i plug-in più richiesti in Aperture”, ha spiegato l’azienda, che ha anche fornito un primo elenco di add-on attualmente in lavorazione: tra questi si trovano Noise Ninja di PictureCode, che fornisce strumenti avanzati di analisi e riduzione del rumore ad elevati ISO, e HDRtoner , con il quale è possibile generare immagini ad elevata gamma dinamica (HDR, High Dynamic Range) partendo da più scatti con diversa esposizione.

Aperture 2.1 è immediatamente disponibile come download gratuito per gli attuali utenti di Aperture 2.0. Il sito della community di Aperture è www.aperturepluggedin.com .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 03 2008
Link copiato negli appunti