Apple rimanda il rientro in ufficio, di nuovo

Apple rimanda il rientro in ufficio, di nuovo

Nuovo rinvio per il rientro in ufficio dei dipendenti Apple, questa volta a data da destinarsi; riceveranno un corposo extra per collaborare da casa.
Nuovo rinvio per il rientro in ufficio dei dipendenti Apple, questa volta a data da destinarsi; riceveranno un corposo extra per collaborare da casa.

Tutto rimandato, di nuovo: per i dipendenti della mela morsicata, il rientro in ufficio slitta ancora una volta, a data da destinarsi. La comunicazione è giunta direttamente dal numero uno di Apple, attraverso un'email diffusa a tutti i collaboratori. In novembre, la società aveva fissato il termine per il mese di febbraio, ma il protrarsi della crisi sanitaria ha di nuovo scombussolato i piani.

1.000 dollari ai dipendenti Apple per lo smart working

Nella lettera firmata da Tim Cook si fa riferimento anche a un contributo dal valore di 1.000 dollari che il gruppo di Cupertino riconoscerà a ogni lavoratore, spendibile per allestire in casa una postazione dedicata allo smart working.

Nei giorni scorsi anche Google è tornata a pronunciarsi sulla questione, posticipando il rientro in precedenza previsto per gennaio. Gli ultimi rumor fanno inoltre riferimento all'obbligo di vaccino imposto dalla società, con l'ipotesi del licenziamento per coloro che si rifiuteranno.

Tornando ad Apple, a inizio giugno Tim Cook ha sottolineato come, nonostante l'efficacia degli strumenti adottati per collaborare da casa o da remoto sia fuori discussione, tornare a condividere scrivanie e spazi fisici sia importante se non addirittura essenziale.

Nonostante tutto ciò che siamo riusciti a ottenere mentre molti di noi si trovavano lontani, la verità è che in quest'ultimo anno è mancato qualcosa di essenziale: gli altri. Le videoconferenze hanno ridotto le distanze tra noi, ma ci sono cose che semplicemente non si possono replicare. Per ora, lasciate solo che vi dica che aspetto di poter guardare i vostri visi dal vivo. So di non essere il solo a cui manca l'attività, l'energia, la creatività e la collaborazione dei nostri meeting in presenza, nonché il senso di comunità che tutti abbiamo costruito.

Fonte: Bloomberg
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti