Apple-Samsung, la pace dopo la tempesta?

Mentre nei Paesi Bassi Cupertino ottiene una vittoria decisiva in tribunale, fuori dalle aule sembra le aziende stiano trattando. Ci sono ancora delle difficoltà, ma un armistizio pare imminente
Mentre nei Paesi Bassi Cupertino ottiene una vittoria decisiva in tribunale, fuori dalle aule sembra le aziende stiano trattando. Ci sono ancora delle difficoltà, ma un armistizio pare imminente

Apple si è aggiudicata un nuovo punto nell’infinita guerra che la vede contrapposta a Samsung: la corte d’appello dei Paesi Bassi ha ribaltato una sentenza di primo grado e bandito per violazione di proprietà intellettuale alcuni vecchi dispositivi Samsung della linea Galaxy .

Ad essere coinvolti nell’ingiunzione, per il momento, il Galaxy SII e il Galaxy Ace, ma c’è la possibilità che venga estesa ad altri device eventualmente trovati in infrazione del brevetto europeo di Apple EP2059868 . La nuova sentenza infatti prevede una più ampia applicabilità, a tutti i prodotti passati, presenti e futuri di Samsung ritenuti in violazione.

D’altra parte Apple e Samsung sembrano pronte a far pace nonostante gli ostacoli: a parte la ramificazione della loro guerra brevettuale internazionale, le ultime accuse reciproche parlano di scaramucce e di dichiarazioni scorrette da una parte e l’altra che avrebbero fatto finora tramontare prematuramente le trattative di armistizio.

Tuttavia ora la situazione sembra essersi sbloccata: sulla scelta potrebbe anche aver contato la svolta di Google, che attraverso la sua controllata Motorola si è seduta al tavolo delle trattative con Cupertino ed ha concluso un accordo che ha messo fine alle controversie legali che le vedevano contrapposte.
Questo potrebbe significare un cambio di strategia nella difesa di Android, che potrebbe passare per la pace con Apple .

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti