Apple, denuncia in salsa di Siri

Nuova accusa cinese per Cupertino, stavolta costretta a difendere il suo assistente vocale
Nuova accusa cinese per Cupertino, stavolta costretta a difendere il suo assistente vocale

Neanche il tempo di archiviare il caso Proview con al centro la proprietà del marchio iPad, che Apple deve ancora vedersela con i tribunali cinesi: stavolta motivo del contendere è Siri.

Dalla parte dell’accusa l’azienda di Shangai Zhizhen Network Technology: questa ha sviluppato una propria tecnologia di assistenza vocale e ha ottenuto nel 2006 un brevetto relativo ad essa.

Xhizhen dice di aver precedentemente provato a contattare Apple per risolvere la questione fuori dai tribunali, ma di non aver ricevuto risposta in quella occasione: ora conta di ottenere un accordo di almeno 60milioni di dollari .

Apple, nel frattempo, è impegnata in Cina anche in difesa di Snow Leopard, marchio rivendicato da un’azienda chimica.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti