Apple-Samsung, ancora schermaglie in California

Una sentenza che dà ragione e torto ad entrambi. Un passo verso una risoluzione pacifica della controversa o verso un'ulteriore escalation di accuse?

Roma – La Corte di secondo grado ha accettato di rivedere solo una parte di una precedente decisione relativa alla violazione da parte dei prodotti Samsung di brevetti Apple.

Il giudice di appello, in particolare, ha deciso di riaprire la decisione relativa al brevetto di design numero D504,889 , in base al quale ora Samsung potrebbe effettivamente rischiare un bando dei suoi prodotti trovati in violazione: naturalmente la coreana potrà eventualmente modificare in parte l’aspetto di tali device, come d’altronde già fatto in una situazione simile in Germania con il rilascio di Galaxy Tab 10.1N.

Cupertino aveva fatto appello contro la decisione del giudice Lucy Koh della Corte distrettuale della California del Nord che aveva respinto la richiesta (ennesima) di Apple di un’ingiunzione preliminare nei confronti dei prodotti Samsung che considera in violazione della sua proprietà intellettuale.

Accettando di rimandare la valutazione circa la violazione di tale brevetto di design, peraltro, il Giudice ha al contempo rifiutato le analoghe richieste di Apple per la presunta violazione di altri brevetti, che coprano sia tecnologie legate allo slide-to-unlock che al sistema di controllo vocale applicato in Siri, rilevando che Cupertino ha mancato di dimostrare un nesso tra violazione e danno irreparabile che i suoi prodotti subirebbero dalla presenza sul mercato dei prodotti Samsung.

Per questo la decisione sembra piuttosto una nuova vittoria ai punti per Samsung.

Se la confusione potrebbe favorire la volontà delle parti di raggiungere un accordo extragiudiziale come chiesto da un giudice a stelle e strisce, la conflittualità tra le parti non sembra calare: mentre infatti il fronte tedesco arriva ad una pausa solo in attesa di un’ulteriore decisione sulla validità dei brevetti contestati da Apple, non va certamente verso una pacifica risoluzione l’accusa che secondo alcune indiscrezioni Cupertino avrebbe sottoposto al giudice, in base alla quale Samsung avrebbe distrutto delle prove.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • linaro scrive:
    dati falsi
    Ovviamente questi dati sono fuori dal mondo, falsi come l'immacolata concenzione. Sarebbe come chiedere ad un ladro di fare statistiche sui furti in Italia, certo che ti direbbe che non ci sono furti e di dormire con la porta di casa spalancata. Queste fantomatiche unioni di produttori etc. etc. non sono altro che gruppi di pressione in cerca di finanziamenti pubblici, contratti favorevoli, pubblicità a costo zero e leggi infami che crocifiggano il cittadino ma che facciano guadagnare tanti quattrini a loro. Il futuro sarà open-source.
  • Pianeta Video 2000 scrive:
    SOCIETA' IPOCRITA
    Ecco come funziona la società oggi:invalido
    diversamente abile (nulla contro di loro sia chiaro!)cieco
    non vedentesordo
    non udentespazzino
    operatore ecologicoFURTO
    CONDIVISIONEEcco la società ipocrita in cui viviamo e che voi qui sostenete! :D
    • krane scrive:
      Re: SOCIETA' IPOCRITA
      - Scritto da: Pianeta Video 2000
      Ecco come funziona la società oggi:
      invalido
      diversamente abile (nulla contro di
      loro sia
      chiaro!)
      cieco
      non vedente
      sordo
      non udente
      spazzino
      operatore ecologico
      FURTO
      CONDIVISIONE

      Ecco la società ipocrita in cui viviamo e che voi
      qui sostenete!
      :DNon dimentichiamo:Esportare la democrazia
      prendersi il petrolio
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: SOCIETA' IPOCRITA
      - Scritto da: Pianeta Video 2000
      Ecco come funziona la società oggi:

      invalido
      diversamente abile (nulla contro di
      loro sia
      chiaro!)
      cieco
      non vedente
      sordo
      non udente
      spazzino
      operatore ecologicoE lo stitico?

      FURTO
      CONDIVISIONEChi verrebbe derubato?Se esiste un furto, deve esistere anche un derubato, lo sai?
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: SOCIETA' IPOCRITA

      <s
      FURTO
      CONDIVISIONE </s
      <b
      COPIARE NON SIGNIFICA RUBARE </b
      http://www.penale.it/page.asp?IDPag=24 <b
      Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 13 novembre 2003 (dep. 29 gennaio 2004), n. 3449 (2110/2003) </b
      ...non configurabilità del reato di furto dei files mediante duplicazione (o copiatura)...http://www.penale.it/page.asp?IDPag=903 <b
      Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 26 ottobre 2010 (dep. 21 dicembre 2010), n. 44840 </b
      ...è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura...http://laws.findlaw.com/us/473/207.html <b
      Supreme Court of the United States, Dowling vs. United States, 473 U.S. 207 (1985) </b
      ...interference with copyright does not easily equate with theft...[yt]IeTybKL1pM4[/yt] p)
    • panda rossa scrive:
      Re: SOCIETA' IPOCRITA
      - Scritto da: Pianeta Video 2000
      Ecco come funziona la società oggi:

      invalido
      diversamente abile (nulla contro di
      loro sia
      chiaro!)
      cieco
      non vedente
      sordo
      non udente
      spazzino
      operatore ecologico

      FURTO
      CONDIVISIONELICENZA D'USO PRIVATO
      VENDITA
    • bubba scrive:
      Re: SOCIETA' IPOCRITA
      - Scritto da: Pianeta Video 2000
      Ecco come funziona la società oggi:

      invalido
      diversamente abile (nulla contro di
      loro sia
      chiaro!)
      cieco
      non vedente
      sordo
      non udente
      spazzino
      operatore ecologico

      FURTO
      CONDIVISIONE

      Ecco la società ipocrita in cui viviamo e che voi
      qui sostenete!
      :De " rispettare le leggi
      plurivision " dove lo mettete, voi videotechini? :) avete fatto incacchiare pure univideo e la siae
      • krane scrive:
        Re: SOCIETA' IPOCRITA
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: Pianeta Video 2000

        Ecco come funziona la società oggi:

        invalido
        diversamente abile (nulla

        contro di loro sia chiaro!)

        cieco
        non vedente

        sordo
        non udente

        spazzino
        operatore ecologico

        FURTO
        CONDIVISIONE



        Ecco la società ipocrita in cui viviamo

        e che voi qui sostenete!

        :D
        e " rispettare le leggi
        plurivision "
        dove lo mettete, voi videotechini? :) avete
        fatto incacchiare pure univideo e la siaeMa a proposito di plurivision, applicarlo al mulo ?Una tassettina micronica e tutti guardano quello che vogliono grazie ai videotechini (rotfl).
        • bubba scrive:
          Re: SOCIETA' IPOCRITA
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: bubba

          - Scritto da: Pianeta Video 2000


          Ecco come funziona la società oggi:


          Ecco la società ipocrita in cui viviamo


          e che voi qui sostenete!


          :D

          e " rispettare le leggi
          plurivision "

          dove lo mettete, voi videotechini? :) avete

          fatto incacchiare pure univideo e la siae

          Ma a proposito di plurivision, applicarlo al mulo
          ?
          Una tassettina micronica e tutti guardano quello
          che vogliono grazie ai videotechini
          (rotfl).Eh... bisognerebbe chiederlo ai loro avvocati... sono espertissimi nell'aggirare la legge :)
    • Joe Tornado scrive:
      Re: SOCIETA' IPOCRITA
      Invece i videonoleggiatori, che campano sui soldi di quattro XXXXXroli, cosa sarebbero ?
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: SOCIETA' IPOCRITA
        Diversamente intelligenti.
      • cinico scrive:
        Re: SOCIETA' IPOCRITA
        - Scritto da: Joe Tornado
        Invece i videonoleggiatori, che campano sui soldi
        di <s
        quattro </s
        <b
        tre </b
        XXXXXroliUno ora l'ha ingaggiato per stilargli i proclami su PI e lo contraccambia passandogli a gratis i film XXXXX. (rotfl)
  • uno qualsiasi scrive:
    Re: Manca la domanda importante
    - Scritto da: alvaro
    si infatti prima avete ammazzato il cinema..sono
    anni che non gira un film decente..Appunto: quindi, invece di vedere i film recenti preferiamo vedere i film vecchi. E non vogliamo pagare, perchè i soldi verrebbero usati per produrre le schifezze che fanno adesso.Se non paghiamo, smetteranno di fare schifezze, per mancanza di soldi.
    ora pure il
    software sempre i soliti programmi...No: nel software libero producono programmi ottimi.
    molti che
    facevano programmi si sono rotti di essere
    sXXXXXti dopo 5 minuti e quindi non li fanno piu'
    vanno al mare piuttosto...Fanno bene: così non ci saranno più shareware che si bloccano dopo un po' e ti riempiono il computer di avvisi tipo "hai ancora due giorni!" ," Versione scaduta!" "Paga o attendi 40 secondi" e così via.
    come me...Fai bene. Buona vacanza in spiaggia.
    piuttosto che
    regalare il mio lavoro preferisco fare il
    tramviere Ottimo: così farai qualcosa di utile, invece di creare programmi che rompono le palle con le loro protezioni.E al tuo posto verrà qualcuno che scriverà software libero.
    che far guadagnare i disonesti come
    certa gente che scrive qui e si arroga a
    difensore della liberta'...siete dei disonesti la
    rovina dell'italia, gli stessi che si
    immatricolano il suv in germaniaFanno benissimo: è perfettamente legale, e si evita di dare i soldi a chi mette il multavelox dove c'è il limite di 30 all'ora sul rettilineo, solo per fare cassa.
    e' per gente come voi che non si campa piu'...Infatti vogliamo IMPEDIRTI di campare vendendo licenze, o facendo un altro lavoro inutile.
  • Basta Pirateria scrive:
    Basta con la pirateria
    Leggo parecchi commenti che - come al solito - vorrebbero giustificare chi utilizza software craccati. Qui spesso si parla di aziende più che di utenti domestici, e comunque anche in caso di utenze domestiche l'azione è comunque immorale. Spesso ci sono alternative gratuite, eppure si pirata lo stesso. Perchè? Perché alla gente piace la sensazione di avere gratuitamente un programma da migliaia di euro: si sentono "furbi" e credono di aver "risparmiato".Quindi altro che diritto alla cultura! Questo è l'ennesima dimostrazione che la gente pirata per avere un vantaggio economico, non per migliorare la propria conoscenza.
    • krane scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      - Scritto da: Basta Pirateria
      Leggo parecchi commenti che - come al solito -
      vorrebbero giustificare chi utilizza software
      craccati. Qui spesso si parla di aziende più che
      di utenti domestici, e comunque anche in caso di
      utenze domestiche l'azione è comunque immorale.E non trovi immorale che un gioco single player non possa essere giocato offline ? Ed i problemi che blizzard ha dato ai giocatori paganti non sono immorali anche quelli ?
      Spesso ci sono alternative gratuite, eppure si
      pirata lo stesso.
      Perchè? Perché alla gente piace la sensazione di
      avere gratuitamente un programma da migliaia di
      euro: si sentono "furbi" e credono di aver
      "risparmiato".Quindi scaricano il programma, se lo guardano, essendo qualcosa di professionale (visto che costa migliaia di euro) certo non serve loro in casa ma al piu' aumentano la propria cultura e poi se va bene lo cancellano pure. Chi ha subito danni in tutto cio ?
      Quindi altro che diritto alla cultura! Questo è
      l'ennesima dimostrazione che la gente pirata per
      avere un vantaggio economico, non per migliorare
      la propria conoscenza.Nell'esempio sopra invece ha un vantaggio culturale non economico ne' provoca danni economici.
      • Basta Pirateria scrive:
        Re: Basta con la pirateria
        - Scritto da: krane[...]
        E non trovi immorale che un gioco single player
        non possa essere giocato offline ? Se è scritto chiaramente sulla confezione (come in questo caso) non lo trovo immorale.Libero di non comprare no?
        Ed i problemi
        che blizzard ha dato ai giocatori paganti non
        sono immorali anche quelli
        ?No, sono solo imbarazzanti :)btw Blizard sa il fatto suo: vedrai che nei prossimi giorni i problemi rientreranno.[...]
        Quindi scaricano il programma, se lo guardano,
        essendo qualcosa di professionale (visto che
        costa migliaia di euro) certo non serve loro in
        casa ma al piu' aumentano la propria cultura e
        poi se va bene lo cancellano pure. Chi ha subito
        danni in tutto cioNo: per questo ci sono le demo, le trial e le shareware.Craccare il programma "a scopo educativo" è una balla e lo sai anche tu.
        • krane scrive:
          Re: Basta con la pirateria
          - Scritto da: Basta Pirateria
          - Scritto da: krane
          [...]

          E non trovi immorale che un gioco

          single player non possa essere

          giocato offline ?
          Se è scritto chiaramente sulla
          confezione (come in questo caso) non
          lo trovo immorale.Ok.
          Libero di non comprare no?Infatti sto filosofeggiando, non e' il mio genere.

          Ed i problemi che blizzard ha

          dato ai giocatori paganti non

          sono immorali anche quelli ?
          No, sono solo imbarazzanti :)Vabbe', chi lo cracca allora lo cracca da imbarazzato e siamo a posto.
          btw Blizard sa il fatto suo: vedrai che nei
          prossimi giorni i problemi rientreranno.Certo, man mano che i server fake usciranno a dare una mano a quelli ufficiali.
          [...]

          Quindi scaricano il programma, se

          lo guardano, essendo qualcosa di

          professionale (visto che costa

          migliaia di euro) certo non serve

          loro in casa ma al piu' aumentano

          la propria cultura e poi se va

          bene lo cancellano pure. Chi ha

          subito danni in tutto cio
          No: per questo ci sono le demo, le
          trial e le shareware.Infatti l'iter di prima capita a chi offre demo indecenti, so che ad es la demo di autocad fa di tutto di piu', limitandosi a scrivere "versione demo" nei rendering.
          Craccare il programma "a scopo
          educativo" è una balla e lo sai
          anche tu.Tu dovresti sapere che io penso il contrario: punire l'uso non professionale di un programma professionale e' stupito poiche' ti porta al lavoro gente gia' formata (e chi ha vissuto gli anni 80 lo sa).
        • Ubunto scrive:
          Re: Basta con la pirateria
          - Scritto da: Basta Pirateria
          - Scritto da: krane
          [...]

          E non trovi immorale che un gioco single
          player

          non possa essere giocato offline ?

          Se è scritto chiaramente sulla confezione (come
          in questo caso) non lo trovo
          immorale.

          Libero di non comprare no?Libero di comprare e craccare per giocare senza necessità di connessione.In alcuni casi ho DOVUTO farlo, perché il gioco, originale, senza crack non funzionava mentre l'assistenza rispondeva in modo elusivo alle mie richieste (Dragon Age 2).La tesi che si sostiene è che questo genere di "protezioni", non proteggono un bel nulla, non sono in alcun modo giustificate, e costituiscono uno svantaggio solo per chi *paga* il gioco.Devi capire, nel mio caso, che avendo acquistato regolarmente il prodotto, per poterlo utilizzare sono stato costretto ad applicargli una "cura" proveniente da fonti non attendibili.Nel caso (recente) di Diablo3, paghi 60 euro, sei costretto a rimanere connesso (fosse solo per l'attivazione, capirei), e se c'è troppa gente nemmeno riesci ad usare quello che hai pagato?Alla prossima dopo aver pagato, ti chiederanno anche di infilarti una scopa nel cubo e di spazzare la stanza?
      • alvaro scrive:
        Re: Basta con la pirateria
        e che ti obbligano a comprarlo..leggi bene le note e non lo compri se non ti piace...quindi se c'e' la velocita' codice 130 in autostrada tu la superi perche' se no ci metti troppo tempo...che ragionamenti.....sembra di stare all'asilo
        • krane scrive:
          Re: Basta con la pirateria
          - Scritto da: alvaro
          e che ti obbligano a comprarlo..leggi bene le
          note e non lo compri se non ti piace...Visto che non e' il mio genere non lo compro ne' lo scarico.
          quindi se
          c'e' la velocita' codice 130 in autostrada tu la
          superi perche' se no ci metti troppo tempo...che
          ragionamenti.....sembra di stare all'asiloIn effetti con i tuoi interventi ha fortificato quest'impressione.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Basta con la pirateria
          - Scritto da: alvaro
          e che ti obbligano a comprarlo..leggi bene le
          note e non lo compri se non ti piace...Infatti non lo si compra: lo si scarica.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      - Scritto da: Basta Pirateria
      Leggo parecchi commenti che - come al solito -
      vorrebbero giustificare chi utilizza software
      craccati. Qui spesso si parla di aziende più che
      di utenti domestici, e comunque anche in caso di
      utenze domestiche l'azione è comunque immorale.Perchè?
      Spesso ci sono alternative gratuite, eppure si
      pirata lo stesso.Per i giochi non ci sono alternative gratuite.


      Perchè? Perché alla gente piace la sensazione di
      avere gratuitamente un programma da migliaia di
      euro: si sentono "furbi" e credono di aver
      "risparmiato".E allora non venderlo a migliaia di euro e sei a posto.
      Quindi altro che diritto alla cultura! Questo è
      l'ennesima dimostrazione che la gente pirata per
      avere un vantaggio economico, non per migliorare
      la propria
      conoscenza.No: si pirata per non avere uno svantaggio economico, è diverso.
      • Basta Pirateria scrive:
        Re: Basta con la pirateria
        - Scritto da: uno qualsiasi[...]

        Perchè?Perché no?


        Spesso ci sono alternative gratuite, eppure
        si

        pirata lo stesso.

        Per i giochi non ci sono alternative gratuite.
        Ma i giochi sono intrattenimento. Sono supeflui. E di gratuiti comunque ce ne sono a bizzeffe.[...]

        E allora non venderlo a migliaia di euro e sei a
        posto.Io non vendo sw.[...]
        No: si pirata per non avere uno svantaggio
        economico, è
        diverso.Pagare il dovuto intendi?Certo certo
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Basta con la pirateria
          - Scritto da: Basta Pirateria
          - Scritto da: uno qualsiasi
          [...]



          Perchè?

          Perché no?Sei tu che hai affermato che è immorale: l'onere della prova spetta a te.Io dico che non è immorale, perchè piratando si riducono i costi e gli sprechi, e si aumenta la disponibilità di software, rendendo, in definitiva, il mondo migliore.Se vuoi sostenere che è immorale, tira fuori qualche argomento.





          Spesso ci sono alternative gratuite,
          eppure

          si


          pirata lo stesso.



          Per i giochi non ci sono alternative
          gratuite.



          Ma i giochi sono intrattenimento. Sono supeflui.
          E di gratuiti comunque ce ne sono a
          bizzeffe.Se io voglio il gioco X non mi interessa il gioco Y, per quanto possa essere simile.Se mi interessa Super Mario non mi interessa il gioco Giana Sisters (che pure era quasi identico, come modo di giocare)
          [...]

          No: si pirata per non avere uno svantaggio

          economico, è

          diverso.

          Pagare il dovuto intendi?Dovuto? Questo implica che si dovrebbe pagare, mentre così non è.
      • alvaro scrive:
        Re: Basta con la pirateria
        balle...tutte balle piratate e basta
      • panda rossa scrive:
        Re: Basta con la pirateria
        - Scritto da: uno qualsiasi
        No: si pirata per non avere uno svantaggio
        economico, è
        diverso.Non solo economico.Si pirata per non avere uno svantaggio qualunque.Tu installeresti un software gratuito ma con DRM?
    • collione scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      guarda che proprio la moralità non c'entra un tubosemmai è illegale ma non immorale, visto che chi lo fa è convinto di essere nel giusto e che l'immoralità stia nello spremere i polli con prezzi fuori dal mondoovviamente critico l'indagine in sè, in quanto è una buffonata come quelle commissionate da riaa e sociquesti signori parlano di danni, ma loro sono sicuro che, in un mondo dove la pirateria non esiste, quei pirati si trasformerebbero in clienti? molto più facile che la maggioranza di quei pirati si rivolgerebbe all'opensource, con conseguente tracollo del market share per le soluzioni proprietariea me, da linaro, una cosa del genere farebbe immensamente piacere, per cui auguro a bsa e soci di riuscire ad estirpare la pirateria software, così estirperemo contemporaneamente il cancro del software proprietario
      • alvaro scrive:
        Re: Basta con la pirateria
        ah perche ora una cosa illegale e' pure morale...ahahahha
        • krane scrive:
          Re: Basta con la pirateria
          - Scritto da: alvaro
          ah perche ora una cosa illegale e' pure
          morale...ahahahhaPensa a quando era legale la schiavitu'.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Basta con la pirateria
            Non andiamo troppo lontano ... abbiamo in casa nostra un perfetto esempio datato 1938 !
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: Basta con la pirateria

      anche in caso di
      utenze domestiche l'azione è comunque immorale. <b
      NO </b
      E' semplicemente una tua personale opinione. <b
      ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
      p)
    • alvaro scrive:
      Re: Basta con la pirateria
      bravo uno che racconta le cose come stanno...il resto sono solo false giustificazioni...uno o e' onesto o non lo e'...punto.
      • panda rossa scrive:
        Re: Basta con la pirateria
        - Scritto da: alvaro
        bravo uno che racconta le cose come stanno...il
        resto sono solo false giustificazioni...uno o e'
        onesto o non lo
        e'...punto.Tu sei onesto?Te lo fai lo scontrino quando ti porti un dvd della tua bottega a casa da vedere la sera?Non lo fai!Quindi ti stai guardando un film a sbafo.Solo che a differenza mia, stai pure evadendo l'iva.
  • Lorenzo scrive:
    Manca la domanda importante
    Se non fosse possibile piratare quei software li comprerebbe lo stesso ?Chissa' perche' non l'hanno fatta , o magari l'hanno fatta ma le risposte non sono quelle che farebbero loro piacere :)
    • Sgabbio scrive:
      Re: Manca la domanda importante
      - Scritto da: Lorenzo
      Se non fosse possibile piratare quei software li
      comprerebbe lo stesso
      ?
      Chissa' perche' non l'hanno fatta , o magari
      l'hanno fatta ma le risposte non sono quelle che
      farebbero loro piacere
      :)Dubito fortemente che una persona normale si possa permettere le licenza di photoshop.... figuriamoci se parliamo di software come autocad...
      • ruppolo scrive:
        Re: Manca la domanda importante
        Il punto è che se questi software non fossero piratabili sarebbe sorto un mercato di prodotti meno sofisticati ma alla portata di tutti.
        • becker scrive:
          Re: Manca la domanda importante
          - Scritto da: ruppolo
          Il punto è che se questi software non fossero
          piratabili sarebbe sorto un mercato di prodotti
          meno sofisticati ma alla portata di
          tutti.Ci sono già.esempio di fotoritocco. Chi fa cose per hobby (per mttere ad esempio immagini sul proprio sito/spazio su internet non ha bisogno di programmi commerciali complessi ed esistono varie alternative free:GIMP (open source)Paint.net (freeware)Pixia (freeware)HORNIL STYLEPIX FREE (la versione free ha le funzioni fondamentali di fotoritocco)Il problema sono gli utenti ottusi che non sanno scegliere e pensano che esiste solo il programma più pubblicizzato e utilizzano photoshop solo per ritagliare un immagine o inserire il filtro per creare l'effetto foto antiche :-)
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Manca la domanda importante
            Io uso una versione completa di Paint Shop Pro di dieci anni fa, che trovai nel cd di una rivista ed è sempre troppo, per le mie necessità.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Manca la domanda importante
          - Scritto da: ruppolo
          Il punto è che se questi software non fossero
          piratabili sarebbe sorto un mercato di prodotti
          meno sofisticati ma alla portata di
          tutti.Piratandoli, invece, sono comunque alla portata di tutti, e sono più sofisticati.Quindi, l'ipotesi che fai tu (prodotti meno sofisticati) sarebbe stata un male per tutti. Fortunatamente esiste la pirateria.
          • alvaro scrive:
            Re: Manca la domanda importante
            si infatti prima avete ammazzato il cinema..sono anni che non gira un film decente..ora pure il software sempre i soliti programmi...molti che facevano programmi si sono rotti di essere sXXXXXti dopo 5 minuti e quindi non li fanno piu' vanno al mare piuttosto...come me...piuttosto che regalare il mio lavoro preferisco fare il tramviere che far guadagnare i disonesti come certa gente che scrive qui e si arroga a difensore della liberta'...siete dei disonesti la rovina dell'italia, gli stessi che si immatricolano il suv in germania appena e' arrivato befera...e' per gente come voi che non si campa piu'...
          • krane scrive:
            Re: Manca la domanda importante
            - Scritto da: alvaro
            si infatti prima avete ammazzato il cinema..sono
            anni che non gira un film decente..'The Avengers', l'ultimo film Disney, sbanca il botteghino nord americano, con incassi record per 103,2 milioni di dollari di incassi nel fine settimana. E' il secondo week end consecutivo che il film regna incontrastato nelle sale Usa. Lo scorso fine settimana aveva incassato 207,4 milioni di dollari.Non mi sembra proprio che il cinema sia morto con guadagni del genere.
            ora pure il software sempre i soliti
            programmi...molti che facevano programmi
            si sono rotti di essere sXXXXXti dopo 5
            minuti e quindi non li fanno piu'
            vanno al mare piuttosto...come me...Ottimo, e' buona cosa che chi non e' capace cambi mestiere.
            piuttosto che regalare il mio lavoro
            preferisco fare il tramviere che far
            guadagnare i disonesti come certa
            gente che scrive qui e si arroga a
            difensore della liberta'...siete dei
            disonesti la rovina dell'italia, gli
            stessi che si immatricolano il suv
            in germania appena e' arrivato
            befera...e' per gente come voi che
            non si campa piu'...Ma tanto tu fai il tranviere no ? Che problemi hai ?
        • collione scrive:
          Re: Manca la domanda importante
          - Scritto da: ruppolo
          Il punto è che se questi software non fossero
          piratabili sarebbe sorto un mercato di prodotti
          meno sofisticati ma alla portata di
          tutti.appunto, ragion per cui bsa fa le lacrime di coccodrillosenza la pirateria, i loro portafogli non sarebbero così pieni
      • Allibito scrive:
        Re: Manca la domanda importante
        - Scritto da: Sgabbio
        Dubito fortemente che una persona normale si
        possa permettere le licenza di photoshop....
        figuriamoci se parliamo di software come
        autocad...Non è una medicina salvavita, se non puoi permetterti photoshop, lavorerai con paint. Il fatto che non sia alla portata delle tue tasche non giustifica l'appropriazione illecita. Quando apri quel programma dai un'occhiata a quante sono le persone che hanno contribuito alla sua creazione e cerca di farti 2 conti su quanto lavoro sia costato. Io ho photoshop in versione ridotta ma completissimo e l'ho avuto in omaggio con lo scanner. Se non avessi avuto questa possibilità l'avrei comprato, dal momento che mi serve. Molti, non possono comprare sw originali ma girano con l'i-phone in tasca e il tablet in mano... questa è la verità.
        • Kirk scrive:
          Re: Manca la domanda importante
          Io ho lavorato 12 anni per Adobe sui filtri e credimi, ero pagato più che bene ma oggettivamente non comprendo il prezzo finale.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Manca la domanda importante

          Non è una medicina salvavita, se non puoi
          permetterti photoshop, lavorerai con paint.Solo un cretino lavora con paint quando ha a disposizione moltissime alternative gratuite e migliori.
          Il
          fatto che non sia alla portata delle tue tasche
          non giustifica l'appropriazione illecita.Infatti non è illecita: me l'hanno dato volontariamente.
          Quando
          apri quel programma dai un'occhiata a quante sono
          le persone che hanno contribuito alla sua
          creazione e cerca di farti 2 conti su quanto
          lavoro sia costato.E allora? Quando guardi una piramide, quanto lavoro è costata? Eppure mica devi pagarlo tu.
          Io ho photoshop in versione
          ridotta ma completissimo e l'ho avuto in omaggio
          con lo scanner. Se non avessi avuto questa
          possibilità l'avrei comprato, dal momento che mi
          serve.Quindi avresti buttato via dei soldi, dal momento che avresti potuto fare le stesse cose con software gratuito. Già non hai clienti, poi sprechi i soldi... per forza gli affari ti vanno male.
          Molti, non possono comprare sw originali
          ma girano con l'i-phone in tasca e il tablet in
          mano... questa è la
          verità.Dal momento che il software originale e quello copiato sono assolutamente identici, che motivo c'è di avere il software originale?
        • Sgabbio scrive:
          Re: Manca la domanda importante
          - Scritto da: Allibito

          Non è una medicina salvavita, se non puoi
          permetterti photoshop, lavorerai con paint. Il
          fatto che non sia alla portata delle tue tasche
          non giustifica l'appropriazione illecita.Appropriazione di un bene infinitamente duplicabile ?Ehm, quale pare di "le persone normale non si possono permettere le licenze dei due software" non ti è chiara ?E ben specificato che la clientela tipo di quei due software, si possono permettere la spesa, non certo tizio caio che non è nemmeno del settore.La pirateria non intacca le due società minimamente. Quando
          apri quel programma dai un'occhiata a quante sono
          le persone che hanno contribuito alla sua
          creazione e cerca di farti 2 conti su quanto
          lavoro sia costato. sti gran XXXXX dove li mettiamo ?Il punto caro il mio allibito pirate haters per hobby non è "quando è costato" oppure "quanta gente ci ha lavorato" ma del fatto che se io, normale cittadino, mi pirato photoshop, ad adobe non glie ne frega un XXXXX, perchè io non sono nel target di photoshop, capisci che intendo?Io ho photoshop in versione
          ridotta ma completissimo e l'ho avuto in omaggio
          con lo scanner.Ma quello non è il vero photoshop alla fine. Se non avessi avuto questa
          possibilità l'avrei comprato, dal momento che mi
          serve. Molti, non possono comprare sw originali
          ma girano con l'i-phone in tasca e il tablet in
          mano... questa è la
          verità.Blablablablabla i soliti luoghi comini non porovati. Intanto un iphone (non i-phone) o un tablet, non costano quanto photoshop o autocad in primis.Poi tu hai totalmente ignorato il vero punto della situazione, ovvero che la pirateria, per software professionali, sono un falso problema, visto che il cliente tipo si può permettere e rientrare nella spesa facilmente.Poi tu paragoni l'acquisto del HW con il fatto di non acquistare photoshop e auto cad ? MA LOL
    • ruppolo scrive:
      Re: Manca la domanda importante
      Ecco un esemplare di "homo sapiens". O meglio, ciò che ne rimane.
    • Allibito scrive:
      Re: Manca la domanda importante
      - Scritto da: Lorenzo
      Se non fosse possibile piratare quei software li
      comprerebbe lo stesso
      ?
      Chissa' perche' non l'hanno fatta , o magari
      l'hanno fatta ma le risposte non sono quelle che
      farebbero loro piacere
      :)Analisi vecchia e anacronistica, il fatto che lo usano mostra la sua utilità, se non fosse gratuito lo comprerebbero lo stesso se utile o si rifugerebbero in sw free. I programmi di libero uso esistono già, chissà perchè si preferisce piratare quelli a pagamento... forse perchè chi investe di più produce programmi migliori? L'Italia sempre al primo posto tra i furbetti, magari qualcuno ne è orgoglioso...
      • krane scrive:
        Re: Manca la domanda importante
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Lorenzo

        Se non fosse possibile piratare quei software li

        comprerebbe lo stesso ?

        Chissa' perche' non l'hanno fatta , o magari

        l'hanno fatta ma le risposte non sono quelle che

        farebbero loro piacere :)
        Analisi vecchia e anacronistica, il fatto che lo
        usano mostra la sua utilità, se non fosse
        gratuito lo comprerebbero lo stesso se utile o si
        rifugerebbero in sw free. I programmi di libero
        uso esistono già, chissà perchè si preferisce
        piratare quelli a pagamento... forse perchè chi
        investe di più produce programmi migliori?Forse perche' fanno pubblicita ?
        L'Italia sempre al primo posto tra i furbetti,
        magari qualcuno ne è orgoglioso...
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Manca la domanda importante

        Analisi vecchia e anacronistica, il fatto che lo
        usano mostra la sua utilità, se non fosse
        gratuito lo comprerebbero lo stesso se utile o si
        rifugerebbero in sw free. I programmi di libero
        uso esistono già, chissà perchè si preferisce
        piratare quelli a pagamentoSemplicemente perchè li pubblicizzano di più.
        ... forse perchè chi
        investe di più produce programmi migliori?No, spesso li realizza peggiori (vedi windows)
        L'Italia sempre al primo posto tra i furbetti,
        magari qualcuno ne è
        orgoglioso...Certo: c'è da essere orgogliosi di essere furbi.Oppure preferisci essere orgoglioso di agire da stupido?
        • Basta Pirateria scrive:
          Re: Manca la domanda importante
          - Scritto da: uno qualsiasi[...]
          Certo: c'è da essere orgogliosi di essere furbi.[...]No.C'è da essere orgogliosi ad essere intelligenti.Il "furbo" spesso lo è a danno del prossimo. E c'è poco da esserne orgogliosi.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Manca la domanda importante

            Il "furbo" spesso lo è a danno del prossimo. A danno di chi, in questo caso?
    • Basta Pirateria scrive:
      Re: Manca la domanda importante
      - Scritto da: Lorenzo
      Se non fosse possibile piratare quei software li
      comprerebbe lo stesso
      ?Ma che domanda è?Se mio nonno avesse 4 palle sarebbe un flipper?
  • pippo75 scrive:
    Copiare è legare in vari casi
    http://tinyurl.com/dxy2szociao.
  • Metal_neo scrive:
    Fornire software gratuito
    Mettendo da parte l'opensource, i produttori di software potrebbero fornire delle versioni gratuite dei propri software, che risultino complete (molti si muovono verso questa direzione). Non delle demo che non servono a niente o con delle limitazioni che in pratica non riesco a far provare il prodotto.Ad esempio Autodesk fornisce tutto il proprio gratuitamente per l'uso libero, ma in fase di stampa appaiono delle scritte sulla pagina stampata. Ma per il resto è perfettamente funzionale.Mamma Redmonf potrebbe fornire gratuitamente la starter edition di Win che ha parecchie limitazioni, e poi dare la possibilità di pagare per una versione superiore.La pirateria del software calerebbe subito e di molto. Non credo che uno vada a scaricarsi illegalmente software per principio, semplicemente non ha senso che vada a spendere per un programma che userà solo una volta o che funzionalità che non gli servono.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Fornire software gratuito
      - Scritto da: Metal_neo
      Mettendo da parte l'opensource, i produttori di
      software potrebbero fornire delle versioni
      gratuite dei propri software, che risultino
      complete (molti si muovono verso questa
      direzione). Non delle demo che non servono a
      niente o con delle limitazioni che in pratica non
      riesco a far provare il
      prodotto.
      Ad esempio Autodesk fornisce tutto il proprio
      gratuitamente per l'uso libero, ma in fase di
      stampa appaiono delle scritte sulla pagina
      stampata. Ma per il resto è perfettamente
      funzionale.
      Mamma Redmonf potrebbe fornire gratuitamente la
      starter edition di Win che ha parecchie
      limitazioni, e poi dare la possibilità di pagare
      per una versione
      superiore.
      La pirateria del software calerebbe subito e di
      molto. Non credo che uno vada a scaricarsi
      illegalmente software per principio,
      semplicemente non ha senso che vada a spendere
      per un programma che userà solo una volta o che
      funzionalità che non gli
      servono.L'esempio di windows è qualcosa di osceno...dai già speculano sulle edizioni differenti artificiose...
      • tucumcari scrive:
        Re: Fornire software gratuito
        - Scritto da: Sgabbio
        - Scritto da: Metal_neo

        Mettendo da parte l'opensource, i produttori di

        software potrebbero fornire delle versioni

        gratuite dei propri software, che risultino

        complete (molti si muovono verso questa

        direzione). Non delle demo che non servono a

        niente o con delle limitazioni che in pratica
        non

        riesco a far provare il

        prodotto.

        Ad esempio Autodesk fornisce tutto il proprio

        gratuitamente per l'uso libero, ma in fase di

        stampa appaiono delle scritte sulla pagina

        stampata. Ma per il resto è perfettamente

        funzionale.

        Mamma Redmonf potrebbe fornire gratuitamente la

        starter edition di Win che ha parecchie

        limitazioni, e poi dare la possibilità di pagare

        per una versione

        superiore.

        La pirateria del software calerebbe subito e di

        molto. Non credo che uno vada a scaricarsi

        illegalmente software per principio,

        semplicemente non ha senso che vada a spendere

        per un programma che userà solo una volta o che

        funzionalità che non gli

        servono.

        L'esempio di windows è qualcosa di osceno...dai
        già speculano sulle edizioni differenti
        artificiose...Lo fanno anche con gli allestimenti delle auto ma mica ti ci inc4pzi così però
    • Allibito scrive:
      Re: Fornire software gratuito
      - Scritto da: Metal_neo
      Mettendo da parte l'opensource, i produttori di
      software potrebbero fornire delle versioni
      gratuite dei propri software, che risultino
      complete (molti si muovono verso questa
      direzione). Non delle demo che non servono a
      niente o con delle limitazioni che in pratica non
      riesco a far provare il
      prodotto.
      Ad esempio Autodesk fornisce tutto il proprio
      gratuitamente per l'uso libero, ma in fase di
      stampa appaiono delle scritte sulla pagina
      stampata. Ma per il resto è perfettamente
      funzionale.
      Mamma Redmonf potrebbe fornire gratuitamente la
      starter edition di Win che ha parecchie
      limitazioni, e poi dare la possibilità di pagare
      per una versione
      superiore.
      La pirateria del software calerebbe subito e di
      molto. Non credo che uno vada a scaricarsi
      illegalmente software per principio,
      semplicemente non ha senso che vada a spendere
      per un programma che userà solo una volta o che
      funzionalità che non gli
      servono.Basta non comprare e non piratare ciò che non serve.
      • krane scrive:
        Re: Fornire software gratuito
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Metal_neo

        Mettendo da parte l'opensource, i produttori di

        software potrebbero fornire delle versioni

        gratuite dei propri software, che risultino

        complete (molti si muovono verso questa

        direzione). Non delle demo che non servono a

        niente o con delle limitazioni che in pratica
        non

        riesco a far provare il

        prodotto.

        Ad esempio Autodesk fornisce tutto il proprio

        gratuitamente per l'uso libero, ma in fase di

        stampa appaiono delle scritte sulla pagina

        stampata. Ma per il resto è perfettamente

        funzionale.

        Mamma Redmonf potrebbe fornire gratuitamente la

        starter edition di Win che ha parecchie

        limitazioni, e poi dare la possibilità di pagare

        per una versione

        superiore.

        La pirateria del software calerebbe subito e di

        molto. Non credo che uno vada a scaricarsi

        illegalmente software per principio,

        semplicemente non ha senso che vada a spendere

        per un programma che userà solo una volta o che

        funzionalità che non gli

        servono.
        Basta non comprare e non piratare ciò che non
        serve.Se pirati hai piu' vantaggi, perche' non piratare ?Quali controindicazioni
        • Metal_neo scrive:
          Re: Fornire software gratuito
          - Scritto da: krane
          Se pirati hai piu' vantaggi, perche' non piratare
          ?
          Quali controindicazioniA livello personale nessuno. Ma se lo usi per lavorare sarebbe anche giusto pagarlo il software prima o dopo.
          • krane scrive:
            Re: Fornire software gratuito
            - Scritto da: Metal_neo
            - Scritto da: krane

            Se pirati hai piu' vantaggi, perche'

            non piratare ?

            Quali controindicazioni
            A livello personale nessuno. Ma se lo usi per
            lavorare sarebbe anche giusto pagarlo il
            software prima o dopo.Infatti, lo dico anche io sotto.
      • Metal_neo scrive:
        Re: Fornire software gratuito
        - Scritto da: Allibito
        Basta non comprare e non piratare ciò che non
        serve.Molti non sanno che esiste GIMP (o cercano tutorial solo per PS) e perciò si scaricano l'intera MasterSuite della Adobe.Se uno studente vuole continuare a lavorare a casa con i suoi schemi in AutoCAD e non avesse la possibilità di scaricare versioni gratuite di AutoCAD cosa fa? Spende 5000 per l'originale? Direi di no.Se la gente trova software abbastanza completo gratuitamente lo scarica, e magari andrà anche a comprare la versione completa se crede che valga i soldi. Se uno studente scarica la versione gratuita o piratata di AutoCAD, è facile che un giorno se lo comprerà per lavorarci.Se una software house non fornisce software gratuito decente ci pensa la pirateria. Che fa anche parecchia pubblicità.
  • Mr Stallman scrive:
    Di Legale c'è solo Linux
    Anche perche le soluzioni proprietarie sono tali per consentire agli utonti finali azioni illegali.
    • Zuccone scrive:
      Re: Di Legale c'è solo Linux
      - Scritto da: Mr Stallman
      Anche perche le soluzioni proprietarie sono tali
      per consentire agli utonti finali azioni
      illegali.utonti finali? No dai, non darti dell'utonto, sicuramente sei un grande hacker... (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • ohi ohi scrive:
    software pirata?
    software pirata?come windows o osx, che installano rootkit e backdoor?o come tante "applicazioni" blindate che tracciano, spiano, profilano...o come tutto il software cosidetto "proprietario" che altro non è che FURTO "legalizzato" dei beni pubblici comuni della conoscenza?
  • kaiserbaldo scrive:
    Seee
    "il 57 per cento dei possessori di PC ha ammesso l'acquisto o lo scaricamento di software pirata, che si tratti di attività occasionale o abituale."il 43% non lo ammette.. questa e' la verita'!
    • Franky scrive:
      Re: Seee
      - Scritto da: kaiserbaldo
      "il 57 per cento dei possessori di PC ha ammesso
      l'acquisto o lo scaricamento di software pirata,
      che si tratti di attività occasionale o
      abituale."

      il 43% non lo ammette.. questa e' la verita'!il 57% degli utenti e' andato a Redmond da Bill Gates e gli ha detto... <<ciao Bill siamo venuti a dirti che abbiamo scaricato software pirata...Sei contento?

      Lui: <<si come una pasqua!!!! Almeno non avete scaricato Ubuntu ed openoffice e per questo vi ringrazio...con tutti i bug che hanno i miei software fa piacere sapere che siete venuti a farmi sapere che piratate il mio software!!!

      (rotfl)(rotfl)
  • panda rossa scrive:
    Dati palesemente contrastanti.
    Questo report annuale e' la solita fuffa, con numeri ottenuti lanciando il dado, perche' devono in qualche modo giustificare sia se stessi, sia le sovvenzioni che hanno ricevuto.La fuffa e' palese: basta confrontare i dati che loro stessi hanno prodotto:a) il 57 per cento dei possessori di PC ha ammesso l'acquisto o lo scaricamento di software piratab) il 20 per cento dei pirati attivi nei mercati maturi smetterebbe di acquisire software illecito con la paura di essere colto in fallo Cioe', e' una barzelletta.- Buongiorno, siamo la BSA, potremmo farle qualche domanda? - Prego.- Lei ha un PC? - Certo.- Lei scarica software pirata? - Certo.- Lei smetterebbe di scaricare se la sgamassero? - Certo.- E come potrebbero sgamarla? - Forse dovrei confessarlo, ma non sono mica scemo!
    • OldDog scrive:
      Re: Dati palesemente contrastanti.
      Non solo, dati modificati ad arte per simulare una crescita di un fenomeno che in realtà è stabile o diminuisce."È cresciuto però il valore commerciale del software illecito"significa che la licenza che hanno piratato ieri, ieri la vendevano a 100 euro, ma oggi hanno deciso che vale 150 euro, quindi il valore piratato è aumentato del 50% in una notte!Non solo: ad ogni update di un software, sommano quelle piratate come licenze diverse, mentre è probabile che il "pirata incallito" tenga aggiornata (non gli costa nulla) pur sempre una singola installazione, quindi il fenomeno non "aumenta" come diffusione, anche se ovviamente queste persone sono fuori dalla "mungitura" periodica di denaro in licenze d'aggiornamento delle sw house.Nel mondo reale, come si sa, sono poche le aziende che sentono l'esigenza di un update continuo: molte aziende convivono ancora con licenze (regolarmente pagate) di MS Office 2003 o 2007, e non sono dei pirati per non aver aggiornato a 2010.Per finire, con la nota crisi mondiale le aziende in media hanno grandemente ridotto gli investimenti sw, quindi non hanno bisogno di comprare nuove licenze, ma non per questo si sono buttate nel piratato. Quei numeri di BSA, IMHO palesemente, sono poco credibili.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Dati palesemente contrastanti.
        - Scritto da: OldDog
        Non solo, dati modificati ad arte per simulare
        una crescita di un fenomeno che in realtà è
        stabile o
        diminuisce.
        "È cresciuto però il valore commerciale del
        software
        illecito"
        significa che la licenza che hanno piratato ieri,
        ieri la vendevano a 100 euro, ma oggi hanno
        deciso che vale 150 euro, quindi il valore
        piratato è aumentato del 50% in una
        notte!

        Non solo: ad ogni update di un software, sommano
        quelle piratate come licenze diverse, mentre è
        probabile che il "pirata incallito" tenga
        aggiornata (non gli costa nulla) pur sempre una
        singola installazione, quindi il fenomeno non
        "aumenta" come diffusione, anche se ovviamente
        queste persone sono fuori dalla "mungitura"
        periodica di denaro in licenze d'aggiornamento
        delle sw
        house.

        Nel mondo reale, come si sa, sono poche le
        aziende che sentono l'esigenza di un update
        continuo: molte aziende convivono ancora con
        licenze (regolarmente pagate) di MS Office 2003 o
        2007, e non sono dei pirati per non aver
        aggiornato a
        2010.
        Per finire, con la nota crisi mondiale le aziende
        in media hanno grandemente ridotto gli
        investimenti sw, quindi non hanno bisogno di
        comprare nuove licenze, ma non per questo si sono
        buttate nel piratato. Quei numeri di BSA, IMHO
        palesemente, sono poco
        credibili.Dirò di più probabilmente anche molti "pirati" non si affannano più come un tempo ad installare l'ultima versione... office 2010 sarebbe meglio di office 2000? Windows 7 è meglio di windows XP? La gente si sta stufando di cambiare hardware e software per fare le stesse cose!
    • Franky scrive:
      Re: Dati palesemente contrastanti.
      - Scritto da: panda rossa
      Questo report annuale e' la solita fuffa, con
      numeri ottenuti lanciando il dado, perche' devono
      in qualche modo giustificare sia se stessi, sia
      le sovvenzioni che hanno
      ricevuto.

      La fuffa e' palese: basta confrontare i dati che
      loro stessi hanno
      prodotto:

      a) il 57 per cento dei possessori di PC <b
      ha
      ammesso </b
      l'acquisto o lo scaricamento di
      software
      pirata

      b) il 20 per cento dei pirati attivi nei mercati
      maturi <b
      smetterebbe </b
      di acquisire software
      illecito <b
      con la paura di essere colto in
      fallo </b



      Cioe', e' una barzelletta.
      - Buongiorno, siamo la BSA, potremmo farle
      qualche
      domanda?
      - Prego.
      - Lei ha un PC?
      - Certo.
      - Lei scarica software pirata?
      - Certo.
      - Lei smetterebbe di scaricare se la sgamassero?
      - Certo.
      - E come potrebbero sgamarla?
      - Forse dovrei confessarlo, ma non sono mica
      scemo!ottima osservazione...infatti molti si chiedono quale attendibilita' possano avere degli studi di parte compiuti da istituti nati con lo scopo di confermare una ipotesi...senza la quale non avrebbero sovvenzioni per poter continuare i loro studi... mi spiego prendiamo che viene fondato un istituto per lo studio degli UFO...ovvio che anche se nessun UFO viene avvistato faranno di tutto per dire che c'e' stato un determinato numero di avvistamenti... se dicessero e' dieci anni che esistiamo e non abbiamo mai documentato granche'...chi li sovvenziona direbbe: allora se gli UFO non esistono che vi sovvenziono a fare?
      • panda rossa scrive:
        Re: Dati palesemente contrastanti.
        - Scritto da: Franky

        ottima osservazione...infatti molti si chiedono
        quale attendibilita' possano avere degli studi di
        parte compiuti da istituti nati con lo scopo di
        confermare una ipotesi...senza la quale non
        avrebbero sovvenzioni per poter continuare i loro
        studi... mi spiego prendiamo che viene fondato un
        istituto per lo studio degli UFO...ovvio che
        anche se nessun UFO viene avvistato faranno di
        tutto per dire che c'e' stato un determinato
        numero di avvistamenti... se dicessero e' dieci
        anni che esistiamo e non abbiamo mai documentato
        granche'...chi li sovvenziona direbbe: allora se
        gli UFO non esistono che vi sovvenziono a
        fare?Per l'appunto.Se questa inutile gentaglia dovesse dire le cose come stanno, dovrebbe confessare al mondo che questa cosiddetta "pirateria" non solo non danneggia il mercato, ma fa risparmiare migliaia di dollari in pubblicita' alle case produttrici, confessare la propria inutilita', restituire tutte le sovvenzioni prese fino ad oggi e togliere definitivamente il disturbo.Non lo faranno mai!Piuttosto saranno essi stessi a favorire la pirateria al solo scopo di giustificare la loro inutile presenza.
  • Pivello scrive:
    Software freeware
    La stragrande maggioranza di quelli che usano software crackato e piratato non lo fa per una reale necessità o perché gli serve per forza quel dato software, ma per semplice e pura ignoranza o per il piacere di farlo.Esiste una quantità impressionante di software gratuito per coprire ogni esigenza e anche oltre di un normale utente (i professionisti invece è anche giusto che paghino), basta informarsi e avere voglia di farlo.Un esempio: http://www.programmifree.com/software.htm
    • krane scrive:
      Re: Software freeware
      - Scritto da: Pivello
      La stragrande maggioranza di quelli che usano
      software crackato e piratato non lo fa per una
      reale necessità o perché gli serve per forza quel
      dato software, ma per semplice e pura ignoranza o
      per il piacere di farlo.
      Esiste una quantità impressionante di software
      gratuito per coprire ogni esigenza e anche oltre
      di un normale utente (i professionisti invece è
      anche giusto che paghino), basta informarsi e
      avere voglia di farlo.
      Un esempio:
      http://www.programmifree.com/software.htmAlla fine quello che fa numero sono i videogame.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: Software freeware
      - Scritto da: Pivello
      La stragrande maggioranza di quelli che usano
      software crackato e piratato non lo fa per una
      reale necessità o perché gli serve per forza quel
      dato software, ma per semplice e pura ignoranza o
      per il piacere di
      farlo.E' vero che ci sono i "collezionisti" che in fondo non fanno danno ma l'ignoranza è spesso portata come scusa. Inoltre in Italia ci sono fior di aziende e professionisti che licenziano un numero di prodotti insufficienti (tipo ho 100 utenti, compro 50 licenze). E questi meritano di essere perseguiti.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Software freeware
        - Scritto da: Zucca Vuota
        - Scritto da: Pivello

        La stragrande maggioranza di quelli che usano

        software crackato e piratato non lo fa per
        una

        reale necessità o perché gli serve per forza
        quel

        dato software, ma per semplice e pura
        ignoranza
        o

        per il piacere di

        farlo.

        E' vero che ci sono i "collezionisti" che in
        fondo non fanno danno ma l'ignoranza è spesso
        portata come scusa. Inoltre in Italia ci sono
        fior di aziende e professionisti che licenziano
        un numero di prodotti insufficienti (tipo ho 100
        utenti, compro 50 licenze). E questi meritano di
        essere
        perseguiti.Dipende poi anche da come mettono le licenze.
        • MeX scrive:
          Re: Software freeware

          Dipende poi anche da come mettono le licenze.in che senso?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Software freeware
            Che molte software house, in certe situazioni, non ti fanno una licenza per copia, ma ti fa pagare tot per tutto il tuo parco macchine ad esempio.Oppure ci sono licenze che non hanno il limite di una sola installazione.
          • MeX scrive:
            Re: Software freeware
            ah certo, come le licenze del Mac App Store per esempio ;)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Software freeware
            non inventarti storie.
          • MeX scrive:
            Re: Software freeware
            "When you buy an app on the Mac App Store, youre getting the rights to run that program on any Macs you own and operate, for your personal use. Basically, if your household has a half-dozen different Macs, including desktops and laptops, you can buy a copy of Gratuitous Space Battles and play it on every single one of them. Consider a purchase of consumer software via the Mac App Store to be a bit like buying a household site license for the app."http://www.macworld.com/article/1157018/appstore_licensing.html
          • Sgabbio scrive:
            Re: Software freeware
            non inventarti storie e non divagare quanto hai torto.
          • MeX scrive:
            Re: Software freeware
            ma hai cliccato il link o ti si è rotto il mouse?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Software freeware
            continui su questo tasto ?
          • MeX scrive:
            Re: Software freeware
            perché dici che mi "invento" storie quando ti ho provato che il MAS ha una licenza molto permissiva e vantaggiosa per l'utente e che tra l'altro non impone nemmeno l'utilizzo di DRM?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Software freeware
            Stai cambiando argomento.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Software freeware
            Perdi il tuo tempo, mex non è fisicamente capace di fare un discorso coerente.
          • MeX scrive:
            Re: Software freeware
            interessante, come si fa fisicamente un discorso?
    • bubba scrive:
      Re: Software freeware
      - Scritto da: Pivello
      La stragrande maggioranza di quelli che usano
      software crackato e piratato non lo fa per una
      reale necessità o perché gli serve per forza quel
      dato software, ma per semplice e pura ignoranza o
      per il piacere di
      farlo.questo e' ASSOLUTAMENTE vero... ma, come dire, chi e' causa del suo mal, pianga se stesso. "L'utontizzazione" dell'informatica non e' nata spontaneamente... piace al mercato (=consumer = big numbers). Questo pero' ha delle conseguenze.
    • Franky scrive:
      Re: Software freeware
      - Scritto da: Pivello
      La stragrande maggioranza di quelli che usano
      software crackato e piratato non lo fa per una
      reale necessità o perché gli serve per forza quel
      dato software, ma per semplice e pura ignoranza o
      per il piacere di
      farlo.

      Esiste una quantità impressionante di software
      gratuito per coprire ogni esigenza e anche oltre
      di un normale utente (i professionisti invece è
      anche giusto che paghino), basta informarsi e
      avere voglia di
      farlo.

      Un esempio:
      http://www.programmifree.com/software.htmInfatti...questi di BSA sono semplicemente ridicoli!! c'e' linux ed il progetto gnu...il loro software non ci serve...possono stare tranquilli...le loro perdite reali si aggirano sullo 0%....
    • becker scrive:
      Re: Software freeware
      - Scritto da: Pivello
      La stragrande maggioranza di quelli che usano
      software crackato e piratato non lo fa per una
      reale necessità o perché gli serve per forza quel
      dato software, ma per semplice e pura ignoranza o
      per il piacere di
      farlo.

      Esiste una quantità impressionante di software
      gratuito per coprire ogni esigenza e anche oltre
      di un normale utente (i professionisti invece è
      anche giusto che paghino), basta informarsi e
      avere voglia di
      farlo.

      Un esempio:
      http://www.programmifree.com/software.htmHai ragione!!Ad un amico avevo reinstallato Windows gli ho installato Libre Office, il computer lo usava per casa per documenti semplici..Lo sapete cosa ha fatto? Si è installato MS Office (ovviamente craccato) perchè con l'interfaccia diversa (da quella ribbon) gli dava l'impressione che era un programma più scarso e non si sapeva adattare!!!
    • Basta Pirateria scrive:
      Re: Software freeware
      - Scritto da: Pivello
      La stragrande maggioranza di quelli che usano
      software crackato e piratato non lo fa per una
      reale necessità o perché gli serve per forza quel
      dato software, ma per semplice e pura ignoranza o
      per il piacere di
      farlo.[...]Io all'ignoranza ci credo poco.Si pirata perché si riesce a farlo con semplicità. Della serie: visto che quasi sicuramente non mi faranno la multa allora parcheggio sulle strisce.
  • Pianeta Video 2000 scrive:
    ...
    E infatti sono proprio necessarie misure più drastiche in materia di enforcement sul diritto d'autore.E per i pirati:[img]http://www.direttanews.it/wp-content/uploads/guantanamo1.jpg[/img]
    • axl scrive:
      Re: ...
      che noia... sempre le solite cose quando oramai state chiudendo tutte..ma pensare a ccome risollevavarsi con una nuova attività no ??
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: ...
      per i videotecari invece:[img]http://digilander.libero.it/romakebab/valenziani.jpg[/img]
    • ohi ohi scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video 2000
      E infatti sono proprio necessarie misure più
      drastiche in materia di enforcement sul diritto
      d'autore.
      E per i pirati:

      [img]http://www.direttanews.it/wp-content/uploads/
      [/img]ma vergognati
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: ...
      Ma tu da quale parte delle sbarre sarai?
    • mirella scrive:
      Re: ...
      hai ancora Terminator a noleggio? quanto mi costa al giorno?
      • panda rossa scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: mirella
        hai ancora Terminator a noleggio? quanto mi costa
        al
        giorno?Al giorno?Vorrai dire all'ora!
  • Sgabbio scrive:
    paragone sciocco..
    "Se il 48 per cento dei consumatori taccheggiasse i prodotti sugli scaffali dei negozi, questo sicuramente indurrebbe le Istituzioni ad intensificare la sorveglianza da parte delle forze dell'ordine e ad appesantire le pene per i trasgressori della legge", questo il commento di Matteo Mille, Presidente di BSA Italia. Il solito paragone fallacce nel mettere nello stesso piano, beni immateriali infinitamente riproducibili a beni materiali, che sono l'opposto....
    • ohi ohi scrive:
      Re: paragone sciocco..
      - Scritto da: Sgabbio
      <i
      "Se il 48 per cento dei consumatori
      taccheggiasse i prodotti sugli scaffali dei
      negozi, questo sicuramente indurrebbe le
      Istituzioni ad intensificare la sorveglianza da
      parte delle forze dell'ordine e ad appesantire le
      pene per i trasgressori della legge", questo il
      commento di Matteo Mille, Presidente di BSA
      Italia. </i


      Il solito paragone fallacce nel mettere nello
      stesso piano, beni immateriali infinitamente
      riproducibili a beni materiali, che sono
      l'opposto....... trasformando beni comuni illimitati, che dovrebbero essere nella piena disponibilità di tutti, in merci rese fittiziamente scarse a vantaggio di rendite e profitti dei PIRATI che se ne appropriano grazie a dispositivi giuridici come brevetti, copyright, marchi...tutto il disprezzo possibile per costoro
    • OldDog scrive:
      Re: paragone sciocco..
      - Scritto da: Sgabbio
      <i
      "Se il 48 per cento dei consumatori
      taccheggiasse i prodotti sugli scaffali dei
      negozi, questo sicuramente indurrebbe le
      Istituzioni ad intensificare la sorveglianza da
      parte delle forze dell'ordine e ad appesantire le
      pene per i trasgressori della legge", questo il
      commento di Matteo Mille, Presidente di BSA
      Italia. </i

      Se il 100% dei politicanti et similia continua a rigirare i numeri con spregio del buon senso e della matematica, per sostenere oltre ogni decenza interessi privati a danno dei consumatori, sicuramente auspico l'avvento di una rivoluzione politica che scacci a pedate queste persone come i mercanti dal Tempio.Si comprano i politici con favori e fondi;Si comprano il silenzio dell'informazione con le quote pubblicitarie;Si comprano i favori delle forze dell'ordine con agevolazioni ad personam, scambiando la fuffa della pirateria di piccolo cabotaggio con la testa voltata sulle violazioni dei contratti (vessatori) ai clienti;E' questo il modello di sviluppo del mondo sw che può rilanciare l'economia delle nazioni, o è parte di quel modello speculativo che ha confuso produzione con operazione finanziaria, giusti guadagni con rendite a vita?
    • MeX scrive:
      Re: paragone sciocco..
      il paragone non regge ma il problema non è la "replicazione" il problema è che se molti meno comprano di fatto chi vende software fa più difficoltà ad arrivare a guadagnarci dal proprio lavoro.Non ha nemmeno senso "quantificare" il valore della pirateria, acquisti "potenziali" non sono "acquisti" non puoi sapere se Tizio avrebbe comprato Photoshop.Ma è indubbio che alla cresicta esponenziale del file sharing corrisponde una decrescita esponenziale degli introiti.
      • krane scrive:
        Re: paragone sciocco..
        - Scritto da: MeX
        il paragone non regge ma il problema non è la
        "replicazione" il problema è che se molti meno
        comprano di fatto chi vende software fa più
        difficoltà ad arrivare a guadagnarci dal proprio
        lavoro.Non e' mica obbligatorio guadagnare dal proprio lavoro, c'e' il rischio di impresa, se non guadagni abbastanza chiudi o minacci di farlo, se qualcuno ha bisogno di te paghera... Non pagano ? Spiace, puniscili chiudendo.
        Non ha nemmeno senso "quantificare" il valore
        della pirateria, acquisti "potenziali" non sono
        "acquisti" non puoi sapere se Tizio avrebbe
        comprato Photoshop.
        Ma è indubbio che alla cresicta esponenziale
        del file sharing corrisponde una decrescita
        esponenziale degli introiti.Ci puoi mostrare qualche statistica a riguardo ?
      • panda rossa scrive:
        Re: paragone sciocco..
        - Scritto da: MeX
        il paragone non regge ma il problema non è la
        "replicazione" il problema è che se molti meno
        comprano di fatto chi vende software fa più
        difficoltà ad arrivare a guadagnarci dal proprio
        lavoro.E' quello che vogliamo: fare in modo che piu' nessuno venda software.I programmatori venderanno il loro tempo sviluppando software su commissione, e gli intermediari andranno a zappare.
        Non ha nemmeno senso "quantificare" il valore
        della pirateria, acquisti "potenziali" non sono
        "acquisti" non puoi sapere se Tizio avrebbe
        comprato
        Photoshop.Lo sai benissimo invece: nessuno comprerebbe mai photoshop a quel prezzo!
        Ma è indubbio che alla cresicta esponenziale del
        file sharing corrisponde una decrescita
        esponenziale degli
        introiti.Perche' una copia vale zero e il servizio di fare le copie non e' piu' richiesto perche' ognuno e' capace di farsi il ghiaccio da se'.
        • MeX scrive:
          Re: paragone sciocco..

          E' quello che vogliamo: fare in modo che piu'
          nessuno venda
          software.
          I programmatori venderanno il loro tempo
          sviluppando software su commissione, e gli
          intermediari andranno a
          zappare.ma così invece che avere Software come Maya o Photoshop avrai n mila versioni custom e si dovrà reinventare la ruota ogni volta
          Lo sai benissimo invece: nessuno comprerebbe mai
          photoshop a quel
          prezzo!nessuno che lo usa per fare i meme, ma uno che di mestiere fa il fotografo non penso abbia problemi a comprarsi photoshop, così come non ha problemi a spendere più di 1000 per un pezzo di vetro
          Perche' una copia vale zero e il servizio di fare
          le copie non e' piu' richiesto perche' ognuno e'
          capace di farsi il ghiaccio da
          se'.si ma il ghiaccio si fa con l'acqua, se non ti arriva più acqua "fresca" come li fai i cubetti?Se Adobe si fermava alla versione 1 di Photoshop invece che arrivare alla CS6 ci guadagnavamo?
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX

            ma così invece che avere Software come Maya o
            Photoshop avrai n mila versioni custom e si dovrà
            reinventare la ruota ogni
            voltaNon è detto che sia cosi.Se parliamo di certi applicativi poi si possono essere altre via di sussistenza, che la mera licenza per copia.

            nessuno che lo usa per fare i meme, ma uno che di
            mestiere fa il fotografo non penso abbia problemi
            a comprarsi photoshop, così come non ha problemi
            a spendere più di 1000 per un pezzo di
            vetroAllora dove sta il problema della pirateria sui software professionali ?

            si ma il ghiaccio si fa con l'acqua, se non ti
            arriva più acqua "fresca" come li fai i
            cubetti?In un pianeta ricoperto quasi interamente d'acqua ?
            Se Adobe si fermava alla versione 1 di Photoshop
            invece che arrivare alla CS6 ci
            guadagnavamo?Chi a detto che si doveva fermare lo sviluppo di photoshop se non vende per copia ?
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..

            Non è detto che sia cosi.
            Se parliamo di certi applicativi poi si possono
            essere altre via di sussistenza, che la mera
            licenza per
            copia.certo! anzi, ci sono software che non hanno nemmeno un "mercato" se non la singola azienda che "richiede" su commissione, ma non TUTTI i software possono essere prodotti come suggerito da panda rossa
            Allora dove sta il problema della pirateria sui
            software professionali
            ?che ho detto che "può" comprarlo, ma "può" anche averlo gratisSecondo te se metto su Ebay un teleobiettivo GRATIS e tu lo vendi a 1000 chi ne "vende" di più?
            In un pianeta ricoperto quasi interamente d'acqua
            ?in tutti questi anni di software "validi" come alternative a Photoshop non ce ne sono molti, anzi, nessuno compete al 100% con Photoshop non vedo tutta questa "acqua fresca"
            Chi a detto che si doveva fermare lo sviluppo di
            photoshop se non vende per copia
            ?se non vende per copia avrebbe fatto Photoshop 1 per Oliviero Toscani e poi doveva aspettare la commissione di un altro cliente, e perché mai Oliviero ti dovrebbe dare a gratis la sua copia?
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX

            certo! anzi, ci sono software che non hanno
            nemmeno un "mercato" se non la singola azienda
            che "richiede" su commissione, ma non TUTTI i
            software possono essere prodotti come suggerito
            da panda
            rossaEhm, che ho detto io ? Per certi sfotware si usa un modo diverso per sostenere il tutto.

            che ho detto che "può" comprarlo, ma "può" anche
            averlo
            gratis
            Secondo te se metto su Ebay un teleobiettivo
            GRATIS e tu lo vendi a 1000 chi ne "vende" di
            più?paragone bene materiale con bene immateriale... ci risiamo.... Ma ripeto, l'utente professionale non si fa problemi a comprasi photoshop e non lo pirata di certo.L'utente privato difficilmente se lo compra per ovvie ragioni di licenza, adobe lo sa.

            in tutti questi anni di software "validi" come
            alternative a Photoshop non ce ne sono molti,
            anzi, nessuno compete al 100% con Photoshop non
            vedo tutta questa "acqua
            fresca"A livello professionale Photoshop sta dove sta, me per altri ambiti si può tranquillamente sotituire, però i non professionisti lo craccano lo stesso :D

            se non vende per copia avrebbe fatto Photoshop 1
            per Oliviero Toscani e poi doveva aspettare la
            commissione di un altro cliente, e perché mai
            Oliviero ti dovrebbe dare a gratis la sua
            copia?Sveglia, software prosessionali di quel livello invece di guadagnare per copia, vanno al supporto tecnico professionale e servizi di contorno.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..

            Ehm, che ho detto io ? Per certi sfotware si usa
            un modo diverso per sostenere il
            tutto.si ma non è quello che dice Panda, per cui TUTTI i software devono passare a quel modello
            paragone bene materiale con bene immateriale...
            ci risiamo.... Ma ripeto, l'utente professionale
            non si fa problemi a comprasi photoshop e non lo
            pirata di
            certo.
            L'utente privato difficilmente se lo compra per
            ovvie ragioni di licenza, adobe lo
            sa.che non lo pirati è da vedere, risparmiare 1000 fa sempre piacere
            A livello professionale Photoshop sta dove sta,
            me per altri ambiti si può tranquillamente
            sotituire, però i non professionisti lo craccano
            lo stesso
            :Dse fai certi tipi di fotografia anche a livello "amatoriale" farlo senza photoshop è molto difficile, anche solo considerando la mole di tutorials e documentazione che si trova
            Sveglia, software prosessionali di quel livello
            invece di guadagnare per copia, vanno al supporto
            tecnico professionale e servizi di
            contorno.Sveglia, che supporto tecnico dai per Photoshop? Ci arrivo che il gestionalino bacato usato dal contabile utonto genera profitto con il supporto, o il software a livello enterprise dove se c'è un problema ti chiamo e me lo risolvi entro 1 un'ora e ti posso chiamare 24 ore al giorno 7 su 7 ma che fai, vendi supporto tecnico per giocare a Angry Birds?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX

            Ehm, che ho detto io ? Per certi sfotware si
            usa

            un modo diverso per sostenere il

            tutto.

            si ma non è quello che dice Panda, per cui TUTTI
            i software devono passare a quel
            modelloSemplicemente perchè il modello proprietario non funziona più. E la pirateria ne è la prova.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            quello che ha detto Panda Rossa non esclude il modello proprietario, esclude la vendita di licenze dello stesso software, il fatto che il suo mondo è limitato ai gestionali su commissione
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            quello che ha detto Panda Rossa non esclude il
            modello proprietario, esclude la vendita di
            licenze dello stesso softwareInfatti è giusto: la licenza d'uso è un bene inutile, non ha senso comprarla.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            che computer usi?
          • panda rossa scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            che computer usi?Un mac!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: paragone sciocco..
            Uso un assemblato.Perchè me lo chiedi?
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            perché stai usando licenze software in questo momento
          • panda rossa scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            perché stai usando licenze software in questo
            momentoQuali?Firefox su linux e' tutto GPL, e GPL esiste perche' esistono le altre licenze.Eliminiamo le licenze e anche GPL non avra' piu' ragione di esistere.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            GPL esiste
            perche' esistono le altre
            licenze.[img]http://media.tumblr.com/tumblr_lnwltqhA7R1qzj7lm.png[/img]
          • !Xobile scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            GPL esiste

            perche' esistono le altre

            licenze.
            ....[img]http://images04.olx.pt/ui/11/02/96/1307443951_213709696_1-Fotos-de--Instalacao-de-GPL-Montagem-GPL-VARIAS-MARCAS.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 maggio 2012 19.51-----------------------------------------------------------
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: paragone sciocco..
            Ti ha già risposto in parte panda rossa.Io non sto usando nessuna licenza. Le uniche licenze sul software che uso sono le licenze libere.... che servono solo a tenere occupato il posto per impedire che qualche idiota ci metta delle licenze restrittive.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            che driver usi per il tuo HW?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: paragone sciocco..
            Su linux non ci sono driver, ci sono i moduli, che fanno parte del kernel.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            WOW! quante ne sai?http://www.linux-drivers.org/
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: paragone sciocco..
            http://puregeekiness.wordpress.com/2006/05/24/mac-blue-screen-of-death/
          • !Xobile scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Su linux non ci sono driver, ci sono i moduli,
            che fanno parte del
            kernel.Tecnicamente sono la stessa cosa.
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX

            si ma non è quello che dice Panda, per cui TUTTI
            i software devono passare a quel
            modelloNon sono panda rossa, io.

            che non lo pirati è da vedere, risparmiare
            1000 fa sempre
            piacereSe consideri quel che guadagna uno studio che fa grafica, la spesa viene ammortizzata quasi nell'immediato, poi ricordati che in quei luoghi, la finanza fa controlli se hai software originale o meno... ah frose puoi pure scalare dalle tasse la spesa dei software, non ricordo.

            se fai certi tipi di fotografia anche a livello
            "amatoriale" farlo senza photoshop è molto
            difficile, anche solo considerando la mole di
            tutorials e documentazione che si
            trovaBhe non è certamente l'unico, dicerto ad adobe fa assai comodo che "l'utente normale" possa craccarsi photoshop alla fine.

            Sveglia, che supporto tecnico dai per Photoshop?
            Ci arrivo che il gestionalino bacato usato dal
            contabile utonto genera profitto con il supporto,
            o il software a livello enterprise dove se c'è un
            problema ti chiamo e me lo risolvi entro 1 un'ora
            e ti posso chiamare 24 ore al giorno 7 su 7 ma
            che fai, vendi supporto tecnico per giocare a
            Angry
            Birds?Volutamente mischi, io parlo di software professionali, che in cambio della libertà d'installazione su tutte le tue macchine, puoi avere un supporto tecnico per ogni problema... e tu mi tiri fuori angry birds...complimenti :/
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..

            Non sono panda rossa, io.Mi è chiaro, rileggiti la mia risposta originale:"certo! anzi, ci sono software che non hanno nemmeno un "mercato" se non la singola azienda che "richiede" su commissione, ma non TUTTI i software possono essere prodotti <b
            come suggerito da panda rossa </b
            "Se poi vuoi essere "contro" ogni cosa che dico per buttarla in rissa...
            Se consideri quel che guadagna uno studio che fa
            grafica, la spesa viene ammortizzata quasi
            nell'immediato, poi ricordati che in quei luoghi,
            la finanza fa controlli se hai software originale
            o meno... ah frose puoi pure scalare dalle tasse
            la spesa dei software, non
            ricordo.si ma se sei un freelance a ritenuta d'acconto con contratti co.co.co ?
            Bhe non è certamente l'unico, dicerto ad adobe fa
            assai comodo che "l'utente normale" possa
            craccarsi photoshop alla
            fine.Ad Adobe fa comodo essere monopolista sul mercato, e può detenere il suo monopolio perché con il P2P nuove software house di sucXXXXX fanno fatica a nascere
            Volutamente mischi, io parlo di software
            professionali, che in cambio della libertà
            d'installazione su tutte le tue macchine, puoi
            avere un supporto tecnico per ogni problema... e
            tu mi tiri fuori angry birds...complimenti
            :/no, io parlo di software professionali come Photoshop o Final Cut che "support tecnico" puoi dare?Al massimo puoi offrire formazione e training, ma non certo "supporto tecnico" e Adobe fa software, mica organizza training
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX

            Mi è chiaro, rileggiti la mia risposta
            originale:
            "certo! anzi, ci sono software che non hanno
            nemmeno un "mercato" se non la singola azienda
            che "richiede" su commissione, ma non TUTTI i
            software possono essere prodotti <b
            come
            suggerito da panda rossa </b

            "

            Se poi vuoi essere "contro" ogni cosa che dico
            per buttarla in
            rissa...Nel senso che tutti quelli che non la pensano come te, non sono come panda rossa :D

            si ma se sei un freelance a ritenuta d'acconto
            con contratti co.co.co
            ?Pensi che non controllano i liberi profesionisti, se è questo che intendi ?

            Ad Adobe fa comodo essere monopolista sul
            mercato, e può detenere il suo monopolio perché
            con il P2P nuove software house di sucXXXXX fanno
            fatica a
            nascereNon esclude che un concorrente di photoshop in ambiti professionali salti fuori usanto la stessa strategia.

            no, io parlo di software professionali come
            Photoshop o Final Cut che "support tecnico" puoi
            dare?
            Al massimo puoi offrire formazione e training, ma
            non certo "supporto tecnico" e Adobe fa software,
            mica organizza
            trainingDare un supporto cenico efficente e prioritario è utile per moltissimi software, non è che sia in necessario un servizio simile, anzi! E poi scusa, non è da escludere che una software house possa organizzare corsi alla fine, sarebbe molto profiquo.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..

            Nel senso che tutti quelli che non la pensano
            come te, non sono come panda rossa
            :Dno! nel senso che concordo con te che alcuni software possono essere fatti a commissione ma non tutti, vuoi continuare a litigare anche quando sono d'accordo con te?
            Pensi che non controllano i liberi profesionisti,
            se è questo che intendi
            ?ah scusa, non avevo notato che nessuno parcheggia in divieto di sosta perché i vigili controllano
            Non esclude che un concorrente di photoshop in
            ambiti professionali salti fuori usanto la stessa
            strategia.Macromedia è fallita da un po' eh...
            Dare un supporto cenico efficente e prioritario è
            utile per moltissimi software, non è che sia in
            necessario un servizio simile, anzi!per moltissimi software ma non per tutti tipo Photoshop
            E poi scusa, non è da escludere che una software
            house possa organizzare corsi alla fine, sarebbe
            molto
            profiquo.eh si poi dobbiamo solo aspettare che chi organizza corsi decida di fare software...
          • panda rossa scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            ah scusa, non avevo notato che nessuno parcheggia
            in divieto di sosta perché i vigili
            controllanoI vigili controllano che le macchine in divieto non siano oggetto di atti vandalici da parte di coloro che vengono danneggiati dal divieto di sosta.Se non ci fossero i vigili e tu provassi a lasciare la macchina su un passo carraio dalle mie parti, al tuo ritorno troveresti qualcosa che va da un minimo di una XXXXX di cane spalmata sul vetro e sulle maniglie, alle gomme tagliate, fino al parabrezza sfondato.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            passo carraio != divieto di sosta
          • panda rossa scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            passo carraio != divieto di sostaIntendi dire che dalle tue parti si puo' parcheggiare sui passi carrai?
          • panda rossa scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            Secondo te se metto su Ebay un teleobiettivo
            GRATIS e tu lo vendi a 1000 chi ne "vende" di
            più?Ne vendete uno entrambi.Solo che lui lo vende prima di te.Quando il suo e' stato venduto, compreranno il tuo da 1000.
            in tutti questi anni di software "validi" come
            alternative a Photoshop non ce ne sono molti,
            anzi, nessuno compete al 100% con Photoshop non
            vedo tutta questa "acqua
            fresca"In tutti questi anni non ho mai usato photoshop, non vedo tutta questa necessita' di avere un software per fotoritocco.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..

            In tutti questi anni non ho mai usato photoshop,
            non vedo tutta questa necessita' di avere un
            software per
            fotoritocco.infatti non è "necessario" a meno che non fai foto di un certo tipo o produzioni grafiche
          • panda rossa scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX

            In tutti questi anni non ho mai usato
            photoshop,

            non vedo tutta questa necessita' di avere un

            software per

            fotoritocco.

            infatti non è "necessario" a meno che non fai
            foto di un certo tipo o produzioni
            graficheGlielo spieghi tu a tutti quelli che "...ma su linux non ci gira photosciop!"
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            se usano Photoshop per fare un certo tipo di lavoro non migreranno mai a Linux
          • panda rossa scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            se usano Photoshop per fare un certo tipo di
            lavoro non migreranno mai a
            LinuxVedo che hai colto nel cegno anche questa volta!Hai detto:
            infatti non è "necessario" a meno che non fai
            foto di un certo tipo o produzioni
            graficheE io, sottintendendo quale zero virgola zero zero zero dell'utenza siano costoro, mi chiedo perche' il 99% delle obiezioni su linux e' "ma non ci gira photosciop!"
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            perché probabilmente ti rivolgi a persone che lo usano non solo per pazzeggiare Photoshop è utilissimo anche per fare interfacce grafiche per il web per esempio
          • panda rossa scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX

            E' quello che vogliamo: fare in modo che piu'

            nessuno venda

            software.

            I programmatori venderanno il loro tempo

            sviluppando software su commissione, e gli

            intermediari andranno a

            zappare.

            ma così invece che avere Software come Maya o
            Photoshop avrai n mila versioni custom e si dovrà
            reinventare la ruota ogni
            voltaNo, perche' le librerie saranno open source e tu non dovrai fare altro che incorporare la ruota gia' inventata da altri.

            Lo sai benissimo invece: nessuno comprerebbe
            mai

            photoshop a quel

            prezzo!

            nessuno che lo usa per fare i meme,che sono il 99.999999999999999999%
            ma uno che di
            mestiere fa il fotografo non penso abbia problemi
            a comprarsi photoshop, Uno che di mestiere fa il fotografo dovrebbe fare fotografie, e non fotoritocco.http://www.tomshw.it/news.php?newsid=19458
            così come non ha problemi
            a spendere più di 1000 per un pezzo di
            vetroChe faccia un po' quello che vuole...

            Perche' una copia vale zero e il servizio di
            fare

            le copie non e' piu' richiesto perche'
            ognuno
            e'

            capace di farsi il ghiaccio da

            se'.

            si ma il ghiaccio si fa con l'acqua, se non ti
            arriva più acqua "fresca" come li fai i
            cubetti?L'acqua fresca mi arriva, quindi non mi pongo il problema.Dalle tue parti invece usate ancora i pozzi in cortile?
            Se Adobe si fermava alla versione 1 di Photoshop
            invece che arrivare alla CS6 ci
            guadagnavamo?Gimp esiste!
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..

            No, perche' le librerie saranno open source e tu
            non dovrai fare altro che incorporare la ruota
            gia' inventata da
            altri.per i gestionalini va bene, ma per software come Photshop, Final Cut, Maya non puoi pensare di poter fare un mix di librerie open source dai su...
            che sono il 99.999999999999999999%non si sa, per questo dico che parlare di mancati guadagni etc non ha senso, ma ha senso guardare al fatto che il mercato è molto contratto
            Uno che di mestiere fa il fotografo dovrebbe fare
            fotografie, e non
            fotoritocco.
            http://www.tomshw.it/news.php?newsid=19458e chi fa l'artista?http://fotogartistica.blogspot.com/2011/11/lespressionismo-di-roger-catherineau.html#en
            Che faccia un po' quello che vuole...se la trova per strada gratis sicuramente non lascia 1000 sul marciapiede
            L'acqua fresca mi arriva, quindi non mi pongo il
            problema.
            Dalle tue parti invece usate ancora i pozzi in
            cortile?dici qui in Irlanda dove ti piacerebbe venire a prendere uno stipendio decente?
            Gimp esiste!si anche Paint esiste
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            paint se per metti non fa fotoritocco come the gimp, son due software differenti.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            toh te lo metto in spagnolo va"El sarcasmo es una burla mordaz con la que se pretende dar a entender lo contrario o manifestar desagrado.1 El término también se refiere a la figura retórica que consiste en emplear esta especie de ironía.1 El sarcasmo es una crítica indirecta, pero la mayoría de las veces expuesta de forma evidente."http://es.wikipedia.org/wiki/Sarcasmo
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            Adesso è sarcasmo il tuo.... ahh bhè :D
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            si perchè Gimp rispetto a Photoshop è equiparabile al Paint
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            Hmm ripeto non va bene come paragone, perchè il paint non ha nemmeno la basta per il foto ritocco :D
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            ah beh se non ha la basta allora ritiro quello che ho detto, ma Gimp ha la superXXXXXla?
          • !Xobile scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            si perchè Gimp rispetto a Photoshop
            è equiparabile al
            PaintMa hai mai usato Photoshop? Da come scrivi mi sa che non sai neppure di cosa stai parlando.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            certo che ho usato Photoshop, altrimenti come la trovavo la ragazza su Facebook?
          • !Xobile scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            certo che ho usato Photoshop, altrimenti come la
            trovavo la ragazza su
            Facebook?Scommetto che non sei l'unico qui dentro a dover far ricorso alle falsificazioni pur di adescare gente incompetente tramite facebook....
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            si a parte te che con quel faccino li di sicuro hai un gran sucXXXXX
      • Sgabbio scrive:
        Re: paragone sciocco..
        non mi sembra che adobe sia fallita, nonostante ci siano persone che piratano photoshop, pure microsoft, sony...nintendo.....devo continuare ?
        • MeX scrive:
          Re: paragone sciocco..
          no certo, ma quanti competitor di Photoshop hai visto? come mai non ci sono nuove software house che irrompono sul mercato?L'ultima che mi ricordo che stava smuovendo il mercato (guarda caso prima della massificazione del file sharing) fu Macromedia, che guarda caso fu poi acquistata da AdobePixelmator su Mac è l'unica app che ha fatto il botto, e guarda caso, i suoi guadagni sono aumentati esponenzialmente con il Mac App Store
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            no certo, ma quanti competitor di Photoshop hai
            visto? come mai non ci sono nuove software house
            che irrompono sul
            mercato?Perchè photoshop è lo standard de facto ? Adesso e la pirateria che ha fatto fallire i concorrenti! ROFTL!
            L'ultima che mi ricordo che stava smuovendo il
            mercato (guarda caso prima della massificazione
            del file sharing) fu Macromedia, che guarda caso
            fu poi acquistata da
            AdobeMicromedia non aveva un software concorrente di photoshop!Non aveva programmi di foto ritocco proprio! Perfavore, non cerchiamo di mistificare il passato dicendo pure che è stata la pirateria a far comprare Micromedia... LOL
            Pixelmator su Mac è l'unica app che ha fatto
            il botto, e guarda caso, i suoi guadagni sono
            aumentati esponenzialmente con il Mac App
            StorePeccato che quel software ERA GIA' FAMOSO prima ancora della gabbia dorata qual'è il Mac app store.
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            Sgabbio, respira profondamente, e conta fino a 3.Macromedia ha prodotto Fireworks, non compete con Photoshop a livello di fotoritocco ma a livello di preparazione di interfacce grafiche, Photoshop non è assolutamente usato esclusivamente per foto ritocco!Freehand stava erodendo pesantemente il mercato di Illustrator.Director e Flash erano lo standar de facto della produzione multimediale, e trainava di coneseguenza Fireworks e Freehand, poi io non so dov'eri tu mentre Macromedia battagliava con Adobe, forse stavi giocando ai castelli di sabbia con Panda Rossa
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            Sgabbio, respira profondamente, e conta fino a 3.(denigrare il proprio interlocutore per aver ragione)
            Macromedia ha prodotto Fireworks, non compete con
            Photoshop a livello di fotoritocco ma a livello
            di preparazione di interfacce grafiche, Photoshop
            non è assolutamente usato esclusivamente per
            foto
            ritocco!ma maggiormente photoshop a quell'uso, quindi non erano in concorrenza tra di loro i due programmi perche operavano in due settori distinti.
            Freehand stava erodendo pesantemente il mercato
            di
            Illustrator.Bhe, secondo te l'ha comprato per la pirateria o per far fuori un pericoloso concorrente ?
            Director e Flash erano lo standar de facto della
            produzione multimediale, e trainava di
            coneseguenza Fireworks e Freehand, poi io non so
            dov'eri tu mentre Macromedia battagliava con
            Adobe, forse stavi giocando ai castelli di sabbia
            con Panda
            RossaPraticamente ti stai smentendo da solo, non è stata la pirateria a mettere incrisi micromedia, che ha obbligato adobe a comprarla.Ma tu poi dicevi che Micromedia aveva la nemisi di photoshop... cosa mica tanto vera :D
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            io sto parlando di mercato per LE SOFTWARE HOUSEPhotoshop è 1 prodotto di Adobe.Macromedia stava facendo il XXXX ad Adobe e le stava dando parecchio fastidio, se non fosse così non si spiega l'affanno con cui Adobe si mise a concorrere con Dreamweaver facendo GoLive e integrando in Photoshop funzionalità simili a FireworksMica stiamo a parlare "di photoshop" parliamo di Adobe e Macromedia, e vi chiedo, come mai nell'era fiorente del P2P non ci sono state altre Macromedia?
          • Sgabbio scrive:
            Re: paragone sciocco..
            - Scritto da: MeX
            io sto parlando di mercato per LE SOFTWARE HOUSEtu ti stai arrampicando sugli specchi.
            Photoshop è 1 prodotto di Adobe.

            Macromedia stava facendo il XXXX ad Adobe e le
            stava dando parecchio fastidio, se non fosse così
            non si spiega l'affanno con cui Adobe si mise a
            concorrere con Dreamweaver facendo GoLive e
            integrando in Photoshop funzionalità simili a
            FireworksMicromedia aveva soluzioni che Adobe non aveva, per questo a comprato micromedia. Fireworks e photoshop era e sono stati due software ben distinti, per usi diversi in passato.
            Mica stiamo a parlare "di photoshop" parliamo di
            Adobe e Macromedia, e vi chiedo, come mai
            nell'era fiorente del P2P non ci sono state altre
            Macromedia?E no! Tu dicevi che Micromedia era un concorrente di Adobe, citando programmi come concorrenti di photoshop, quando le due software house non erano in diretta competizione tra di loro, in quanto operavano in settori diversi, Adobe, non riucendo però apenetrare il mercato che aveva Micromedia a fatto "microsoft style".Il resto e vuota retorica, mensi che non ci sono altre software house come micromedia con il p2p ? Ancora con ste bufale ? (se parliamo poi di software professionali????)
          • MeX scrive:
            Re: paragone sciocco..
            http://lmgtfy.com/?q=photoshop+vs+fireworks[img]http://images3.wikia.nocookie.net/__cb20070225072819/uncyclopedia/images/8/81/PWNED%21.jpg[/img]
  • ruppolo scrive:
    Periodo di transizione
    Oggi viviamo (per chi usa prodotti Apple) in periodo di transizione: parecchio software viene distribuito a prezzi minimi (mediamente qualche euro e la maggior parte sotto i 16 euro) attraverso AppStore, sia per iOS che per OS X. Prezzi così bassi, in aggiunta alla facilità di acquisto (un unico account) e alla facilità di mantenere aggiornato il parco software (tutto si aggiorna cliccando/toccando un pulsante "Aggiorna tutto") fa si che la pirateria, sulla piattaforma Apple, sia scesa.Speriamo che Microsoft faccia altrettanto, e che software house importanti (come Adobe) la smetta di proporre i propri prodotti a prezzi esorbitanti e improponibili al 99,99% dei potenziali clienti.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Periodo di transizione
      - Scritto da: ruppolo
      Oggi viviamo (per chi usa prodotti Apple) in
      periodo di transizione: parecchio software viene
      distribuito a prezzi minimi (mediamente qualche
      euro e la maggior parte sotto i 16 euro)
      attraverso AppStore, sia per iOS che per OS X.
      Prezzi così bassi, in aggiunta alla facilità di
      acquisto (un unico account) e alla facilità di
      mantenere aggiornato il parco software (tutto si
      aggiorna cliccando/toccando un pulsante "Aggiorna
      tutto") fa si che la pirateria, sulla piattaforma
      Apple, sia
      scesa.
      Speriamo che Microsoft faccia altrettanto, e che
      software house importanti (come Adobe) la smetta
      di proporre i propri prodotti a prezzi
      esorbitanti e improponibili al 99,99% dei
      potenziali
      clienti.Hmm obbligare la gente ad aquistare ad un negozio virtuale i software non è la panacea di tutti i mali, anche perchè taglieresti le gambe a molti tipi di software che potrebbero essere sgraditi al produttore del SO di turno, oltre a tagliare le gambe al freeware e software opensource vario.Di per se, fare una politica dei prezzi che esclude avidità commerciali di varia natura, aiuta da sola a diminuire la pirateria, senza usare leggi liberticide e draconiane.ovviamente ci deve stare anche un grande supporto, come possibilità di fare backup vari (mica devi perforza riscaricar tutto....) e eliminando vincoli idioti.
      • MeX scrive:
        Re: Periodo di transizione

        oltre a tagliare
        le gambe al freeware e software opensource
        vario.il freeware in che misura verrebbe tagliato? di nuovo tu hai hosting gratuito? con 99$ all'anno hai la tua applicazione hostata sul Mac App Store, mi sembra un prezzo più che ragionevole (considerando che non ci sono limiti di banda e altri costi aggiuntivi)Il software open source, dipende dalla licenza, del software e del negozio
        • panda rossa scrive:
          Re: Periodo di transizione
          - Scritto da: MeX

          oltre a tagliare

          le gambe al freeware e software opensource

          vario.

          il freeware in che misura verrebbe tagliato? di
          nuovo tu hai hosting gratuito? con 99$ all'anno
          hai la tua applicazione hostata sul Mac App
          Store, mi sembra un prezzo più che ragionevole
          (considerando che non ci sono limiti di banda e
          altri costi
          aggiuntivi)Io con 0$ ho la mia applicazione su sourceforge.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Periodo di transizione
          Il fatto che fa pagare anche chi non fa un software per mero lucro, di perse discentiva il freeware a prescindere.
          • MeX scrive:
            Re: Periodo di transizione
            quindi tutti i provider e i servizi di hosting sono dei delinquenti che fanno pagare gente che si fa il sito o mette freeware senza scopi di lucro?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Periodo di transizione
            Non rigirare la frittata come il tuo solito per difendere apple.
          • MeX scrive:
            Re: Periodo di transizione
            Scusa ma i 99$ sono per:- hosting senza limita di banda- acXXXXX ai seed di beta di iOS / OSX- supporto tecnico a "code level"- acXXXXX a documentazione e SDKSe poi l'app la offri gratis Apple non ti chiede nulla, e non vorrai negare che ogni download di un app gratuita è un costo per Apple?Se fossero così smaniosi di farci soldi vieterebbero la distribuzione Free delle applicazioni e imporrebbero un prezzo minimo
          • MeX scrive:
            Re: Periodo di transizione
            scusa, continuo a non capire come la gente possa pagare hosting e dominio per offire i suoi freeware per il download, se sono freeware di sucXXXXX si parla anche di banda "importante" pensi davvero che sia "tutto gratis" ? dai Sgabbio sii onesto
          • panda rossa scrive:
            Re: Periodo di transizione
            - Scritto da: MeX
            scusa, continuo a non capire come la gente possa
            pagare hosting e dominio per offire i suoi
            freeware per il download, La gente non paga!La gente sfrutta i servizi gratuiti che gia' esistono in rete!Tu forse paghi per leggere PI o scrivere nel suo forum?
            se sono freeware di
            sucXXXXX si parla anche di banda "importante"
            pensi davvero che sia "tutto gratis" ? dai
            Sgabbio sii
            onestoSe sono freeware di sucXXXXX si traducono in click per il sito che li mette a disposizione per il download.Dai Mex, sii onesto.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Periodo di transizione
            Ti ho indicato la luna e tu guardi il dito e dici pure che ho l'unghia incarnia...
          • MeX scrive:
            Re: Periodo di transizione
            no tu hai indicato la Luna e non ti sei accordo che di fianco ce n'è un'altra
          • Sgabbio scrive:
            Re: Periodo di transizione
            adesso siamo alle forzature dei detti per darsi ragione, ma dai, incredibile :DTi faccio notare che non hai capito quello che ti si vuole dire è tu invece di sforzarti un attimo, fai pure queste cose qui... :D
          • MeX scrive:
            Re: Periodo di transizione
            tu mi dici che sul MAS è difficile mettere software gratuito visto i costi dei 99$Io ti ho chiesto come fai a distribuire senza costi il software mi rispondi o fai finta di nulla?
    • Stica scrive:
      Re: Periodo di transizione
      - Scritto da: ruppolo
      Oggi viviamo (per chi usa prodotti Apple) in
      periodo di transizione: parecchio software viene
      distribuito a prezzi minimi (mediamente qualche
      euro e la maggior parte sotto i 16 euro)
      attraverso AppStore, sia per iOS che per OS X.
      Prezzi così bassi, in aggiunta alla facilità di
      acquisto (un unico account) e alla facilità di
      mantenere aggiornato il parco software (tutto si
      aggiorna cliccando/toccando un pulsante "Aggiorna
      tutto") fa si che la pirateria, sulla piattaforma
      Apple, sia
      scesa.
      Speriamo che Microsoft faccia altrettanto, e che
      software house importanti (come Adobe) la smetta
      di proporre i propri prodotti a prezzi
      esorbitanti e improponibili al 99,99% dei
      potenziali
      clienti.Alla faccia della libertà!Ognuno nei suoi pc o dispositivi deve poter fare quello che gli pare, se il produttore o chiunque altro gli offre un negozio virtuale tanto meglio, ma non si può escludere software proveniente da altre fonti solo perchè "così è più sicuro".
    • ohi ohi scrive:
      Re: Periodo di transizione
      - Scritto da: ruppolo
      Oggi viviamo (per chi usa prodotti Apple) in
      periodo di transizione: parecchio software viene
      distribuito a prezzi minimi (mediamente qualche
      euro e la maggior parte sotto i 16 euro)
      attraverso AppStore, sia per iOS che per OS X.
      Prezzi così bassi, in aggiunta alla facilità di
      acquisto (un unico account) e alla facilità di
      mantenere aggiornato il parco software (tutto si
      aggiorna cliccando/toccando un pulsante "Aggiorna
      tutto") fa si che la pirateria, sulla piattaforma
      Apple, sia
      scesa.
      Speriamo che Microsoft faccia altrettanto, e che
      software house importanti (come Adobe) la smetta
      di proporre i propri prodotti a prezzi
      esorbitanti e improponibili al 99,99% dei
      potenziali
      clienti.sei uno splendido esempio della forza del marketing: paghi per essere schiavo e fai pure pubblicità gratis a chi ti tiene incatenato...
      • captain obvious scrive:
        Re: Periodo di transizione
        - Scritto da: ohi ohi
        - Scritto da: ruppolo

        Oggi viviamo (per chi usa prodotti Apple) in

        periodo di transizione: parecchio software
        viene

        distribuito a prezzi minimi (mediamente
        qualche

        euro e la maggior parte sotto i 16 euro)

        attraverso AppStore, sia per iOS che per OS
        X.

        Prezzi così bassi, in aggiunta alla facilità
        di

        acquisto (un unico account) e alla facilità
        di

        mantenere aggiornato il parco software
        (tutto
        si

        aggiorna cliccando/toccando un pulsante
        "Aggiorna

        tutto") fa si che la pirateria, sulla
        piattaforma

        Apple, sia

        scesa.

        Speriamo che Microsoft faccia altrettanto, e
        che

        software house importanti (come Adobe) la
        smetta

        di proporre i propri prodotti a prezzi

        esorbitanti e improponibili al 99,99% dei

        potenziali

        clienti.

        sei uno splendido esempio della forza del
        marketing: paghi per essere schiavo e fai pure
        pubblicità gratis a chi ti tiene
        incatenato...ho i miei dubbi sul gratis, per il resto concordo e quoto
    • Free Software scrive:
      Re: Periodo di transizione

      Prezzi così bassiSempre troppo alti...Free SoftwareMaggiore qualità + Prezzo zerohttps://www.fsf.org
    • bubba scrive:
      Re: Periodo di transizione
      - Scritto da: ruppolo
      Oggi viviamo (per chi usa prodotti Apple) in
      periodo di transizione: parecchio software viene
      distribuito a prezzi minimi (mediamente qualche
      euro e la maggior parte sotto i 16 euro)
      attraverso AppStore, sia per iOS che per OS X.
      Prezzi così bassi, in aggiunta alla facilità di
      acquisto (un unico account) e alla facilità di
      mantenere aggiornato il parco software (tutto si
      aggiorna cliccando/toccando un pulsante "Aggiorna
      tutto") fa si che la pirateria, sulla piattaforma
      Apple, sia
      scesa.
      Speriamo che Microsoft faccia altrettanto, e che
      software house importanti (come Adobe) la smetta
      di proporre i propri prodotti a prezzi
      esorbitanti e improponibili al 99,99% dei
      potenziali
      clienti.Urca! per una volta ruppie non ha detto cose del tutto inventate... non che adori l'appmarket-UNICO-e-unificato, tutt'altro... ma ben vengano gli appmarket a basso prezzo (c'erano anche MOLTI anni fa, per symbian/wince)Pero' sarebbe stato piu carino se avessi aggiunto che pure su OSX una BELLA fetta delle installazioni di photoshop sono crackate... (e qui si ritorna al discorso fatto sotto... l'utontizzazione dell'informatica fa si che al grido "che programma di grafica hai?" ottieni 2 o 3 risposte.. nonostante i 12milioni di programmi diversi esistenti)
    • Winaro scrive:
      Re: Periodo di transizione
      - Scritto da: ruppolo
      Speriamo che Microsoft faccia altrettanto, e che
      software house importanti (come Adobe) la smetta
      di proporre i propri prodotti a prezzi
      esorbitanti e improponibili al 99,99% dei
      potenziali clienti.Ah ahaa! @^ Finalmente lo ammetti che ti sei rovinato ad acquistare gadget della Apple ed ora non ti puoi permettere nemmeno una licenza di Photoshop! :pChe barbone! @^ @^ @^Parola di Winaro! ;)
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Periodo di transizione
      Ti ricordo che quei software, sulle altre piattaforme, sono gratis.
    • James Kirk scrive:
      Re: Periodo di transizione
      - Scritto da: ruppolo
      Speriamo che Microsoft faccia altrettanto, e che
      software house importanti (come Adobe) la smetta
      di proporre i propri prodotti a prezzi
      esorbitanti e improponibili al 99,99% dei
      potenziali
      clienti.Microsoft dovrebbe iniziare dai propri prodotti; oggi Windows è il componente più costoso in un PC di media tacca.Inoltre non è corretto far pagare windows 30$ a Dell, HP etc e 130 euro a chi compra PC assemblati.Comunque un modello stile Applestore con prezzi del software abbordabili è benvenuto, sempre che funzioni in ambito PC/Mac.Dubito ridurrà di molto la pirateria in ambito consumer perchè, con Android ho visto gente piratare programmi da 90 cent (e ben gli sta beccarsi il trojan), ma quantomeno toglierà la scusa del prezzo a chi pirata regolarmente.In ambito semi-professionale invece una riduzione dei prezzi potrebbe funzionare e ridurre la pirateria; però va detto che di software a costi contenuti ce n'è già molto.Giusto per fare un esempio: Photoshop è un programma (troppo caro, concordo) molto sofisticato ma alla maggior parte degli utenti bastano (ed avanzano) programmi come PaintShop Pro o Corel Photopaint che costano una frazione.Eppure si pirata Photoshop, salvo usarlo al 2% delle possibilità.In conclusione, una riduzione dei prezzi potrebbe aiutare a ridurre la pirateria, ma non mi aspetterei miracoli.
      • mirella scrive:
        Re: Periodo di transizione
        si ma se uno pirata photoshop per usarlo al 2% significa che non gli serve neanche e che lo ha scaricato solo perché l'ha sentito a Studio Aperto. E questa persona non la conterei come persona che 'danneggia l'economia Adobe' visto che non avrebbe mai comprato quel sw. Diverso è il professionista che lavora con photoshop.
        • James Kirk scrive:
          Re: Periodo di transizione
          - Scritto da: mirella
          si ma se uno pirata photoshop per usarlo al 2%
          significa che non gli serve neanche e che lo ha
          scaricato solo perché l'ha sentito a Studio
          Aperto. E questa persona non la conterei come
          persona che 'danneggia l'economia Adobe' visto
          che non avrebbe mai comprato quel sw. Diverso è
          il professionista che lavora con
          photoshop.Assolutamente d'accordo.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Periodo di transizione
        paint shop pro, sbaglio oppure è della Corel da anni ormai ?Comunque l'abbassamento dei prezzi non anienterà la pirateria, ma sicuramente la riduce, ma questo si deve aggiungere anche l'assenza di vincoli illogici, come "licenza per pc" e menate simili.
        • James Kirk scrive:
          Re: Periodo di transizione
          - Scritto da: Sgabbio
          paint shop pro, sbaglio oppure è della Corel da
          anni ormai?Esatto hanno due prodotti per il foto ritocco: Paint Shop Pro, venduto singolarmente, e Photo Paint, incluso nella suite Coreldraw.Non saprei dirti la differenza che c'è oggi tra i due.
Chiudi i commenti