Apple suggerisce l'installazione di app russe

Apple suggerisce l'installazione di app russe

Durante la configurazione iniziale dei dispositivi Apple viene mostrato un elenco di app russe, come imposto da una legge approvata nel 2019.
Durante la configurazione iniziale dei dispositivi Apple viene mostrato un elenco di app russe, come imposto da una legge approvata nel 2019.

Una legge approvata a fine 2019 impone ai produttori di smartphone, tablet, notebook, PC e smart TV di consigliare agli utenti l'uso di app realizzate da sviluppatori russi. Come previsto, a partire dal 1 aprile Apple ha iniziato a mostrare una schermata con l'elenco delle app suggerite. Non è la prima volta che l'azienda di Cupertino è costretta al rispetto delle leggi locali.

Apple consiglia app russe

Come si può vedere nel video condiviso da un utente su Twitter, la versione russa del “choice screen” viene visualizzata durante la configurazione iniziale dello smartphone. Ad un certo punto vengono mostrate le app disponibili per il download “in conformità con i requisiti legali russi“. La scelta delle app è opzionale e la schermata può essere chiusa toccando la X in alto a destra.

L'elenco include tre app Yandex (Browser, Maps e Desk), Mail.ru, ICQ, OK Live e VK. L'obiettivo del governo russo è ridurre la dipendenza dalle aziende straniere e, secondo alcuni, di incrementare il controllo su Internet (lo scorso mese è stata limitata la velocità di accesso a Twitter).

La Russia è un importante mercato per Apple, quindi non può opporsi ad eventuali richieste, nonostante mantenga uno stretto controllo sulla procedura di setup dei suoi dispositivi. In passato l’azienda di Cupertino ha apportato vari cambiamenti per rispettare le norme locali (ad esempio indicando la Crimea come territorio russo su Maps oppure eliminando la watch face del Gay Pride).

Fonte: MacRumors
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 04 2021
Link copiato negli appunti