Apple, iPirateria vecchia e nuova

Muore Installous, servizio per l'installazione di app pirata, mentre una piccola società cinese si fa avanti e promette applicazioni per tutti anche senza jailbreak

Roma – Il 2013 dell’ecosistema Apple inizia all’insegna della pirateria: si parla naturalmente di app pirata, e di servizi e strumenti pensati per usare le suddette su iPhone, iPad e compagnia. Hackulous, community telematica specializzata esattamente in questo peculiare settore ha deciso di chiudere bruscamente le porte ai suoi utenti.

Il messaggio di cessazione delle attività di Hackulous arriva senza preavviso: la community chiude i battenti perché a quanto pare si è arrivati a un punto di stagnazione, dice il succitato messaggio, con una contraddizione in termini quando parla di difficoltà di moderare adeguatamente forum che però sarebbero una “ghost town” senza attività recenti.

La chiusura di Hackulous trascina con sé anche Apptrackr, l’indice web di app pirata per iOS e Installous, vale a dire il software utile a installare le app sui gadget mobile di Apple a partire proprio dall’archivio pirata di Apptrackr.

In sostanza si tratta di una mazzata non da poco per i milioni di utenti di Installous, il cui largo utilizzo (in concomitanza con Cydia ) e la fonte di introiti garantita dall’advertising lasciano parecchi dubbi sulle reali motivazioni della improvvisa chiusura di Hackulous.

A essere indubbia è la perdurante pirateria che insidierebbe il continuo fluire di dollari nelle pingui casse di Apple: Hackulous chiude ma altri servizi sono pronti a prendere il suo posto, strumenti come Zeusmos, che permette di installare una app pirata direttamente sullo smartphone/tablet a pagamento e il software cinese Kuaiyong.

In quest’ultimo caso si parla di un’utility per Windows capace di trasferire la app pirata scelta sul proprio smartphone senza nemmeno la necessità preventiva di fare il jailbreaking del dispositivo, tra l’altro pienamente compatibile con iOS 6.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Antony scrive:
    Curioso
    Curioso come la giovane donna pretenda di fare una vita da nababba e non rendere conto di nulla nemmeno ai propri finanziatori. Magari faceva davvero uso di droghe ed i genitori volevano solo essere sicuri di non sborsare soldi per mantenere il suo "vizietto" facendosi prendere in giro. Il fatto poi di fare km per andarla a trovare dov'è il problema? Un genitore ha il diritto di dire alla figlia "secondo me tu ti droghi" per attendere una confessione o una smentita, non è di certo una diffamazione!
    • Ragazzina scrive:
      Re: Curioso
      - Scritto da: Antony
      Curioso come la giovane donna pretenda di fare
      una vita da nababba e non rendere conto di nulla
      nemmeno ai propri finanziatori. Magari faceva
      davvero uso di droghe ed i genitori volevano solo
      essere sicuri di non sborsare soldi per mantenere
      il suo "vizietto" facendosi prendere in giro. Il
      fatto poi di fare km per andarla a trovare dov'è
      il problema? Un genitore ha il diritto di dire
      alla figlia "secondo me tu ti droghi" per
      attendere una confessione o una smentita, non è
      di certo una diffamazione!Ma con genitori cosi: per fortuna c'e' la droga !
      • Verzasoft scrive:
        Re: Curioso
        Però non è detto che insomma / però un consiglio vi doNon è una cosa da farsi, in quanto può darsiche farsi fà si che si fa mi re do (cit.)
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Curioso
      - Scritto da: Antony
      Curioso come la giovane donna pretenda di fare
      una vita da nababba e non rendere conto di nulla
      nemmeno ai propri finanziatori. Magari faceva
      davvero uso di droghe ed i genitori volevano solo
      essere sicuri di non sborsare soldi per mantenere
      il suo "vizietto" facendosi prendere in giro. Il
      fatto poi di fare km per andarla a trovare dov'è
      il problema? Un genitore ha il diritto di dire
      alla figlia "secondo me tu ti droghi" per
      attendere una confessione o una smentita, non è
      di certo una diffamazione!La diffamazione è pubblica, per definizione.
  • silvan scrive:
    Vita difficile.
    Come è duro oggi fare il genitore: si è penalmente e civilmente responsabili dei figli minorenni, in quanto se "combinano" qualcosa sono i genitori stessi a rimetterci, ma nel contempo non possono intromettersi nella loro vita, cercando di proteggerli dai pericoli del mondo.
    • iFart scrive:
      Re: Vita difficile.
      Installando spyware su smarphone e pc? Secondo me questa ragazza dovrebbe portare i suoi genitori da uno psichiatra...
    • panda rossa scrive:
      Re: Vita difficile.
      - Scritto da: silvan
      Come è duro oggi fare il genitore: si è
      penalmente e civilmente responsabili dei figli
      minorenni, in quanto se "combinano" qualcosa sono
      i genitori stessi a rimetterci, ma nel contempo
      non possono intromettersi nella loro vita,
      cercando di proteggerli dai pericoli del
      mondo.Quali figli minorenni?Questa ha 21 anni e fa l'universita'.Un figlio minorenne lo controlli cosi':http://www.ilpost.it/2013/01/01/contratto-uso-iphone-adolescenti/
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Vita difficile.
      - Scritto da: silvan
      Come è duro oggi fare il genitore: si è
      penalmente e civilmente responsabili dei figli
      minorenniGuarda che la figlia in questione è maggiorenne.
      • MarcusPisel lonius scrive:
        Re: Vita difficile.
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Guarda che la figlia in questione è maggiorenne.Concordo, ma allora è abbastanza maggiorenne da pagarsi l'università ...
        • Sgabbio scrive:
          Re: Vita difficile.
          - Scritto da: MarcusPisel lonius
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Guarda che la figlia in questione è maggiorenne.

          Concordo, ma allora è abbastanza maggiorenne da
          pagarsi l'università
          ...Bhe secondo me i genitori hanno fatto il tipico ricatto: O ti fai spiare, oppure non ti paghiamo la retta.
    • Scrivo il codice antispam scrive:
      Re: Vita difficile.
      - Scritto da: silvan
      Come è duro oggi fare il genitore: si è
      penalmente e civilmente responsabili dei figli
      minorenni, in quanto se "combinano" qualcosa sono
      i genitori stessi a rimetterci, ma nel contempo
      non possono intromettersi nella loro vita,
      cercando di proteggerli dai pericoli del
      mondoEvidentemente i tuoi di genitori dovevano insegnarti a leggere prima di commentare, visto che la ragazza in questione ha 21 anni.
      • silvan scrive:
        Re: Vita difficile.
        Tranquillo, so leggere, parlavo in senso lato e non in modo specifico sul caso. Era una considerazione da genitore. Inoltre ti posso garantire che i sentimenti familiari non cessano alla maggiore età dei figli.
    • anon scrive:
      Re: Vita difficile.
      - Scritto da: silvan
      Come è duro oggi fare il genitore: si è
      penalmente e civilmente responsabili dei figli
      minorenni, in quanto se "combinano" qualcosa sono
      i genitori stessi a rimetterci, ma nel contempo
      non possono intromettersi nella loro vita,
      cercando di proteggerli dai pericoli del
      mondo.Intromettersi nella vita di qualcun altro, minorenne o no, non è mai giusto. E no, il fine (buono) NON giustifica i mezzi (cattivi).
      • silvan scrive:
        Re: Vita difficile.
        No, non li giustifico, ma posso capirne le motivazioni; non penso che lo abbiano fatto per odio o per danneggiare i figli, ma solo per eccessiva preoccupazione. Raggiunta la maturità legale non significa che abbiamo raggiunto anche la totale vaccinazione contro le insidie del mondo, basta vedere i tanti casi di fallimento morale e fisico che la cronaca ci propina ogni giorno.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Vita difficile.
          - Scritto da: silvan
          No, non li giustifico, ma posso capirne le
          motivazioni; non penso che lo abbiano fatto per
          odio o per danneggiare i figli, ma solo per
          eccessiva preoccupazione.Questo porta all'atteggiamento di padre-padrone.E comunque, qualsiasi rapporto deve basarsi sulla fiducia: e se spii qualcuno, vuol dire che la fiducia è venuta a mancare.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Vita difficile.
          - Scritto da: silvan
          No, non li giustifico, ma posso capirne le
          motivazioni; non penso che lo abbiano fatto per
          odio o per danneggiare i figli, ma solo per
          eccessiva preoccupazione. Raggiunta la maturità
          legale non significa che abbiamo raggiunto anche
          la totale vaccinazione contro le insidie del
          mondo, basta vedere i tanti casi di fallimento
          morale e fisico che la cronaca ci propina ogni
          giorno.Si chiamano esperienze di vita, dopo tutto.
  • panda rossa scrive:
    L'unica cosa che interessa non c'e'!
    Questa e' una storia completamente OT per PI.L'unico motivo che valeva la pena approfondire e' stato bellamente ignorato.Che cellulare aveva sta tizia?Che computer aveva?Che tipo di spyware e' stato installato?E come?Queste sono le cose di cui ci interessa discutere.Il resto lo lasciamo a studio aperto.
    • Sgabbio scrive:
      Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!
      - Scritto da: panda rossa
      Questa e' una storia completamente OT per PI.
      L'unico motivo che valeva la pena approfondire e'
      stato bellamente
      ignorato.

      Che cellulare aveva sta tizia?
      Che computer aveva?
      Che tipo di spyware e' stato installato?
      E come?

      Queste sono le cose di cui ci interessa discutere.
      Il resto lo lasciamo a studio aperto.A parte che gli spyware per il cell ci stavano ai tempi del sybian, per dire è comunque indipendentemente da quel che usava, il comportamento dei genitori e stato DEPRECABILE al massimo, sopratutto se si parla di persone che negli usa sono considerate MAGGIORENNI.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!
        - Scritto da: Sgabbio
        - Scritto da: panda rossa

        Questa e' una storia completamente OT per PI.

        L'unico motivo che valeva la pena approfondire
        e'

        stato bellamente

        ignorato.



        Che cellulare aveva sta tizia?

        Che computer aveva?

        Che tipo di spyware e' stato installato?

        E come?



        Queste sono le cose di cui ci interessa
        discutere.

        Il resto lo lasciamo a studio aperto.

        A parte che gli spyware per il cell ci stavano ai
        tempi del sybian, per dire è comunque
        indipendentemente da quel che usava, il
        comportamento dei genitori e stato DEPRECABILE al
        massimo, sopratutto se si parla di persone che
        negli usa sono considerate
        MAGGIORENNI.... mica solo negli USA, 21 anni è l'età più alta NEL MONDO per essere considerati maggiorenni (nella maggioranza dei Paesi lo si diventa prima).
        • Sgabbio scrive:
          Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!
          E' molto paradossale, visto che ha 16 anni puoi guidare già un auto, ma se ti beccano con una birra in mano, ti uccidono a vista (per dire)....Comunque brutto avere 21 anni è trovare genitori che si fanno gli affari tuoi in maniera assoluta.
          • Sgabbio scrive:
            Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!
            era necessario tutta sa XXXXX legale sui puntini delle i ? Capisco vorre essere precisi, ma fai la figura del saputello the balls.
          • Leguleio scrive:
            Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!

            ma fai la
            figura del saputello the
            balls.Questo commento potrebbe essere contrario alla policy di PI ("mai scrivere commenti ingiuriosi e offensivi rispetto a chicchessia" + "moderare il linguaggio").
          • Sgabbio scrive:
            Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!
            - Scritto da: Leguleio

            ma fai la

            figura del saputello the

            balls.

            Questo commento potrebbe essere contrario alla
            policy di PI ("mai scrivere commenti ingiuriosi e
            offensivi rispetto a chicchessia" + "moderare il
            linguaggio").(rotfl)(rotfl)(rotfl)ironia codesta sconosciuta.
          • anon scrive:
            Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!
            - Scritto da: Leguleio
            Questo commento potrebbe essere contrario alla
            policy di PI ("mai scrivere commenti ingiuriosi e
            offensivi rispetto a chicchessia" + "moderare il
            linguaggio").io lo lascerei decidere ai vari moderatori/gestori di PI, a meno che tu non ti voglia sostituire a loro ovviamente.
          • attonito scrive:
            Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!
            - Scritto da: anon
            - Scritto da: Leguleio


            Questo commento potrebbe essere contrario alla

            policy di PI ("mai scrivere commenti ingiuriosi
            e

            offensivi rispetto a chicchessia" + "moderare il

            linguaggio").

            io lo lascerei decidere ai vari
            moderatori/gestori di PI, a meno che tu non ti
            voglia sostituire a loro
            ovviamente.ma chi, il t1000? l'ubriaco marcio che decide tirando i dadi? ah caxxo, ci si affida proprio a fior di provessionisti allora!
          • 123 scrive:
            Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!
            - Scritto da: Sgabbio
            era necessario tutta sa XXXXX legale sui puntini
            delle i ? Capisco vorre essere precisi, ma fai la
            figura del saputello the balls.ti diro', le sue precisazzioni da "signora maestra, io la so" a me ricordano molto la fastidiosa senzazione che provai quando dovetti farmi controllare la prostata.
    • CiccioQuant aCiccia scrive:
      Re: L'unica cosa che interessa non c'e'!
      Esatto... ma sai... siamo su PI ;) Comunque almeno questa ha genitori che un minimo smanettano, non sono proprio del tutto impediti... magari la figlia è veramente ddddrogata...mi ricorda questo:[yt]eKVDqB-xQHk[/yt]
  • uno_qualsia si scrive:
    che pateticità
    c.d.o
Chiudi i commenti