App Store, capovolgimento a pagamento?

Cupertino ha messo un team di 100 sviluppatori al lavoro sulla trasformazione del motore di ricerca interno all'App Store. In parte sono stati traslati dal progetto iAD
Cupertino ha messo un team di 100 sviluppatori al lavoro sulla trasformazione del motore di ricerca interno all'App Store. In parte sono stati traslati dal progetto iAD

Secondo alcune indiscrezioni Apple avrebbe messo un “team segreto” a lavorare su un progetto per venire a capo del sempre più complicato App Store: il numero sempre maggiore di proposte, infatti, congestionerebbe l’offerta non permettendo al momento agli utenti di trovare la soluzione migliore per le proprie necessità.

Il team sarebbe addirittura composto da un centinaio di persone, segno che la questione è particolarmente urgente a Cupertino: tra loro ci sarebbero diversi sviluppatori (tra cui il dirigente Todd Teresi) precedentemente impegnati nel progetto di advertising iAd, che invece avrebbe perso di appeal.

Tra le proposte di cui al momento si parla ci sono diversi metodi per rendere prioritarie alcune visualizzazioni, tra cui quella di prevedere una quota da pagare per far stare in prima fila la propria app : una soluzione che avrebbe evidenti similitudini con Google AdWords.

Pur trattandosi ancora di pure indiscrezioni, senza dettagli ed eventuali tempistiche di approvazione, gli sviluppatori – che devono sostenere già spese per promuovere le proprie app e che hanno a che fare principalmente con un mercato che premia il free ed il freemium – hanno espresso già preoccupazione per quello che viene visto solo come un ulteriore costo che peserà su di loro.

Oltre a questa soluzione, peraltro, Apple sembra stia studiando altre funzionalità per migliorare la ricerca da aggiungersi alle selezioni già effettuate da parte di Cupertino delle app migliori o di quelle più vendute.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti