Apple accusata di estorsione

Una piccola azienda spagnola, uscita vittoriosa dalle accuse di Apple per violazione di design, denuncia Cupertino di prenderla per la gola
Una piccola azienda spagnola, uscita vittoriosa dalle accuse di Apple per violazione di design, denuncia Cupertino di prenderla per la gola

La piccola azienda Nuevas Tecnologías y Energías Catalá (NTEC) ha controdenunciato Apple. L’ accusa è quella di estorsione.

La spagnola, infatti, era stata denunciata da Cupertino per violazione di design: secondo Apple il suo tablet Android-based NT-K Pad sarebbe troppo somigliante a iPad. I tribunali spagnoli hanno tuttavia dato ragione all’azienda locale, respingendo la tesi accusatoria di Apple.

Aveva altresì accolto la controdenuncia che NTEC aveva presentato nei confronti di Cupertino per comportamenti anticompetitivi: l’azienda spagnola aveva già subito, in attesa del pronunciamento della giustizia, il blocco delle importazioni dei suoi prodotti e la beffa di vederli contrassegnati alla dogana come opere contraffatte, una situazione che si discosta notevolmente dalla questione reale della violazione di design in un prodotto per il resto diverso dall’originale.

Per questo, NTEC ha ora aggiunto alla sua accusa nei confronti di Apple, oltre a quella relativa a comportamenti anticompetitivi, anche quella di estorsione: l’atteggiamento aggressivo di Apple (che ha cercato anche di denunciarla penalmente) sarebbe stato volto a intimidirla.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti