Apple contro le attivazione abusive di iOS 6

Cupertino cerca di porre un freno ai siti non ufficiali che commercializzano l'accesso alle beta di iOS e OS X. Contro la curiosità degli utenti non sviluppatori invocato il DMCA

Roma – In attesa che iOS 6 sia pronto per il pubblico , Apple cerca di tenere a bada la circolazione indiscriminata della beta .

La versione di prova è al momento a disposizione degli sviluppatori registrati ai servizi con la Mela con un account developer da 99 dollari all’anno: essi possono già mettere le mani sul nuovo sistema operativo in modo da avere i propri software pronti e per individuare bug e problemi da risolvere.

Tuttavia diversi utenti stanno simulando profili da sviluppatori e sfruttando siti non ufficiali non supportati da Apple per avere il medesimo accesso: questi siti acquistano in blocco accessi da sviluppatori e li rivendono al pubblico spacchettati in singole attivazioni legate a dispositivi unici (UDID unique device identifier ). Oltre a iOS, lo stesso interesse e lo stesso mercato nero sembra aver interessato anche OS X.

In pratica, invece di spendere 99 dollari all’anno per lavorare sui nuovi SO, diversi utenti hanno ottenuto per una cifra intorno ai 10 dollari accesso alle nuove beta per pura curiosità e fretta di vedere il nuovo ambiente. Andando trasversalmente anche ad ingarbugliare il processo di beta testing che dovrebbe rimanere appannaggio degli sviluppatori.

Anche per questo tale mercato alternativo non sembra affatto piacere a Cupertino che è arrivata a fare richiesta di rimozione dei siti in questione in base alla procedura DMCA ( Digital Millennium Copyright Act ).

Uno dei siti già bloccati ha riferito di “non sapere che il servizio offerto fosse in violazione dei diritti di Apple e delle linee guida di iOS 6” e che quindi cercherà di riaprire su un diverso indirizzo. Stando a quanto affermato, si tratterebbe di un giro d’affari che si aggira sull’ordine dei 75mila dollari.

Non è chiaro se gli utenti che hanno ottenuto diritti in maniera illecita (cioè fingendosi sviluppatori) vedranno il loro accesso alle beta revocato.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zan scrive:
    sempre loro
    Voto contrario da parte dei governi di Cina, Russia e India.Strano...sempre loro...
    • Marco scrive:
      Re: sempre loro
      - Scritto da: zan
      Voto contrario da parte dei governi di Cina,
      Russia e
      India.

      Strano...sempre loro...Non capisco tutto questo odio verso Cina, Russia e India...loro trattano gia' da tempo i diritti dei netizens esattamente allo stesso modo dei cittadini...ben prima hce lo chiedesse l'ONU.E FORSE il problema e' proprio li...
    • tucumcari scrive:
      Re: sempre loro
      - Scritto da: zan
      Voto contrario da parte dei governi di Cina,
      Russia e
      India.

      Strano...sempre loro...Strano?Chiedimi se sono stupito!
  • Kriev scrive:
    Ipocrisia portami via
    "Segretario di Stato statunitense Hillary Clinton - Assistiamo ad una crescita allarmante nel numero di episodi legati alla censura governativa o alla persecuzione di cittadini per quello che fanno sul web. A volte per un semplice messaggio o cinguettio su Twitter".Divertente, ho letto che un giudice americano aveva decretato che dire qualcosa su twitter equivale ad urlarlo in piazza e quindi niente diritto alla privacy http://punto-informatico.it/3553464/PI/News/usa-twitter-deve-cantare.aspx xDSe hanno dato voto favorevole gli USA significa che sanno gia' che la risoluzione delle nazioni unite non avra' alcun potere effettivo.
  • alvaro scrive:
    ma quando mai sono state unite
    le nazioni unite hanno la stessa utilita' della siae...ma quando mai sono state unite? solo per far ammazzare qualche casco blu.
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    L’acXXXXX a Internet è un diritto umano
    L'acXXXXX a Internet è un diritto umano http://www.guidoscorza.it/?p=3311
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Universal Declaration of Human Rights
    https://www.un.org/en/documents/udhr Universal Declaration of Human Rights Article 19 Everyone has the right to freedom of opinion and expression; this right includes freedom to hold opinions without interference and to seek, receive and impart information and ideas through any media and regardless of frontiers.
  • utente scrive:
    libertà fondamentali
    è normale gli stati uniti come quelli definiti "liberi" predicano bene ma razzolano male e visto che le leggi le fanno loro, quindi per loro non si applicano
    • Nome e cognome scrive:
      Re: libertà fondamentali
      Io vorrei un caffè macchiato e il giornale di oggi.Già che siamo al bar...
    • Sgabbio scrive:
      Re: libertà fondamentali
      - Scritto da: utente
      è normale gli stati uniti come quelli definiti
      "liberi" predicano bene ma razzolano male e visto
      che le leggi le fanno loro, quindi per loro non
      si
      applicanoColei che parla poi è ipocrità. Da una parte fa la paladina della libertà, ma poi con wikileaks si sono comportati PEGGIO dei paesi dittatoriali.
  • becker scrive:
    le opinioni dei governi

    Parere contrario da parte dei governi di India, Russia e CinaProprio dei governi paladini della libertà!!
    "Il libero flusso dell'informazione è continuamente minacciato da molti
    paesi del mondo - ha spiegato a caldo il Segretario di Stato
    statunitense Hillary Clinton - Assistiamo ad una crescita allarmante nel
    numero di episodi legati alla censura governativa o alla persecuzione di
    cittadini per quello che fanno sul web. A volte per un semplice
    messaggio o cinguettio su Twitter".Dichiarazioni ipocrite? Non sono stati gli USA a chiudere un sito, uno spazio web pochi mesi fa chiamato Megaupload con dei procedimenti poco chiari e forse non legalmente corretti?
    • fanfaroni scrive:
      Re: le opinioni dei governi
      Eh si, quelli di Megaupload erano paladini dei diritti civili, non ci hanno guadagnato nulla... (rotfl)
      • becker scrive:
        Re: le opinioni dei governi
        - Scritto da: fanfaroni
        Eh si, quelli di Megaupload erano paladini dei
        diritti civili, non ci hanno guadagnato nulla...
        (rotfl)Non mi riferisco solo a Megaupload è un esempio per dire che anche gli USA chiudono siti con procedure non molto chiare e poco legali. Hanno provato che era Dotcome ad inserire la maggior parte dei contenuti?
        • alvaro scrive:
          Re: le opinioni dei governi
          gli usa fanno XXXXXte a iosa...il paese e' bello..alcuni suoi abitanti pure simpatici..peccato che i governanti facciano piu' schifo di monti...quella di megaupload e' un altra XXXXXta...non perche' non ci fosse su roba illegale ma perche' avrebbero far dovuto chiudere youtube per lo stesso motivo...ma non si puo' youtube e' americana.
      • panda rossa scrive:
        Re: le opinioni dei governi
        - Scritto da: fanfaroni
        Eh si, quelli di Megaupload erano paladini dei
        diritti civili, non ci hanno guadagnato nulla...
        (rotfl)Tu hai gia' fatto il proXXXXX ed emesso la condanna, oppure la presunzione di innocenza e' un principio che vale ancora?
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: le opinioni dei governi
        contenuto non disponibile
      • collione scrive:
        Re: le opinioni dei governi
        - Scritto da: fanfaroni
        Eh si, quelli di Megaupload erano paladini dei
        diritti civili, non ci hanno guadagnato nulla...
        (rotfl)non prenderla come offesa, però è mai possibile che l'italiano medio non sa ragionare per casi generali?parliamo di difesa delle libertà fondamentali su internet e, guardando a come hanno operato nel caso megaupload, ci accorgiamo che accaduto esattamente l'oppostolasciamo perdere chi sia Dotcom o cosa faccia megaupload, questo lo deve stabilire un giudice, così com'è prescritto dalle normeil problema è che gli usa predicano bene ma poi fanno come gli pare, nei casi che li riguardano dal punto di vista economicocome dimenticare che gli usa non sono firmatari degli accordi per estradare i militari usa, rei di crimini, all'Aja?come funziona esattamente questa giustizia della Clinton?
        • krane scrive:
          Re: le opinioni dei governi
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: fanfaroni

          Eh si, quelli di Megaupload erano paladini
          dei

          diritti civili, non ci hanno guadagnato
          nulla...

          (rotfl)

          non prenderla come offesa, però è mai possibile
          che l'italiano medio non sa ragionare per casi
          generali?

          parliamo di difesa delle libertà fondamentali su
          internet e, guardando a come hanno operato nel
          caso megaupload, ci accorgiamo che accaduto
          esattamente
          l'opposto

          lasciamo perdere chi sia Dotcom o cosa faccia
          megaupload, questo lo deve stabilire un giudice,
          così com'è prescritto dalle
          norme

          il problema è che gli usa predicano bene ma poi
          fanno come gli pare, nei casi che li riguardano
          dal punto di vista
          economico

          come dimenticare che gli usa non sono firmatari
          degli accordi per estradare i militari usa, rei
          di crimini,
          all'Aja?

          come funziona esattamente questa giustizia della
          Clinton?Funziona cosi: fai una lista di paesi "canaglia" da attaccare e distruggere, ma NON fare una lista di motivazioni per cui un paese e' "canaglia", altrimenti rischi di rientrarvi tu stesso.
    • Sgabbio scrive:
      Re: le opinioni dei governi
      - Scritto da: becker

      Parere contrario da parte dei governi di India,
      Russia e
      Cina

      Proprio dei governi paladini della libertà!!


      "Il libero flusso dell'informazione è
      continuamente minacciato da molti
      paesi del
      mondo - ha spiegato a caldo il Segretario di
      Stato
      statunitense Hillary Clinton - Assistiamo
      ad una crescita allarmante nel
      numero di episodi
      legati alla censura governativa o alla
      persecuzione di
      cittadini per quello che fanno
      sul web. A volte per un semplice
      messaggio o
      cinguettio su
      Twitter".

      Dichiarazioni ipocrite? Non sono stati gli USA a
      chiudere un sito, uno spazio web pochi mesi fa
      chiamato Megaupload con dei procedimenti poco
      chiari e forse non legalmente
      corretti?Perchè citare solo megavideo, quando si potrebbe parlare di come hanno cercato di distruggere wikileaks?
Chiudi i commenti