App Store, i danni dal DRM

I crash delle scorse ore sarebbero stati causati da Fairplay. Il meccanismo di verifica di autenticità di Cupertino con il singhiozzo. Problema ora risolto
I crash delle scorse ore sarebbero stati causati da Fairplay. Il meccanismo di verifica di autenticità di Cupertino con il singhiozzo. Problema ora risolto

Apple sembra aver sistemato il problema che aveva causato una serie di crash inaspettati all’avvio di diverse app , e ha spiegato a grandi linee l’origine della faccenda.

Alcuni sviluppatori di App Store e Mac App Store avevano lamentato problemi con gli ultimi aggiornamenti delle loro applicazioni: una quarantina di applicazioni tra cui quella di Instapaper, GoodReader, Angry Birds Space HD Free, Gaia GPS, Meetup, Cocktailpedia e Huffington Post avevano così iniziato a crashare all’avvio.

Gli autori aveva individuato il problema nella divulgazione da parte degli store digitali con la Mela di una versione corrotta dell’ultimo eseguibile delle rispettive app.

Ora Cupertino ha affermato di aver risolto il problema, individuato nel software che utilizza per sbloccare le app acquistate dagli utenti: in pratica, invece di renderle utilizzabili, finiva per contaminarle con codice difettoso che provocava il crash.

“Abbiamo avuto – spiegano da Cupertino – un problema temporaneo con uno dei server che genera codici DRM per le app scaricate”. Problema che ora sarebbe stato risolto.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti